martedì 12 gennaio 2016

Una legittima interrogazione sul Caso SFI

Guillaume Ferluc, Segretario generale del Coetus Internationalis Summorum Pontificum, ci ha fatto pervenire una sua reazione al nostro post di domenica sulla violente campagna orchestrata dal Corriere della Sera contro le Suore Francescane dell'Immacolata.
 Roberto



Ho letto con grande interesse l'articolo di Romano Disma sull'accanimento editoriale del Corriere online sulle Suore Francescane dell'Immacolata.
A proposito dei presunti patti di sangue, raccontati da persone che hanno lasciato la congregazione, mi viene una semplice ma doppia domanda: può darsi che ci sia una relazione fra questi gesti sregolati compiuti sulla soglia dell'età adulta con il fatto che entrambe le testimoni siano uscite dalla congregazione? Non sarà che queste due anime siano uscite delle SFI proprio perché prive del più minimo equilibrio psichico e morale necessario alla vita religiosa?

Guillaume Ferluc

6 commenti:

  1. Concordo. Contutto che le vicende dei due ordini dei Francescani dell'Immacolata sembrano davvero persecutorie, come escludere che ci siano stati singoli atti insani, di fanatismo, magari non sempre ben governati dai superiori?

    RispondiElimina
  2. Se ci sono stati episodi di questo tipo, e a maggior ragione se questi erano la prassi nell'ordine, dovrebbe essere la stessa Chiesa a gridarlo dai tetti: mi pare sia un atto di carità dovuto per esempio a chi ha parenti nell'ordine, a chi ne è benefattore, in generale a chi è stato vicino alle suore o ai frati. Invece se ne chiacchiera nei salotti televisivi o sul Corriere, parenti, benefattori e amici giustamente si interrogano, ma la Chiesa tace. Che serietà è questa? O la D'Urso è la nuova portavoce del Vaticano?

    RispondiElimina
  3. Ma di che si schandalizzano nella Curia Romana? Anche San Giovanni Berchmans della Compagnia di Gesu' ha firmato i Voto di difendere l'Immacolata con il suo sangue.
    Bergoglio e' un ipocrita che dice essere devoto del Beato Pietro Fabro e non segue l'esempio di questi Santi gesuiti de la Controriforma. Meglio, della Riforma Cattolica.

    RispondiElimina
  4. La Chiesa o meglio quelli che la dovrebbero rappresentare sanno benissimo che contro l'ordine dei Francescani dell'Immacolata non ci sono abusi o fatti riprovevoli ma rivalità e incomprensioni legati fragilità, meglio al peccato a cui ogni membro dà spazio. Penso sia anche per questo che usano i mezzi di comunicazione segnatamente anticattolici per spargere sospetti se non vere e proprie calunnie. Luisa S.

    RispondiElimina
  5. Dietro questa spazzatura c'è una precisa regia preparata con cura dai traditori.

    RispondiElimina
  6. Se in quell'Ordine ci sono stati veramente comportamenti al limite con la psicopatia, come è avvenuto ed avviene, nella storia della Chiesa, si potevano correggere con rigorosa carità sì ma non con irose persecuzioni che hanno chiaramente dell'ideologico che hanno distrutto un Ordine con tante vocazioni e che poteva essere un tesoro per una Chiesa in piena crisi. si consideri poi da che pulpiti vengono quelle sospette prediche.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.