Post in evidenza

Un parroco in Diocesi di Fidenza coraggioso sulla S. Comunione in bocca

L'arciprete di Castelvetro e Croce S. Spirito (PC), in Diocesi di Fidenza ma alle porte di Cremona, spiega perchè darà la S. Comu...

domenica 19 gennaio 2020

In morte di Giovanni Cantoni, maestro della Contro-rivoluzione cattolica in Italia


«Ebbene, cari amici, qui sulle rive del Mare finisce la nostra compagnia nella Terra di Mezzo. Andate in pace! Non dirò: “Non piangete”, perché non tutte le lacrime sono un male». (J. R. R. Tolkien, Il Signore degli anelli, libro VI, capitolo 9 - I rifugi oscuri)

Nei confronti di Giovanni Cantoni (1938-2020) ho un grande debito di riconoscenza: la mia formazione cattolica e il mio metodo di ragionamento (anche, paradossalmente, nell'ambito lavorativo) deve molto a lui. E, insieme a me, anche alcuni amici parmigiani che, dopo un lungo percorso accidentato di vita ribelle e dottrina, tra Evola, Guénon, Khomeyni e Codreanu, siamo "tornati a casa". 
Mi ha aiutato, mi ha formato e mi ha fatto conoscere il mio vero "maestro" cattolico: Plinio Corréa de Oliveira.
Per chiunque lo abbia conosciuto – anche solo attraverso i suoi saggi –, il fondatore di Alleanza Cattolica rimarrà sempre un gigante del pensiero contro-rivoluzionario, uno studioso profondo e rigoroso, un maestro inflessibile e lungimirante, un militante appassionato ed esemplare.
Ma soprattutto un cattolico, sempre fedele alla Santa Chiesa, cattolica, apostolica e romana.
«Preghiera Azione Sacrificio»: uno stile di vita quantomai attuale, del quale è stato testimone per tutta la vita.

Non sempre capivo le sue lunghe frasi, piene di coordinate e subordinate (probabilmente perchè ero già decenni fa un povero blogger cattolico), ma capivo la sua "direzione di marcia", intelligente e aperta (Cfr, Qoelet, 11,3 "Quando le nubi sono piene, rovesciano la pioggia sulla terra; e se un albero cade, a sud o a nord che cada, là dove cade resta").
Non ho condiviso sempre tutto di lui - e le nostre strade ad un certo punto si sono separate -, ma senza Giovanni Cantoni oggi non conosceremmo Plinio Corrêa de Oliveira, Donoso Cortès, Gonzague de Reynold, Nicolás Gómez Dávila e tanti altri. Ma soprattutto non conosceremmo il testo cattolico che mi ha più formato e aiutato a capire il mondo in cui ci muoviamo, il capolavoro di Plinio, Rivoluzione e ControRivoluzione.
E mi ha aiutato, moralmente e con la sua amicizia, anche se ci siamo dati del "lei" per tutti questi anni.
Lo vidi l'ultima volta l'anno scorso durante il suo lunghissimo ricovero in ospedale: ridemmo per un'ora, malgrado le sue critiche condizioni fisiche.
A Dio signor Gianni. A Dio!
Per ricordare la sua opera intellettuale vedere QUIQUI, QUI, QUI  alcuni spunti.
I suoi funerali saranno a Piacenza, domani 20 gennaio, nella chiesa di S. Antonino alle ore15.
Luigi