martedì 19 ottobre 2010

Pellegrinaggio al Santuario della B.V. di San Luca - Bologna

Cari amici, ecco alcune foto del pellegrinaggio al Santuario della B.V. di San Luca - Bologna, svoltosi sabato 16 ottobre 2010. Ringrazio il Sig. Emanuele Fiocchi (Rinascimento Sacro) per il permesso di pubblicare le foto. La S. Messa è stata celebrata da Don Andrea Bosio, sacerdote da tre anni, della Diocesi di S. Marino - Montefeltro. (don A.M.)

Ore 9: canto alla Madonna e partenza

Chi vuol venire dietro a Me...

Il bellissimo portico che arriva fino al Santuario: l'ultimo tratto è di circa 3 km

Ogni mistero è intervallato da canti

I cari amici Francescani dell'Immacolata ci sono sempre!

Le soste presso le cappelle dedicate a ciascun mistero permettono di prendere un po' di fiato

Siamo arrivati nei pressi dell'ingresso del santuario

Il nuovo altare non dipende da noi...

Le ugole d'oro del Cenacolo della SS.ma Trinità di Rimini

Confiteor

S. Vangelo

Il giovane turiferario

La Consacrazione

Il II Confiteor

La S. Comunione dei fedeli

Grazie, Madre Santissima, per questo giorno di Grazia!




38 commenti:

  1. C'era una nebbia ed un'umidità che si tagliava a fette, ma la celebrazione e l'omelia di don Andrea e il "Noi vogliam Dio" ai piedi della Madonna di S.Luca del coro del cenacolo di Rimini ha scaldato molti cuori. C'era una Chiesa giovane, lieta, composta, desiderosa di onorare al meglio il sacrificio di Cristo. E anche chi era capitato lì per caso lo ha notato.

    RispondiElimina
  2. la foto del giovane turiferario è bellissima... che istantanea divina!

    RispondiElimina
  3. Luis Moscardò19 ottobre 2010 09:47

    Sono felice di vedere queste foto! I sani e veri rinnovamenti, le correzioni agli errori nella Chiesa son sempre partiti dall'entusiasmo della gente, dei sacerdoti e degli ordini vicini alla cura delle anime e non ai discorsi dei "sapienti".
    Un giorno le nebbie saranno vinte!

    RispondiElimina
  4.    Bene, benissimo. Belle le foto, ad eccezione di quella del secondo Confiteor col sac. che alza troppo il calice. Le rubriche vietano quel gesto così eccessivo, basta arrivare alla posizione'orizzontale'. Piccole cose direte, pero' le rubriche ne parlano. Adios.

    RispondiElimina
  5. Se è per quello le rubriche non prevedono nemmeno il II confiteor...

    RispondiElimina
  6. Don Alfredo Morselli19 ottobre 2010 10:26

    Un'osservazione di questo genere può venire usata dai modernisti come argomento contro la Tradizione: "ecco i tradizionalisti fissati con le rubriche, ecco il rubricismo". Per fortuna che solo un'infima minoranza - che non chiamo certo di Tradizonalisti - ha una visuale così ristretta, incapace di gioire nel vedere un giovane sacerdote autodidatta, in tempi di emergenza: uno zelo amaro fuori luogo e assai nocivo: Non so chi Lei sia, caro pGM, ma preghi di non incontrarmi.

    RispondiElimina
  7. Che bello vedere le donne con il velo, anche questo ornamento rende ancor più solenne la Santa Messa.

