Post in evidenza

La Messa proteiforme: a modest proposal. Risposta e proposta al Prof. Grillo

Il Prof. Grillo ha voluto gentilmente confrontarsi (v. qui ) con il nostro commento critico alla sua intervista (in cui, lo ricordiamo, el...

giovedì 8 luglio 2010

Ginocchia ecumeniche


Qualche immagine edificante dal blog Cantuale Antonianum, che commenta così: "Poverini, non avendo il valido sacerdozio non hanno neppure l'integra sostanza del sacramento eucaristico, eppure ricevono quel pane "come fosse" il corpo di Cristo. Invece i cattolici, che sanno benissimo che facendo la comunione ricevono il vero corpo del Signore, vanno a prenderlo "come fosse" un pezzettino di pane!"
Eh già, essendo protestanti non hanno la Presenza Reale di Cristo, ma hanno sicuramente più rispetto di tanti cattolici...




...e adesso non dite che a noi non piace l'ecumenismo!

53 commenti:

  1. I cattolici "sanno benissimo che nella Comunione ricevono il Corpo e il Sangue di Cristo"?

    Lo sanno benissimo?

    Tutti?

    Ogni tanto una bella risata fa bene, soprattutto di prima mattina. :)

    Soprattutto per non piangere.

    RispondiElimina
  2. veramente dovremmo vergognarci e prendere questi fedeli come modello di fede perduta nella Presenza Reale !
    E' il terribile paradosso in cui vive la Chiesa Cattolica: costretta a imparare dai protestanti come si sta alla Presenza (sperata da loro) del Signore: e Lui ci fa vergognare di come abbiamo distrutto la nostra Fede, additandoci il loro atteggiamento interiore ed esteriore !
    infatti è evidente che noi, con  tante riforme abusive -e cento profanazioni liturgiche- siamo andati ben oltre Lutero !
    :'( .......... :'(  
    questa immagine può essere un piccolo ma grave<span> ammonimento del Signore stesso:</span> e speriamo che sia efficace richiamo per le coscienze, soprattutto dei Pastori !

    RispondiElimina
  3. <span>veramente dovremmo vergognarci e prendere questi fedeli come modello di fede (da noi perduta) nella Presenza Reale ! 
    E' il terribile paradosso in cui vive la Chiesa Cattolica: costretta a imparare dai protestanti come si sta alla Presenza (sperata da loro) del Signore: e Lui ci fa vergognare di come abbiamo distrutto la nostra Fede, additandoci il loro atteggiamento interiore ed esteriore ! 
    infatti è evidente che noi, con  tante riforme abusive -e cento profanazioni liturgiche- siamo andati ben oltre Lutero ! 
    :'(  ..........  :'(    
    questa immagine può essere un piccolo ma grave<span> ammonimento del Signore stesso:</span> e speriamo che sia efficace richiamo per le coscienze, soprattutto dei Pastori !</span>

    RispondiElimina
  4. ...anche se....
    c'è da notare l'atteggiamento un po' svagato e distratto di alcuni, con le braccia rilassate sulla balaustra, e girati a guardarsi tra loro: siamo lontani dall'antico "raccoglimento", ma è preziosa la docilità di stare in ginocchio, e poi....
    hanno la balaustra!...ma vi rendete conto ?
    e chi ce le ridarà a noi ? (parlo di 99 chiese su 100 della mia diocesi....)

    RispondiElimina
  5. Chi ci ridarà le balaustre?

    Il tempo, il tempo ce le ridarà. Non foss'altro perchè sono elementi architettonici di altissima antichità.

    E all'antico, quello autentico non quello fantasticato dai novatori, prima o poi ci si ritorna.

