venerdì 31 gennaio 2020

il papa ha abolito il celibato in Amazzonia?


Nel tardo pomeriggio (18:27) de Mattei ha pubblicato  questa notizia su Corrispondenza Romana : nella esortazione Post Sinodale il papa avrebbe autorizzato l’ordinazione sacerdotale di diaconi permanenti (anche sposati): 


 Molte delle comunità ecclesiali del territorio amazzonico hanno enormi difficoltà di accesso all’Eucaristia. Trascorrono mesi o anni prima che un sacerdote possa tornare in una comunità per celebrare l’Eucaristia, offrire il sacramento della Riconciliazione o celebrare l’Unzione degli Infermi per i malati della comunità.
Apprezziamo il celibato come dono di Dio nella misura in cui questo dono permette al discepolo missionario, ordinato al presbiterato, di dedicarsi pienamente al servizio del Santo Popolo di Dio. Esso stimola la carità pastorale e preghiamo che ci siano molte vocazioni che vivono il sacerdozio celibatario. Sappiamo che questa disciplina “non è richiesta dalla natura

Giorgio Gaber: "La Chiesa Si Rinnova" - 1971

Giorgio Gaber durante la sua vita non si è - penso - mai dichiarato cattolico, anche se ritengo che -  soprattutto nelle sue ultime canzoni - si percepisca l'anelito e la nostalgia di Dio.
Nel 1971 compose questa canzone: salva reverentia voglio proporla ai nostri lettori.
Gaber sembra averla scritta ora.
O no?
Luigi

Testo La Chiesa Si Rinnova - 1971


Il mondo ha fretta continua a cambiare
chi vuol restare a galla si deve aggiornare
Anche la chiesa vuol sempre far meglio
ogni tanto si riunisce per fare un concilio
giungono a Roma con gran convinzione
venticinquemila preti da ogni nazione

E la chiesa si rinnova per la nuova società
e la chiesa si rinnova per salvar l'umanità.

Bisogna dare atto a questi signori
le cose più urgenti le han rese migliori
e dopo tanti anni che aspettavamo invano
la messa finalmente si dice in italiano
E se al venerdì mangiare pesce ti secca
non fare complimenti puoi farti una bistecca
e si è stabilito dopo mille discussioni
che il prete essendo uomo può portare i pantaloni

Marcia per la vita a Washington: intervista a Virginia Coda Nunziante


Interessante intervista di Aldo Maria Valli a Virginia Coda Nunziante.
QUI MiL sulla partecipazione di Trump alla Marcia del 24 gennaio scorso.
Luigi

26-1-20

Venerdì 24 gennaio a Washington circa 700 mila persone sono scese per le strade per l’annuale Marcia per la vita, alla quale per la prima volta ha partecipato un presidente degli Stati Uniti. “Sono davvero orgoglioso di stare con voi”, ha detto Donald Trump. “Tutti noi qui comprendiamo un’eterna verità: ogni bambino è un dono prezioso e sacro di Dio. Insieme, dobbiamo proteggere, amare e difendere la dignità e la santità di ogni vita umana. I bambini non ancora nati non hanno mai avuto un difensore più forte alla Casa Bianca”.

giovedì 30 gennaio 2020

Focolarini: gli eredi di Chiara Lubich, dai "principi non negoziabili" all'ecumenismo

Dall'amico Valerio Pece una sua preoccupante e approfondita analisi pubblicata dalla Bussola.
Luigi

Chiara Lubich, gli eredi cambiano strada, 26-01-2020
Valerio Pece

Anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha reso onore a Chiara Lubich nel centenario della sua nascita. Ma dalla sua morte, il Movimento dei Focolari che ha fondato, ha via via corretto i suoi insegnamenti.

Tolkien e il Partito della Contea


Ancora sul tema del nostro amato Tolkien e de Il Signore degli Anelli.
Luigi

Tolkien e il Partito della Contea
Di Paolo Gulisano

Pubblicato il 3 gennaio 2020 sul sito “Ricognizioni

Il Signore degli Anelli è un libro che non solo non finisce mai di conquistare nuove generazioni di lettori, ma anche non finisce mai di essere chiosato e interpretato. D’altra parte si tratta non solo di un romanzo, ma di un vero e proprio universo fantastico creato da John Ronald Tolkien, professore universitario inglese nonché creatore di miti, di cui oggi ricorre l’anniversario della nascita (3 Gennaio 1892).
Quello creato da Tolkien è un mondo di trame, di leggende, di genealogie di elfi e antichi eroi, che aveva preso a modellare nella sua fantasia fin dalla giovinezza e cominciò a prendere forma su quaderni scolastici in cui – a matita – prese a dispiegare l’affascinante cosmogonia. Iniziò così la sua

L'Arcivescovo Sample: "Tutti i sacerdoti dovrebbero imparare la Messa Tridentina". Un video