    RispondiElimina
  8. Siccome il sacerdote in questione sono io; vorrei spiegare il gesto, visto che la Particola era rimasta in fondo al calice con un poco di sangue di Cristo, ho dovuto (come secondo gesto) inclinare di più il capo per poter assumere tutto il contenuto in ordine alle prescrizioni:
    <span>5.</span><span> <span>Dopo aver pulito la patena, con i pollici e gli indici uniti, con la mano destra prende il calice, tra la coppa e il nodo,  con la sinistra prende la patena e dice:</span> <span>Cálicem salutáris, etc.</span><span>, poi fa su di sé un segno di croce col calice dicendo: </span> <span>Sanguis Dómini nostri, etc.</span><span>, e tenendo con la mano sinistra la patena sotto il calice, con riverenza assume <span>tutto il Sangue con la particola che aveva messo nel calice. </span></span></span>

    questo pare sia permesso! suvvia è una piccola venialità!!!!!
    Comunque ringrazio l'amico Don Alfredo per la preparazione e l'ottima organizzazione del Pellegrinaggio.
    ciao

    RispondiElimina
  9. ps per gli ultrarubricisti

    non ho portato il calice due volte alla bocca

    RispondiElimina
  10. ps per gli ultrarubricisti

    non ho portato il calice due volte alla bocca

    RispondiElimina
  11. In verità Reverendo, la pensavo piu' gentile. Il mio era solo un opportuno avviso. Le cose  vanno fatte bene soprattutto agli inizi. Poi da poveri mortali, sa bene, ci sarà sempre (annualmente?) la "rivisitazione delle rubriche". Adios. Me bendiga Padre.

    RispondiElimina
  12. be sono molto gentile e ti concedo copiosa benedizione! adios a ti

    RispondiElimina
  13. Don Alfredo Morselli19 ottobre 2010 11:33

    Gentile io? Occhio perché sono quello più "grosso" nelle foto! :-)))

    RispondiElimina
  14. Luis Moscardò19 ottobre 2010 13:03

    Credo che l'osservazione sia stata fatta forse un po' troppo direttamente ma in senso costruttivo.  Al pari credo che sicuramente il Sacerdote abbia cercato di consumare pienamente le S. Specie per evitarne al massimo la dispersione, dunque se ha "abusato gestualmente" l'ha fatto per un fine degnissimo e profondo. Voglio dire: prima di passare allo scontro fisico ;) ... parlatene... :-D .
    (Aver avuto un po' più di tempo e un po' più di gasolio sarei venuto a Bologna...).

    RispondiElimina
  15. Non vorrei sembrare paranoico, ma non escluderei che proprio in un forum come questo possano annidarsi nemici consapevoli del Cristianesimo.
    Personalmente essendo appassionato di escatologia e piuttosto convinto che ci stiamo avvicinando alla fine, ho già avuto modo di confrontarmi con nemici estremamente subdoli scrivendo su di un forum che parla di attività solare.
    Sono d'accordissimo che la mia visione apocalittica possa tranquillamente non essere condivisa ma accidentalmente ha a che fare con la riforma liturgica attuata concretamente nel 1970. 
    Questo perchè assomiglia moltissimo al concetto di abominio della desolazione di cui parla il profeta Daniele e che Gesù stesso invita (indirettamente) ad andarsi a leggere.
    Vedi caso il sacerdote dopo la riforma si trova proprio tra l'ala del tempio e l'altare.
    E la celebrazione ha perso in parte il significato di sacrificio (impedirà che venga celebrato il sacrificio...) essendo vagamente assimilabile ad una sorta di cena, in linea, mi pare con la riforma luterana.
    Lo stesso concetto di ecumenismo, alla luce dell'Apocalisse sa di tradimento.
    Il santuario sarà calpestato dai pagani per 42 anni.
    Per pagani si può benissimo intendere la nuova chiesa apostatica terzomondista, buonista....
    Per fortuna 1970 +42 fa (vedi caso) 2012.
    Tale data lungi dall'essere stata messa in relazione con i Testi Sacri è stata spacciata dalla propaganda pagana come fine del calendario Maya.
    Esistono anche altre argomentazioni bibliche a "favore" di questa data.
    Non dimentichiamo che il Cristo diceva: " state pronti perchè non conoscete il giorno e l'ora".
    Ma non ha mai detto non conoscete l'anno....
    Addirittura condanna duramente chi si ostina a non vedere tali segni definendoli ipocriti.
    Non vorrei insegnare ai gatti ad arrampicare (scusate il paragone poco riverente), ma personalmente mi schiero dalla parte di Don Alfredo.
    Certe capziosità, con l'aria che tira ultimamente, mi sembrano del tutto fuori luogo, per non dire altro... 

    ciao, ruggero.

