Post in evidenza

La Messa proteiforme: a modest proposal. Risposta e proposta al Prof. Grillo

Il Prof. Grillo ha voluto gentilmente confrontarsi (v. qui ) con il nostro commento critico alla sua intervista (in cui, lo ricordiamo, el...

lunedì 17 giugno 2024

Orrori architettonici… e dove trovarli #193 a San Giovanni Teatino (CH)

Chiesa parrocchiale di San Rocco dell’arch. Mario Botta (dedicata ed inaugurata il 15 giugno 2024).

Dopo aver guardato con raccapriccio i risultati degli investimenti economici anche della Arcidiocesi di Chieti-Vasto (nel 2011 era previsto un costo di 8-10 milioni di euro, verosimilmente nel frattempo considerevolmente aumentato: QUI), ribadiamo la domanda: se lo meritano l’otto per mille?

Lorenzo

Descrizione: Il gioco di contrasto fra un insieme perimetrale orizzontale ed un corpo verticale plastico e fortemente simbolico è una scelta fatta nell’intento di raccordare i servizi parrocchiali al tessuto del quartiere e di riaffermare la presenza della chiesa quale spazio sacro all’interno della città. L’edificazione del nuovo insediamento si pone sul lato nord-ovest del fondo, ridefinendo l’angolo dell’isolato tra via Cavour e via Roma. La chiesa, ruotata rispetto all’intero sistema, è concepita come un unico volume alto quasi 30 metri, inclinato di 30° rispetto al suolo, proteso verso il sagrato e tagliato alla sommità da una grande apertura a forma di croce. A lato della chiesa è situata la cappella feriale; il centro parrocchiale è posto perpendicolarmente a via Roma e all’altra estremità del centro parrocchiale è situato il colonnato coperto. Il sagrato diventa luogo d’aggregazione sociale, oltre che religiosa, e elemento centrale dell’intero complesso.

Descrizione tratta dalla pagina botta.ch.

QUI sul quotidiano Avvenire un articolo entusiastico del progetto.

Fotografie degli esterni:










Fotografie degli interni (nn. 3, 4 5 e 6 si riferiscono alla cerimonia di dedicazione):







99 commenti:

  1. Gli edifici di Botta si assomigliano tutti: chiese, auditorium, palestre... ma questo è bel oltre l'orrido (e se hanno impiegato tredici anni per costruirlo, una ragione ci sarà)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, ci son voluti 18!!!
      18 anni per fare questo!!

      Elimina
  2. Cosa ci fa il Crocifisso appeso lì in mezzo? Ah, c'è scritto che è una chiesa!

    RispondiElimina
  3. Ormai Botta è il vostro bersaglio preferito. Eppure, ogni persona dotata di occhi, può vedere la bellezza e la maestosità spirituale delle sue chiese.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'architetto fa il suo negozio, ed è ( diciamo) bravo a vendere le sue creature (non si capisce mai cosa sia) che lui spaccia come chiesa, sono adatte a chissà quale culto con quale spirito.

      Questa impiantata qui, particolarmente deforme, sarebbe come nella Pittura un ritratto sta ad una caricatura. Questo edificio appartiene alla seconda, e un cattólico non sólo può sentirsi disturbato, ma anche offeso.

      A non aver avuto occhi sono stati ben altri!

      Elimina
    2. Rifiuto le basse generalizzazioni dell’intervento delle 21.37

      Elimina
    3. L'architetto fa il suo lavoro, tante cose ha fatto, ma dalle costruzioni delle Chiese riguardo quella Cattolica (non so le altre) sarebbe stato più sensato che se ne stesse alla larga. Queste sue opere a rispetto, trovando un buon pastore (non protestante) rischiano l'abbattimento o altra destinazione.

      Elimina
  4. Come deposito degli autobus avrebbe un suo perché

    RispondiElimina
  5. Cosa significa questa cosidetta 'chiesa' che è schiacciata dalla croce?
    Cos'è? Una 'chiesa' che fa l'inchino? E a chi?
    Quel altare tra giallo e stellato.. senza parole
    Un orrore dentro e fuori!

    RispondiElimina
  6. A Sambuceto hanno abbattuto la vecchia chiesa di San Rocco per fare questo!!!!

    RispondiElimina
  7. E questa sarebbe Casa innalzata dove Adorare Dio?
    Come mai il clero commissiona certi obbrobbi? E da incarico ad architetti contemporanei che invece di costruire luoghi sacri giocano in
    modo bizzarro solo con le forme geometriche?
    E tutti questi soldi per questo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci manca la chiesa a forma di uovo!

      Elimina
    2. Purtroppo no, c'è già e, coincidenza vuole, essere dedicata in ONORE al medesimo Santo.

      È la "chiesa" di San Rocco a Dusseldort (Germania).

