Post in evidenza

sabato 25 gennaio 2020

Oggi il ChristianDay a Roma per dire BASTA alla dilagante blasfemia e vilipendio della religione cristiana (anche in Italia!)

OGGI 25 gennaio a Roma, in piazza dei Santi Apostoli si terrà la manifestazione ChristianDay per la difesa dell’identità cristiana e per dire BASTA alla dilagante mancanza di rispetto nei confronti della religione cristiana e delle figure di Gesù e della Vergine Maria: non vogliamo che in Italia, terra di martiri e cuore della cristianità, si denigri Gesù e vengano ripetutamente insultati i simboli , i valori cristiani e i principi non negoziabili ...ma la Gerarchia Cattolica cosa fa?
AC  

L’evento ChristianDay, in difesa dell’identità cristiana 

Una manifestazione pubblica, non confessionale né di preghiera, per ribadire la necessità di difendere l’identità cristiana e per dire basta alla costante mancanza di rispetto nei confronti della religione cristiana e delle figure di Gesù e della Vergine Maria. 
Con questi intenti si terrà, OGGI 25 gennaio la manifestazione ChristianDay a Roma, in piazza dei Santi Apostoli.  
Un evento che vedrà la partecipazione di molte associazioni e singoli fedeli di varie confessioni cristiane, tra i quali ovviamente gli organizzatori dei Movimenti Culturali Evangelici e le molte realtà cattoliche che sono state invitate.

La manifestazione, inoltre, intenderà ribadire – come spiega in un articolo su ReteLuna.it Angela Ciconte – la volontà dei cristiani di non tacere davanti ai molti casi di blasfemia e vilipendio della religione cristiana che ci sono stati, soprattutto in Italia e soprattutto negli ultimi mesi. 
Organizzato da Cristiani per l'Italia; Azione Cristiana Evangelica e dal Movimento Rialzati Italia, l'evento ha avuto l'adesione anche di Pro Vita & Famiglia. 

Per la onlus parteciperà e interverrà il presidente Toni Brandi. 


Fonte: Pro vita e famiglia QUI 

Leggere anche Agenzia Stampa Italia QUI 

Foto: Innsbruck (Austria), dove la blasfemia è di casa: Gesù Crocifisso trasformato in "lancette" per l' orologio. Quell'irriverente stravaganza" è stata "presentata" ( ed approvata) dal Mons. Hermann Glettler, vescovo diocesano, autore di altre strane estrosità contro la sacralità dei simboli cristiani! QUI


AGGIORNAMENTO ore 20:53

QUI l'articolo sulla riuscitissima manifestazione, foto e video