    RispondiElimina
  16. Luis Moscardò19 ottobre 2010 13:06

    Sì ma è bello e si può mantenere per consuetudine... da noi purtroppo non si dice....

    RispondiElimina
  17. Senza voler tediare troppo gli scettici razionalisti vorrei inoltre far notare come il Messia si sia premunito profeticamente rispetto alla qualità del tradimento della Chiesa.
    Per esempio il Cristo riferisce che l'episodio del prezioso olio versato sul suo capo sarà ricordato fino alla fine.
    Perchè dice questo?
    Perchè qualche buonista ante litteram aveva già fatto notare che l'olio poteva essere venduto ai poveri.
    E Gesù risponde "i poveri li avrete sempre con voi".
    Quindi il Messia non è venuto a riempire la pancia a nessuno...sono tutti soldi sprecati.
    E il demonio lo sa benissimo.
    Perchè Giuda tradisce con un bacio?
    Perchè alla fine anche la chiesa ha fatto così.
    La chiesa moderno ci fa sentire "più buoni" dello stesso figlio di Dio e ci fa sentire in grado di perdonare i peccati (nostri e altrui) più di Lui.
    Non dimentichiamo che il Cristo quando tornerà sulla terra non verrà per essere giudicato una seconda volta, ma per giudicare quelli che l'hanno giudicato.
    Paradossalmente il Cristo è perfin troppo "duro" alla luce della dottrina dei falsi profeti moderni e questo dovrebbe far riflettere molto.
    Sarebbe per me un onore poter anche solo condividere una minima parte del mio pensiero magari con qualche sacerdote.

    grazie per una eventuale graditissima risposta.

    ruggero

    RispondiElimina
  18. Se qualcuno osa pensare che L'Apocalisse e altre argomentazioni escatologiche riguardino il passato automaticamente crede che il Cristo sia un falso profeta.
    E quindi non può pensare di credere che Gesù sia il figlio di Dio.
    Tanto vale che si metta a bruciare incensi nei boschi come fanno i pagani.

    RispondiElimina
  19. Forse la fine del mondo non è un argomento abbastanza interessane.....

    Beh....non sarà la fine del mondo....

    E' proprio vero....alla fine l'olio non va sprecato.
    Alla fine ognuno badi a se stesso.

    RispondiElimina
  20. ....e le vergini prudenti conservino attentamente  il proprio olio per SE STESSE  e non lo regalino alle vergini stolte che hanno fatto bisboccia (e scialacquato la loro Fede, spegnendola....): sarebbe una falsa carità, ancora una volta un grande inganno buonista, quello di chi si crede più buono del Figlio di Dio, come sta accadendo da 45 anni, che vogliono farci credere che si può essere buoni soltanto scambiandosi un segno di pace e perdonandosi a vicenda SENZA PRIMA aver chiesto perdono a Dio, senza che prima Egli abbia espiato i ogni nostro peccato, PRESO SU DI SE', chiedendo a noi se Lo amiamo e Lo ringraziamo di averci salvati, di morire in Croce con LUi, per poter con Lui risorgere: Via Crucis, riparazione, penitenza e conversione, sacrifici da unire al Suo Perfetto, poichè ogni peccato è commesso contro di Lui, innanzi e soprattutto offesa a Lui !......
    ....ed è Passione, Cristo nel suo Corpo Mistico vive la Santa Passione fino alla fine del mondo, per redimere il mondo.