    RispondiElimina
  6. I Francescani dell'Immacolata in molte loro chiese le hanno rimesse.......
    Anch'io nella parrocchia dove sono parroco conto di rimetterle dov'erano e come erano

    RispondiElimina
  7. Ecco qui i due link relativi di Cantuale, sugli Altari
    http://www.cantualeantonianum.com/2010/04/altari-cattolici-tradizionalisti-non.html
    e sulla Comunione
    http://www.cantualeantonianum.com/2010/04/ricevere-la-comunione-alla-maniera-dei.html
    Come avevo già scritto qui nel blog, tre anni fa, quando mi ero recato in Inghilterra e avevo assistito ad un Service (e, anche se ancora digiuno di questioni teologiche o liturgiche, avevo già pensato a un casino assurdo, di tipo congregazionalista e assembleare) in cui tutto era in ordine, e a me, cattolico "ordinario", tutto stupì...Altare coram Deo (e relativa celebrazione), balaustre, campanello, Comunione in ginocchio, pulpito, Croce al centro dell'Altare...
    L'anno scorso (ed era l'anno in cui avevo scoperto la Messa tridentina), invece, mi ero recato in Finlandia...ebbene, tutte le chiese luterane che avevo visto, anche le più moderne, erano dotate di Altari coram Deo, balaustre, Croce sull'Altare, pulpito...tutte cose che noi, invece, abbiamo gettato alle ortiche!
    E' anche vero che Anglicani e Luterani scandinavi e finlandesi hanno mantenuto legami più saldi con la Tradizione (almeno a livello liturgico), però, entrambe le cose, non fecero che stupirmi.
    E questa è una chicca particolare...la Cattedrale di Porvoo ha un Altare staccato dal muro, indovinate da quando? Dal 1970, per adeguamento...agli Altari cattolici, che proprio allora venivano smantellati e spostati!!
    Incredibile...

    RispondiElimina
  8. Il tuo consiglio pastorale non si lamenta del fatto che inginocchiarsi " intralcia il flusso dei fedeli " e " crea confusione tra i semplici"? :(
    Nella mia parrocchia sia consiglio sia clero ritengono questo due verità prossime al rango di Dogma.

    RispondiElimina
  9. Qualche tempo fa lessi - non ricordo più dove - una intervista ad un pastore protestante il quale raccontava che molti suoi "colleghi" ecumenici celebravano con il Messale di Paolo VI perchè, intanto, non vi riscontravano nulla in contrasto con il protestantesimo...

    RispondiElimina
  10. ... i nostri fratelli del NOM fanno peggio: cantano battendo le mani, mimando voli di rapaci, svitando le lampadine, masticano chewing gum.... ce ne fusse di distratti come questi...

    RispondiElimina
  11. Perché certi protestanti trovano "usabile" anche da loro il messale di Paolo VI, mentre inorridiscono al solo mentovare il messale antico?

    Un motivo ci dovrà pur essere.

    Ed è semplicissimo: il nuovo messale sorvola su molti elementi della dottrina cattolica sulla messa.

    Daltronde mons.Bugnini cosa scrisse su L' Osservatore Romano, prima ancora che iniziasse la sua opera di devastazione della liturgia romana(ooooops, volevo dire: di riforma e restaurazione della liturgia romana)?
    Disse che avrebbe lavorato per avvicinare la liturgia romana a quella protestante.

    Il risultato ci dice che c'è riuscito benissimo.

    E' per questo che a noi non piace una liturgia che scopiazza quella dei protestanti! 

    RispondiElimina
  12. Avesse scopiazzato quelle Ortodosse Orientali o, come scrissero anche Bacci e Ottaviani, almeno quelle protestanti più prossime al Cattolicesimo!
    E' indicativo che molti dei convertiti al Cattolicesimo dall'ateismo o dal protestantesimo (e, in certi casi, le due cose si equivalgono...esperienza anche mia personale), come il professor David Allen White, o il più recente ex-pastore luterano ora sacerdote lefebvriano Sten Sandmark, si siano orientati al Cattolicesimo Tradizionale...<span><span></span></span><span><span></span></span>

    RispondiElimina
  13. Eh l'importanza dell'apparenza!!
    Mah!!

    RispondiElimina
  14. Paradosso in cui sempre si cade : per accusare la liturgia di "apparenza",non ci si accorge della superficialita' con cui si vuole eliminare tanta profondita'!

    RispondiElimina
  15. ...........cosa abbiamo di cattolico.............ben NIENTE!!!!!!!!!!! Come nella nostra chiesa..balaustre..spaccate e tolte....alcuni pezzi di marmo preziosi venduti!!!!!!!!!!!!!!!!!!......Ecco cosa abbiamo del cattolicesimo!!!!VERGOGNA!!!!!