Sua Eccellenza Alexander King Sample, arcivescovo di Portland, è dai lettori di Mil ben conosciuto anche per essere stato nel 2016 (QUI) il celebrante principale del Pellegrinaggio Summorum Pontificum a Roma.
Pubblichiamo sotto un bel video in inglese in cui invita tutti i sacerdoti a imparare e celebrare la Messa Tridentina.
Sette minuti ben spesi per chi conosce l'inglese.
Luigi

mercoledì 29 gennaio 2020

Spagna " volto e puzza di regime": le tagliole del governo di sinistra contro le scuole cattoliche e l'ora di religione

Solo poche settimane fa abbiamo postato la notizia che "l’arcivescovo di Oviedo, monsignore Jesús Sanz Montes, ha chiesto, il giorno dopo l’investitura a premier di Pedro Sánchez, alla Madonna di Covadonga, patrona delle Asturie, di aiutare gli spagnoli a “salvare la Spagna” dal Governo comunista". (MiL QUI) La velocità dei progetti arrogantemente palesati da esponenti del nuovo governo spagnolo con il chiaro scopo di  colpire la Fede Cattolica e pugnalare alle spalle le sue organizzazioni assistenziali ed educative  sta preoccupando i Vescovi, i Sacerdoti e i fedeli spagnoli. Ci auguriamo che  in questa subdola e sbilanciata battaglia la Segreteria di Stato Vaticana dia un  concreto aiuto, al Clero ed ai cattolici spagnoli.
AC  


Spagna verso il regime comunista, SOS della Chiesa 

di Mauro Faverzani 

«Abbiamo visto come il comunismo si è introdotto in Venezuela. Ed è quanto sta avvenendo ora in Spagna»: a lanciare l’allarme, dalle colonne del quotidiano Abc, sono

Università di Harvard: la Chiesa, abbassare la qualità fa fallire

Un'intelligente riflessione da Stilum Curiae.
Preghiamo per il S. Padre Francesco affinché lui e noi tutti possiamo venire illuminati dallo Spirito Santo
Luigi

19 Gennaio 2020

[...]
Nell’omelia alla messa di stamattina il sacerdote ha fatto una lunga considerazione sulla divisione che esiste all’interno delle religioni (che implicitamente dovrebbero avere uno stesso dio), all’interno di quelle monoteiste (fatto più grave), all’interno di quelle cristiane (fatto gravissimo) e persino all’interno del cattolicesimo, dove frange minoritarie di tradizionalisti si oppongono al Pontefice (fatto imperdonabile).
Perciò, ha concluso, dobbiamo capire ed operare di conseguenza. Non convertendo, bensì uscendo, ascoltando, comprendendo e aprendosi.
Vorrei proporre una similitudine, che spero possa essere comprensibile, apprezzabile ed utile.

La FSSPX e la nouvelle vague antiratzingeriana. Il caso di una recensione di Des profondeurs de nos coeurs

Vigiliae Alexandrinae ci fa stato di una triste battaglia contro Benedetto XVI che si sta combattendo, purtroppo, da sponda tradizionale, in questo caso da parte dal Distretto Italiano della FSSPX, ma anche in siti francesi della Fraternità stessa.
Mi chiedo se con tutti i problemi che abbiamo nella Chiesa oggi, dobbiamo perdere tempo e dare scandalo attaccando il Papa emerito.
E' veramente incomprensibile e, a mio parere, sbagliato e disdicevole.
Invitiamo gli amici del nostro "mondo", che si prestano a certe strumentalizzazioni, a riflettere se tutto ciò giova a maggior gloria di Dio, o se invece non si rischia di fare il gioco dei modernisti che oggi sembra comandino nella Santa Chiesa di Dio.
Sembra quasi che qualcuno voglia diventare l'unica "riserva indiana"  (perchè è quello che forse si sta tentando di fare) del mondo "tradizionale", non capendo che poi la persecuzione toccherà anche a loro e, forse, anche la strana amicizia con il S. Padre regnante Francesco non gli servirà a molto.
Speriamo di sbagliare.
Preghiamo con il Rosario  la Mater Boni Consilii affinchè ci apra i cuori e l'intelletto. 
Luigi

26-1-20
Negli ultimi tempi sembra essersi destata, nell’ambito del cattolicesimo tradizionale, un’ostilità verso Benedetto XVI e la sua opera di teologo e di Pontefice che arriva a un parossismo difficilmente

martedì 28 gennaio 2020

Don Alfredo Morselli: conferenza sui Vangeli di stasera martedì 28 gennaio a Sesto Imolese

Per i nostri lettori bolognesi.
E' stasera.
Luigi

Tolentino: le Feste della Candelora e di San Biagio Protettore della gola. Orari

- Domenica 2 febbraio alle ore 16,30 Festa della Candelora: benedizione delle candele e processione,
Santa Messa cantata.  
Esposizione della Reliquia di San Biagio

- Lunedì 3 febbraio Festa di San Biagio, Vescovo e Martire, protettore della gola:  18:00 Santo Rosario 
ore 18:30 Santa Messa, benedizione della gola con le candele benedette in onore del Santo Martire; benedizione e distribuzione dei "panini di San Biagio". 

