Post in evidenza

URGENTE APPELLO AI GRUPPI STABILI ITALIANI: comunicateci conferme o variazioni alle vostre Messe

ABBIAMO URGENTE BISOGNO DEL VOSTRO AIUTO!  Viste le ultime notizie sulla CEI e sulle risposte dei Vescovi  sul Summorum Pontificum i...

venerdì 16 ottobre 2020

La foto shock dentro il treno degli studenti che circola sui social

La foto che vediamo è stata scattata dentro il treno che ogni giorno lo conduce a scuola da uno studente  in una qualsiasi, anonima, provincia italiana. E' diventata in breve tempo 
"virale" sui social meritando  tantissimi commenti: "... i banchi con le rotelle? Le feste familiari per un più di 6 persone? La sosta vietata davanti ai bar dopo le 21...ma di cosa vogliamo parlare?"    
Dopo le recenti dichiarazioni, prontamente riprese dalla stampa, del Professore Andrea Crisanti, Docente all'Università di Padova, "Credo che un lockdown a Natale sia nell'ordine delle cose: si potrebbe resettare il sistema, abbassare la trasmissione del virus e aumentare il contact tracing. Così come siamo il sistema è saturo" ( Cfr. La Repubblica QUI ) ci sentiamo di fare nostre le riflessioni comparse in un social: "Come si fa a non capire che
le parole di Crisanti sulla chiusura a Natale sono finalizzate a: 
1) Impedire le celebrazioni del Natale, dopo aver impedito quelle di Pasqua: quindi contro i cattolici e la Chiesa; 
2) dare un nuovo colpo mortale all'economia, distruggendo l'imprenditoria nazionale d'eccezione (turismo, ristorazione, culinaria, attività correlate, ecc.), quindi contro gli italiani; 
3) mettere terrore e paura in tutti, in modo da creare sempre più masse assoggettate e prone e ricolme di odio per chi prono non è. Quindi contro la libertà e l'uomo stesso. ... (MV)" ( QUI )
Ci auguriamo infine che i Vescovi difendano strenuamente i fedeli e il culto divino:   cercando di preservarli dal clima ansiogeno, quindi anticristiano, con il quale si vorrebbe contaminare quotidianamente il popolo. 
" Nessuno sembra - infatti, per il momento- riflettere sul danno enorme per la salute mentale (depressione e malattie collegate) del popolo italiano: lo tsunami distruttivo che inevitabilmente si riverserà sull'economia e sulle strutture turistiche già durissimamente provate." ( Cfr.MiL QUI )
Rimaniamo fedeli alla nostra vocazione di "missionari e portatori della costruttiva speranza cristiana" rispettando le regole proprie di questa emergenza sanitaria e confidando nell'aiuto del Signore per l'intercessione della Santissima Vergine Maria, dei Santi Patroni delle nostre comunità, certi della protezione dei nostri Angeli Custodi.
AC
 
 
 
 
 
 

6 commenti:

  1. Ci auguriamo che i vescovi +difendano+ non *difendino*.

    RispondiElimina
  2. Completamente d'accordo. Giorgio Desogus

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Completamente d'accordo. Stephanus

      Elimina
    2. Completamente d'accordo. Vincentius

      Elimina
  3. Certo, è più facile ricorrere a chiusure scellerate piuttosto che ammettere che anche i trasporti, come la sanità e l'istruzione, sono reduci da decenni di tagli, ridimensionamenti, privatizzazioni e quant'altro. L'emergenza covid, vera o pilotata che sia, ha portato alla luce tutto lo schifo causato in ogni campo da decenni di politici indegni, molti sempre quelli che vengono ancora votati. A quando un cambio totale? Cambian le casacche, ma le facce e, soprattutto, le idee, sono sempre quelle.

    RispondiElimina
  4. Quando sarà tutto finito ci sarà da piangere amaramente.....

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.