      Chissà perché questi modernisti dedicano queste 'chiese' a San Rocco?

      Elimina
  8. Questo edificio è uno dei frutti di quel "ateismo fluido pratico" di cui parla il card. Sarah.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tua personalissima idea. Io lo trovo molto spirituale.

      Elimina
  9. All'inaugurazione il vescovo disse che questa chiesa è frutto della sua teologia che ogni tanto veniva confrontata con l'architetto.

    Insomma, Dio li fa e loro...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cioè? Cosa gli accomuna?
      Solo il fatto che entrambi siano autori di tanti libri?
      Nel caso direi piuttosto contrari.
      Mentre l'architetto lo fa per dare una spiegazione al brutto, tanti dei libri di Mons. (almeno 9) sono intitolati alla Bellezza.



      Elimina
    2. Non ho letto i libri di Mons. Forte, di cui l'ultimo intitolato "" La musica e la bellezza di Dio"", dopo l'accaduto a Sambuceto, alcune domande, su arte e bellezza me le faccio.
      Chiama la mia attenzione l'ommissione nel titolo della parola 'sacra', che forse il vescovo intende istruire non sólo su questa, ma in generale,
      Se di musica in generale si tratta, anche il rock fa parte di essa, e auguro serva ad educare i giovani all'ascolto della buona musica allontanando loro dal frastuono mondano influenzato dalle "mode "" di turno. Se così fosse, ossia musica generale e non sacra, sarebbe questa una buona pastorale.
      Invece se il vescovo con questo libro intende educare alla música sacra, questo libro serva, al gregge a lui affidato, a istruirlo, far conoscere, scoprire e amare la bellezza di Dio del canto gregoriano, educando cosi anche sugli strumenti adatti alla liturgia. Se così fosse ottima pastorale.
      Non vorrei ci sia dietro l'indirizzo, una influenza, imposizioni del suo senso della musica di chissà quale musicista famoso di turno.

      Riguardo alla architettura sia sacra o generale, non so se c'è libro, i fatti parlano chiaro.

      Elimina
  10. Appena ho visto lo sfondo dell'altare con quel cielo blu e stelle gialle mi ha subito riportato alla copertina del libro del Piccolo Principe di Saint Exupery!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ognuno vede le cose in base alla cultura che ha: tu ci hai visto la copertina del Piccolo Principe, qualcuno con una formazione in storia dell'arte da scuole medie si sarebbe ricordato che il cielo blu con stelle gialle era la decorazione originale della volta della Cappella Sistina ad opera di Piermatteo d'Amelia.

      Elimina
    2. Concordo con 14.25. I rimandi tradizionali di questa chiesa sono evidenti. Però qui si attaccano le chiese a seconda dell’anno di progettazione, come se, prima del 1958, si costruissero solo capolavori.

      Elimina
    3. Eh già! Anonimo 14.25,tu stesso lo dici "della volta"!

      Elimina
    4. Anonimo 17.37
      Rimandi "tradizionali" in questa chiesa??? E cioè?
      Già che lei li vede, potrebbe spiegare a "cosa" rimanda la sua costruzione inclinata?

      Elimina
    5. "Ognuno vede le cose secondo la cultura che ha..."

      Guarda, caro fratello in Cristo, non ti mettere in questo settore che rimarrai, soffocato. Gli esempi che stiamo vedendo tra architetti, scultori, amministrazioni e clero che commissiona, c'è solo ignoranza in abbondanza.

      Elimina
  11. Materiali di pregio, croce ben visibile, campanile, richiami alla tradizione, come il cielo stellato. Cosa ci sarà da lamentarsi? Ah sì: quella irresistibile voglia di fare i Bastian Contrario.

    RispondiElimina
  12. Una cosa strana.
    La croce dietro all'altare che è di legno, ed è una croce antica, fin qua ci siamo, ma ha questo particolare. Il braccio destro di Nostro Signore è staccato dal corpo. Ingrandendo una delle foto che sono qui sopra inserite, si riesce a vedere.
    È stato detto che non è stata restaurata perché sta a significare che siamo noi il braccio destro di Gesù. Cosa già sentita che accade in un certo movimento ecclesiale, dove a chi partecipa viene consegnata una croce mancante mani e piedi di Gesù, per lo stesso motivo, una croce questa che portano al collo.
    Mah.
    Visto la gran spesa per costruirla, non sarà forse che sono poi mancati i soldi per il restauro?

