lunedì 16 luglio 2018

Novus Horror Missae, Porto Recanati: un altro prete salta la recita del Credo

Porto Recanati. 
Andiamo con ordine.

1) Sabato 7 luglio.  
Riceviamo:
"Spett. Redazione di MiL, nella chiesa  di San Giovanni Battista a Porto Recanati nella S.Messa prefestiva di Sabato 7 luglio il celebrante ha proposto la professione di fede  sotto forma di domande all’ assemblea ma ci ha messo del suo: "credete nella solidarietà" ; "credete nell’ accoglienza" etc etc insomma ha fatto un manifesto e poi si è dimenticato della comunione dei santi e della risurrezione della carne ... 
Dopo la presentazione delle offerte il prete ha omesso di pronunciare la formula: "Pregate fratelli perché il mio e vostro sacrificio" ... e di conseguenza l' assemblea non ha potuto rispondere " il Signore riceva dalle tue mani questo sacrificio" etc Considerato  com' è andata con il Credo e con l'offertorio sono stato attentissimo alla consacrazione...
Terminata la Messa ho sentito però il bisogno di recitare il Credo perché quell’altro non lo consideravo valido perchè infarcito da idee proprie. Qual è il gusto di questo protagonismo oratorio scenico ? Perché non entrare in intimità con la passione morte e risurrezione di Cristo anziché inventarsi delle zavorre politiche quasi fosse stato un comizio?!  ...  A.T.”

La sostituzione del Credo con una formula vaga "ma ci ha messo del suo" non era stata purtroppo provocata da un colpo di calore estivo del celebrante come avevamo pensato in un primo tempo.

2) Sabato 14 luglio con un'altra email lo stesso fedele difatti ci ha informato:  "Pure questa sera a Porto Recanati alla messa prefestiva nella chiesa di San Giovanni Battista, la professione di Fede è stata sostituta con un manifesto politico -sociale. 
Neanche l’ombra della comunione dei santi, la remissione dei peccati, la risurrezione della
carne la vita eterna sostituiti con "credete nella chiesa accogliente" etc etc 
Con la vicina (anche lei dall'accento presumo forestiera come me) ci siamo detti: ma questo non è il Credo!  Finito questo "manifesto" la signora che cura i canti  ha preso il microfono e ha detto: "Reverendo facciamo la professione di Fede ?" Lui ha fatto cenno di no. A.T."

3) Alcune considerazioni liturgiche 

L'ISTRUZIONE della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti "Redemptionis sacramentum - su alcune cose che si devono osservare ed evitare circa la Santissima Eucaristia-" al paragrafo 69 dice: "Non si ammetta nella santa Messa, come nelle altre celebrazioni liturgiche, un Credo o Professione di fede, che non sia inserito nei libri liturgici debitamente approvati" [69.]
- Credo Niceno-Costantinopolitano (Credo in un unum Deum, Patrem onnipotentem factorem caeli et terrae, visibilium omnium et invisibilium... …)
- Credo  "simbolo degli Apostoli" (Credo in Deum Patrem omnipoténtem, Creatorem cæli et terræ, et in Iesum Christum, Filium Eius...) che la CEI prescrive soprattutto in Quaresima e nel Tempo Pasquale.
- Nella Veglia Pasquale, dopo la rinnovazione delle Promesse Battesimali si usa questa formula: “Credete in Dio, Padre onnipotente, creatore del cielo e della terra? Credo. Credete in Gesù Cristo, suo unico Figlio, nostro Signore, che nacque da Maria Vergine, morì e fu sepolto, è risuscitato dai morti e siede alla destra del Padre?  Credo. Credete nello Spirito Santo, la santa Chiesa cattolica, la comunione dei santi, la remissione dei peccati, la risurrezione della carne e la vita eterna? Credo ( Créditis in Deum Patrem omnipoténtem, creatórem cæli et terræ? Credo. Créditis in Iesum Christum, Fílium eius únicum...) ”. La stessa Professione di Fede del rito del Battesimo.
Leggere anche il Catechismo della Chiesa Cattolica: La Professione della Fede cristiana- I simboli della Fede  .

4) Possibile che siano sempre dei semplici fedeli vessati da questi gravi abusi a denunciare questi fatti e un piccolo blog come MiL costretto sempre a dare pubblicità a queste continue manipolazioni della Santa Messa!
Sappiamo inoltre che in molte altre diocesi  avvengono avvengono analoghi abusi ( QUI uno dei più recenti che ha dell'incredibile).
Ci risulta infine che i fedeli hanno intenzione di scrivere al vescovo.
Ci piacerebbe sapere se e quando l'Ordinario Diocesano interverrà. (*)

Invitiamo i Lettori di MiL a segnalarci analoghi episodi (con tutti i riferimenti precisi e perfettamente riscontrabili).



Roberto

(*) Aggiornamento di sabato 21 luglio

Alla S.Messa prefestiva del 21 luglio il Credo è stato regolarmente  recitato (Credo in un solo Dio, Padre onnipotente...) essendo subentrato un altro religioso devoto e attento da tutti stimato.

21 commenti:

  1. Papa Francesco:"Nel Credo, attraverso il quale ogni domenica facciamo la nostra professione di fede, noi affermiamo: «Professo un solo battesimo per il perdono dei peccati». Si tratta dell’unico riferimento esplicito a un Sacramento all’interno del Credo. In effetti il Battesimo è la “porta” della fede e della vita cristiana. Gesù Risorto lasciò agli Apostoli questa consegna: «Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo ad ogni creatura. Chi crederà e sarà battezzato sarà salvato» (Mc 16,15-16). La missione della Chiesa è evangelizzare e rimettere i peccati attraverso il sacramento battesimale. Ma ritorniamo alle parole del Credo. L’espressione può essere divisa in tre punti: «professo»; «un solo battesimo»; «per la remissione dei peccati». ( 13 novembre 2013 udienza generale) . Questi pretini che il prurito di novità affetti da tentazioni sindacali fiaccano il senso del sacro dovrebbero cambiar mestiere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sottoscrivo. Purtroppo lo spirito vaticanosecondista sessantottardo continua a dare i suoi frutti marci.