    RispondiElimina
  16. Temo che quanto ci racconti, caro Robdealb91, sconfessi quanti affermano che la Liturgia Tradizionale è garanzia di ortodossia. Se altari coram Deo, balaustre, Croce sull'altare, pulpito, campanello, e addirittura Comunione in ginocchio, fanno parte della liturgia luterana, o di una delle innumerevoli comunità protestanti, allora il ragionamento, che avevo fin'ora condiviso, di Liturgia Tradizionale=Fede Ortodossa è totalmente errato.

    RispondiElimina
  17. solo un grande scoramento!
    e custodire la fede e preghiera, preghiera, preghiera|

    RispondiElimina
  18. Sono protestante e non vedo per quale arcana ragione noi non avremmo la presenza di Cristo... la fede è sostanza... la forma la lasciamo ben volentieri ai cattolici, che infatti non si inchinano (però partono dal presupposto di essere perfetti e rispettosi verso Dio). Comunque, una volta tanto noto un minimo di coerenza, cosa difficile da trovare tra i cattolici... anzi, diciamo pure quasi impossibile.

    Un abbraccio fraterno (davvero fraterno, perché io non giudico né condanno nessuno, né gioco a fare Dio) a tutti voi.

    RispondiElimina
  19. Da quando il disobbediente e violento (nei fatti e nelle parole) Lutero, ha abbandonato la Vera e Santa Chiesa fondata da N.S.G.C. ,i protestanti si sono divisi(e si continuano a dividere) in una miriade di sette : questo si ,e' vero esempio di coerenza.........diabolica!
    E non mischi,per cortesia,pezzi di frasi dal Vangelo , con termini metafisici usati a sproposito! ;)

    RispondiElimina
  20. E invece Cristo Signore ha istituito la propria Presenza Reale mediante il Ministero del Sacerdozio cattolico, in persona Christi Capitis per donarci la Grazia Santificante. E qui è la sostanza, testimoniata dai miracoli per l'intercessione dei Suoi Santi, dai Martiri, dalle persecuzioni e anche dalle cadute. Cristo Signore ha promesso che le porte dell'inferno non prevarranno ma non che non sarà loro consentito di creare  gravi disagi.

    Per il resto non mi sorprende che un memoriale venga circondato da un certo rispetto mentre il dileggio rivolto alla Presenza Reale è rivelatore delle intenzioni di molti.

    FdS

    RispondiElimina
  21. X Pepito

    Forse non le è chiaro che le "divisioni" protestanti sono proprio un simbolo di coerenza e di forza, non a caso le adesioni alle varie Chiese (il termine sette io lo lascerei stare, e tra parentesi le ricordo che come termine è stato abbandonato dalla sua stessa Chiesa) aumentano.

    Le sfugge infatti l'essenziale: noi protestanti ci riconosciamo nelle Scritture e in una dottrina praticamente comune: le divisioni sono auspicabili anzi, perché è più che naturale che sui grandi temi generalmente sociali, etici e giuridici vi siano differenti punti di vista. Ne consegue che le divisioni (che poi solo sono "nominali", non a caso noi parliamo di "denominazioni") sono ben accette ed anzi servono alla comunicazione, alla comprensione e alla crescita morale. Il cattolicesimo aggira questi problemi e preferisce la linea dell'imposizione, una linea oggettivamente problematica (e si vede), che conduce spesso a divisioni interne abilmente mascherate oppure a clamorose divisioni anche esteriori (si pensi alla FSSPX). Sono quelle, le sette, come tra l'altro anche la sua Chiesa suggerisce di chiamarle.

    Io ero cattolico: nel protestantesimo ho trovato rigore, coerenza, comprensione e fede. Fede, non imposizioni. Ho trovato Cristo, insomma... Lascio a voi i vostri "santi" e il vostro "sacerdozio ministeriale". Preferisco le Sacre Scritture.

    Un abbraccio fraterno.

    RispondiElimina
  22. E allora cosa ci vieni a fare su un blog di Cattolici Tradizionalisti ?! Noi mica siamo ecumenici.