    RispondiElimina
  13. Anonimo 22 giugno 14.25
    Non s'inganni con "la cultura" delle firme (vanità delle vanità), Dio della firma non ha bisogno!
    Glielo dice uno che è nato e frequentato le scuole medie a Pasto (Colombia) e non ha conosciuto il pittore che lei ha nominato, ma avuto conoscenza dell'opera delle mani di Dio ed essere nato a Pasto è stato un privilegio. Ha mai sentito parlare del Santuario di Las Lajas? Di Nariño? Dedicato alla Madonna del Rosario?
    E la icona? Chi è l'artista? Di chi è la firma?
    Lo conosce?
    L'invito a fare visione, conoscere la storia e mi capirà.
    E che, questo è veramente tempio INNALZATO a Maggior Gloria di
    Dio, costruito da persone semplici, che racchiude arte sacra, e cosa significa 'sfidare la física' e dimostra anche la bellezza che, a sua volta, è capace l'uomo da restituire a Dio.
    Ciò che non scaturisce dalle immagini di cui questo post, e sia solo sfogo della modernità, della cultura della non-cultura che da gloria all'uomo, 'firma' terrena di turno.






    RispondiElimina
  14. Quel che percepisco da questa costruzione (e lo dico con dolore), è che ad essere appiattito, ridotto a un livello più basso, sia proprio il Santo.

    Non so cosa abbia fatto di male San Rocco per meritare questo che di certo non fa a Lui ONORE.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono d’accordo. Per me è una chiesa adattissima al culto ed esteticamente buona.

      Elimina
    2. Bisogna capire quale culto.
      Questa cosidetta chiesa PIEGATA verso terra sarebbe adatta al culto della Pachamama, non certo al culto cattolico.

      Elimina
    3. Infatti, con il collonnato l'aria di tempio pagano

      Elimina
    4. Beh, infatti i colonnati non sono mai esistiti nelle chiese preconciliari!
      Ma per favore!

      Elimina
    5. Legga bene: *l'aria* di tempio pagano, tipo Pantheon che ha il tetto con il buco. In questa invece, il vescovo chiama "la ferita"del tetto.

      Elimina
    6. Su "sg gallerylive. it" c'è una foto dove si vede bene il retro
      Sembra un monumento all'ombrello!

      Elimina
  15. Ai gestori di Mil

    Capisco questo sia settore dedicato agli orrori di *architettura sacra*... Ma visto che in questo caso c'era la presenza di una chiesa che è stata ferocemente abbattuta, potete inserirla? E renda chiaro la - botta-all'occhio tra il prima e il dopo? Grazie

    RispondiElimina
  16. Una chiesa? E la croce?

    RispondiElimina
  17. La croce? Non sia mai! Potrebbe offendere qualcuno.

    RispondiElimina
  18. Come non la vede? È così grande!
    Dall'aereo si vede benissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per gli accecati dal furore tradizionalista, faccio notare che la croce che informa il tetto è visibilissima da terra, come testimoniato benissimo dalle foto prese a livello strada.
      Quindi?

      Elimina
    2. Quindi...vuol dire che lei non si è mai fatto certe domande.
      Non si è mai chiesto perché le Chiese Cattoliche sono costruite in alto, cioè verso il cielo? Perché il segno della croce in cima al tetto?
      Perché c'è la presenza di una chiesa nelle piccole o grandi piazze? Perché gran parte dei nomi delle piazze portano il nome della chiesa presente a cui è dedicata?

      Non pensa che, FORSE un motivo ci sarà? O FINORA tutti hanno sbagliato?

      Non ha prestato attenzione che spesso, entrando a un paese è per primo che vediamo?
      Non si è chiesto perché si prende la Chiesa come punto di riferimento?(e non solo per i cristiani?) È solito dire "Appena dopo la chiesa la prima a destra" o "di fronte alla chiesa" o (segnalando) "vede la chiesa...? " Non si chiede almeno, almeno perché?

      Tutto è SEGNALE !! E' ben VISIBILE, sta a indicare FACILMENTE la Presenza di Nostro Signore, Colui che ACCOGLIE all'entrata di quel paese, Colui che sta lì in piazza, tra tante distrazioni, e CHIAMA, Colui che si FA TROVARE......

      Invece qua COSA SUCCEDE? BOH?
      Tutto contrario, fin quando non ci sia qualcuno che la porti controvoglia e la spinge per entrare, fino a quando non vede il crocifisso non si capisce di cosa si tratti. COME MAI? Non ci ha pensato?

      Possibile che nella Chiesa tutti quelli di prima hanno sbagliato? Vescovi, Cardinali, Papi, Architetti, Ingenieri (e chi più ne ha più ne metta)?

      Se è proprio QUI, tutto questo ad essere CONTRARIO?

      Se non c'ha pensato, ci pensi, il Signore dona lume all'intelletto, specialmente ai Suoi piccoli. E GUAI a chi gli SCANDALIZZA!

      Elimina
  19. "La nuova chiesa di Mario Botta a Chieti, tenda divina (sic) che si fa grembo (?!)"

    Intitola Avvenire del 15/6/24
    Chissà quale arrampicata sugli specchi c'è dietro per arrivare a codesto titolo.