Benedetto XVI ha "letto e condiviso" i testi scritti dal cardinale Sarah. Il caso è chiuso


Esce il 30 gennaio l'edizione italiana del libro di Benedetto XVI e del card. Sarah.
QUI il comunicato stampa della casa editrice Cantagalli.
Luigi


22 Gennaio 2020 

Dal 30 gennaio in libreria l'edizione italiana di "Dal profondo del nostro cuore". La casa editrice Cantagalli spiega com'è strutturato il libro, che avrà la doppia firma.

Don Marino Neri: l'orientamento dell'altare


Dopo il video sul latino, dagli amici del  Gruppo Laico Canossiano "Giuseppina Ghisi",  ci arriva la segnalazione di un'altra catechesi di don Marino Neri: questa volta sull'orientamento dell'altare.
Un bel video da vedere (qui sotto).
Luigi

Rovigo: il primo flash mob in Canto Gregoriano realizzato dai ragazzi della scuola media Venezzi fa "scoprire" il canto della Chiesa!



La stampa nazionale si è accorta finalmente che nel 2020 esiste ancora il Canto Gregoriano! 
Per questa strabiliante scoperta giornalistica dobbiamo dire grazie al flash mob realizzato dai ragazzi di una scuola media collegata al conservatorio di Rovigo che  in

lunedì 27 gennaio 2020

Vostra Eminenza Reverendissima cardinale Bassetti: non in nostro nome!




Not in my name!
Anche a nome di tutto MiL.
Condividiamo ogni SINGOLA parola di Riccardo Cascioli sulla Bussola di oggi.
Come diceva qualche modernista in passato, anche "noi siamo Chiesa", il santo popolo di Dio.
Luigi


Lo sfogo di Bassetti. E il nostro

27-01-2020

"Se a qualcuno non piace questo Papa, si faccia evangelico". Queste parole pronunciate dal cardinale Bassetti, presidente dei vescovi italiani, sono rivelatrici di come ormai tanti pastori vivano la Chiesa come fosse un partito politico. Dimentichi della loro missione.

Eccola prima foto di Asia Bibi per 10 anni innocente nel braccio della morte

Una bella notizia.
Sopra la foto di Le Figaro.
Vedere anche QUI CPC.
Luigi


Nella foto, uscita su Le Figaro, Asia è con la giornalista Anne-Isabelle Tollet. E pensare che un paese di 200 milioni di persone armato di testate atomiche voleva morta questa donna simile alla Madre Coraggio di Brecht. Le auguriamo tutto il bene possibile dopo tutto il male che le hanno inflitto soltanto perché cristiana. (Giulio Meotti).

Don Armando Bosani: "l’intolleranza dei cosiddetti tolleranti, la misericordia farlocca dei cosiddetti misericordiosi"

Come sempre stiamo dalla parte dei Sacerdoti specie di quelli che, fedeli alla loro vocazione,  non si lasciano invischiare dalle mode transeunte e coraggiosamente proclamano il Vangelo di Gesù e la sana Dottrina della Santa Madre Chiesa pensando unicamente alla salute delle anime affidate al loro ministero sacerdotale. 

Preghiamo per i Sacerdoti e per tutti i Consacrati!

AC  


Don Armando sotto attacco: “Olio di ricino dal Pd” 

di Andrea Zambrano 

Repubblica e Striscia la Notizia all'attacco di Don Armando Bosani, parroco di Vanzaghello, per la pubblicazione sul bollettino di articoli controcorrente. Ma i parrocchiani sono con lui e alla Nuova BQ spiega: «Un tranello ordito dal Pd, ma almeno è servito a mostrare l'intolleranza dei tolleranti che ci vogliono inculcare un'egemonia culturale anticristiana e antiumana».  

L’ha presa con filosofia: «Una settimana di cura con olio di ricino». Sorride don Armando Bosani, parroco a Sant’Ambrogio di Vanzaghello, diocesi di Milano, ma sa che lo squadrismo ideologico tornerà a colpire presto. Da una settimana è sotto attacco mediatico: prima Repubblica, poi Striscia la notizia. L’accusa è quella di razzismo, omofobia,

domenica 26 gennaio 2020

Vaticano, il cardinale Giovanni Battista Re nuovo decano del Collegio cardinalizio

Giovanni Battista Re nuovo Decano del Collegio cardinalizio.
Eletto dai Cardinali Vescovi (anche QUI).
Vedere QUI e QUI.
Ma non avevano sostituito Sodano perché c'era bisogno di un decano giovane e in forze?

