mercoledì 10 gennaio 2018

Loreto, Pontificia Basilica della Santa Casa: i nuovi banchi senza inginocchiatoi. Raccolta di firme per chiedere inginocchiatoi anche per la Comunione dei fedeli.

Loreto, Pontificia Basilica della Santa Casa. Un fedele ci ha inviato questa foto: sono dei nuovi banchi della Basilica costruiti senza inginocchiatoi

I fedeli e i pellegrini, anche quelli più anziani, riusciranno egualmente ad inginocchiarsi sul pavimento  durante la Consacrazione e dopo aver ricevuto la Santa Comunione come fecero per secoli  schiere di  pellegrini venuti da ogni parte del mondo?


Dopo la dolorosa rimozione del Tabernacolo  dal Sacello della Santa Casa ( la Madre separata dal Figlio v. QUI; ricollocato solo per la visita di Benedetto XVI QUI) la foto dei nuovi banchi senza gli inginocchiatoi è dunque il triste emblema di una distorta concezione liturgica che auto-compiacendosi delle fallate cerimonie-iper-partecipative  cerca di  impedire  ai fedeli di tributare  la dovuta adorazione a Gesù Eucaristia prima, durante e dopo il Santo Sacrificio della Messa.

Osservando quei freddi banchi collocati in Basilica (ordinati  prima dell'arrivo del nuovo Arcivescovo Prelato - che dunque non c'entra niente-) vi scorgiamo  impressi i contorni di un evoluto  e borioso rito che non prevede alcun tipo di inginocchiamento ne' di genuflessione. Purtroppo abbiamo davanti ai nostri occhi le consuete ma dolorose immagini delle Messe in San Pietro senza le genuflessioni del Celebrante e, ancor più dolorosa, l'adorazione al Santissimo Sacramento fatta in piedi.

Tutti siamo profondamente dispiaciuti per la  vistosa diminuzione dei pellegrini a Loreto: un fenomeno che da qualche anno affligge il celebre Santuario che custodisce, per divino volere, la Casa dell'Incarnazione del Verbo. 

La disaffezione dei pellegrini nei confronti del Santuario della Santa Casa è espressione tangibile dei "segni dei tempi" : più abbondano infatti nei Santuari le "novità",  per cancellare nel nome di una pretesa modernità-illuminista  ogni residuo di devozione e di adorazione, più diminuiscono i fedeli...

Dobbiamo onestamente domandarci perchè in una nota località dall'altra parte dell'Adriatico migliaia e migliaia di fedeli preferiscono camminare a piedi nudi fra le rocce; stare lungamente in ginocchio  per recitare il Santo Rosario ed adorare il Santissimo Sacramento;  praticare sistematicamente la  penitenza e il digiuno rigettando concretamente ogni genere di comodità che fa rima con modernità... 

Eppure in tutto l'Orbe Cattolico non esiste un Santuario Mariano più importante  della Santa Casa di Loreto traslata miracolosamente dagli angeli: "reliquia perché è "resto", cioè parte superstite della dimora nazaretana di Maria" (San Giovanni Paolo II

Quanti Santi e Sante di ogni epoca hanno avuto la divina ispirazione di recarsi in Santa Casa per pregare e devotamente baciare le mura di quell'umile casetta: "Hic Verbum caro factum est"!

La Provvidenza ha disposto che proprio in questi giorni dei gruppi di fedeli  stanno promovendo, a livello nazionale, una raccolta di firme da consegnare ai Vescovi: "Chiediamo gli inginocchiatoi per i fedeli che vogliono ricevere Gesù-Eucarestia in ginocchio". 

Per firmare cliccare QUI .

 
AC 


Foto 2: i vecchi banchi  con inginocchiatoi in prossimità dell'Altare




25 commenti:

  1. Al Santuario di Concesa c'è stato per una decina d'anni l'inginocchiatoio per la comunione in ginocchio prima che venisse tolto tre mesi fa con un "colpo di stato"

    RispondiElimina
  2. O colpo di testa?