    Da notare: non più - CHIESA DI SAN ROCCO. - ma chiesa di Mario Botta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "che si fa grembo"?

      Già, o La PICCOLA San Pietro che abbraccia, e si crea gemellaggio.

      Se di grembo qui vogliamo parlare, qualcosa è stata mal partorita.

      Elimina
  20. Terribile l'influenza che avrà questo sui bambini! come saranno i loro disegni nel rappresentare la propria chiesa? Perché solo la loro chiesa è storta, chi glielo spiega?

    L'ideologia del modernismo che vuol indottrinare e deviare l'anima semplice già dalla tenera età, terribile!

    RispondiElimina
  21. Se dovessi racchiudere in una sola parola quanto qui svolto sarebbe:

    " DECADENZA"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Decadenza dell'uomo, delle amministrazioni, ma sopratutto del clero.
      I miei genitori mi raccontavano che prima nel sacerdote trovavi la persona colta, ora invece, se scavi un po, ti rendi conto che è proprio ignorante, come mai?
      Cos'è successo?

      Elimina
  22. Qui c'è un miscuglio tra IDEE, SENTIMENTI, SENSAZIONI, IDEOLOGIA, il tutto molto contorto.

    Contenti loro...

    RispondiElimina
  23. Qui nel sito parlate di 8x1000, ma da fonte www.rete8.it ne deriva che l'opera è stata finanziata coi fondi pubblici con data 15/12/2014,
    Fondi PAR-FAS Abruzzo 2007-2013, quanto viene detto nella nota da chi era presidente di regione in quel momento, tale D'Alfonso che oltre a parlare fondi cospicui (€ 3.400.000) è offeso perché non è stato invitato alla innaugurazione.

    RispondiElimina
  24. I cittadini locali che dicono?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Andranno a messa in quella chiesa senza problemi.

      Elimina
    2. Se fosse così come lei dice, la situazione sarebbe ancora più grave. È stato narcotizzato e allevato un popolo cieco che non sa più ne riconoscere ne difendere le cose di Dio.

      Elimina
  25. Certo è che, con la scusa della "valutazione del territorio", c'è tutto un giro strano spacciato per arte. Si ottengono i soldi, ti piazzano qualunque cosa e il luogo resta, alla fine, penalizzato, come (mi viene in mente) la statua di Padre Pio alla rotonda di Pentri a Benevento.

    RispondiElimina
  26. Buona notizia, ritorna il nome del Santo! Noto che sui siti web che gli articoli che erano tapezzati di Chiesa di Mario Botta sono stati cambiati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, ma ormai la frittata è fatta, la sua casetta è stata distrutta e in questa di "strano involucro" non è al suo agio!

      Elimina
    2. Questo si parla e si risponde da solo…e gli pubblicano tutto!
      Secondo me è uno dei redattori che fa il “burlone”, se no non si spiega.

      Elimina
  27. A mio parere, credo questa sia un'altra macchia al bel curriculum del ex imprenditore edile (ora scomparso) Vincenzo Mammarella a cui il merito di un lungo elenco di restauri e salvaguardia degli edifici.
    La ditta, ora IES Flli Mammarella, si sposta a Lanciano, per un'altro "complesso parrocchiale", dove però la chiesa verrà mantenuta.

    RispondiElimina
  28. Qua è tutto molto ingarbugliato, sembra difficile dare un solo nome come responsabile (per quello che sto capendo), sembra la trama di un giallo, dove chi appare dall'inizio come l'assasino, alla fine è innocuo. Nel caso, l'architettto (che il vescovo dice essere suo amico), vuoi vedere? è stato solo 'usato', in cui caso (opere comprese) mi fa pena.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Insomma "amici degli amici" anche in ambito della chiesa, bel esempio!

      Elimina
  29. Cosa sta succedendo in Abruzzo?

    Tutto questo mi dispiace'e addolora.

    Ricordo, più o meno 25 anni fa, mi trovavo a passare le ferie in Abruzzo (bellissima regione) e insieme a degli amici abbiamo fatto delle stupende escursioni organizzate dal comune o dalla regione che venivano chiamate 'Itinerari religiosi' (qualcosa cosi) dove si dava la possibilità di conoscere ed ammirare sia il patrimonio delle chiese e contemplare la natura. La gita finiva nel far conoscere una cantina (il percorso era a questa abbinato).
    Gli autobus erano 'strapieni', si doveva prenotare con anticipo e costavano pochissimo. Si passava una bellissima giornata, si stava insieme, c'era condivisione e, nel mio caso, che ne ho fatte varie, si finiva nel fare amicizia. Una di queste chiese mi è rimasta sempre nel cuore....
    Segue

    RispondiElimina
  30. Sono l'anonimo che ha dovuto interrompere.

