lunedì 10 settembre 2018

Per p. J. Martin SJ lo Spirito Santo è femmina. Eresia o no?


Se Giovanni Paolo I, citando la Bibbia, ricordó che Dio è come una madre per rimarcare l’amorevole sguardo protettivo di Dio sulla Sua prole eletta (e su questo nulla quaestio), se Papa Francesco ha ribadito il concetto dicendo che l’amore di Dio è come una mamma che canta la ninna nanna al figlioletto, va bene. 
MA SE un semplice prete come p. Martin (che Papa, grazie a Dio, ancora non è) dice che lo Spirito Santo é femmina, È SCANDALOSO E INACCETTABILE! La notizia è dello scorso novembre 2017 ma gira adesso sui social. 
Questo scandalo è dovuto maggiormente alle abiette intenzioni del gesuita omofilo: la bandiera arcobaleno su cui campeggia questa eresia è abbastanza eloquente. Dopo gli sforzi per sdoganare il transgender, si vuole anche strumentalmente far cambiare sesso allo Spirito Santo per biechi scopi personali: solo per accontentare tutti i fedeli LGTB. Roba da matti. 
Vergognoso: qui sono tutti matti, e vogliono smantellare tutto, pensando pure di avere ragione.
Facciamo appello alla Congregazione per la Dottrina della Fede perché intervenga.
Roberto 

19 commenti:

  1. Il Martin, la cui faccia sorridente è tutto un programma, è uno che vuole intrufolare il "gender" anche nella Dottrina Cattolica. Probabilmente anche i Vito Mancuso che infestano l'aria saranno d'accordo, sennonché non occorre essere dei super teologi per capire che lo Spirito Santo è maschio, altrimenti non avremmo avuto lo straordinario evento dell'Incarnazione del Verbo nel seno della Sempre Vergine Maria, la quale, senza ombra di dubbio, era femmina. Questi rompiscatole di pseudo preti dovrebbero essere messi alla porta e mandati a quel paese, dove potrebbero continuare a soddisfare le loro perversioni, invece di permettere loro di confondere i fedeli con idiozie all'ennesima potenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, scusate. Non ridimensionano con categorie umane quello che é ultroneo. La trascendenza, come già la Patristica ha dimostrato, non è inquadrabile nelle categorie in cui si inscrive l'umanità; non per niente, nessun filosofo é mai riuscito a dimostrare la vexata quaestio del sesso degli Angeli. Quindi, non vi è alcuna certezza, essendo Dio super partes. Di sicuro, é Uomo il Figlio, nella persona della Parola incarnata. Scusate la precisazione, pedantesca ma necessaria.

      Elimina
    2. essendo uno Spirito mi pare veramente fuori luogo parlare di sesso... a meno che lei ritenga veramente che facendo l'esame del sangue presente sulla Sindone si possa ottenere il Dna dello Spirito Santo

      Elimina
  2. Se interviene la Congregazione per la Dottrina della Fede, inizia tutto un panegirico, lungo qualche mese, e rigorosamente sotto l'egida del Re dell'Universo J.M.Bergoglio, in cui affermano prima un blando no, poi un tenero sì, per continuare con dei non si sa, qualche ma, forse, però, fino ad arrivare ad una ambigua dichiarazione finale che di fatto darà ragione a Martin.

    RispondiElimina
  3. guarda che il fatto che lo Spirito Santo sia femmina è avallato persino da Radio Maria. Non ricordo il nome del religioso ma qualche mese fa sono andate in onda diverse catechesi, alle ore 18.00, su questo tema proprio su Radio Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Persino da Radio Maria". Embeh? E che sarà mai 'sta Radio Maria? E' una radio privata come un'altra diretta da padre Livio, valente alchimista che sa miscelare ottima catechesi cattolica e papismo bergoglista. Davvero un grande nel mischiare le acque.

      Elimina
    2. Beh, se lo dice Radio Maria...

      Elimina
    3. "Radio Medjugorie" che adesso dice che Bergoglio è mandato da Dio...

      Elimina
  4. Un certo Albino Luciani futuro "santo" disse che Dio è "Padre e Madre", destando scandalo all'epoca (Angelus 1978).
    Non avendo sesso (come gli angeli) non so dove sia il problema.
    Trovo più scandaloso il fatto che sia omosessuale e parli di sodomia liberamente.