    RispondiElimina
  3. L'inginocchiatoio? Ma siamo impazziti? Cos'è questo strumento di umiliazione? Inginocchiarsi davanti a chi? La liturgia (sic) moderna è uno spettacolo a cui assistere in tutta comodità! Anzi, è meglio evitare anche di alzarsi in piedi e restarsene seduti ad applaudire. I responsabili della Basilica? Vanno immediatamente rimossi e mandati al confino.

    RispondiElimina
  4. Loreto è una basilica pontificia e, pertanto, deve adeguarsi e distruggere tutte le strutture che 'puzzano' di tradizione dottrinale e devozionale e sconvolgere sempre più la liturgia le cui rubriche imponevano, in certi momenti, la genuflessione, visto che un certo 'pontificato' inizia con il proclama :" è ora di finirla con queste carnevalate"!.

    RispondiElimina
  5. Ingenuo chi pensi che dietro a tutto questo non ci sia una precisa volontà. Fateci caso, tutto è architettato per normalizzare e perdere fedeli. L'obiettivo è inaridire la chiesa e questo accade già da un 50ennio e passa.

    RispondiElimina
  6. Maledetti preti apostati e mmassoni! W il Vetus Ordo! Stupidi emissari del demonio, pensate che all'inferno abbiate di ritorno qualcosa? Stolti del menga!

    RispondiElimina
  7. sono di loreto e posso solo smentire questa notizia, diciamo che la metà dei banchi possiede dove inginocchiarsi, l'altra metà è come ritratta dalla foto, prima di questi nuovi banchi c'erano le SEDIE e dei banchi vecchissimi dove evitavi di metterti seduto per quanto erano scomodi...da parte mia mi sono sempre inginocchiato con o senza inginocchiatoi...pax et bonum

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi caro amico loretano i nuovi banchi sono appunto senza inginocchiatoi esattamente come la foto testimonia.
      Pax et bonum

      Elimina
  8. Anche nel santuario di Monza, sempre gestito da Carmelitani è stato rimosso l'inginocchiatoio
    Per la S. Comunione. Ormai anche loro hanno deciso di obbedire agli uomini anziché a Dio.
    Eccome se c'è una regia dietro tutto questo.

    RispondiElimina
  9. Beh, in effetti anche la lavanda dei piedi è una carnevalata, toglierei anche quella...

    RispondiElimina
  10. Tutti quelli che credono che il sacrificio sia una via verso dio e credono che vedere un uomo in ginocchio o a piedi nudi sulle rocce gli faccia piacere beh sappiano che non solo lo stanno invece profondamente offendendo ma travisato completamente i vangeli e Isaia. Non sono cose gradite a dio come anche le troppe preghiere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Tutti quelli..."

      Tutti quelli che rosicano per questo blog dovrebbero pensare a una congrua psicoterapia. LOL

      Elimina
  11. Egregio Di Natale, lasci perdere.

    RispondiElimina
  12. Mi reco al Santuario loretano ogni anno d'estate e devo dire che la cosa che già mi aveva sconcertato -e non poco- è stato lo spostamento delle confessioni all'esterno della Basilica già da un paio di anni. Locale bello, accogliente con un visore gigante che indica in quale confessionale andare....porcherie moderne! Ricordate tutti quei frati disseminati nelle varie cappelle della Basilica pronti ad attendere il penitente dopo la visita alla Santa Casa? Niente più! Tutti fuori, salvo la monaca che attende i pellegrini per un dialogo, al posto della Confessione...!!!Non è che non abbiamo ancora toccato il fondo, è che stiamo scavando al di sotto!

    RispondiElimina
  13. jacqueline masi lanteri12 gennaio 2018 16:19

    Co0n rispetto per tutte le opinioni, pubblico la mia: l'inginocchiatoio é uno strumento che aiuta a piegare le ginocchia in adorazione a Dio, al cui nome tutti si prostreranno e piegheranno le ginocchia in Cielo, in terra e sottoterra. Così come sarebbe opportuno che la Santa Comunione si potesse ricevere in ginocchio- Basterebbe mettere una panca con inginocchiatoio davanti alle balaustre (se ci sono ancora9 o davanti all'altare e coloro che ricevono la comunione in bocca, lo possano fare con la massima devozione: umiltà e adorazione.