    Avrei voluto proseguire, specialmente raccontare l'influenza, l'importanza che ha avuto quel luogo riguardo la fede nella mia vita.
    Purtroppo non riesco a farlo, perché
    nel mio intervallo, mentre pranzavo il mio pensiero è stato se forse sia accaduto qualcosa anche li, provo a vedere e mi e venuto un colpo.!

    È L'Eremo di Santo Stefano a Maiella

    Ora albergo, se questo sia bene o male non lo so. Ma non è più il mio posto.
    Il paese, Roccamorice, fa comune a Pescara, altra è la diocesi, e in un manifesto appare il vescovo di chieti che porta avanti delle conference.

    IL'Eremo è meraviglioso per storia, luogo, natura, e la piccola chiesetta, è stata restaurata? Come?

    Qui ho conosciuto la figura di Celestino V, che è stato anche importante a farmi capire alcune cose sul pontificato di Benedetto XVI, ricordo lasciò a Celestino V a L'Aquila un forte segno.
    Scusate lunghezza del testo e con quello che sta succedendocora in Abruzzo, quale sia la mia preocupazione.

    Un turista che veniva del nord.







    RispondiElimina
    Risposte
    1. In Abruzzo c'è anche una bella gita da fare, è tradizione, seguire la via della TRANSUMANZA, la migrazione dei pastori, il percorso che facevono per pascolare il loro gregge nel cambio di stagione.
      Va dall'Abruzzo alla Puglia. Non so se si organizzano ancora, ma uno può farlo anche da sé.

      Elimina
    2. Anonimo 18.05 corregge
      Eremo di Santo Spirito
      Scusate

      Elimina
  31. Vi giunga questa buona notizia da L'Aquila.
    Sabato scorso la Chiesa di San Pietro a Coppito, restaurata, è tornata alla sua comunità con il suo splendore e funzione.
    Deo Gratia e a chi per questo si è impegnato.

    RispondiElimina
  32. FERMATEVI TUTTI!!!!!
    Il nostro piccolo paese, rinomato per le sue tante bellezze, lo state ROVINANDO!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh mio caro Gesù, perdona loro perché non sanno quello che fanno.

      Elimina
  33. In tutta questa brutta storia, la mia solidarietà ai fratelli in Cristo e devoti di San Rocco a Sambuceto, che sono stati feriti al cuore, altroché "ferita" del tetto.

    Possa questo consolare .. con il povero Santo Padre Pio hanno fatto lo stesso e nemmeno la sua richiesta è stata rispettata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avrebbe desiderato rimanere nella sua chiesa, invece è stato "spostato" in tutt'altro luogo, con l'intervento di un'altro archistar con altra aria di 'sfida' (!?) (chissà poi a chi se non a Dio stesso), sotto tutt'altra forma, quella di 'conchiglia', semicircolare a forma di "teatro" greco, inmerso tra un cúmulo d'oro (giusto Padre Pio poi! ) tra strane "immagine sacre" realizzate dal padre Rupnik, ora indagato perché prete scandaloso e abusatore delle suore. Non era chiaro all'epoca agli "umili" francescani che tutto sto marchingenio non era gradito (non soltanto al Santo) ma sopratutto a Dio?
      Tutto un fanatismo, che svia, dall 'Adorare Dio ad una a-dorazione al Santo, che possono sólo "intercedere" fra noi e il buon Dio?

      Conoscendo il carattere di Padre Pio, se potesse salterebbe dalla tomba!! Ma in qualche modo dall' alto, non solo ci pensa, ma se ne occupa.

      Elimina
    2. Segnalo: Al "Santuario" di Padre Pio dal sito di wikipedia sotto "le decorazioni" scomparso il nome di Rupnik.
      Alla ricerca appare in prima linea il "Santuario della Madonna delle Grazie", la vera Chiesa di Padre Pio.

      Vedo la presenza di tanti libri in giro di pubblicità ingannevole.
      Se c'è qualcuno che ne parla chiaro è quello di Francesco Colafemmina, esperto d'arte sacra e di "strani" simboli se ne intende.
      Titolo: " Il mistero di Padre Pio"

      Elimina
  34. Tutto questo è stato già previsto da chi ha vissuto alla fine del 700, la Beata Caterina Emmerick ,beatificata nel 2004 da Papa Giovanni II, che chissà per quale motivo, la Chiesa ha ritardato (non solo) la sua beatificazione, ma ritarda la proclamazione della sua santificazione, sarebbe la santa (tra tante altre, ma lei specialmente ) che all'epoca il Signore ha fatto vedere la confusione dei nostri tempi.

    RispondiElimina
  35. Compito del vescovo è quello di vegliare. In questo caso, se si riposava o dormiva, era meglio, non si sarebbero commessi questi sbagli.
    Purtroppo percepisco dell'altro.

