venerdì 29 gennaio 2010

Vespri dei Defunti a Trieste domenica 31 gennaio


Domenica 31 gennaio
ore 18:30
.Cappella Civica della B.V. M. del Rosario
Trieste
Canto dei solenni
VESPERI DEI DEFUNTI
con assoluzione al tumulo
e Benedizione Eucaristica
in occasione del trigesimo della morte di
MONS. SILVANO PIANI
arciprete di s. Giorgio Martire in Lucinico (Gorizia) dal 1957 al 2006

12 commenti:

  1. Se non avete già visto vorrei segnalare questo nuovo blog:<span><span>www.vivailconcilio.it</span>  ......note the names...the same old song!   </span>

    RispondiElimina
  2. nel su citato sito "vivailconcilio" c'è anche la voce "per sostenerci" dove si avvisa che al più presto verrà dato un numero di conto corrente  con il quale inviare soldi per sostenere il sito...ma anche voi di messa in latino avete bisogno di sostenitori??..però non ho trovato questa "voce" da voi...spero che non ci sia, perchè è la cosa che più mi dà fastidio trovare nei siti o locandine cattoliche...pare sempre che si fanno le cose per richiedere soldi. Penso invece che se le cose son fatte bene, i soldi arrivano lo stesso, anche se non si mette la voce "per sostenerci". Preciso che non è un voler dir male del su citato sito, ma è proprio una critica generale quella che faccio, a tutti coloro che chiedono sostentamento per cose che in un certo senso sono un pò futili e, chissà perchè, dove servono realmente i soldi, questi non arrivano mai...mah

    RispondiElimina
  3. Hai proprio ragione ... the same old song! Si ripete la cantilena! :)

    RispondiElimina
  4. Hai ragione, Daniela. La penso come te.
    Ma perchè poi uno dovrebbe sostenere un sito o un blog finanziariamente? boh! Non hanno i soldi per pagare il collegamento internet?

    RispondiElimina
  5. se..non hanno...i soldi...che se ne vadano  a lavorare...come tutti!!!

    RispondiElimina
  6. sul sito "vivailconcilio" chiedono un sostegno?
    beh l'unico sostegno è quello di pregare per la loro conversione...... lascino perdere il "Concilio" e pensino un po' di più a Gesù Cristo che da 2000 anni ha fondato la Chiesa.....

    RispondiElimina
  7. Redazione di Messainlatino.it30 gennaio 2010 00:55

    Grazie, ma non ci servono soldi 'per sostenerci'. I costi di un sito internet sono veramente abbordabili.
    Li avevamo raccolti per il sondaggio: ma pagata la fattura, a chi ci chiedeva come mandarci un contributo abbiamo risposto di destinarli ad altra pia causa.

    RispondiElimina
  8. Associandomi al "R.I.P." come ottima conclusione per certe iniziative, cambio argomento: ho notato nella foto qui sopra che il cerimoniere reca una ferula o qualcosa di simile. Si tratta di un'antica usanza di quella Chiesa? Anche la berretta paonazza del Celebrante sembra una particolarità (se fosse Vescovo userebbe la mitra). Qualcuno ne sa qualcosa in più?

    RispondiElimina
  9. La berretta (insieme all'abito paonazzo ed alla croce pettorale recante il monogramma dell'imperatrice Maria Teresa, che non appaiono chiaramente, essendo coperti dai paramenti) corrispondono a quanto previsto, in forza dalla relativa concessione di quella sovrana, in favore dei canonici effettivi della Cattedrale di Gorizia; Mons. Silvano Piani (che è il sacerdote che appare nella fotografia, scattata nell'occasione della Messa solenne tridentina, officiata per l'occasione della beatificazione di Carlo d'Asburgo) era, per l'appunto, anche Canonico effettivo di quella Cattedrale.

    RispondiElimina
  10. Grazie. Sulla "ferula" del cerimoniere non si sa nulla?

    RispondiElimina
  11. Il cerimoniere ha sempre utilizzato la ferula (popolarmente detta: "il bastòn") nella direzione delle processioni e delle cerimonie solenni celebrate sino a pochi anni fa in quella chiesa arcipretale.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.