    RispondiElimina
  21. la gioia cattolica19 ottobre 2010 15:35

    Caro Malleus, forse lei potrebbe avere anche ragione. Non possiamo saperlo con sicurezza. Nel frattempo la cosa migliore da fare è comportarci da buoni cristiani e difendere la sana dottrina.

    RispondiElimina
  22. Redazione di Messainlatino.it19 ottobre 2010 15:47

    "state pronti perchè non conoscete il giorno e l'ora".  
    Ma non ha mai detto non conoscete l'anno...  

    Questa è proprio bella... allora dicci anche il minuto primo e il secondo dell'apocalisse. O se sarà di mercoledì o venerdì.

    Enrico

    RispondiElimina
  23. Rutilio Namaziano19 ottobre 2010 17:57

    Ho risposto al Martello (di chi?) nella discussione precedente, ricordando come solo il Padre conosca quel giorno e quell'ora.
    Sbaglierò, ma mi sembra un troll...

    RispondiElimina
  24. nel 2012 non accadrà nulla. Sarà un anno come un altro. La fine del mondo è solo un genere letterario biblico per parlare della nostra morte e della vita "oltre" la morte, che è il regno dei cieli o paradiso (insieme all'inferno e al purgatorio). L'escatologia non è una scienza storica o una scienza esatta, ma un linguaggio teologico per parlare di cose che superano la nostra esperienza, ma che crediamo per fede perché divinamente rivelate. Pensiamo piuttosto ad essere sempre pronti all'incontro col Signore, e a prepararci, col tesoro dei meriti e delle buone opere, ad entrare nella dimora eterna, dove Cristo ci ha preparato un posto. L'Apocalisse di Giovanni o le apocalissi dei Vangeli non sono calendari astronomici, ma catechesi ed esortazioni a tenere alta la fede in tempi difficili come i nostri!!!

    RispondiElimina
  25. card. Enrico Dante19 ottobre 2010 18:22

    Ma chi sono questi che non rispettano le norme del Summorum Pontificum?? Il motu proprio parla chiaro che si devono usare i testi liturgici del 1962 e nel 62 NON C'E' IL CONFITEOR alla Comunione!!! E poi vi dichiarate fedeli al Santo Padre?? Ma per piacere... rispettate quelle che sono le regole!