    RispondiElimina
  36. In chiesa deformata, strana linfa scorre.

    RispondiElimina
  37. Come vorrei qualcuno dicesse "non è vero, hai avuto un brutto sogno!"
    Caspita che incubo!

    RispondiElimina
  38. C'è una preoccupante notizia di quest'ora in corso indagini per corruzione appalto tra Lazio, Abruzzo e Sardegna, coinvolto anche Vaticano.
    Speriamo bene

    RispondiElimina
  39. Ne parla il fattoquotidiano.it

    RispondiElimina
  40. Una delle serve Mistiche Serve di Dio più note d'Europa (1774-1824)

    La Beata Anna Caterina Emmerich e le profezie sul FUTURO della Chiesa.

    Chi ha orecchie per intendere, intenda.

    12/9/1820
    "Vidi la COSTRUZIONE di una chiesa FANTASIOSA e STRANA... Non ho visto un solo angelo aiutare nella costruzione, ma numerosi fra gli 'spiriti planetari' (sulla terra) VIOLENTI trascinavano ogni sorta di roba sulla cripta... NIENTE proveniva dall'ALTO, tutto priveniva dalla TERRA e REGIONI OSCURE, tutto era stato costruito da SPIRITI PLANETARI.... SPACCARONO il TETTO..... Tutto in questa chiesa apparteneva alla terra e TORNAVA alla terra, era tutto morto, laviro di FACOLTS meramente UMANE una chiesa all'ULTIMA MODA, una chiesa di INVENZIONE umana come la NUOVA chiesa eterodossa a Roma.
    Vidi l'IN FLUENZA degli ORGOGLIOSI spiriti planetari nella LORO RELAZIONE con le COSTRUZIONI che si STENDEVANO fino ai luoghi più distanti.
    Tutte le fasi ritenute utili o necessarie nella COSTRUZIONE o nel MANTENIMENTO di tale chiese erano pressse nei più REMOTI paesi, e persone e cose, DOTTRINE e OPINIONI CONTRIBUIVANO alla stessa.
    (1)


    RispondiElimina
  41. L'intera scena era COLORATA con intensi EGOISMI, PRESUNZIONI e VIOLENZA.
    NON ho visto un solo angelo o santo AIUTARE in questo lavoro.
    Vidi che MOLTI PASTORI si erano FATTI COINVOLGERE in IDEE che erano PERICOLOSE per la Chiesa.
    Stavano COSTRUENDO una chiesa GRANDE, STRANA e STRAVAGANTE. Tutti DOVEVANO essere UNITI e AVERE UGUALI DIRITTI: EVANGELICI, CATTOLICI e SETTE di OGNI DENOMINAZIONE.
    Una VERA COMUNIONE con l'EMPIETA' con un PASTORE e un GREGGE..... Tutto era così in questa NUOVA CHIESA ed è per questo che aveva dato FUOCO alla VECCHIA CHIESA:

    MA DIO AVEVA ALTRI PROGETTI

    (2)

    RispondiElimina
  42. 13 maggio 1820

    Vidi il RAPPORTO tra DUE PAPI.
    Vidi quanto sarebbero state NEFASTE le CONSEGUENZE di QUESTA FALSA chiesa.....


    Fonte e testo completo
    ecclesiadei.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo non è già sufficente motivo di confusione per i fedeli del nostro tempo, come per aggiungerli degli altri?

      Elimina
  43. CHI HA ORECCHIE PER INTENDERE, INTENDA Luca 14,35

    RispondiElimina
  44. Qualcuno fermi lo spammatore seriale!
    Ma i moderatori si preoccupano solo quando qualcuno non è d’accordo con loro?

    RispondiElimina
  45. Dio maschio e femmina li creó.

    Possibile che queste persone variopinti che manifestano per strada siano tutte nate deviate? O piuttosto sono state deviate da qualcuno? E da chi? e perché? Non è che dietro (anche qui) ci sia tutt'altro giro di soldi? E cui meta è "sfida a Dio"?

    RispondiElimina
  46. Il cristiano (non ipnotizzato dalla corrente modernista) sa che questo individuo " multicolore " è gravemente in peccato :S. Paolo ai romani parla chiaro della 'sodomia' (parola che indica la città di Sodoma) e la conseguenza, o
    già prima nel Levitico 18,22, non dice che "con un uomo non giacerai come si giace con una donna" che ciò è un abominio? "e proprio Ez parla di abominazione??.......
    Il Papa dice" se un gay cerca il Signore, chi sono io per giudicarlo? (nel viaggio di ritorno da Rio di Janeiro) Come da tale rispos5a? Se questo lo so io con la mia semplice istruzione e metto in pratica nel mio piccolo quando ne sono davanti a questo tema e giudico
    con gli occhi di Dio, parlando di ciò che è accaduto a Sodoma e Gomorra, come mai non lo fa lui? Se non può giudicare Colui che è a monte e dovrebbe aver chiaro ciò che è bene e ciò che è male, siamo fritti allora! Non doveva dire per prima che erano in peccato? Nel caso, che la Chiesa se ne sta occupando ecc ecc, invece d'inviare il messaggio come per dire 'se non giudico io, voi meno siete in grado di farlo?
    Invece io lo faccio, perché agli occhi di Dio è chiaramente peccato, e si viene chiamato a correggere il fratello per destituirlo dal proprio errore, nel mio piccolo almeno così ci provo, inviando un forte segnale di semaforo rosso, poi, ognuno è libero...
    Ma qualcuno l'ha avvertito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se il cristiano non lo avverte, sarebbe complice.

