martedì 30 maggio 2017

Premiato il latinista P. Antonio Salvi della Segreteria di Stato Vaticana

Roma. Premiato P. Antonio Salvi OFMCap, latinista, dal 1985 nella Segreteria di Stato Vaticana. 
Senato della Repubblica. Sala Zuccari
XXXII Edizione del Premio 
"Marchigiano dell'Anno"


Laureatosi in lettere classiche all’università di Macerata nel 1973, dopo aver già conseguito quella in teologia all’università urbaniana di Roma, padre Antonio Salvi, dell’Ordine dei Frati Minori Cappuccini, è stato dal 2007 capo ufficio “Latinisti” presso la Segreteria di Stato Vaticana. 

Si deve a lui l’iniziativa di pubblicare i tweet del Papa anche in latino dopo che, nel 2012, Benedetto XVI aveva deciso di essere presente sui social network.

Originario di Acquasanta Terme, dove è nato nel 1940, padre Salvi è stato insignito del premio “Marchigiano dell’anno” dal centro studi Marche Giuseppe Giunchi di Roma, di cui dallo scorso gennaio è presidente il professor Massimo Ciambotti, pro-rettore dell’università di Urbino. 

Si tratta di un riconoscimento che annualmente viene conferito nella capitale a personalità marchigiane distintesi nel campo della cultura, delle arti, dell’imprenditoria, del sociale e dello sport.

 Autore di numerosi articoli di storia medievale e di scritti latini per la rivista Latinitas, padre Salvi ha pubblicato diversi libri dedicati allo studio delle iscrizioni medievali nella regione Marche, in particolare di quelle presenti nel territorio ascolano ed attualmente è impegnato nella preparazione di un volume sulle iscrizioni medievali nel territorio fermano. 

In collaborazione con padre Giuseppe Avarucci, si è occupato anche dello studio delle iscrizioni medievali di Cingoli e di Osimo.

È entrato presso la Segreteria di Stato Vaticana (ufficio lettere latine) nel 1985, diventandone capo ufficio nel 2007. 

A lui il premio Marchigiano dell’anno è stato assegnato «per l’impegno a sostegno dell’uso del latino anche al di fuori dell’ambito ecclesiale e per il suo prezioso contributo alla conoscenza e alla conservazione del patrimonio storico-culturale marchigiano».

(continua QUI )
Fonte e foto: Emmaus on line

Hanno consegnato il Premio : Prof.Massimo Ciambotti, Pro-Rettore Università di Urbino, Presidente Cesma; Mons. Sandro Corradini, Congregazione Cause dei Santi, Rettore Sant'Eligio dei Ferrari Roma; M° Andrea Carradori, MiL, Socio Fondatore Cesma e Marchigano dell'Anno 2015.

Nessun commento:

Posta un commento

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.