venerdì 1 settembre 2017

Le parole di Gesù a Pietro


pietro
Qualche citazione interessante ma da far tremare i polsi riguardo alla situazione ecclesiale attuale.

L



Le polemiche sull’attuale papa sono tante, e, per vastità, inedite. Non capiscono la sua politica con la chiesa patriottica i cattolici cinesi; sono dubbiosi i cattolici per la vita e la famiglia, che non lo sentono quasi mai parlare dei temi essenziali, dei cosiddetti principi non negoziabili; sono sconcertati coloro che assistono alla guerra contro l’Ordine di Malta, contro i Francescani dell’Immacolata…; sono smarriti coloro che lo sentono intervenire contro Trump, ma non contro la Clinton, oppure coloro che ritengono che ambiente e immigrati non siano tema di pertinenza del successore di Pietro…; sono basiti coloro che vedono le nomine di Vincenzo Paglia, James Martin….; oppure, ancora, coloro che lo sentono elogiare e celebrare Lutero ed altri meno famosi eretici…

Ma Gesù, nel Vangelo, cosa ha detto a Pietro?

E io ti dico che sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa e le porte dell’inferno non prevarranno contro di essa. 

Ora la domanda è: come mai oggi, per la prima volta, un papa in carica e un papa emerito?

Risposta, per ora, non c’è… Antonio Socci ha però messo in chiaro che Benedetto XVI non veste da 4 anni il vestito bianco perchè gli manca la talare nera…

E poi?
Ed egli disse: «Vieni!». Pietro, scendendo dalla barca, si mise a camminare sulle acque e andò verso Gesù. Ma per la violenza del vento, s’impaurì e, cominciando ad affondare, gridò: «Signore, salvami!». E subito Gesù stese la mano, lo afferrò e gli disse: «Uomo di poca fede, perché hai dubitato?». Mt, 14, 29-31
Vade retro, Satana! Tu mi sei di scandalo, perché non pensi secondo Dio, ma secondo gli uomini Mt, 16,23-24
E Pietro gli disse: “Anche se tutti si scandalizzassero di te, io non mi scandalizzerò mai”. Gli disse Gesù: “In verità ti dico: questa notte stessa, prima che il gallo canti, mi rinnegherai tre volte“ Mt, 26, 33-34
S. Paolo afferma: «Ho resistito in faccia a Pietro, poiché era reprensibile… alla presenza di tutti» (Epistola ai Galati, II, 11-14). Paolo ebbe il coraggio di correggere Pietro; Pietro ammise l’errore. Paolo corresse Pietro davanti a tutti: come i 4 cardinali oggi?

In conclusione, tra i tanti santi possibili, ne citiamo due:

San Roberto Bellarmino: «Com’è lecito resistere al Pontefice che aggredisce il corpo, così pure è lecito resistere a quello che aggredisce le anime o perturba l’ordine civile, o, soprattutto, a quello che tenta di distruggere la Chiesa. Dico che è lecito resistergli non facendo quello che ordina ed impedendo la esecuzione della sua volontà: non è però lecito giudicarlo, punirlo e deporlo, poiché questi atti sono propri di un superiore». 

San Vincenzo da Lerino: “Dio alcuni papi li dona, altri li tollera, altri ancora li infligge”