    RispondiElimina
  5. La Compagnia di S. Ignazio, dimentica della sua missione di Riforma della Chiesa e di evangelizzazione per la quale è nata, sembra colpita da una epidemia di delirio prodotta da una serie di virus, portatori di tutte le ideologie anticattoliche degli ultimi due secoli che Martini (giustamente dal suo punto di vista !) diceva non essere state accolte. Con Bergoglio il sogno di quel cardinale si sta realizzando.

    RispondiElimina
  6. Sarebbe interessante, anche se ripugnante, ascoltare uno "scambio gender" tra il Martin e il Costalunga, l’ex parroco cattolico di Verona che quest’estate si è "sposato" con il suo partner maschio.Sarebbe poi molto interessante ascoltare cosa ne direbbe il papa quale custode della Fede.

    RispondiElimina
  7. Caro Roberto. La Congr. per la dottrina ella Fede non interverrà di certo come non è intervenuta a contrastare le eresie, le bestemmie e le derisioni della dottrina e morale cattolica di quest'ultimo sovversivo decennio,visto che chi sarebbe intervenuto è stato cacciato, ad iniziare dall'odiato Ratzinger.

    RispondiElimina
  8. Ebbravo Martin, questa mi è piaciuta. Fai sapere che tti pigli che voglio provarla anch'io...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meglio di no....diventeremmo volgari.

      Elimina
  9. Se diamo un sesso allo Spirito Santo allora mettiamo in dubbio la verginita' della Madonna oltre che l'onnipotenza di Dio, che con lo Spirito Santo opera. Dio puo' tutto e se oggi l'uomo e'arrivato al concepimento monocellulare figuriamoci Dio l'Onnipotente.La nascita poi non e' avvenuta per via vaginale ma per cesareo senza taglio. Il varco si e' aperto miracolosamente e si e' chiuso senza ferita. Chi come Dio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Apostolo, tutto quello che vuoi, ma resta il fatto che la (la, non il) Vergine era una Donna che ha partorito un Uomo. Chi si scandalizza per il fatto che si parli di sesso in ordine all'Incarnazione, contraddice la Volontà Divina. Il sesso è ciò da cui scaturisce il mondo umano, il mondo animale e il mondo vegetale (forse anche il mondo minerale), in una parola il Creato. Il sesso non solo non è estraneo alla spiritualità, ma ne è, per così dire, una "componente", ed è l'uomo che con il suo libero arbitrio corrotto lo ha ridotto ad una nefandezza. La Sacra Famiglia ci mostra chiaramente i sessi: la Santa Vergine (Donna), san Giuseppe (Uomo) e Gesù (Sacro Maschietto). Dunque la famiglia cattolica ha da santificarsi sulle orme della Sacra Famiglia nella quale i due sessi sono ben determinati e distinti. Che ci siano i sessi, e dunque padre, madre e figlio (o figlia) ce lo rivela la Sacra Scrittura.

      Elimina
  10. veramente essendo uno Spirito mio pare privo di significato discutere sul sesso a meno che pensiate veramente che facendo l'analisi del Dna del sangue della Sindone si possa trovare la componente del "padre" di Gesù Cristo... è probabile che il Gesuita in questione abbia semplicemente ricordato che nella lingua ebraica lo Spirito (così come la Sapienza di Dio) è termine coniugato al femminile
    sinceramente non mi sembra proprio il caso di parlare di eresia

    RispondiElimina
  11. Non diciamo scempiaggini se Dio sia maschio o femmina, categorie del Creato e non del Creatore. A proposito del signor Martin (finiamola di chiamarlo abusivamente né padre, né prete, né alcun altro titolo che non gli compete), la sua violenza contro la grammatica è violenza contro la verità.

    RispondiElimina
  12. Voglio tornare alla Fede umile dei parroci di campagna che nella austerità di pievi millenarie, recitavano Messa in maniera dignitosa e soprattutto rivolti a Dio. Oggi facciamo troppi discorsi perdendo il senso autentico della semplicità che è anche la forza della Fede.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.