Post in evidenza

MiL ha bisogno di voi lettori: DONAZIONI

A sx (nella versione per pc) e su palmare (voce " Donazione ") troverete la possibiltà di donare. Vi speghiamo il perchè.  Potrete...

domenica 28 novembre 2021

TFP Newsletter novembre 2021

Riceviamo e pubblichiamo.
Un'ottima rassegna stampa mensile su Chiesa e mondo.
Luigi

‍TFP NEWSLETTER 25 NOVEMBRE 2021

COME IL METAVERSO CREERÀ UN INFERNO VIRTUALE SULLA TERRA

di John Horvat
Un mondo isolato e disconnesso dalla realtà e dalla natura delle cose, può alimentare passioni sfrenate opposte ad ogni regola morale. Una tale realtà potrebbe passare rapidamente da Alice nel Paese delle Meraviglie a manicomio. Ecco i pericoli del metaverso, prossimo passo della rivoluzione informatica.

IL “PENSIERO UNICO DOMINANTE”: COME LA CONTRO-RIVOLUZIONE DEVE REAGIRE

di Julio Loredo
Il testo “Teoria dell’opinione pubblica”, che raccoglie gli schemi di un corso dettato alla TFP brasiliana nel 1966 da Plinio Corrêa de Oliveira, è un testo ancora inedito, da cui è assai utile estrarre alcuni brani per capire come il pensiero unico dominante nasca e si diffonda nell’opinione pubblica, moderno campo di battaglia fra la Rivoluzione e la Contro-Rivoluzione.


LETTERA DAL CILE / DOPO IL PRIMO TURNO ELETTORALE: FINE DELL’INCUBO?

di Antonio Montes Varas
Nel primo turno elettorale per la presidenza del Cile è arrivato avanti e con ragionevoli possibilità d’imporsi al ballottaggio il candidato che rappresenta l’ordine e la pace sociale. José Antonio Kast ha saputo discernere bene le due cause che gli sono valse la vittoria: Dio e la famiglia.


HENRI LACORDAIRE O LA TRAPPOLA DEI “MODERATI”

di Julio Loredo
Il 12 novembre di 160 anni fa moriva Henri Lacordaire, O.P., rappresentante del cattolicesimo liberale. La sua figura oggi è caduta in un relativo oblio, essendo stata superata a sinistra da discepoli che, subito dopo la sua scomparsa, ne svilupparono l’eresia modernista. Chi era e quale fu la parabola storica di questo domenicano?


LO SPETTRO DELLA CINA INFESTA L’AMERICA LATINA

di Daniel Martins
Le relazioni con la Cina costituiscono oggi una delle principali questioni geopolitiche per l’America Latina. E sarà così anche per il prossimo decennio. Però, quanto più si indaga e più il tempo passa, più la conclusione diventa ineluttabile: nell’America del Sud c’è una strategia graduale di dominio cinese, a volte silenziosa, ma efficace e ostinata.


IL MODELLO CINESE COME LA VIA-DELLA-CINA

di Riccardo Cascioli e Stefano Fontana
È uscito il 13mo Rapporto sulla Dottrina sociale della Chiesa nel mondo dell’Osservatorio Cardinale Van Thuân. Quest’anno è dedicato al “Modello cinese”, un modello di capital-socialismo del controllo sociale costruito in Cina ma in esportazione in tutto il mondo.


I MOVIMENTI POPOLARI E L’AMBIGUA TEOLOGIA DEL POPOLO

di Stefano Fontana
I movimenti popolari, incoraggiati da papa Francesco, sono una galassia eterogenea che riunisce socialismo, ecologismo, femminismo, “cancel culture”, ecc. La loro nuova impostazione pastorale presuppone convinzioni dottrinali spesso in contrasto con la Dottrina sociale della Chiesa. La “teologia del popolo” è una categoria ambigua, e il cattolico che partecipa a tali movimenti sbaglia su due fronti.


