Post in evidenza

MiL ha bisogno di voi lettori: DONAZIONI

A sx (nella versione per pc) e su palmare (voce " Donazione ") troverete la possibiltà di donare. Vi speghiamo il perchè.  Potrete...

lunedì 20 settembre 2021

Anche a Udine è stato emanato il decreto vescovile #traditioniscustodes


Riceviamo dagli amici dell'Arcidiocesi di Udine: don Alberto Zanier è stato nominato delegato vescovile per l'attuazione delle disposizioni del Traditionis custodes.

Si tratta, probabilmente, del miglior decreto finora visto in Italia: generale, astratto, permissivo, senza eccessivi vincoli.

D
ecisamente da prendere ad esempio.

QUI la notizia sul sito dell'Arcidiocesi.


AZ

  Sotto il decreto:



2 commenti:

  1. D'accordo, però ricordiamo che Udine era una delle pochissime diocesi in Italia dove il motu proprio "Summorum pontificum" non aveva avuto quasi nessun effetto. A Udine si è sempre continuato a celebrare la messa tradizionale soltanto la II e la IV domenica di ogni mese, secondo la disciplina stabilita alla fine degli anni '80, vigente ancora l'indulto di Giovanni Paolo II. Dopo il provvedimento di Benedetto XIV si sono avute in più soltanto singole messe occasionali celebrate in pievi e parrocchie di campagna. Pensare a un'ulteriore restrizione rispetto a una prassi già così limitata sarebbe stato veramente una crudeltà gratuita.

    RispondiElimina
  2. Di crudeltà gratuite ultimamente ne abbiamo viste molte.

    RispondiElimina

AVVISO AI LETTORI: Visto il continuo infiltrarsi di lettori "ostili" che si divertono solo a scrivere "insulti" e a fare polemiche inutili, AVVISIAMO CHE ORA NON SARANNO PIU' PUBBLICATI COMMENTI INFANTILI o PEDANTI. Continueremo certamente a pubblicare le critiche ma solo quelle serie, costruttive e rispettose.
La Redazione