venerdì 10 ottobre 2014

Sinodo: il Card. Müller contro la censura

 Card. Müller contro la censura
di Marco Tosatti, da La Stampa del 10.10.2014

Il Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, il cardinale Gerhard Müller, si è espresso contro la censura imposta agli interventi dei partecipanti al Sinodo. Secondo quanto riporta l’ AP, il porporato tedesco ha detto a una delle televisioni cattoliche presenti in alcuni momenti dei lavori che “Tutti i cristiani hanno il diritto di essere informati sugli interventi dei loro vescovi”.   
Attualmente invece l’informazione sul Sinodo è fornita dal Direttore della Sala Stampa, padre Federico Lombardi, coadiuvato da un sacerdote anglofono e da uno ispanofono. Nel briefing si offre un panorama generico della giornata, indicando i temi, ma non gli interventi in maniera citabile, né chi è autore degli interventi. 
Ed è un peccato, perché certamente ci sono stati interventi che meriterebbero di essere conosciuti più in dettaglio. Così, per esempio, un vescovo ha criticato duramente la proposta del card. Kasper di dare l’eucaristia ai divorziati risposati, affermando che si tratta di “Un rimedio peggiore della malattia”. 
Mentre un altro ha osservato che la pastorale per i divorziati deve ricordare che si tratta di già sposati, e che ci sono stati Papi anche prima del 2014, e che non si può dire che non fossero misericordiosi. Un altro ha osservato che oltre a dire sempre misericordia dobbiamo evangelizzare di più; ci si riferisce spesso alla formazione, ma la si disattende per paura di non essere capiti. Al che il card. Kasper ha ripetuto che sì, lui ha preso l’iniziativa, ma che prima aveva chiesto al Papa….

41 commenti:

  1. Ma bergoglio non aveva detto che la Chiesa deve uscire ,essere aperta ect ect.?
    Il medesimo ha ribadito il concetto più volte in mezzo alle solenni sciocchezze tipo:"Dio non è uno spray","La Madonna non è un postino","La Chiesa non è una casa in affitto","Dio non è cattolico"ect ect.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sua Santità Papa Francesco non dice sciocchezze.
      Il Papa non puo' dire sciocchezze. E' assistito dallo Spirito in modo infallibile.
      Chi è contro il Papa NON PUO' DIRSI CATTOLICO!
      Siete dei lefevriani, scismatici e tra un poco diventerete eretici.
      RICORDATE: SINE PETRO NULLA ECCLESIA!!!
      Prosit e Maalox

      Elimina
    2. Anonimo delle 15:39 suvvia non si scaldi! Sembra che per voi cripto-protestanti, calvinisti ecc ecc.. l'ubbidienza debba valere solo con Papa Francesco. Con Benedetto XVI perché non vi stracciavate le vesti per difenderlo? Il Papa ora è Francesco nessuno è contro di lui, facciamo solo notare che usa 2 pesi e 2 misure, alla sudamericana....Si studi cosa voglia dire "ERESIA" per favore....e non le dica lei eresie!!!

      Elimina
    3. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    4. Eppure Padre Bergoglio quando s'è fatto intervistare da Scalfari di sciocchezze ne ha dette a iosa, per non parlare del concubinaggio autorizzato per telefono... Sua Santità... o Padre Bergoglio dunque? Un conto è l'assietnza dello Spirito Santo, un conto è la costrizione.

      Se un Papa anche validamente eletto (e quà pure manco siamo sicuri) decidesse di diventare eretico lo Spirito Santo non lo può costringere e chi lo crede, è eretico lui.

      Elimina
    5. La mia replica al sig. Hierro è stata cancellata.
      Nemmeno la sacra Inquisizione impediva di parlare.
      Siete veramente degli eretici e sapete che vi dico:
      L'inferno (forse) vi attende!

      Elimina
    6. Anonimo delle 21:58 comunque ce l'ho fatta a leggere la sua replica!!

      Elimina
    7. Ma ci sarà l'anonimo al posto di Minos?