SIMILITUDINI TRA OGGI E IL SESSANTOTTO

di Ettore Gotti Tedeschi
Il fenomeno Greta Thunberg e quello dei Maneskin paiono interessanti per una riflessione strategica riferita ad alcune similitudini con quanto accadde nel periodo definito “sessantotto”. Alcuni avvenimenti, pur essendosi manifestati in tempi, persone e condizioni molto diverse, potrebbero avere un obiettivo in comune: il cambiamento culturale-morale di una generazione e pertanto di una intera civiltà.


RIDOTTI AD ASTERISCHI!

di Federico Catani
La scuola italiana è in uno stato di profonda decadenza da vari decenni e la didattica a distanza dovuta all’emergenza sanitaria non ha fatto altro che peggiorare la situazione. Eppure, c’è chi non si preoccupa affatto di tutto ciò, ma pensa piuttosto a condurre una rivoluzione culturale ed antropologica. Come al il liceo classico Cavour di Torino, che ha scelto di fare propria a tutti gli effetti l’ideologia della fluidità, il cosiddetto gender fluid.


VERSO UNA CHIESA-NUOVA

di Plinio Corrêa de Oliveira
Nel aprile 1969 la rivista “Catolicismo” di San Paolo del Brasile, portavoce della TFP brasiliana, pubblicò un numero speciale doppio contenente un riassunto analitico di un saggio apparso poco prima sulla rivista “Ecclesia”, di Madrid, che denunciava l’esistenza all’interno della Chiesa di gruppi autoproclamatisi “profetici”, i quali tramavano per la sua distruzione. Riportiamo l’introduzione scritta dal prof. Plinio Corrêa de Oliveira.


‍TFP NEWSLETTER 18 NOVEMBRE 2021


CINQUANT’ANNI DI TEOLOGIA DELLA LIBERAZIONE

di Julio Loredo
La scorsa settimana il Centro Peruano de Estudios Sociales ha organizzato a Lima un convegno dal titolo “Teologia della liberazione: prospettive”, per commemorare il 50° anniversario dell’omonimo libro di Gustavo Gutiérrez che diede origine a questa corrente rivoluzionaria. In America Latina, la ricorrenza è stata oggetto di numerose celebrazioni da parte dei progressisti, qui da noi non si è data tutta la dovuta attenzione a questo anniversario.


TEOLOGIA DELLA LIBERAZIONE O MARXISMO PER I CRISTIANI?

di Tradición y Acción
Proponiamo ai nostri lettori l’analisi del libro “Teologia della Liberazione” fatta nel 1973 dalla rivista Tradición y Acción ispirata al pensiero di Plinio Corrêa de Oliveira. Fu la prima recensione articolata a denunciare il contenuto di quel saggio come favorevole all’avanzamento dell’ideologia marxista fra i fedeli cattolici.


LA NATURA GNOSTICA E SECOLARIZZANTE DELLA TEOLOGIA DELLA LIBERAZIONE

di Stefano Fontana
L’America Latina è oggi devastata da quella secolarizzazione che la TL considerava positiva per la fede cattolica. La traduzione del messaggio cristiano in linguaggio politico ha desacralizzato la fede e lasciato spazio aperto alle sette pentecostali. Il continente latinoamericano è oggi investito da un’ondata laicista che fa piazza pulita della tradizione popolare cattolica, distruggendo la legislazione a favore della vita e della famiglia. Cosa rimane e cosa rimarrà di essa?


PERCHÉ LA SINISTRA AMERICANA DISPREZZA CIÒ CHE CHIAMA “GUERRA CULTURALE”. IL VERO SIGNIFICATO DELLA SCONFITTA IN VIRGINIA

di John Horvat
Proprio quando sembrava che la sinistra avrebbe messo un punto alle Culture Wars, la “Guerra Culturale”, sono arrivate le elezioni del 2021 in Virginia. Ciò che ha dato una svolta alla partita è stata la lotta sulla “Teoria critica della razza”, l'educazione sessuale radicale, l'ideologia di genere e l'aborto procurato. Per la sinistra, è stato un disastro. Per la destra una vittoria da cui ricavarne alcune lezioni vitali.