      Elimina
    2. Come mai il Papa non fa circolare chiaro il messaggio del NO delle persone con tendenze omosessuali all'interno dei seminari? Prima dice No, poi che non è opportuno perché prima o poi si potrebbe manifestare, e poi davanti a una lettera ricevuta da un seminarista omosessuale lo incoraggia a seguire la strada? Mah! Non è ciò discorso chiaro, ma contraddittorio? Lo so io quello che stanno subendo alcuni vescovi a rispetto di questo male, come non lo sa lui? Molti vescovi vengono ricattati (in svariati modi) da questi 'sacerdoti' omosessuali, Questa è l'ultima piaga!
      Papa Benedetto XVI su questo problema non è stato chiaro?
      Che queste persone non possono entrare in seminario, che è fondamentale la accurata selezione?
      Il SEMINARIO è luogo dove si FORMANO ed ISTRUSCONO i futuri sacerdoti, luogo primissima importanza! Devono essere luogo sicuro di buona e corretta formazione! Non dovrebbe esserci spazio a rischi. Com'è lo stato attuale dei seminari? Chi loro maestro?

      Elimina
    3. Lo stesso con la veste bianca del papa. È vero che è stata per primo a portare un papa domenicano che ha voluto questa continuare ad indossare, però tutti i papi poi lo hanno seguito, come segno di purezza. Ed è per questo che Papa Benedetto XVI non l'ha lasciata, perché in Lui c'era questa purezza, l'amore per la Madre Chiesa, ma sopratutto per Gesù, e forse vuol dirmi anche dell'altro...

      Elimina
  47. Vangelo d'oggi secondo il Rito Romano Antico, Messa in latino, Vetus Ordo omeglio Messa di sempre.

    Vangelo di S. Matteo
    Allora fisse Gesù ai suoi discepoli:"Guardatevi dai falsi profeti, i quali vengono a voi sotto la spoglia di pecore, ma di dentro sono lupi rapaci. Li riconoscerete dai loro frutti.
    Si raccolgono, forse, grappoli dalle spine o fichi dai rovi? Cosi ogni albero buono fa buoni frutti, ma l'albero guasto fa frutti csttivi. Non può un'albero buono far frutti cattivi, né un'albero guasto far frutti buoni. Ogni albero che non fa buon frutto è tagliato e gettato al fuoco. Li riconoscerete, dunque, dai loro frutti. Non chiunque mi dice :"Signore, Signore" entrerà nel regno del cieli, ma chi fa la volontà del Padre mio che è nei cieli".

    Grazie Signore, le Tue parole arrivano al momento giusto, sono VERE, ETERNE e CHIARE!

    Allora perché addirittura oggi le vogliono cambiare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I "pastori lupi" li riconoscerete dai loro " frutti", cioè dalle loro "AZIONI".
      E qui è chiaro! Chi vuol capir, capisca.

      Elimina
    2. Così, l'importanza della veste che riceve il seminarista nel giorno della sua ordinazione al ministero sacerdotale, la talare! La veste benedetta, nera come rinuncia al mondo, rivestito dai "comandi" di Dio, per portare la Sua missione ed è identificato in modo immediato.
      Ora cosa succede? Solo il gesto che questo novello sacerdote mette in armadio questa sua veste sacra, per me è terribile! E dice tanto! Nasconde tutto quello detto prima, ma all'incontrario. La abbandona (o usa per le "occasioni"), non rinuncia al mondo, non vuol essere identificato (quasi si vergognasse), non sta a significare sotto comando di Dio, ma forse dell'uomo...

      Elimina
    3. Così anche le scarpe rosse del Papa, segno di martirio, che il Papa Benedetto XVI ha subito tolto (dopo sua rinuncia) appunto perché non ha compiuto questo "martirio" fino in fondo.
      Se Papa Francesco poi non ha più portato, il messagio ricevuto è che non è proprio portato al martirio (cosa strana in un Papa). Io ho percepito questo.