      Elimina
  2. Il bimbo monello Kasper si rifugia dietro la misericordiosa veste di mamma Bergoglio, ch'è dunque complice delle sue monellerie. Come quella mamma di Napoli che difende il figlio 24enne che ha ridotto in fin di vita con l'aria compressa un bambino: ma mio figlio giocava...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
  3. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  5. Muller ha ragione: i fedeli hanno tutto il diritto di conoscere l'orientamento dottrinale oltre che pastorale del loro vescovo, anche espresso in sedi istituzionali, anzi, a maggior ragione, in modo che possano apprezzarne la coerenza o scoprirne la doppiezza. Un pastore per esser amato e seguito deve esser coerente in ogni sede.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. concordo anche io con lei, tutti avremmo diritto di sapere, oltre alle castronerie di Kasper, cosa dicono anche i Veri cardinali ed i Veri Vescovi di Santa Romana Chiesa...

      Elimina
    2. Se è pe questo abbiamo diritto di sapere pure quello che dicono i falsi cardinali e i falsi vescovi che affliggono Santa Romana Chiesa, è kasper non è solo purtroppo.

      Elimina
  6. Il card. Mueller mi sembra uno dei pochi col cervello a posto. Il sinodo sulla famiglia c'è stato già nel 1985 voluto da San Giovanni Paolo II lì sì discettò di tutto e fu chiarita una volta per sempre la dottrina cattolica sulla famiglia, matrimonio, omosessuali etc. basta rileggersi gli atti. Il tutto fu approvato dal Santo Padre.
    Oggi purtroppo regna sovrana l'ignoranza e la malafede anche tra cardinali e vescovi. Di soppiatto volevano con la scusa del papa sopprimere la dottrina cattolica ma gli è andata male.
    Non so se il papa sia complice di questa sceneggiata se lo è, non dico lo sia, segue le orme di Liberio , di Onorio e altri che caddero...lapsi. Non sporcate la santità del matrimonio e non vi azzardate a toccarlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dopo il CVII ci sono state tre generazioni di vescovi:
      La prima era la generazione di coloro che al concilio avevano parlando contro l´uso latino parlando un latino ecclesiastico talvolta anche elegante.
      La seconda era quella dei “brutaloni” antiintelettuali, attivisti: “Adesso la facciamo”. Uno degli ultimi di quella razza – oramai in via di enstinzion è Padre Imbroglio..
      La terza … Lo spiego con un´ esperienza viva. Chiedo a un prete: „Cosa, allora, avete studiato a Sant`Anselmo?“ – “Ci hanno tartassat con I documenti del concilio.”
      La maggiorparte dei vescovi non hanno avuto una formazione sufficiente, non conoscono più il latino, l´italiano lo parlano male (avete sentito parlare certi curiali … per non andaare più in alto), quando parlano in inglese che è bad english che fa ridere ogni impiegatuccio statale a New Delhi.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    3. Saranno pure zapponi però i soldi li sanno maneggiare.
      Anzi fanno solo quello.
      E se qualcuno comincia a fare qualche indagine sui costi gonfiatissimi lo fanno dimettere fosse anche il Trono più alto.
      Poi fanno un finto papa che dispone di milioni di euro come fossero noccioline ed accende mutui e se va qualcosa storto alla fine si scopre che non poteva firmare i mandati allo I.O.R.
      Sempre buoni a spolpare poi i poveri frati del Santo Manelli che non hanno i soldi nemmeno per mangiare poiché la congrua dell' 8/mille se la pappa tutta fidenzio ,che poi la passa a braz.
      I 5 milioni di euro che padra bergolio illecitamente ha versato in Brasile con la scusa della GMG vanno calcolati con il costo della vita brasiliano .
      In pratica braz si è pappato 30 milioni di euro se vengono spesi sul posto.

      Elimina
    4. Ni el papa Liberio, ni el papa Honorio cayeron en herejia. Esto quedo claro en el Concilio Vaticano Pri
      mero. Las comparaciones son odiosas. Como muy bien dice el profesor Dante Pastorelli, consulten la Enciclopedia Cattolica.
      Jose Ricardo.

      Elimina
    5. Papa Giovanni Paolo II, di santa memoria, scherzando, diceva al Cardinale di Riga (uomo dotto e pio) che da solo parlava in elegante latino:
      "Povera lingua latina ultimum refugium habet in Riga".

      Elimina
    6. Eminentissimo Cardinale Janis Pujats, Arcivescovo emerito di Riga (Lettonia). Pastor Praeclarus !

