giovedì 19 marzo 2020

Confessioni da campo in tempo di coronavirus

Dalla pagina FB della TFP italiana.
Luigi

CONFESSIONI DRIVE-THRU

Anche nella zona metropolitana di Washington DC le Messe con pubblico sono state sospese. Per non lasciare i suoi parrocchiani senza la confessione, P. Scott Holmer, della chiesa di S. Edoardo il Confessore, di Bowie, Maryland, si è offerto a sentire confessioni all'area aperta, con i penitenti dentro la propria macchina.
Si rispettano le norme sanitarie, e si rispettano anche quelle canoniche, che prescrivono la confessione orale. Prima di criticare la "solita americanata", riflettiamo sul fatto che questo scatto di creatività è stato dettato dallo spirito missionario, vistosamente assente in parte del nostro clero.

1 commento:

  1. Nessuna americanata! Magari ce l'avessero i nostri preti iniziative del genere! Anzi, se devo dirla tutta, padre Holmer seduto sula panchina mi commuove!!!

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.