Logica Divina e logiche umane


"Pensiero di Pensiero" 

di Enrico Salvi
  
Il Logos, la Logica divina, il Verbo, il PENSANTE che nella sua Sintesi è uno, sovra-formale e trascendente, assume indefinite forme nel farsi umano e quindi immanente, ossia nel farsi PENSATO, cioè formulato dalla mente ed espresso attraverso il linguaggio parlato o scritto, posta la necessità, ma anche il limite, del linguaggio stesso quale mezzo di comunicazione fra Dio e gli esseri umani e di questi fra di loro. E che il PENSANTE sia ab aeterno uno e quintessenziale in Se stesso è provato proprio dalle innumerevoli forme elementari, cioè composite, che può assumere una volta sceso nel tempo facendosi PENSATO. Non può esservi un temporale PENSATO che non attinga dall’eterno PENSANTE, come non c’è parola o suono che possa prescindere dal silenzio da cui scaturiscono e a cui ritornano. Senza silenzio nessuna parola e nessun suono. Senza PENSANTE nessun PENSATO.
“Pensiero” è termine astratto. Nella sua assoluta concretezza divina, eterna e sovra-formale esso è il PENSANTE, mentre nella sua relativa concretezza umana, temporale e formale è il PENSATO. Perciò, lo si ribadisce, non esiste alcun PENSATO autonomo e indipendente dal PENSANTE. La fonte di ogni PENSATO è il PENSANTE.  
Per la diversità in cui si distinguono, le forme del PENSATO entrano  facilmente in contrasto, da ciò conseguendone che nell’esprimersi, cioè nel formularsi attraverso le parole,

Don Marino Neri: il latino nella liturgia


Dagli amici del  Gruppo Laico Canossiano "Giuseppina Ghisi",  una catechesi di don Marino Neri sul latino in liturgia.
Un bel video da vedere (qui sotto)
Luigi

Un prete ricorda Giovanni Cantoni.


Ieri, nel giorno di settima, è stato ricordato Giovanni Cantoni con un video di TFP su un  suo intervento su Plinio Corrêa de Oliveira l'8.10.2005.  
Oggi, un commosso epitafio (dopo quello di Luigi) inviatoci dal suo amico don Alfredo Morselli. 


Un prete ricorda Giovanni Cantoni
di don Alfredo Morselli
 Di tante cose imparate da Giovanni Cantoni e
che credo mi siano particolarmente utili adesso che sono prete, è stato capire chi è un laico, e di conseguenza, che cosa deve fare un sacerdote.Ricordo una sua  frase; “il santo è l’imitatore di Cristo e non l’imitatore del prete”.Da una parte questa frase è l’antidoto a quella forma subdola di clericalismo per cui si considera la promozione del laico il fatto che adesso – “dopo il Concilio” – può “finalmente” salire in presbiterio, può dire il Padre nostro con le mani aperte come il prete, può distrubuire la S. Comunione etc. etc.Povero laico, considerato bravo perché fa queste cose; l’elevazione al diaconato permanente diventa l’apice della vocazione laicale.D’altra parte la vocazione laicale presentata da Alleanza Cattolica non si limita alla santificazione del lavoro e a compiere bene i doveri di stato; si è eleva alla più alta forma di carità laicale, la carità finalizzata a dare alla società quella forma per cui è più facile salvare l’anima: “dalla forma data alla società dipende

sabato 25 gennaio 2020

Pontificale di Mons. Sample domenica 2 febbraio a SS. Trinità dei Pellegrini a Roma


domenica 2 febbraio 2020 - ore 11:00 - festa della Purificazione della BVM. "Candelora"ROMA - parrocchia della Ss.ma Trinità dei Pellegrini
Pontificale di S. E. R.ma mons. A. Sample, arcivescovo di Portland. all'inizio: benedizione delle candele e processione per le vie del rione. 

Giovanni Cantoni: un video su Plinio Corrêa de Oliveira

Ricordando uniti nella preghiera per lui e per la sua famiglia il  settimo giorno della morte del grande intellettuale cattolico controrivoluzionario Giovanni Cantoni (QUI MiL), pubblichiamo un interessante video della TFP di un suo intervento dell'8 ottobre 2005 su Plinio Corrêa de Oliveira.
Ad maiora signor Gianni!
Luigi

Trump, il primo presidente americano a partecipare alla Marcia per la Vita a Washington: il discorso


Grazie a Radio Spada per la traduzione del discorso di Trump alla Marcia per la Vita ieri a Washington.
QUI in un'altra traduzione su IFN (grazie all'amica Barbara).
"Ogni bambino è un dono di Dio": grazie presidente Trump; ha fatto più lui per la difesa della vita di molti prelati cattolici.
QUI LifeSite con il video integrale in inglese (anche sotto).
Qui  un commento della Bussola.
Luigi

l discorso di Donald Trump alla Marcia per la vita

di guelfonero 24 Gennaio 2020
Nota di Radio Spada: pubblichiamo la trascrizione integrale del discorso dell’attuale presidente USA Donald Trump alla Marcia per la vita di oggi a Washington D.C. (un ringraziamento all’avvocato Massimo Micaletti per la traduzione nell’idioma italico)

Per 47 anni, gli americani di ogni provenienza hanno viaggiato da tutto il paese per stare dalla parte della Vita. E oggi come presidente degli Stati Uniti, sono davvero orgoglioso di stare con voi. [applausi]

Oggi il ChristianDay a Roma per dire BASTA alla dilagante blasfemia e vilipendio della religione cristiana (anche in Italia!)