    RispondiElimina
  23. Egregio Davide, Il suo slittare dalla Chiesa Cattolica alla comunita' protestante,manifesta,ahime',una non profonda conoscenza della grandezza e unicita' di cio' che N.SIGNORE ha voluto e fondato. In merito alla sua ultima frase, Le ricordo che i Santi Vangeli sono nati nella Chiesa e per la Chiesa . *DONT_KNOW*

    RispondiElimina
  24. ....evidentemente sarà rimasto colpito dal titolo "Ginocchia ecumeniche", e avrà voluto scrutare la "sostanza" al di là della battuta di spirito finale della Redazione ....

    RispondiElimina
  25. ...O forse ha nostalgia di Casa.

    A tal proposito caro Davide suggerisco la lettura del libro "Roma dolce casa" di Scott.
    Scott era un famosissimo teologo presbiteriano americano.La sua missione era screditare la Chiesa Cattiolica con i fatti e le Scritture. E più studiava le Scritture e la teologia, più comprendeva che la Verità la possedevano i Cattolici.
    Inutile dire che quell'illustrissimo teologo oggi si è convertito al Cattolicesimo assieme a molti suoi illustri colleghi.
    DAVIDE TORNA A CASA !!!
    P.S. Poichè il libro è difficilmente reperibile, puoi leggerne alcuni importanti passi su internet.

    RispondiElimina
  26. x Davide. Per caso sei quel Davide che penso?!?

    RispondiElimina
  27. La colpa di chi e'?
    Provi a far casino dentro un Comando dei Carabinieri!

    RispondiElimina
  28. <span><span>.. ed io vorrei consigliare a Davide di leggere la vita e qualcuna delle tante opere del <span><span>cardinale John Henry Newman che sarà beatificato il 19 settembre 2010.</span></span>      
    Con l'aiuto e l'intercessione di questa bellissima e poliedrica  figura di santo cardinale convertito dall'anglicanesimo al Cattolicesimo, forse la Grazia di Dio spingerà Davide a fare il percorso inverso a quello che lo ha portato fuori della Chiesa, attirandolo con quella   "dolce luce" da Newman così invocata:      
    <span>  <span>"Guidami,<span> dolce luce</span></span><span><span></span>      
    nelle tenebre che mi sommergono,<span> </span>      
    guidami verso l'alto.      
    La notte è fonda e sono lontano da casa:      
    guidami verso l'alto!<span> </span>      
    Dirigi i miei passi, perché non vedo nulla;<span> </span>      
    fa che veda ad ogni mio passo.      
    Un tempo non ti avrei pregato per farlo.<span> </span>      
    Da solo volevo scegliere il cammino,<span> </span>      
    credendo di poterlo determinare<span> </span>      
    <span>con la mia<span> luce</span></span></span><span><span></span></span><span><span> </span>malgrado il precipizio.<span> </span>      
    Con fierezza elaboravo i miei obiettivi.<span> </span>      
    Ma ora dimentichiamo tutto ciò.</span>    
    ........    
    e gli auguro che seguendola, ritrovi la via di Casa !   
    </span></span></span>

    RispondiElimina
  29. ..........non c'e' bisogno che Davide torni a casa!!!!! Siamo noi cattolici..che dobbiamo tornare a casa!!!1

    RispondiElimina
  30. Nessun mistero.Dal libro di Jean Guitton "Paolo VI segreto"(pag. 59):"Certamente il termine conversione ha qualcosa di scioccante per i nostri fratelli separati;lei(Guitton)ha fatto bene a dimostrare nel suo intervento che allo sforzo richiesto ai fratelli separati perche' si riuniscano,deve corrispondere lo sforzo,altrettanto mortificante per noi,di PURIFICARE LA CHIESA NEI SUOI RITI,perche' diventi desiderabile e abitabile,come l'aveva auspicato il mio predecessore"(il maiuscolo e' mio).Ogni effetto ha una sua causa(San Tommaso).

    RispondiElimina
  31. ma sì, tutti, Istriano, dobbiamo tornare alla Casa del Padre, da cui ci siamo allontanati col declino della Fede e con l'eccessivo consenso regalato allo spirito del mondo e ai nemici di Cristo, d'accordo !
    ma la Chiesa Cattolica deve rimanere unita a Pietro e sotto Pietro, anche in mezzo a mille tempeste, ribellioni e ammutinamenti, mentre la barca dovrà raddrizzare la rotta,  che è stata a lungo sviata dalla Meta ...

