martedì 3 marzo 2020

San Remo - Pellegrinaggio penitenziale col vescovo per chiedere la grazia della liberazione del coronavirus.

Un nostro lettore ci segnala un'altra bella iniziativa (le altro qui e qui) da parte di Mons. Suetta, Vescovo di Ventimiglia - San Remo in questo perido di timori legati ai rischi di contagio per il coronavirus: un pellegrinaggio per chiedere alla Madonna la grazia della liberazione e della guarigione dall'epidemia.
Giuste le precauzioni "pratiche" ma ottima l'affidamento alla preghiera, sempre e comunque necessaria. anche in questi casi. 
Roberto

sabato 7 marzo - ore 8:00
SAN REMO  (IM) - da piazza S. Costanzo al Santuario della Madonna della Costa)
Pellegrinaggio penitenziale quidato da mons. Suetta, a seguire (h. 8:30)S. Messa per impetrare la grazia della salute per la diocesi. 


In questi giorni la diffusione del corona virus ha riportato alla mente l'ultima grande pandemia che ha colpito l'Europa: la Spagnola. Oggi nessuno pensava che potesse ripresentarsi una situazione di tale gravità che la medicina del nostro tempo stenta a
controllare. È quindi importante confrontarsi con le cronache del passato sugli eventi accaduti sul nostro territorio; esse sono raccontate nel libro scritto da Suor Elena Borea: "La storia del santuario della Madonna della Costa" un capitolo è dedicato alla devozione dei fedeli manifestatasi durante le epidemie per impetrare l'intervento miracoloso della Vergine: nel 1656-57 la peste, nel 1818 il tifo, nel 1835 il colera. Ogni volta si svolsero novene e processioni penitenziali che si ripetevano durante il corso della malattia fino al suo termine. È particolarmente rilevante il voto che si fece nell'ultimo caso per la completa esenzione dal colera di tutti gli abitanti di Sanremo, compresi quelli che risiedevano a Marsiglia, tutti si erano rivolti alla Madonna con preghiere e penitenze affinché questo flagello, che imperversava altrove, non colpisse la città. In questo caso si fece un voto che ancora oggi si adempie, è infatti riportata la delibera fatta dai Confratelli (e oggi rispettato dalle Consorelle) della Confraternita di Nostra Signore della Costa nella quale si stabilisce che per ringraziare la straordinaria preservazione dal colera di tutti i sanremesi, che intensamente avevano pregato per ricevere questa grazia, "si fa voto solenne per tutto il tempo a venire doversi rinnovare il triduo e la processione con il quadro della Madonna in forma di giubileo che si rinnoverà in forma di "Quindennale" (cioè ogni quindici anni) per ottenere un'indulgenza. A questo voto si è tenuto fede negli anni e si è rinnovato nel 2015, quando si è anche portato il quadro per una settimana nelle più grandi parrocchie cittadine. 

Si invitano i fedeli a partecipare alla processione penitenziale che si svolgerà sabato 7 marzo partendo da san Costanzo alle 8, si reciterà il rosario lungo il percorso al Santuario dove verrà celebrata la Santa Messa per impetrare la Grazia della salute. 

Una antica lode recita così: 
"Pietosa Madre i cigli 
 volgi benigna a noi 
siam tutti figli tuoi 
deh! Ne soccorri tu! 
Tu che da crudo morbo 
 salvasti i Matuziani 
porgi il tuo scudo ai vani 
di Satana terror... 
 ascolta gli innocenti 
 le tue devote genti..."

Invitiamo tutti i fedeli della Diocesi di Ventimiglia – San Remo a questo momento di preghiera per chiedere l'intercessione della Madre di Dio per la Chiesa intera e per tutto il mondo.

3 commenti:

  1. Speriamo che chiedano anche la liberazione dai politici che diffondono panico e isteria!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma anche dai politici incapaci e improvvisatori.

      Elimina
  2. Il corrispettivo della danza della pioggia...

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.