OGGI 25 gennaio a Roma, in piazza dei Santi Apostoli si terrà la manifestazione ChristianDay per la difesa dell’identità cristiana e per dire BASTA alla dilagante mancanza di rispetto nei confronti della religione cristiana e delle figure di Gesù e della Vergine Maria: non vogliamo che in Italia, terra di martiri e cuore della cristianità, si denigri Gesù e vengano ripetutamente insultati i simboli , i valori cristiani e i principi non negoziabili ...ma la Gerarchia Cattolica cosa fa?
AC  

L’evento ChristianDay, in difesa dell’identità cristiana 

Una manifestazione pubblica, non confessionale né di preghiera, per ribadire la necessità di difendere l’identità cristiana e per dire basta alla costante mancanza di rispetto nei confronti della religione cristiana e delle figure di Gesù e della Vergine Maria. 
Con questi intenti si terrà, OGGI 25 gennaio la manifestazione ChristianDay a Roma, in piazza dei Santi Apostoli.  

venerdì 24 gennaio 2020

Eskaton, la fine del mondo o la fine di un mondo? Incontro a Cremona venerdì 31 gennaio


Per i nostri lettori della zona di Cremona.
Con Paolo Gulisano e padre Giorgio Viganò.
Qui sotto un video di presentazione dell'incontro.
Luigi


Luigi

Mondanizzazione della Chiesa. Oggi più che mai.

Un vecchissimo articolo della Nuova Bussola Quotidiana da rileggere.
Preghiamo e combattiamo la Buona Battaglia.
Luigi

C’era una volta il cattosauro (e c’è ancora….)
09-09-2016, Tommaso Scadroglio


Il cattosauro, chi l'ha visto? E' retaggio dell’era glaciale preconciliare ed è in via di estinzione. Questo cattolico sopravvissuto alla modernità ha una struttura fisica-dottrinale molto semplice: crede in un solo Dio, prega magari con il rosario, digiuna, si confessa, fa la comunione ed è monogamo...
Finirà presto nel Museo delle Scienze religiose. Stiamo parlando del cattosauro. Ne esistono ancora degli esemplari, ma – a parte qualche eccezione – vengono allevati in stato di cattività. Reclusi in spazi angusti e non più liberi di scorrazzare in un ambiente sano, dottrinalmente salubre, in quelle praterie verdi che nel cretaceo erano costantemente assolate dalla verità e dove le nebbie del dubbio e del confronto non esistevano. È proprio vero: le mutazioni climatiche sono una tragedia.

Mons. Aupetit " negli anni ’80 molti genitori cristiani battezzati durante l'infanzia pensarono di non battezzare i propri figli con il pretesto di non imporre loro nulla…”

Specie nei nostri giorni una delle più vistose ( e disgustose) adulterazioni della fede è di coloro che, pur dicendo di essere cattolici, contestano la pratica di battezzare i neonati definendola contraria alla libera volontà dei bambini di ricevere tale Sacramento. 
Nella Domenica festa del Battesimo del Signore l'Arcivescovo Metropolita di Parigi Mons. Michel Aupetit ha levato alta la sua voce a difesa della dottrina tradizionale della Santa Madre Chiesa che ha sempre raccomandato il battesimo dei neonati.
AC
Omelia di Mons Michel Aupetit, Arcivescovo di Parigi, 
nella Domenica festa del Battesimo del Signore, 
12 gennaio 2020, 

Voi che siete qui presumo siate per la maggior parte battezzati. 
Perché siamo battezzati? 
A cosa serve il battesimo? 

giovedì 23 gennaio 2020

Sant’Alfonso si lamentava di come alcuni sacerdoti celebrassero con sciatteria. Cosa direbbe oggi?


Una bella citazione di S. Alfonso Maria de' Liguori, ripresa da Il Cammino dei Tre Sentieri.
Se ritornasse oggi penso prenderebbe la frusta.
Luigi

3 GENNAIO 2020

Cari pellegrini, leggiamo cosa scrive sant’Alfonso a proposito della devozione che dovrebbe animare ogni sacerdote nella celebrazione della Messa. Cosa scriverebbe oggi?

[…] nel celebrare la Messa è necessaria la riverenza e la devozione. È noto che l’uso del manipolo fu introdotto per comodo di asciugare le lacrime poiché anticamente i preti, celebrando, per la devozione non facevano altro che piangere. Già si è detto che il sacerdote all’altare rappresenta la stessa persona di Gesù Cristo […]. Ma […] parlando del modo nel quale dicono la Messa la maggior parte dei sacerdoti, bisognerebbe piangere, ma piangere a lacrime di sangue! È una compassione, diciam così, veder lo strapazzo che fanno di Gesù Cristo molti preti e religiosi e anche taluni di ordini religiosi riformati.

mercoledì 22 gennaio 2020

L'ignoranza (su Giovanni XXIII) genera mostri - II parte: ancora sul falso mito dell'altare al popolo

Dal blog degli amici di Campari e de Maistre  la seconda parte del loro dotto e documentato commento per "insegnare agli ignoranti e sfatare un falso mito su Giovanni XXIII, sul Concilio e su come è andata veramente la riforma liturgica.  (Qui la prima parte).