      Elimina
    7. Addenda et corrigenda :
      Paupera lingua latina ultimum refugium habet in Riga !
      Scusate il lapsus calami. Adesso capisco i Padri Sinodali. Anche Papa Francesco dice Fratelli Sinodali.

      Elimina
    8. E i latinisti dicevano che Papa Giovanni Paolo II sbagliava. Perche "Paupera" e neutro. E vero.
      Ma qui il Papa non e "infallibile".

      Elimina
    9. Per la Storia di queste parole di Papa Wojtyla si veda il giorno 7 ottobre 1999 all'Aula del Sinodo.

      Elimina
    10. Un poliglotta come Papa Wojtyla che parlava 7 lingue puo sbagliare ed'essere critiicato da padre Foster, eminente latinista. Ma una persona che solo parla una lingua, anche legga 7 e sappia molta gramatica di tutte, puo giudicare?

      Elimina
    11. Paupera e neutro plurale!

      Elimina
    12. All' anonimo delle 13:42:
      Ma Lei ha frequentato il Seminario per sapere cosa si insegna? Li posso assicure che sant'Anselmo e studiato
      con rigore e gli esami non li desidero per Lei.

      Elimina
    13. Quanto alle lingue, anche quella italiana, mi sembra che si stia molto male nei commenti di cui sopra.

      Elimina
  7. Ma,vista l'età elevata e visto che neppure loro si portano appresso i soldoni accumulati ed ammucchiati in banche amiche, che fra 'fratelli' si trova sempre un buon accordo finanziario, pensassero un attimino all'animaccia loro più nera della talare? Ah, ma chi sono io per giudicare.....la prossima lingua parlata sarà il dialetto porteno......vengono tutti da lì. altro che latino, quella era una mania del tedesco,'sti tedeschi con la fissa del latino e della liturgia, hay lìo,siempre. Adios Iglesia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    2. Le regole valevano solo per Benedetto XVI....

      Elimina
    3. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
  8. Dalle memorie del padre Louis Boyer, grande e onesto teologo, che fu uno degli artefici della riforma liturgica: sxcrissi la II Preghiera Eucaristica in una trattoria di Trastevere perché Bugnini aveva eliminato persino il Sanctus! Bugnini decideva tutto, tutto accomodava secondo i suoi capricci e se qualcuno obiettava rispondeva: lo vuole il Santo Padre! Feci presente questo modo ignobile di procedere a Paolo VI e il papa candidamente all'oscuro dei maneggi dell'Annibale massone rispose: mi ha giurato che voi eravate tutti d'accordo! Così il massone turlupinò tutti quelli della commissione liturgica, il buon papa Paolo VI e milioni di fedeli cattolici. Altra chicca? Francois Marty l'arcivescovo di Parigi (il persecutore di mons. Lefebvre) era un uomo di una crassa ignoranza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi rammenti in novus ordo che mi vengono le bolle!!!!

      Elimina
  9. Finalmente capisco perche bergoglio non si è mai sbilanciato apertamnete prima del sinodo! ha fatto tastare il terreno a Kasper e se gli vanno male i piani puo scaricargli la colpa e uscirne senza macchia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero non sia così ma che soprattutto sul fantasmino Kasper dopo questo Sinodo cali finalmente un meritato oblio....

      Elimina
    2. Non si è sbilanciato , l'ho notato anch'io. Se Kasper finisce mazzolato dirà io sono con i vescovi, con la dottrina tradizionale. E Kasper finirà in Alemannia.
      Sul massacro dei cristiani in Oriente ho sentito solo una flebile voce, un silenzio assordante. non è certo un cuor di leone.

      Elimina
  10. Eppure kasper continua a dire che ha concordato tutto con bergoglio.

    Delle due una, o kasper è un bugiardo o bergoglio tira il sasso e nasconde la mano.

    RispondiElimina
  11. Forti i papisti a corrente alternata come kasper... quando era papa Bendetto XVI non concordavano niente... adesso che la teologia in ginocchio è stata sdoganata sò diventati papisti.

    Bergoglio poi quando deve parlare tace e quando deve tacere telefona...
    che sbando!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ormai c'è un papismo di comodo....

      Elimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.