venerdì 19 gennaio 2018

"Flop" della Messa del Papa in Cile?

Prima di prendere l'aereo che lo avrebbe portato in Perù (durante il quale avrebbe poi avuto la brillante idea di amministratre il sacramento del matrimonio ad una coppia di assistenti di volo - senza, si presume, assolverli dal peccato di concubinato dichiarato), il Papa ha celebrato la Messa nel Campus Lobito di Iquique, ultima tappa della sua visita in Cile. 
Erano attesi 300.000 fedeli ma solo 90.000 circa sono andati ad assistere. 
A vedere queste foto viene proprio da dire: "La desolazione di Francesco" (parafrasando il noto film tratto dal romanzo di Tolkien). 
Non facciamo commenti, ma ovviamente c'è qualcosa che non quadra. 
Se non fosse una cosa molto preoccupante, sarebbe divertente ascoltare le elucubrazioni della corte bergogliana nel sforzarsi a trovare spiegazioni a tale flop.  

Foto tratte dal sito del quotidiano Cileno "El Comercio", del 18.01.2018.
Roberto




44 commenti:

  1. Voi di MIL non sapete più a cosa attaccarvi... ma per favore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però sei sempre qui a piagnucolare...

      Elimina
    2. Dove sono finite le folle oceaniche del "Papa della ggggente"!?

      Elimina
    3. è una realtà di fatto, ed è tristissima. Il Cile è (era) una nazione cattolica ed è assurdo che alla messa del papa ci siano meno persone che ad un incontro di calcio. C'è qualcosa che non quadra, bisogna porsela questa domanda ? E perché la Chiesa cilena non ha organizzato e preparato l'incontro ? e se lo hga fatto perché ha avuto così poca risposta ? cosa sta accadendo in america latina ? Come viene vissuto questo papato?

      Elimina
    4. Se non ti piacciono queste foto guarda pure i servizi su tv2000 così ti rincuori. Ma purtroppo la realtà è anche questa.

      Elimina
    5. No, no, c'erano proprio quattro gatti! Per fortuna!

      Elimina
  2. Beh, un perdente che provoca diminuzione di cattolici non può poi pretendere che molti cattolici vadano a salutarlo.

    RispondiElimina
  3. Un po' come lei....

    RispondiElimina
  4. Pensate che Bergoglio sia dispiaciuto per la scarsa presenza di fedeli?, NO, il suo obiettivo era distruggere la fede cattolica e ci sta riuscendo perfettamente. Quando avrà reso del tutto vuoti i seminari, quando a piazza san Pietro non ci sarà più nessuno ad ascoltarlo dirà tra se e se "finalmente"! e allora si farà intervistare e dirà: "avete visto ? la fede cattolica non è adeguata ai tempi, bisogna cambiarla" e allora vai con l'abolizione del celibato sacerdotale, con le diaconesse, con l'abolizione della Confessione, con matrimoni di divorziati ed omosessuali, con l'abolizione del Credo, con l'Eucarestia ridotta ad un simulacro, con le messe ecumeniche. Chiese, quadri, arredi, Ostensori, calici, codici tutto sarà venduto per fare quattrini tanto non serviranno pi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La fede non si mercanteggia:è fede. Tutto il resto è noia. Papa Francesco è!! Non ha bisogno di spiegare o barattare lui.....è

      Elimina
    2. Osservazioni quasi profetiche! Bergoglio è il Distruttore!

      Elimina
    3. Infatti è questo che vuole distruggere tutto, e ci sta riuscendo in pieno, per poi mettere in piedi la sua chiesa mondialista atea in accordo con tutti i suoi accoliti atei e materialisti.Io mi sono posto la domanda: ma i cardinali riuniti in conclave, è vero che erano tutti conciliari e seguivano le norme di tutte le nuove leggi del concilio vat.II, ma anche tutti loro volevano distruggere la Dottrina bimillenaria Cattolica, erano pienamente d'accordo per eleggere proprio lui, e nessuno può dire che non lo conosceva, perchè tutti anche i bambini ormai conoscevano dove voleva arrivare il concilio vat.II, e conoscevano la teologia della liberazione in tutte le sue forme. Pertanto erano tutti d'accordo a volere chi si prendeva la responsabilità di distruggere tutto.

      Elimina
    4. Per fortuna che il padre a provveduto per tempo ricominciando da zero ricominciando dalla culla di Gesù bambino e stringendo una nuova alleanza con la Chiesa cristiana universale della nuova Gerusalemme il Padre non sta fermo lo spirito santo agisce é vivo

      Elimina
    5. "...a provveduto..."

      Ih! Ih! Grazie anche per la punteggiatura, che facilita la lettura.

      Elimina
  5. MIL ha fatto solo una constatazione. Sarebbe ora di finirla con questi iperbolici e continui viaggi dei papi, ormai a ritmo settimanale,dai quali si aspetta invano, la crescita della fede, mentre restano solo spettacolo e vuoto culto della personalità, da parte di folle curiose di avvenimenti divertenti. La Chiesa ha evangelizzato il mondo con i papi seduti sulla loro sedia apostolica.

    RispondiElimina
  6. Ti brucia? I fatti non mentono, sono lì da vedere.