    RispondiElimina
  32. e tutti i non credenti, i lontani, i separati, i fratelli "minori" e/o "maggiori" orgogliosi o risentiti, o autoreferenziali e i cristiani di mille diverse credenze dovranno un giorno futuro entrare o tornare alla vera Chiesa fondata da Nostro Signore su Pietro, che è Una Santa Cattolica Apostolica e Romana e dovrà essere l'Unico Ovile sotto un solo Pastore !

    RispondiElimina
  33. ..........caro....di piu'...........non mi semrbra piu'...UNA Santa Cattolica Apostolica e Romana.....si chiama ..Chiesa fai da te!!!!!

    RispondiElimina
  34. Secondo un sondaggio del giornale La Croix, 63% dei Francesi non crede più alla Presenza Reale,cosiccome 23% dei sacerdoti!

    RispondiElimina
  35. <span>è vero: da tempo il suo volto è stato ricoperto di fango e reso irriconoscibile, è stata stravolta dai suoi stessi figli, ma è pur sempre la Sposa del Signore, e Lui stesso la purificherà con castighi e sofferenze, permettendo che percorra i Suoi passi lungo un Calvario di espiazione, come il Papa stesso ha accennato a Fatima:  
    Via Crucis che si svolgerà nei decenni a venire, con sofferenze di dimensioni crescenti e imprevedibili ora....finchè Essa non diventerà tutta candida, senza macchia e senza ruga, secondo l'immagine di Maria SS.ma Madre Immacolata di Gesù e della Chiesa, e sarà degna di stare al cospetto del Padre Celeste.  
    Alla fine della lunga tribolazione che la sua storia già attraversa, la Chiesa risorgerà splendente di santità come il Signore voleva che fosse, e per intercessione del Cuore Immacolato di Maria, tornerà a pregare come nei tempi antichi: questa è la promessa della Madonna, che certamente si avvererà in futuro, un'epoca di luce che, credo, vedranno solo i miei nipoti, (...a Dio piacendo) !</span>

    RispondiElimina
  36. Beh, tempo era stata postata la foto di un "Servizio Eucaristico" (ovvero una Messa che non è una Messa perché non c'è un sacerdote validamente ordinato e anche se ci fosse i protestanti non lo chiamerebbero mai Messa) celebrato per un Matrimonio nel movimento anglicano "Affirm Catholicism", lo stesso a cui appartiene anche l'attuale Arcivescovo di Canterbury: altare coram Deo con Croce e candelabri luccidanti, balaustre, pulpito imponenti, Comunione in ginocchio ecc. ecc. e tutto rigorosamente secondo il più tradizionale Book of Common Prayer della Chiesa d'Inghilterra (che a ben vedere deriva da una liturgia inglese pre-tridentina).
    AH, il Servizio era per un Matrimonio tra due "preti" anglicani apertamente gay conviventi e consumanti...

    RispondiElimina
  37. Se è per questo esiste anche un "ordine monastico" luterano americano che celebra esclusivamente usando l'Anglican Missal, ovvero una traduzione in inglese elisabettiano del Messale di Pio V, con tanto di Canone Romano come Preghiera Eucaristica. Evidentemente anche la liturgia tridentina non ha nulla in contrario col protestantesimo, quindi PIANTIAMOLA CON QUESTI PUERILI SOTTINTESI DA ZITELLE COMARI!!!

    Portate a casa e informatevi prima di scrivere:
    http://www.staugustineshouse.org/
    http://en.wikipedia.org/wiki/Anglican_Missal

    RispondiElimina
  38. INFORMATEVI PRIMA DI SCRIVERE SCIOCCHEZZE!!!
    Ci sono protestanti che non hanno nessun problema a usare la liturgia tridentina, pur restando al 100% protestanti.

    <span>http://www.staugustineshouse.org/ 
    http://en.wikipedia.org/wiki/Anglican_Missal</span>

    RispondiElimina
  39. Sbagliato, lei non ha trovato Cristo, ma il SUO PROPRIO CRISTO PERSONALE. Un Cristo su misura, comodo, tascabile come un volume TEA, Oscar Mondadori o Superpocket.

