venerdì 26 ottobre 2018

#sumpont2018 Cronache dal convegno: l'allocuzione del card. Zen

Il card. Zen (immagine d'archivio)


Il cardinale cinese non è qui a Roma, ma ci ha mandato un messaggio, realizzato in forma di intervista, che è stato letto ai convenuti.

Ci ha raccontato della sua infanzia in una famiglia molto religiosa: il padre, la domenica, lo portava a ben cinque Messe, all'epoca ovviamente tutte in latino; e ha riferito come, pur bambino, non si annoiasse affatto e, pur con le difficoltà della lingua, non avessero problemi di comprensione di quel che avveniva nel rito. Cito: "c'era un'atmosfera mistica molto apprezzata".

In merito al motu proprio Summorum Pontificum, ha narrato del suo rapporto con Papa Benedetto XVI, per il quale ha speso parole di sincero amore; talmente sincero da non escludere la critica di una bontà, mitezza e purezza di cuore che, nel suo ruolo di leader, ha purtroppo incoraggiato altri ad approfittarsi di lui.

E il messaggio si è concluso con un saluto ed augurio particolare alle persone legate all'antica liturgia, un tesoro da mantenere per il bene di tutti, che farebbe bene anche a quelli che non vanno a questa forma di Messa.

Enrico

1 commento:

  1. AM!
    Il video/testo del intervista di Card. Zen sarà reso pubblico?

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.