    RispondiElimina
  7. Le folle seguivano Gesù perché aveva parole di Verità e parlava con autorità . Possiamo dirlo di colui che ora dovrebbe essere il Suo Vicario?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SIII..... ma ai tempi di Gesù si stava cominciando a mettere in piedi il Cristianesimo, la Chiesa, oggi la Chiesa, dopo duemila anni è estesa in tutto il mondo, ha migliaia di vescovi, oltre duecento cardinali che potrebbero rappresentare il Papato in ogni angolo del mondo, ha i sacerdoti, le suore, centinaia di ordini religiosi e missioni in tutto il mondo; e questo fa capire che non serve che il Papa in persona deve fare ciò che si fa da 50 anni a questa parte. E' sufficiente parlare in mondovisione e tutti vedono e sentono come avviene per il presidente dell'ONU o degli USA o della Cina o quante ne volete. il fatto che chi rappresenta il Dolce Cristo in terra debba viaggiare in continuazione non ha senso, oppure senso ora ce l'ha - Bergoglio ci sta facendo vedere come fine del concilio vat.II a che punto si è completamente distrutto tutto, per riedificare il contrario della Dottrina Cattolica Apostolica e mettere in piedi una chiesa mondialzzata e globalizzata che va a braccetto col mondo ateo.

      Elimina
  8. La frase "amministrare il sacramento del matrimonio" non è esatta, visto che i ministri del matrimonio sono gli sposi e dunque il sacramento se lo amministrano da sé. Resta inteso che non è chiaro se i due ministri sapessero queloo che facevano e dunque se il matrimonio sia valido.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hanno ' celebrato' il matrimonio come intendevano Renzo e Lucia, solo che il don Abbondio di turno, questa volta, è stato contentissimo !

      Elimina
  9. Si tratta per lo più di povera gente che deve fare centinaia se non migliaia di kilometri, magari con mezzi di fortuna, per andare alla messa del Papa. E' ovvio che va chi può.
    Però a voi che contestate le messe con folle oceaniche un pusillus grex dovrebbe andare bene o no? Non vi va mai bene nulla. Siete proprio dei lefebvriani impenitenti. Scismatici!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meglio lefevriani che modernisti (cloaca maxima di tutte le eresie!)...orgogliosi di essere cattolici!

      Elimina
    2. "Scismatici!"

      Usti, che veemenza!

      Elimina
  10. Non dobbiamo certo gioire se è andato a Messa solo un terzo dei fedeli previsto. Queste Messe oceaniche e dispersive forse non aiutano a confermare nella fede i popoli, opera diuturna e capillare sulle singole anime.

    RispondiElimina
  11. L'anonimo nega l'evidenza.
    TEOFILATTO

    RispondiElimina
  12. se non hanno fatto la comunione non era indispensabile la preventiva assoluzione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cosa dici! Un Sacramento,come il matrimonio, per infondere l'efficacia della Grazia sacramentale deve essere ricevuto in stato di Grazia personale

      Elimina
    2. Eccerto!! Si studi il Catechismo!!

      Elimina
  13. E' questo quello che voglio, ci stanno riuscendo in pieno. Che desolazione....

    RispondiElimina
  14. Sono d'accordo sul fatto che è una tragedia la scarsità di persone alla messa delPapae non si puó gioire per questo in chiave antibergogliana. Chi lo fa è un irresponsabile. Sulla giustificazione da un commentatore esposta che la scarsitá di persone presenti è dovuta allappvertà della gente chenon puó permettersi di spiatarsi, ci andrei molto cauto. Ammesso che sia vero, mi chiedo: la chiesa cilena non lo ha previsto? Se non è stata in grado di prevederlo vuol dire che vive completamente disconnessa dalla realtá in cui opera.

    RispondiElimina
  15. La gente la puzza di falso la sente... E questo e' il risultato. Che "sola" che ci hanno mandato da Baires!!!

    RispondiElimina
  16. Anonimo delle 17,41: chissà perché quando in questi Paesi ci andavano Giovanni Paolo e Benedetto c'era sempre il pienone!

    RispondiElimina
  17. certo che per la povera gente sarebbe stato un sacrificio andare alla Messa del Papa. Un sacrificio che fino a poco tempo fa e a pochi Papi fa, il popolo cattolico avrebbe fatto molto volentieri. Adesso si chiedono: "Chi ce lo fa fare ? "

    RispondiElimina
  18. E' sabato 20 e sto guardando l'ineffabile trasmissione "A sua immagine". Un pianto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gentile don Pasquale, ma chi glielo fa fare? Gesù non ha detto di essere masochisti!

      Elimina
    2. Se non riesce ad essere obbediente al Papa può anche lasciare la talare..di Sacerdoti disobbedienti c’è ne sono anche troppi!

      Elimina
    3. Bella la rosicata del frustrato delle 20:02. Ih! Ih!

      Elimina
  19. Tutto preparato. La confessione puo' anche darla sul volo.
    E' il battesimo precedente per i cattolici indispensabile dimostrarlo.
    Quindi o verificato/preparato prima o nullo.

    RispondiElimina
  20. Al di la delle considerazioni di parte, è veramente imbarazzante, alla sagra della tellina sotto casa mia c'è molta più gente

    RispondiElimina
  21. Il disastro Bergoglio è sotto gli occhi di tutti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bergoglio è il capobastone di una cricca potente, che specula con l'immigrazione a scapito degli italiani. Che quello di Bergoglio sia un moralismo ipocrita non ci vuole molto a capirlo.

      Elimina
  22. non c'è dubbio, sono quattro gatti

    RispondiElimina
  23. L’unico fatto fondamentale è questo: chi non riconosce e/o non rispetta Papa Francesco per quello che è nonché per quello che rappresenta è fuori dalla Chiesa Cattolica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "L'unico fatto fondamentale è questo: questo blog mi fa impazzire ma non posso fare a meno di frequentarlo devastandomi la psiche".

      Elimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.