Post in evidenza

MiL ha bisogno di voi lettori: DONAZIONI

A sx (nella versione per pc) e su palmare (voce " Donazione ") troverete la possibiltà di donare. Vi speghiamo il perchè.  Potrete...

domenica 16 maggio 2021

L’anziana donna cattolica in lacrime bacia i piedi di un’attivista LGBT arrabbiata, poi fanno il segno della croce insieme

Dalla Polonia giunge un bellissimo e commovente video di Świat Rolnika.
Lo scorso 29 aprile, un gruppo di anziani si era riunito davanti ad uno dei tribunali di Varsavia per pregare per chiedere la cessazione dei recenti attacchi contro la comunità di Radio Maria; ad un certo punto, le loro preghiere sono state disturbate da una giovane attivista LGBT le cui provocazioni, tuttavia, non sembrano portare i risultati attesi: il gruppo stava ancora pregando in silenzio quando una anziana donna si avvicina alla ragazza, si inginocchia davanti a lei e le bacia i piedi, imitando la scena biblica. L’anziana inizia un dialogo con l’attivista LGBT che si conclude sorprendentemente con l’attivista che imita la donna nel farsi il segno della croce.
Vi lo proponiamo il video accompagnato dall’articolo di commento – tradotto in italiano dal sito Duc in altum – di Pete Baklinski tratto dal sito Life Site News.
Spes numquam perit.

L.V.


Mentre la giovane attivista continua a inveire, la donna anziana le si avvicina, si inginocchia sul marciapiede e le bacia i piedi

POLONIA, 13 maggio 2021 (LifeSiteNews) - Un video dalla Polonia, che sta facendo il giro dei social media, ha catturato un momento forte: un’anziana donna cattolica in lacrime si inginocchia per baciare i piedi di una giovane attivista LGBT che è lì per deridere e disturbare un gruppo di donne in preghiera. L’anziana inizia un dialogo che incredibilmente termina con l’attivista che imita la donna nel fare il segno della croce.


L’anziana donna faceva parte di un gruppo che pregava la coroncina della Divina Misericordia il 29 aprile fuori da un tribunale di Varsavia, mentre l’emittente cattolica Radio Maria all’interno si difendeva dall’ultimo attacco della sinistra, che stava tentando di mettere a tacere la radio conservatrice.
Il video riprende il gruppo mentre prega con cartelli a sostegno di Radio Maria. Improvvisamente, entra in scena una giovane donna avvolta in una bandiera arcobaleno del “gay pride” e con una mascherina con gli stessi colori. La giovane fuma una sigaretta e balla sulle note di una musica riprodotta su un dispositivo portatile. Tenta così di disturbare il gruppo in preghiera con slogan, imprecazioni e insulti.


Mentre la giovane attivista continua il suo sproloquio, l’anziana donna le si avvicina, si inginocchia sul marciapiede e le bacia i piedi.
Il video mostra il dialogo che segue tra l’anziana donna e l’attivista. La ragazza, apparentemente commossa dal gesto della donna, le dice di continuare a parlare «con calma» e le chiede: «Per favore non piangere».
L’anziana donna spiega quanto sia triste nel vedere dove sta andando il suo paese dopo aver combattuto tutta la vita per la Polonia.


«Ho ottantatré anni e ti voglio bene. Per tutta la vita ho combattuto per la Polonia. Presto lascerò questo mondo e la Polonia è divisa. Mi dispiace molto per questo e lo sento molto», dice l’anziana in lacrime.
Poi, riferendosi alla giovane, aggiunge: «E questi bambini, i nostri poveri bambini, che sono stati cresciuti da polacchi!».
A un certo punto le due si abbracciano.
E quando l’anziana finisce di parlare e, salutando l’attivista LGBT si fa il segno della croce, sorprendentemente la ragazza la imita e anche lei si fa il segno della croce.
Michael Matt di The Remnant ha definito questo momento un «bellissimo piccolo segno di speranza».


«Quello che avete appena visto è un piccolo segno, ma è un segno potente, è un segno magnifico, è un segno che è stato ripetuto, ancora e ancora e ancora», ha detto Matt nel suo programma dell’8 maggio The Editor’s Desk, aggiungendo che mentre il mondo lotta, sotto il peso delle ricadute del coronavirus, con la perdita delle libertà, la negazione dei diritti, la chiusura delle chiese, i piani per un grande reset, ecco che la croce di Cristo ha il potere di salvare e sarà sempre lì, in qualunque modo possa arrivare: «In questo momento stiamo attraversando l’inferno. Il mondo è impazzito, tutto è sottosopra, malvagio. Quando tutto è stato detto e fatto e ogni opzione politica è esaurita, la croce di Cristo salverà il mondo. La croce di Cristo salverà voi, la croce di Cristo salverà me, la croce di Cristo salverà i nostri figli».

Nessun commento:

Posta un commento

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.