    RispondiElimina
  26. Onestamente da parte della redazione non comprendo pienamente l'appunto.
    Ringrazio comunque per essere almeno stato preso in considerazione.
    Se il Signore avesse voluto dire che non conosciamo il momento in senso assoluto avrebbe potuto dire più semplicemente: state pronti perchè non conoscete quando...ciò accadrà.
    Se Il Messia ha parlato di mese e ora secondo me c'è un motivo.
    Come c'è un motivo per cui alla fine del Vangelo di giovanni Gesù pesca 153 grossi pesci.
    Il Vangelo è pieno di numeri e non parliamo dell'Apocalisse per cui se ci sono vorrà dire qualcosa.
    Cosa significano 153 grossi pesci?
    Significa (secondo me) che ad ognuno di questi numeri va aggiunto "qualcosa" (grossi pesci)
    Qui siamo nell'ambito della pura speculazione.
    Ma secondo il mio punto di vista mortificare la logica (soprattutto di questi tempi) può essere un grande esercizio di umiltà.
    Tornando al numero 153 se a tal numero si aggiunge 111 viene fuori il numero degli attuali papi che sono 264.
    Ricordo che la profezia di Malachia parla di 111 papi.
    In Daniele rispetto all'abominio della desolazione si rendono note due cifre 1290 giorni relazionati direttamente all'abominio e 1335 giorni da sopportare per salvarsi.
    Per molti mesi non ho saputo come affrontare tale calcolo.
    Proprio oggi ho pensato di vedere cosa venisse fuori dividendo 1290 per 12 e il risultato è 107,5.
    1335 diviso 12 fa 111,25.
    L'abominio della desolazione si è realizzato secondo me con l'avvento di giovanni 23° (papa 107) e probabilmente potrebbe concludersi speriamo felicemente, con il termine del mandato del 111° papa cioè quello attuale.
    Ricordo inoltre che il numero di cardinali che ha eletto giovanni paolo II è 111.
    Il periodo "brutto" per la nuova chiesa è iniziato col 107° papa e si concluderà forse col 111°.
    Ricordo che l'Apocalisse di San Giovanni è in realtà (per chi ci crede) l'unico testo autentico di Gesù (a differenza dei vangeli).
    Si evince facilmente dalla lettura di questo testo e San giovanni si limita a trascrivere quanto gli viene detto da Gesù (per chi ci crede).
    C'è scritto che sarà necessario combattere contro la bestia e contro il suo numero.
    Gli eletti, di nuovo, sono quelli che hanno sconfitto la bestia e il numero del suo nome.
    Quindi se mi è cortesemente permesso preferisco seguire le istruzioni del Messia piuttosto che quelle della redazione.
    Al contrario vedo con piacere che un paio di lettori sembrerebbero piuttosto accondiscendenti rispetto alle mie considerazioni (non solo numerologiche).
    Se a qualcuno interessa il 2012 "viene fuori" anche dalla parabola della moltiplicazione dei panei e dei pesci.
    Per farla breve: 5 pani, 2 pesci (che rappresentano 1000 anni come la spada), 5000 persone, 12 ceste avanzate.
    5000 diviso 5= 1000 per 2 = 2000 +12 (ceste) = 2012.
    Ricordo inoltre che quando Gesù fu presentato ufficialmente alla sua comunità aveva 12 anni.
    E per Dio un giorno equivale a 1000 anni e 1000 anni equivalgono a 1 giorno.
    Se siamo all'alba del terzo millennio e Gesù è resuscitato all'alba del terzo giorno....
    Poi il film apocalittico sul 2012 non li ho fatti io....
    Un complotto è perfetto quando non si poù dimostrare.
    Quello che dico serve solo per mantenere il livello di guardia sempre alto e astenersi al massimo dal peccato e dalle seduzioni del nemico.
    Non ho inventato niente, ho solo cercato di interpretare quanto è sotto il naso di tutti.
    Non mi sento in colpa per questo.
    Al contrario spero che il mio sforzo venga compreso (per quanto legittimo sia non condividere).

    saluti, ruggero.

    RispondiElimina
  27. malleus evita queste lezioni. grazie

    RispondiElimina
  28. hai dimenticato di contare il 4 di bastoni e il 10 di spade po non hai sottratto la donna di fiori e diviso per il re di denari

    RispondiElimina
  29. <p><span><span>Tornando al numero 153 se a tal numero si aggiunge 111 viene fuori il numero degli <span>attuali </span>papi che sono 264</span></span>
    </p><p><span><span> </span></span>
    </p><p><span><span>L'abominio della desolazione si è realizzato secondo me con l'avvento di giovanni 23° (papa 107) e probabilmente potrebbe concludersi speriamo felicemente, con il termine del mandato del 111° papa cioè quello attuale.  </span></span>
    </p><p><span><span> </span></span>
    </p><p><span><span>Il periodo "brutto" per la nuova chiesa è iniziato col 107° papa e si concluderà forse col 111°</span></span>
    </p><p><span><span> </span></span>
    </p><p><span><span>Allora deciditi sul numero dei Papi; sono 264, 111 oppure 265?</span></span></p>

