domenica 3 gennaio 2016

Gira in chiesa su skateboar elettrico durante la Messa? Sospeso sacerdote. La diocesi: "Sbagliato mancare di riverenza alla Messa, sacrificio di Gesù Cristo"

Apprendiamo dal Catholic Herald.uk del Una notizia che, non lo neghiamo, ci aiuta a iniziare bene l'anno con una vaga speranza nel cuore, sia per il provvedimento deciso dalla Diocesi, sia per le motivazioni che condividiamo e diffondiamo da tempo.
Ricordiamo che il fatto è successo nelle Filippine, in cui agiscono sia Arcivescovo Tagle (che conosciamo per la sua vicinanza alla scuola di Bologna e alla sua attività novatrice durante il Sinodo della famiglia 2015, ma anche per avere sgridato i sacerdoti che durante le Messe, non "salutano" con la formula liturgica "Il Signore sia con voi", ma per non aver detto nulla sul passaggio dell'Ostia di man in mano) sia l'Arcivescovo Lingayen-Dagupan che aveva corretto con energia e sospeso i neocatecumenali nel 2012; del Vescovo Tobias che nel 2011 aveva celebrato la prima messa V.O. nelle FIlippine dopo il Concilio.
Roberto

Sospeso il sacerdote filippino che nella messa della Vigilia di Natale
era andato in giro per la chiesa alla guida di un hoveboard
Il sacerdote dice che la sospensione è per lui 'un campanello d'allarme'

Un sacerdote nelle Filippine è stato sospeso per aver guidato un hoverboard durante la veglia di Natale. Il sacerdote ha guidato l'hoveboard - una piccola piattaforma tra due ruote - su e giù per le navate della chiesa nella diocesi di San Pablo, prima della benedizione finale della Messa, mentre cantava una canzone di Natale.
L'hoverboard a batteria, soprannominata un " swegway ", è simile a un Segway, ma senza manico.
Un video su YouTube (sotto) mostra il sacerdote che mantenendo un perfetto equilibrio per più di un minuto mentre cantava ai fedeli, a volte girando sul posto.
Il sacerdote, che non è stato nominato, è stato sospeso da ogni diritto della parrocchia.
In un comunicato della diocesi, è stato detto che l'azione del sacerdote è stata un "un modo di salutare i suoi parrocchiani bagliato". E ancora: "L'Eucaristia esige il massimo rispetto e reverenza. E' il memoriale del sacrificio del Signore. È la fonte e il culmine della vita cristiana. E' forma più alta della Chiesa di culto. Di conseguenza, non è una celebrazione personale dove si può capricciosamente introdurre qualcosa per ottenere l'attenzione della gente".
Il sacerdote ha detto che era un campanello d'allarme per lui; ha riconosciuto che la sua azione non era giusta e ha promesso che non accadrà di nuovo.
La diocesi ha continuato: "Sarà fuori della parrocchia e dovrà passare un po ' di tempo per riflettere su questo evento passato. Lui si scusa per quello che è successo."
Mentre alcuni commenti sui social media hanno criticato il comportamento del sacerdote , altri invece non  hanno visto nulla di sbagliato.


4 commenti:

  1. Credere nun possum…! Sembra uno show… non una messa…!

    RispondiElimina
  2. Dai però potrebbe essere un buon sostituto per la Sedia Gestatoria a Roma, penso che a sua Santità non dispiacerebbe ������

    RispondiElimina
  3. Dal Concilio Vaticano II è stato un susseguirsi di abusi di questo tipo, chissà dove arriveremo....

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.