    RispondiElimina
  14. Scusatemi, ma c'è un documento della Chiesa che vieta la genuflessione l'ha domenica,e non stiamo parlando dell'anno scorso, ma del concilio di Nicea, inoltre non capisco l'accostamento tra concilio Vaticano secondo e spettacolo, dal momento che la messa è diventata più seria, permettendo ai fedeli di capire cosa fanno e non di assistere a un rito che aveva perso ogni significato. Per ultimo,ho notato nei commenti la preoccupazione per gente che con questi cambiamenti non va più a messa, paragonabile a quella di alcuni parroci che temono la chiesa vuota. Ma stiamo facendo proselitismo per caso? I numeri sono la cosa importante? Io credo di no...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "La messa è diventata più seria". Ma mi faccia il piacere ...

      Elimina
    2. "l'ha domenica"

      Rosicata sgrammaticata. Ih! Ih!

      Elimina
    3. Messa più seria? Nella mentalità dei novatori, per aver sostituito equivocamente il sacerdozio ministeriale con l'assemblea, abolito antiche e chiare preghiere, il continuo vociare, il frastuono di chitarre e tamburelli, cortei con bottiglie di vino e caciotte fino a balli semiosceni etc. etc. Purtroppo il ' De gustibus ' non è verità.

      Elimina
    4. "proselitisimo" èil capolavoro finale

      Elimina
  15. Anonimo 13:42 che ha scritto "dal momento che la messa è diventata più seria..." Allucinante, semplicemente allucinante !

    RispondiElimina
  16. Che la Messa NO sia " diventata più seria" è il vano tentativo di difesa d'ufficio della riforma liturgica, distruzione ideologica e non revisione, contro ogni evidenza dei fatti, chiaramente documentati. I guasti dottrinali e rituali, fino alla profanazione, così come l'iter delle subdole manovre per arrivarci sono sotto gli occhi di tutti. Se c'è un rito che " ha perso ogni significato" ( teologico ovviamente ), questo è il NO.

    RispondiElimina
  17. D'accordo allora, torniamo a celebrare una messa vuota fatta di segni che nessuno capisce, in una lingua che nessuno capisce, fatta di preghiere che nessuno capisce. Continuiamo a fare i rosari in chiesa mentre il prete di sussurra la messa da solo, continuiamo ad andare a messa perché si, senza interrogarci sul vero significato, e continuiamo a pensare che, poverino, Cristo è morto sulla croce dimenticandoci che è anche risuscitato. Avete ragione: la messa di prima era MOLTO più seria.
    P.s.: sarei io quello che rosica? Non siete voi che avete aperto un blog contro Nostra Madre Chiesa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo delle 08:13, la Messa di sempre sarebbe una "messa vuota"? Hai un po' di confusione in testa, forse un bravo psicoterapeuta svelerebbe il mistero della tua frequentazione di questo blog (un blog che mi sembra ti faccia impazzire...).

      Elimina
  18. La messa di sempre non è vuota, mi sono espresso male: è vuota adesso, dal momento che si è perso il senso dei segni. Quante persone sanno perché il prete celebrava con le spalle al popolo? O quante conoscono il senso del bacio all'altare? E quanti ignorano anche la semplice traduzione di "amen"? La messa moderna, che tanto bistrattate,è un modo di riavvicinare il rito al popolo. Ratzinger, che ha sempre appoggiato il latino come lingua ufficiale della Chiesa, ne considera stupido l'utilizzo durante le messe domenicali (introduzione al cristianesimo) proprio per questo motivo. Per inciso, poi, non frequento il blog, questo è l'unico articolo che ho letto,e di cui sto seguendo i commenti, e farò un pensierino sull'idea di uno psicoterapeuta XD la pace...

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.