    RispondiElimina
  30. <p><span><span>Dice Simon Malleus Mago o malus:</span></span>
    </p><p><span><span>Tornando al numero 153 se a tal numero si aggiunge 111 viene fuori il numero degli <span>attuali </span>papi che sono 264</span></span>
    </p><p><span><span>L'abominio della desolazione si è realizzato secondo me con l'avvento di giovanni 23° (papa 107) e probabilmente potrebbe concludersi speriamo felicemente, con il termine del mandato del 111° papa cioè quello attuale.  </span></span>
    </p><p><span><span>Il periodo "brutto" per la nuova chiesa è iniziato col 107° papa e si concluderà forse col 111°</span></span>
    </p><p><span><span> </span></span>
    </p><p><span>Allora deciditi sul numero dei Papi; sono 264, 111 oppure 265?</span>
    </p><p><span> </span>
    </p><p><span>Per la precisione il 107° Papa è stato Giovanni VIII (872-882) e non Giovanni XXIII mentre il 111° è stato Papa Formoso (891-896) e non Benedetto XVI. </span>
    </p><p><span>Giovanni XXII è il 261° Papa, mentre Benedetto XVI è il 265°, salvo errori ed omissioni.</span>
    </p><p><span>Credo caro Malleolo che dovrai rifare tutta la contabilità. Su su dai, mettiti a rifare i compiti, da bravo!</span></p>

    RispondiElimina
  31. <span>nel 2012 morirà un sacco di gente ed un altro sacco ne nascerà</span>

    RispondiElimina
  32. malleolo hai sbagliato blog, forse hai creduto che questo fosse un blog di testimoni di Geova

    RispondiElimina
  33. Don Alfredo Morselli20 ottobre 2010 02:11

    Sì, ma è uno scontro fisico alla don Camillo :-)))

    RispondiElimina
  34. Don Alfredo Morselli20 ottobre 2010 02:20

    Eminenza, vede; già ai tempi dell'indulto alcune comunità usavano il Messale del 1962: e, non essendo evidenti le rubriche (le rubriche della Comunione non sono sul Messale), si sono create delle consuetudini errate sì, ma in buona fede. E quindi ci vuole un po' di tempo per registrare tutto. In ogni caso è eccessivo mettere in dubbio l'obbedienza al Santo Padre per un confiteor, che non è una bestemmia. Cari rubricisti, toglietevi il palo che avete legato dietro la schiena.

    RispondiElimina
  35. Senti un po' caro multmink.
    Guarda che parlavo del 107° di San Malachia.
    Rifatteli tu i compitini.....

    RispondiElimina
  36. A giudicare dal diluvio di insulti devo dedurre che mi trovo circondato da tante teste.
    Come si dice...tante teste, tante teste di caxo

    RispondiElimina
  37. Devo assolutamente porvi le mie scuse nella remota speranza che accettiate il mio impeto d'ira totalmente ingiustificato.
    Per sperare nel vostro perdono devo assolutamente sdebitarmi rifrendovi che grazie a voi (e solo grazie a voi) sono andato ad approfondire la questione del 155° papa.
    Pare si chiamasse Niccolò II e ha combinato una tale serie di minchiate da eguagliare quasi quelle del suo degno compare Gio 23.
    Solo grazie a voi ho scoperto che dopo i 153 grossi pesci il 155° ha ordito delle trame talmente incredibili da sovvertire completamente lo status quo consentendo solo ai cardinali di eleggere il papa, per dirne una. (Ovviamente non si conta San Pietro)
    A lui è stata anche dedicata l'alfa 155....
    Adesso capisco perchè Gesù non consideri più grossi pesci quelli da Niccolo II in poi e perchè san Malachia si occupi di 111 papi.
    Solo grazie al vostro corteo di insulti sono sempre più convinto delle mie idee....

    grazie di cuore.

    RispondiElimina
  38. Caro Malleus, il 2012 è vicinissimo, non ti resta che attendere qualche mese e poi...verificherai tu stesso, in tutta tranquillità, che nulla sarà accaduto. Ti ricrederai da solo senza bisogno dei nostri consigli e dei nostri insulti.
    Probabilmente, anzi sicuramente, la fine dell'universo un giorno ci sarà, ma non credo che sarà dopodomani. Credo che gli astronomi e gli astrofisici ne sappiano più di noi e di tutti i teologi messi insieme...
    Comunque, il tuo è stato un contributo innocuo e accettabile come tutti gli altri.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.