Post in evidenza

URGENTE APPELLO AI GRUPPI STABILI ITALIANI: comunicateci conferme o variazioni alle vostre Messe

ABBIAMO URGENTE BISOGNO DEL VOSTRO AIUTO!  Viste le ultime notizie sulla CEI e sulle risposte dei Vescovi  sul Summorum Pontificum i...

mercoledì 8 aprile 2020

Fulton Sheen: siamo alla fine della civiltà senza Cristo?

Siamo ai tempi ultimi in questa società senza Dio?
Una riflessione del Venerabile Fulton J. Sheen.
Sembra oggi, malgrado sia stato scritto nel 1940.
Luigi

SIAMO ALLA FINE DI UNA CIVILTÀ CHE CREDE DI POTER PRESERVARE IL CRISTIANESIMO SENZA CRISTO
Beato Fulton J. Sheen, da "The Seven Virtues"


«Il sole si eclissò e si fece buio su tutta la terra fino alle tre del pomeriggio.» (Luca 23, 44.)

La Scrittura afferma che quando hanno crocifisso Cristo, le tenebre hanno coperto la terra. Questa è esattamente la descrizione del nostro mondo moderno. Se le tenebre della disperazione, i blackout della pace fanno vagare il nostro mondo alla cieca, è perché abbiamo Crocifisso Cristo, la Luce del Mondo.

Non c'è da stupirsi che i nostri statisti non sappiano che pesci pigliare: o spengono oppure permettono che venga spenta l'unica Luce che illumina le vie della giustizia e della pace. Può darsi che i nostri guai siano l'ultimo stadio del peccato. Per un secolo o più, i governi e i popoli hanno abbandonato Dio; ora Dio li sta abbandonando. È una punizione terribile quando un Dio Giusto colpisce, ma è ancora più terribile quando non lo fa, ma ci lascia da soli con i nostri mezzi a risolvere le conseguenze dei nostri peccati. 

Siamo alla fine di una civiltà che crede di poter preservare il Cristianesimo senza Cristo: religione senza un credo, meditazione senza sacrificio, vita familiare senza responsabilità morale, sesso senza purezza, economia senza etica. 

Abbiamo completato il nostro esperimento di vivere senza Dio e abbiamo dimostrato l'errore di un sistema educativo che si definisce "progressivo" perché trova nuove scuse per i peccati. La nostra cosiddetta progressività, se non ce ne siamo resi conto, è come la putrefazione progressiva di un cadavere. L'anima è sparita, non c'è più, e quello che chiamiamo cambiamento è solo decadenza.

Non c'è modo di fermarlo se non invertendo il processo con cui abbiamo scacciato Dio dal mondo, vale a dire riaccendendo la lampada della Fede nelle anime degli uomini.