    RispondiElimina
  40. Fra' Filippo da Varagine9 luglio 2010 alle ore 03:03

    Io c'ero. Quando i due sposini si sono baciati ho avuto un improvviso sussulto al cuore :)
    La cerimonia era così solenne e ben curata che mi sembrava di essere a.......... Gricigli-ano...

    RispondiElimina
  41. Macchè protestanti e protestanti! Quelli sono cattolici e quella è una Messa.

    RispondiElimina
  42. Peccato Davide, che Gesù (seconda persona della Santissima Trinità) abbia fondato una sola Chiesa su Pietro. Gliene bastava una perchè come al solito il Buon Dio è molto più semplice dell'uomo e non sa che farsene di tante mezze verità gliene basta una intera professata da una sola Chiesa, quella cattolica. Che poi oggi molti cattolici siano effettivamente protestanti continuando a fingersi cattolici è una triste verità e per questo voi potete a ragione dire che in molti cattolici c'è ipocrisia, ma non sono questi gli esempi da guardare,  sono i tanti santi che da sempre sono usciti da madre Chiesa e che continuano nel silenzio anche oggi a vivere ed operare.

    RispondiElimina
  43. <span>La Croix ha lavorato parecchio per questo risultato.. Chissà che champagne in redazione.. un Monsieur* Pérignon del '65...
    </span>
    <span>*"Dom" era troppo clericale.. ci vuole "l'aggiornamento"..</span>

    RispondiElimina
  44. <span>Più che Fra' Filippo da Varagine, ho l'impressione tu sia un certo Fra' XXXXX da Velletri, conosciutissimo da ubriachi e bestemmiatori.</span>
    Più che la conversione, ti consiglierei un corso di anatomia: confondere lo stomaco col cuore, può far credere "sussulto" ciò che è semplicemente un conato di vomito.

    RispondiElimina
  45. davide: se lei ha trovato "cristo", buon per lei.. Ora speriamo (e preghiamo) che sia Cristo a trovare lei.

    RispondiElimina
  46. chissà se partecipando al "culto" luterano si permetterà di rompere l'anima perchè "è spalle al popolo", gli inni sono letti da un innario e accompagnati dall'organo..

    no, perchè: quando sono "cattolici", vedono solo imposizioni e restrizioni della chiesa "cattiva"... POI diventano buddisti e si scarnano in diete vegane e meditazioni a 4500 metri di quota a meno 20 gradi.. o diventano "protestanti" e celebrano ad Orientem con tanto di balaustre, organo e inni del XIX secolo.. o diventano testimoni di geova e non festeggiano i compleanni nemmeno dei bimbi, stanno come leviti nel tempio, si dissanguano per non farsi una trasfusione.. o diventano mussulmani.. e allora scannano capretti e si mettono il chador..

    RispondiElimina
  47. anzi, correggo: i nipoti dei miei nipoti !
    (sarà lunga la risalita della china....)

    RispondiElimina
  48. Dai Cajetan, penso che Fra' Filippo stesse solo ironizzando. Ci vuole un po' di ironia. :-)

    RispondiElimina
  49. <span>Ma perché una volta tanto non si informa prima di battere parole a sproposito sulla tastiera?
    La prima immagine  si chiama "Lutherische_Abendmahlsfeier.JPG" che è niente di più e niente di meno che il tedesco per "Celebrazione della Cena del Signore Luterana"!!! 
    Capito? LUTERANA, non cattolica!!!</span>

    RispondiElimina
  50. "<span> noto un minimo di coerenza, cosa difficile da trovare tra i cattolici" [...] "</span><span> io non giudico né condanno nessuno, né gioco a fare Dio"...mi sa che la coerenza non sia di casa neanche tra i protestanti...
    </span>

    RispondiElimina
  51. Ah malandrino di un fra Filippo !!! :-P

    RispondiElimina
  52. Forse non sanno che Lutero è diventato luterano nonostante celebrasse ogni giorno la messa PRE-CONCILIO DI TRENTO! (e lo stesso tutti gli altri grandi preti eresiarchi)

    RispondiElimina