      Elimina
    2. Cambiare mestiere? E dove trovano il modo, da bravi infiltrati nemici della Chiesa, di combatterLa con tanto di stipendio assicurato? Fare il prete ora, mi diceva un arcivescovo, è una vera pacchia. Almeno don Abbondio che si era fatto prete per sistemarsi, non arrivava a tanto.

      Elimina
    3. Andreina Gambassi17 luglio 2018 15:46

      Per il nostro 48esimo anniversario di matrimonio ci siamo trovati casualmente, mentre girellavamo tra le bellezze della natura nel Casentino ci siamo trovati vicino alla Pieve di Rumena e, spinti dal desiderio di visitare quella bellissima Pieve vi siamo entratiDopo un po che eravamo lì a contemplarne le bellezze e raccolti in preghiera, abbiamo visto entrare in una moltitudine di persone (molte di esse con cane al seguito). Poco dopo è iniziata una strana celebrazione (per quei fedeli era la S.Messa ma che per me è mio marito, era tutt'altro che una S.Messa. Era commentata dal Celebrante(che conoscevo e (fino a quel momento stimavo), seduto su una sedia e lontano dall'altare con strani commenti di tipo sociale e di inclusione adatti più ad una conferenza che ad una celebrazione Eucaristica. Abbiamo avuto la sensazione che le preghiere più sensate di quella celebrazione, fossero quelle recitate dai molti cani presenti ad essa e molto dubbiosi che sia avvenuto il Miracolo della Transustanzazione nelle particole che abbiamo poi ricevuto perché, nemmeno durante la Consacrazione, sono state pronuncia te le parole del Canone della S.Messa. Fortuna che in mattinata avevamo partecipato all S. Messa nel Monastero Benedettino di Rosano che aveva avuto tutto un altro timbro e ci aveva allargato il cuore...

      Elimina
  2. Probabilmente il sacerdote ha detto il "pregate fratelli e sorelle" submissa voce, è un espediente (non so quanto lecito) per accelerare.

    RispondiElimina
  3. Proprio ieri mi é capitato, durante la messa dimenicale, di sentire ancora il vice parroco far sfoggio del suo latino- latinorum ad un'assemblea distratta, compreso il sottoscritto, da un' omelia , tra l' altro ripetitiva, che forse avrebbe solo bisogno di poche parole che arrivino al cuore del credente. Commenti da lui poi, fatti a testi di canzoni giovanili, e non certo incoraggianti per i giovani.che non necessitano di critiche negative ma di incoraggiamento ad un Dio che é vicino maggiormente a chi, come le pecorelle smarrite, é confuso e distolto dal vero senso del vivere.

    RispondiElimina
  4. Auspice Bergoglio le verità della fede del Vangelo, proclamate nel Credo, sono state sostituite da ideologie socio-politiche al modo dei rivoluzionari giacobini; deformazione e strumentalizzazione di alcuni precetti evangelici, omettendo, fino a sostituire e quindi a rinnegare, il " Querite primum.....".

    RispondiElimina
  5. Propongo di scrivere al Card. Sarah!

    RispondiElimina
  6. Questi o sono preti che seguono il maligno o sono preti ancora adolescenti immaturi e con poca fede convinti di cambiare la Chiesa.

    RispondiElimina
  7. Se continua così le chiese si svuoteranno

    RispondiElimina
  8. Ma perché continuate a frequentare queste pagliacciate?

    RispondiElimina
  9. Invito tutti a scrivere il proprio disappunto alla diocesi di macerata


    luigi.taliani@gmail.com,
    famiglia@diocesimacerata.it,
    cancelliere@diocesimacerata.it,
    segreteria@diocesimacerata.it,
    vicario@diocesimacerata.it,
    vicarioclero@diocesimacerata.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando il Vescovo sarà informato dei fatti prenderà i suoi provvedimenti.

      Elimina
    2. Lo farà monsignore? Capo dell'ufficio liturgico? Rettore del seminario? Vicario generale?

      Elimina
    3. Ma questo vescovo, come tanti altri, di fronte a questi fatti che ormai si ripetono giornalmente, fa finta, per caso, di non sapere niente, oppure gli sta bene? Poiché nessuno dei vescovi ha mai preso provvedimenti di fronte a simili profanazioni, li prenderà, inutilmente, il mitrato locale, a buoi già scappati ?

      Elimina
  10. Il fatto è che non siamo più in presenza della Chiesa Cattolica. Ad essa si è sostituita la falsa chiesa bergoglionica. L'usurpatore Checco Patacca Timbroglio è il primo artefice e responsabile di questo scempio e ad un usurpatore, apostata per giunta, non va data alcuna obbedienza. Vittorio

    RispondiElimina
  11. Anche in cattedrale a Forlì due domeniche fa è stato saltato il credo

    RispondiElimina
  12. Comunque onore alla signora che ha preso il microfono: un gesto dovuto e importante!

    RispondiElimina
  13. Io purtroppo non ho visto mai qualcosa di positiva in questo blog!sono cattivi il papa, i vescovi, i preti... Solo voi avete ragione!!!

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.