domenica 16 settembre 2018

Norcia, Basilica di San Benedetto PETIZIONE POPOLARE: RICOSTRUIRLA COM'ERA!

Pubblichiamo assai volentieri l'appello del Comitato spontaneo dei nursini affinchè  i lavori di ricostruzione della Basilica di San Benedetto che saranno finanziati in toto dall'UE siano fedeli in toto alla forma architettonica della chiesa distrutta dal terremoto del 30 ottobre 2016 : scacciando per sempre l'incubo di un nuovo edificio "in acciaio e vetro, magari progetto di qualche archistar. E' quanto chiede un comitato spontaneo di cittadini, formato da alcuni residenti e oriundi di Norcia, che ha elaborato il testo di una lettera aperta che intende proporre alla sottoscrizione pubblica. Una lettera da indirizzare poi, quale messaggio di sensibilizzazione, alla Commissione di indirizzo preposta alla ricostruzione della Basilica." (Link sotto). 
Ricordiamo che MiL si era più volte occupata della ricostruzione COM'ERA della Basilica di San Benedetto  .  ( Cfr. QUI  QUI; QUI; QUI ) .
AC

PETIZIONE PUBBLICA


Se vi va di firmare la petizione per la ricostruzione di S.Benedetto dov'era, com'era dovreste copiare il testo qui sotto e inviarlo via mail all'indirizzo:  basilicaidentica@gmail.com 
con il vostro nome. 


 *** 

Sottoscrivo pienamente la lettera aperta del 9 settembre 2018 del Comitato spontaneo di Norcia - promotori Valentino Angeletti, Francesca Diosi, Francesco Ferrari, Giuliana Leopardi, Marina Marini, Rosa Maria Marini, Guido Valesini - rivolta alla Commissione di Indirizzo per la ricostruzione della Basilica di S.Benedetto di Norcia, presieduta dal prof. Antonio Paolucci. "Ricostruiamo la Basilica di San Benedetto com'era e dov'era, per la nostra comunità di Norcia e per il mondo intero, nel rispetto delle più severe e avanzate norme e tecnologie antisismiche". Autorizzo il comitato al il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Dlgs 196 del 30 giugno 2003 e dell’art. 13 GDPR (Regolamento UE 2016/679) ai soli fini della presente raccolta firme per campagna di sensibilizzazione.


Alleghiamo la lettera completa e per avere qualche notizia in più potete vedere:


3 commenti:

  1. Regola da rispettare, anche da parte dei Beni Culturali statali, vuole che una chiesa romanica, anche se gravemente danneggiata, ma con la facciata integra, deve essere ricostruita come era e dove era, come accadde per Montecassino. Inoltre la spiritualità benedettina e la devozione a quel grande santo, fondatore di una autentica unità europea ora rinnegata, è legata a quella architettura che è patrimonio della fede cristiana universale e non di un vescovo ignorante e delirante. Ma si sa, la tradizione, anche culturale, deve essere distrutta e sostituita dall'ideologia massonica con relativi simboli, come avvenuto per l'orrenda chiesa di P. Pio

    RispondiElimina
  2. NON mi fa felice vedere il corpo mortale di Padre Pio , Tabernacolo di Gesu' crocifisso , inscatolato in una struttura massonica che non ho mai visto ne' desidero vedere di persona . Immagino che circondare il corpo mortale di Padre Pio sia la vittoria di Pirro del diavolo su questa terra .

    RispondiElimina
  3. Dio abbbiamo il tritaolive col cappello da strega manca la scopa e tutto vola via !
    https://www.facebook.com/photo.php?fbid=2116518281693795&set=pcb.1637805452990440&type=3&theater&ifg=1

    continuate fin quando Lui lo permettera'....

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.