lunedì 15 dicembre 2014

Francia: "Nessuno tocchi il mio presepe!" (Touche pas à ma crèche)

"In tutta la Francia quest'anno c'è una grande 'fioritura' di Presepi nei luoghi pubblici, evidentemente come reazione ai beceri esempi di laicità indifferente o calabraghe o ostile, da parte di quelli che chiamano gli 'ayatollah del laicismo' "...

A La Roche-sur-Yon, in Vandea, in segno di protesta è nato un collettivo studentesco Touche pas à ma crèche (non toccatemi il presepe) che ha organizzato dei presepi/flash mob in luoghi pubblici.
Sulla scena, anche un "politico/potente di turno" (ayatollah del laicismo) munito di scotch per sigillare la bocca a Maria, all’angelo e ai pastori.
Anche la Rete ha reagito alla sentenza di Nantes. 
Il blog Le Salon Beige ha lanciato, sulla scia della «Manif pour Tous», l’iniziativa «» (presepi dappertutto!). 
(M.G.)

La pagina Facebook della  significativa iniziativa dei nostri Cugini Francesi  ( che ad Internet preferiscono i fatti ...)  degni eredi dei valorosi Martiri Vandeani la cui memoria rimarrà per sempre :  - a voi il tempo, a noi l'Eternità - .


2 commenti:

  1. E' Natale e ricomincia la solita solfa del Presepe!!! GUAI A CHI LO TOCCA!!!

    RispondiElimina
  2. Anche in provincia di Bergamo si reagisce ai soprusi laicisti: ho notato, in un celeberrimo hotel-ristorante stellato, uno splendido presepe allestito nella hall! Dopo l'infelice sortita della famigerata preside, le reazioni non si sono fatte attendere!

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.