UMANIZZAZIONE DEGLI ANIMALI. UNA DERIVA PERICOLOSA

di Samuele Maniscalco
Ormai siamo entrati in una deriva ambientalista tale per cui gli animali iniziano ad essere trattati come esseri umani, se non meglio. Negli ultimi anni, la smania di trattarli come uno di noi non ha fatto altro che crescere, fino ad arrivare a un parossismo francamente preoccupante. Stiamo parlando di un mondo in cui, ad esempio, si festeggiano i compleanni dei propri cani con torte e dediche personalizzate...


TRADIZIONE FAMIGLIA PROPRIETÀ: IL PERCHÉ DI UN LEMMA

di Plinio Corrêa de Oliveira
Tradizione, Famiglia e Proprietà non è un lemma qualsiasi. È il trinomio anticomunista e antiprogressista per eccellenza, che suscita la simpatia di quanti amano la civiltà cristiana e l'avversione, se non addirittura l'odio, di tutti coloro che, in grado minore o maggiore, si sono lasciati infettare dal virus rivoluzionario. Un vincolo inscindibile unisce i tre concetti che svolgono un ruolo capitale quali pilastri dell'ordine attuale.


TFP NEWSLETTER 11 NOVEMBRE 2021


I 9 COMANDAMENTI DEL PAPA “PER UN'ECONOMIA GIUSTA" DIMENTICANO IL PRIMO

di John Horvat
In un discorso programmatico ai cosiddetti “movimenti popolari”, lo scorso mese papa Francesco ha delineato le sue proposte per una “economia giusta”. Il papa argentino ha chiesto cambiamenti economici radicali all'interno di una cornice di lotta di classe nella quale non c’è spazio per Dio.


INTERVISTA A JUAN MIGUEL MONTES. PERCHÉ IL CONCILIO VATICANO II NON CONDANNÒ IL COMUNISMO

di Javier Navascués
Il direttore dell'Ufficio Tradizione Famiglia Proprietà di Roma, intervistato da Infocatolica, spiega perché il comunismo non venne denunciato al Concilio Vaticano II e quali furono le conseguenze di questo silenzio che Plinio Corrêa de Oliveira definì "enigmatico, sconcertante, sorprendente e apocalitticamente tragico".


AMERICA: I NEO-RAZZISTI DELLA SINISTRA NON PERDONANO NEPPURE LA “BIANCHEZZA” DELLA MUSICA CLASSICA

di Edwin Benson
Viviamo tempi difficili per il mondo della musica classica. La Teoria Critica della Razza e i suoi compagni di viaggio la stanno prendendo massicciamente di mira con l’accusa che non ci sarebbero nel suo ambito abbastanza neri o ispanici. E ammettono solo due possibili spiegazioni. O l'establishment della musica classica è “apertamente” razzista o lo è in modo “sistemico”.


IL CILE SI È STANCATO DEL CENTRISMO CEDEVOLE

di Antonio Montes Varas
Riflessione sulla attuale situazione politica e sociale del Cile le cui prossime elezioni presidenziali – che si terranno domenica 21 – vedono contrapporsi due candidati provenienti da posizioni completamente antagoniste. Perché il fantasma di Allende e la nostalgia per il governo militare di Pinochet sembrano essere rinati? A queste due domande bisogna rispondere con una terza: esistono veramente i “centri”?