Luigi

22 gennaio 2020, 
Giovanni XXIII, l'altare e la polemica di Soncino (Cr)  

Abbiamo già parlato dell'organista che a Soncino ha promosso la sua crociata al contrario, contro l'altare antico e il sacerdote colpevole di aver finalmente tolto da una chiesa la "tavola calda modello Lercaro", per dirla alla Guareschi.
Il video che linkiamo qui dà un esempio del basso livello di conoscenza dell'argomento. Prima di fare video su You Tube come un influencer, sarebbe meglio approfondire e non parlare per sentito dire. Secondo questo signore, il Concilio direbbe che ora la Messa è "il popolo che celebra". Ovviamente non cita fonti al riguardo, perché non ci sono. Basterebbe leggere Sacrosanctum Concilium, ma non pretendiamo tanto.

Tant'è che a farne le spese è Giovanni XXIII, presentato come un pasdaran dell'altare girato verso il popolo. Abbiamo già spiegato che non è vero, però ci interessa proseguire l'argomento.
Nel libro "Giovanni XXIII - Angelo Giuseppe Roncalli, una vita nella storia", scritto da Marco Roncalli, nipote del Papa, leggiamo, riguardo il rapporto fra Pio XII e monsignor Roncalli, che era nunzio apostolico a Parigi:

«E' difficile per Roma trovare difetti nel suo comportamento. Quanto a ortodossia poi,

Bellissimo video sulla S. Messa Cattolica


 

Proponiamo un bellissimo video sulla S.,Messa Cattolica. 
Idea e musiche di Roberto Bonaventura, realizzato con l’aiuto della benemerita Fraternità Sac. Opera Familia Christi. 



Novus Horror Missae (FG) Barche, barchette, barconi e pure i remi in una "celebrazione ecumenica"!

Alcuni fedeli che si trovavano  nella chiesa parrocchiale di Santa Maria del Carmine a San Nicandro Garganico ( stupenda cittadina che vanta anche un numero considerevole di Artisti lirici e di musicisti professionisti) ci hanno segnalato alcune foto della celebrazione ecumenica di ieri 21 gennaio 2020.
Nella didascalia che accompagna in un social le foto (link sotto) leggiamo: "21/01 Cronaca celebrazione ecumenica. La barca simbolo del naufragio di Paolo e del flusso migratorio odierno, è stato il simbolo della celebrazione ecumenica di questa sera. 
“Ci trattarono con gentilezza”: dice Paolo dei maltesi. 
L’ospitalità è la virtù necessaria nella ricerca per l’unità. 
Numerosa la partecipazione dei fedeli, ma soprattutto "bella" la partecipazione di tutti i gruppi della comunità, che hanno testimoniato così unità e comunione."
Di seguito proponiamo le altre foto  della citata celebrazione ecumenica nelle quali vediamo, per fortuna, un Sacerdote dignitosamente rivestito dei sacri paramenti,  che dalla sede

I grandi protagonisti della musica sacra romana. Quattordicesimo "Medaglione": Raffaele Casimiri

Pubblichiamo il quattordicesimo contributo che il Maestro Aurelio Porfiri ha donato a MiL: 
il primo, su Palestrina, QUI,
il secondo, su Orlando di Lasso, QUI,
il terzo su de Victoria QUI,
il quarto QUI su G. M. Nanino,
il quinto QUI su Domenico Massenzio da Ronciglione e le aggregazioni laicali,
il sesto QUI su Cristobal de Morales,
il settimo su Giuseppe Ottavio Pitoni QUI ,
l'ottavo su Gregorio Allegri QUI),

il nono su Giuseppe Baini   QUI.
Il decimo su  Gaetano Capocci QUI.
L'undicesimo su Giovanni Aldega QUI.
Il dodicesimo su  Giacomo Carissimi QUI.
Il tredicesimo su Paolo Agostini QUI.
I nostri lettori possono anche leggere QUI una riflessione sul canto gregoriano del Maestro.
Luigi

UN GRANDE MUSICOLOGO

Non è frequente, quando si parla della scuola romana di musica sacra, parlare di coloro che hanno offerto importanti contributi musicologici (forse con l’eccezione di Giuseppe Ottavio Pitoni, che fu anche attivo in questo senso). Si parla di compositori, di cantori, di organisti. Ma in realtà bisogna parlare anche di coloro che hanno fornito un contributo musicologico, un contributo concettuale importante per capire il framework teorico su cui questa scuola si basa. E tra questi certamente uno dei più importanti è Raffaele Casimiri (1880-1943), nativo di Gualdo Tadino in Umbria.

Risuona di nuovo la voce del Card. Müller

In questi ultimi giorni si fa ripetutamente e autorevolmente sentire la voce del Card. Gerhard Müller, che - dopo l'omelia pronunziata ieri, in occasione della festa di S. Agnese - interviene di nuovo sulle questioni alla ribalta in termini inusitatamente espliciti ed inequivocabili. Riprendiamo con piacere un suo breve saggio pubblicato oggi stesso da La nuova bussola quotidiana.