      Elimina
  48. Oggi chunque scrive libri, forse dovrei farlo anch'io?
    No, il Signore non mi chiama a questo, non so farlo! Però il titolo ce lo avrei, "un mondo al contrario" ma il Vannacci ha già preceduto. Allora, uno ancor più semplice e specifico sarebbe "È suonata la sveglia"!

    RispondiElimina
  49. Noto: La Pontificia ACCADEMIA Biblica - PAB- (organismo istituito da Papa Leone XIII nel 1902), all'interno del Dicastero della dottrina della fede, cui Prefetto è Card. Victor Manuel Fernandez (detto Tucho) ha cambiato il nome, ora è Pontificia COMMISSIONE Biblica - PCB-
    cioè? perché? da quando?

    RispondiElimina
  50. Anche CONGREGAZIONE tramuta, ora è DICASTERO (? !).
    Questo ostacola la ricerca su intenet dei documenti della Santa Sede.

    RispondiElimina
  51. In quanto al significato di:

    "CONGREGAZIONE" : riunione di più persone che si riuniscono...

    "DICASTERO" : linguaggio POLITICO, ministero.

    Nel primo caso, come "persone che si riuniscono", intendo siano essi gli alti prelati che, con la loro esperienza (sia per gli anni di servizio sia di buona : reputazione, conoscenza, formazione personale) , sono quelle persone alle quali un Papa chiama perche gli stiano vicino consultare, chiedere consigli, ecc, e portare avanti il suo ministero.
    Nel secondo caso, la definizione è nettamente politica.
    I due termini che sono stati cambiati (commissione e dicastero) entrambi portano alla "politica".

    Cioè? Visto che Papa Francesco è il primo Papa a presenziare un G7, non è che qua si voglia spostare pure il papato? Ridurlo a "presidente" del vaticano?
    Lo chiedo...

    RispondiElimina
  52. Addirittura papa Francesco ha cambiato la preghiera del Padre Nostro!!
    Perché? Quale è il senso?
    Dal "non ci INDURRE in tentazione" cambia in "non ci ABBANDONARE".
    Perché quel "non ABBANDONARE?" No sa il papa che Dio non abbandona? Che casomai è l'uomo ad abbandonare Lui?
    Non sa il papa Francesco che Dio Padre ha "condotto", indotto, portato Gesù nel deserto (non è che gli ha chiesto: andiamo un attimo nel deserto, che ne dici?, ossia, abbia prima Lui "consultato"), ma lo porta e basta! Lo conduce, lo induce per quaranta giorni nel deserto dove fu tentato dal diavolo. Non è che lo ha fatto perché ci vuol lasciare l'esempio di come si deve lottare davanti alle "tentazioni" del maligno (cioè satana) con la Sua Parola? E piuttosto nel "indurre" mette a prova la nostra fede?

    Sta scritto Lc 4,1
    "Gesù, pieno di Spirito SANTO, si allontanò dal Giordano e fu condotto dallo Spirito nel deserto... "

    E in latino
    "Iesus autem,plenus Spiritu Sancto regressus est ab Iordane et agebatur (fu indotto) in Spiritu in deserto..."
    Non c'è proprio spazio al equivoco!
    Io la preghiera del Padre Nostro non la cambio e continuerò a dirla come mi è stato sempre insegnato, fin dalla tenera età!
    Così vado sul sicuro!
    Mi sa che con tutti questi cambi, stanno andando tutti fuori binario!



    RispondiElimina
  53. E noto, che proprio dal sito della Santa Sede, su www.vatican.va dice:
    "Allora Gesù fu condotto dallo Spirito
    per essere tentato dal diavolo..."
    Eh no! Anche qui hanno SPOSTATO il SANTO!!! Ed ora si, mi sto 'leggermente' IN-CA-VO-LAN-DO!!!!!!!

    RispondiElimina
  54. Non è che così facendo sposteranno da "SANTA SEDE" anche SANTA, rimanendo solo 'sede'?
    E cosi ritorno al discorso 'presidenziale'?

    RispondiElimina
  55. Papa Francesco poco tempo fa ha detto che i suoi dipendenti in Vaticano non devono avere i tatuaggi...
    Sono pienamente d'accordo. Ogni corpo è diverso, unico, percui non c'è bisogno di fare qualche segno su di esso per essere identificato. È una cosa che mi son sempre chiesto il senso, il significato. L'inchiostro è sempre un corpo estraneo, nocivo, nemmeno bello, anzi certi corpi sono una enciclopedia del 'nuovo linguaggio'
    (chissà cosa vorrà dire) e proprio disgustoso da vedere.
    Ora perché papa Francesco lo ha vietato ai suoi dipendenti? Quale è il motivo? Perché non lo spiega al mondo, in una catechesi?
    Perché si presenta ai giovani modelli come Bianco (e non so l'altro) Non è anche questo contraddittorio ?

    RispondiElimina