IL POPOLO ITALIANO È PREDA DI UN ISTINTO SUICIDA

di Samuele Maniscalco
Nel 2008 le nascite in Italia erano 577 mila. Alla fine di quest’anno ne avremo 190.000 in meno. Un trend negativo che peggiora di anno in anno. In pratica, in appena 13 anni, abbiamo perso un terzo delle nascite. Un istinto suicida accresciuto dall’esitazione delle giovani generazioni di fronte alla procreazione per paura dell’apocalisse climatica.


VIRGINIA REPUBBLICANA E GLI ALTRI VOTI CONTRO L'ESTREMISMO

di Stefano Magni
Nelle elezioni per i nuovi governatori, negli Stati Uniti, in Virginia ha vinto il candidato repubblicano Glenn Youngkin, mentre nel New Jersey il democratico Phil Murphy. Ma non può considerarsi come un pareggio: i democratici hanno subito una sconfitta bruciante. E la causa principale è il loro estremismo ideologico.


LA PASSIONE PER LA VERITÀ

di Plinio Corrêa de Oliveira
Lettera del professor Plinio Corrêa de Oliveira a un giovane cooperatore della TFP, con alcuni consigli sulla vita intellettuale.


TFP NEWSLETTER 4 NOVEMBRE 2021

COME LEPANTO CI INSEGNA A CONFIDARE NELLA MADONNA

Principe Bertrand di Orleans-Braganza

Quando si considera il caos attuale, la prima parola che viene in mente è Lepanto. Dobbiamo ricordare questa grande battaglia come lezione per il nostro tempo. Essa è allo stesso tempo simile e diversa alla lotta dei nostri giorni. Guardando la crisi che colpisce sia la società che la Chiesa, facilmente scopriamo dei paralleli.


PERCHÉ LA METAFISICA POTREBBE RISOLVERE IL PASTICCIO DELLA POLARIZZAZIONE ATTUALE

di John Horvat
Non riconoscere l’importanza della metafisica ha conseguenze tragiche per gli individui e la società in generale. Senza di essa, non può esserci unità, non essendoci certezze, convinzioni e principi. Quando questo fenomeno avanza, si verifica una polarizzazione, perché le persone non riescono più a capire le cose che potrebbero unirle.


“FIT FOR 55”. L’ULTIMA SCIOCCHEZZA AMBIENTALISTA

di Julio Loredo
Gli inizi di novembre, l’attenzione del mondo si è concentrata sulla riunione di capi di Stato e di personaggi rilevanti a Glasgow, nota come COP26. Nei loro scopi, essi intendono spingere per una conversione ambientalista totale dei nostri stili di vita. Si tratta di un percorso di lunga data con tappe intermedie. In casa nostra, lo scorso 14 luglio, la Commissione Europea ha ad esempio emesso una serie di nuove proposte ambientaliste note come “Fit for 55” o “Green Package”. I promotori chiamano questa nuova agenda la “Rivoluzione francese dell’ambientalismo”.


AFFOSSATO IL DDL ZAN. MA LA BATTAGLIA CONTINUA

di Federico Catani
Vittoria! Lo scorso 27 ottobre il DDL Zan è stato bocciato. In questo modo, il progetto di legge torna in Commissione Giustizia, dove la discussione potrà ripartire tra non prima di sei mesi, ma necessariamente si dovrà iniziare da un nuovo testo. Adesso non è tempo, come ha già dichiarato Salvini, di invitare a trovare un’altra mediazione per combattere le presunte discriminazioni. Questo è piuttosto il momento di giocare all’attacco e non di fare mezzo passo indietro dopo la vittoria.


L'UNIONE EUROPEA NEL PENSIERO DI PLINIO CORRÊA DE OLIVEIRA

Oltre mezzo secolo fa, Plinio Corrêa de Oliveira poneva già i termini di una scottante questione attuale: l'Unione Europea, o verrà fatta in modo autentico, sulla scia di Carlo Magno e sotto l'influsso della Chiesa Cattolica, oppure sarà una tappa rivoluzionaria e laicista per la costruzione della Repubblica Universale.