Il tentativo mediatico di creare confusione attorno alla collaborazione di Benedetto XVI al libro del Cardinale Sarah, “Dal profondo del nostro cuore” (Gennaio 2020), non è che un segno della paranoia dilagante tra il pubblico dal momento della presunta coesistenza di due papi. Presunta, poiché nella Chiesa cattolica può esservi solo un Papa, dal momento che “il romano Pontefice, quale successore di Pietro, è il perpetuo e visibile principio e fondamento dell'unità sia dei vescovi sia della moltitudine dei fedeli” (Vaticano II, Lumen Gentium 23).

In memoria di Robert Scruton. Al combattente contro il relativismo, a Dio!

"[Scruton]tuonò contro l’islamismo; sbertucciò il pansessualismo che travolge eros, filia e agape; coltivò una “trasandatezza sobria”: fumo, vino, cuisine, gli inviolabili diritti del cacciatore (e delle prede a essere cacciate), la cura antiecologista del creato"

Il 12 gennaio scorso è morto il grande intellettuale anglicano inglese Robert Scruton (QUI il sito ufficiale), filosofo e prolifico autore.
QUI una parziale bibliografia in italiano e QUI quella completa in inglese. QUI sul Sussidiario.
Pubblichiamo tre articoli sul Nostro:
  1. un ricordo dell'amico Marco Respinti (con la bibliografia italiana aggiornata); 
  2. un'interessante analisi di Giuliano Guzzo
  3. infine il il Manifesto degli intellettuali conservatori europei, ripubblicato in suo ricordo dagli amici di Campari e de Maestre.
Gesù sarà riconoscente per la buona battaglia da lui combattuta in tutti questi anni.
E anche per la sua passione per vino, fumo, cucina e armi...
Luigi

martedì 21 gennaio 2020

Il Card. Müller nella festa di S. Agnese: omelia a 360° sull'attualità della Chiesa e dell'Italia

Il Card. Gerhard Müller ha celebrato quest'oggi la festa di S. Agnese nella chiesa di S. Agnese in Agone, a Roma, di cui è Cardinale diacono. Nell'omelia che ha tenuto durante la S. Messa, ha affrontato molti temi di stringente attualità: le pulsioni idolatriche  che seducono anche taluni uomini di Chiesa (≪l'idolatria non è un’eccitante immersione nelle culture esotiche e nei loro riti di fertilità con connotazioni sessuali. Infatti, la fede negli dei e nei demoni e l’invocazione degli elementi da parte degli sciamani oscura la verità della salvezza≫), la dimenticanza delle nostre radici cristiane (≪molti uomini del nostro tempo ... seguendo una religione sostitutiva neo-pagana, hanno iniziato di nuovo ad “assolutizzare” il cosmo, il nostro pianeta, l’evoluzione, il world wide web, la tecnologia≫), la necessità di un'inequivocabile professione di fede da parte di ciascuno di noi come del Successore di Pietro (≪ogni possibile dialogo con l’anziano Scalfari è fiato sprecato se l’ateo, nella sua confusione, ne trae la conclusione che il Papa avrebbe negato la divinità di Cristo≫), l'importanza della fede anche in politica (è più meritevole di fiducia un politico che tiene in alto il rosario in un gesto simbolico di uno che abbatte la croce di Cristo con un gesto concreto≫). Siamo lieti di proporvi quasi in tempo reale questo importante testo.


"Ciò che ci affascina nei giovani d’oggi non è soltanto il loro aspetto grazioso, ma anche il loro rendimento sportivo o scolastico e la loro apertura al futuro. Alcuni diventano persino dei modelli per la loro generazione. La sedicenne svedese Greta Thunberg, per esempio, è diventata un’icona del movimento ambientalista mondiale. Preghiamo dunque affinché il battage mediatico creatosi attorno a lei non finisca per nuocerle. 

Blog di Raffaella: alcune considerazione sulla situazione Chiesa oggi

Alcune considerazioni del benemerito Blog di Raffaella che tanto ha contribuito alla diffusione e alla difesa della Chiesa cattolica e di Benedetto XVI.
Cara Raffaella, MiL e tutti i suoi lettori sono con te e ti dicono di continuare nella tua battaglia!
E grazie.
Ad maiora.

Mons.Boccardo: "sospesi" per tre anni i padrini e le madrine dei cresimandi per "situazione familiare complessa o irregolare"

Mons.Renato Boccardo, Arcivescovo di Spoleto-Norcia e Presidente della Conferenza Episcopale Umbra , ha posto nel suo stemma arcivescovile la frase "non erubesco evangelium" ("Non mi vergogno del Vangelo"), tratta dalla lettera di San Paolo ai Romani (1,16) che indica come gli insegnamenti del Vangelo debbano essere la principale guida della vita e dell'attività del Vescovo.  (QUI)
"...il Vescovo comprenderà sempre più profondamente il mistero della Chiesa, nella quale la grazia della consacrazione episcopale lo ha posto come maestro, sacerdote e pastore per guidarla con la sua stessa potestà. ... entrare nella successione apostolica significa entrare in combattimento per il Vangelo" (Cfr. Direttorio per il Ministero Pastorale dei Vescovi “ Apostolorum Successores” QUI)  
AC  

«Troppi peccatori sull'altare», al bando i padrini di Cresima 
nella diocesi di Spoleto e Norcia 

di Ilaria Bosi 

SPOLETO - Troppi “peccatori” sull’altare, disco rosso della Chiesa alle madrine e ai padrini di Cresima. 

È questa la novità che molti cresimandi della Diocesi di Spoleto e Norcia si troveranno da quest’anno.
L’arcivescovo Renato Boccardo (che è anche presidente dei vescovi umbri) ha infatti firmato

Dalla liturgia all’impegno missionario: a San Benedetto del Tronto 250 fedeli al Convegno sulla Santissima Eucaristia!

Sabato pomeriggio 18 gennaio 2020 nell' Auditorium comunale “G.Tebaldini” di San Benedetto del Tronto si è tenuto l’atteso Convegno "L’Eucaristia Fonte e culmine di tutta la vita cristiana” di cui MiL aveva dato notizia QUI
Gli organizzatori del convegno si erano legittimamente posti questa domanda:  “quanti fedeli potranno intervenire al Convegno nel pomeriggio del sabato?” 

lunedì 20 gennaio 2020

Contro la “provetta per tutti” decine di migliaia in piazza a Parigi


Piccole notizie di "resistenza".
Luigi

20 gennaio 2020 di Lorenzo Bertocchi. Il Timone
Contro la “provetta per tutti” decine di migliaia in piazza a Parigi

Ieri decine di migliaia di persone sono scese in piazza a Parigi, due giorni prima che il discusso testo della legge sulla bioetica arrivi all’esame del senato francese. L’elemento più controverso di questa legge è la procreazione medicalmente assistita per le lesbiche e le donne single.

Castel Gandolfo, sradicata la vigna voluta da Papa Benedetto. La citazione evangelica

Una piccola cattiva - prima facie -  azione, ma di cui desideriamo dare segnale.
Luigi

15 Gennaio 2020 di Franca Giansoldati, Il Messaggero

CITTÀ DEL VATICANO Si trattava un delizioso vigneto di appena pochi filari, poetico e simbolico al tempo stesso. In un angolo di giardino molto caro a Papa Benedetto XVI, in cui amava passeggiare e pregare tra le piante, facendo due passi nelle afose sere d’estate alla ricerca di aria buona, durante i soggiorni nella villa pontificia di Castel Gandolfo. Proprio in queste settimane quell’area dei giardini è stata stravolta e a farne le spese è stato il povero vitigno di Ratzinger che è stato divelto, sradicato e spianato. In Vaticano nessuno vuole parlarne. 

L’importanza di inginocchiarsi… medita su queste parole di san Luigi IX


Ricordiamolo quando siamo alla S. Messa e diamo l'esempio noi per primi
Luigi

8 GENNAIO 2020
Gesù eucaristico amore, di padre Stefano Maria Manelli riporta questo edificante episodio:

Ogni giorno il Re di Francia, san Luigi IX, ascoltava la santa Messa in ginocchio, sul nudo pavimento. Un valletto una volta gli offrì un inginocchiatoio, ma il Re gli disse: “Nella Messa Iddio si immola e così anche i Re devono inginocchiarsi sul pavimento.” 

E oggi cosa accade? Che pochi capiscono l’importanza di inginocchiarsi. Anzi, in alcuni chiese si mettono anche sedili senza inginocchiatoi (clicca qui)

Marco Politi: "Ratzinger condivideva il libro del cardinal Sarah. E in meno di 48 ore la tesi del malinteso è stata smontata"


Marco Politi è stato per 17 anni il vaticanista di Repubblica e, a mia scienza, uno dei pochi vecchi vaticanisti che si dichiarava ateo o giù di lì.
Mi ricordo però la sua commozione, tanti anni fa, a raccontare la folla di Fatima inginocchiata davanti a Giovanni Paolo II e alla statua della Madonna. Un avversario del cattolicesimo, ma intelligente.
Pubblichiamo un articolo del suo Blog che è ospitato dal Fatto.
Ovviamente non condividiamo le tesi di fondo, ma mi pare molto più onesto di tanti commentatori.
QUI un approfondimento della vicenda sul Blog di Maurizio Blondet e QUI, QUI e QUI nel Blog di Sabino Paciolla.
QUI Tosatti.
Luigi

Sono bastate 48 ore per smontare la tesi di un malinteso o di una trappola in cui sarebbe caduto l’ex papa Ratzinger a proposito dell’altolà sul celibato lanciato a Papa Francesco in un libro firmato insieme al cardinale Robert Sarah. In poco tempo si è liquefatta la versione fatta circolare anonimamente in prima battuta dall’entourage ratzingeriano: si sarebbe trattato di semplici “appunti” trasmessi dall’ex papa al cardinale guineano. Versione accompagnata dalla pretesa di non avere nulla a che fare con il progetto del libro.