sabato 22 luglio 2017

Simone Veil è dinanzi al suo Giudice. Ed alle sue vittime…

Fraternité...
La "madre" dell'aborto in Francia, Simone Veil, è morta il 30 giugno scorso.
Ora è già davanti al giudizio di Dio.
Gli amici della TFP hanno pubblicato questo commento.
L


Parigi, 1 Luglio 2017

La Sig.ra Simone Veil è deceduta venerdì u.s., il 30 Giugno 2017, all’età di 89 anni. Della sua lunga carriera politica, la Storia riterrà senza dubbio che fu lei che ha promosso la legalizzazione  dell’aborto in Francia.



Non fu la sola a portare avanti questa lotta ma accettò volentieri di esserne l’icona, come lo dicono - non senza cattiveria - i media che hanno fatto di lei, col passare del tempo, una specie di santa della Repubblica.

Questa canonizzazione mediatica era stata acquisita quando ancora vivente. Adesso che si è appena spenta non fa altro che amplificarsi come accade spesso in tali circostanze. Tuttavia ci saranno voci che non pronunceranno nessun elogio e peraltro nessuna condanna, perché sono quelle degli innumerevoli nascituri soppressi in tutta
legalità dalla sera di quel Gennaio 1975.



La vittoria della Sig.ra Veil firmava in quel giorno la loro condanna a morte. Al momento del voto della legge eponima ["Legge Veil"] si calcolava il numero degli aborti in Francia a 60.000 l’anno; oggi ha sorpassato largamente i 200.000 aborti annui.

Legalizzato, banalizzato e persino promosso, l’aborto è divenuto un sacro diritto trasformandosi in oggetto di  un culto di cui la Sig.ra Veil – tra le nuvole di incenso che l’accompagnavano – era la grande sacerdotessa. Adesso, lontano, molto lontano dagli omaggi di questo mondo, lei si trova dinanzi al suo Giudice ed alle sue vittime.

Droit de naitre auspica che il sangue di queste vittime non ricada sulla Francia e che un giorno, infine, siano loro a suscitare presso al popolo francese, le lacrime che la loro morte merita.

Georges Martin
Incaricato della Comunicazione

4 commenti:

  1. Madre Teresa di Calcutta : i vostri bimbi dateli a me .
    Poi Madre Teresa parlo' della poverta' dell'Occidente , specialmente della poverta' morale e spirituale dei paesi progrediti . L'amore verso Gesu' e' esigente , a volte chiede molto , troppo . Una buona vita da vivere e' avere Gesu' con noi che ci ama . Ogni figlio deve essere considerato figlio di tutti e prima ancora figlio di Dio . Dobbiamo sacrificarci se puntiamo al Paradiso .
    https://books.google.it/books?id=2P6kkgBRD3gC&pg=PA56&lpg=PA56&dq=i+vostri+bimbi+dateli+a+me&source=bl&ots=0awQ7KwY4S&sig=lYDiPmGEqseIwrrtoaIquEy6mqY&hl=it&sa=X&ved=0ahUKEwjLwoO4op3VAhWJfhoKHTy4DjwQ6AEIJjAA#v=onepage&q=i%20vostri%20bimbi%20dateli%20a%20me&f=false
    Io mi sono opposto a questo massacro con proteste , lettere e/o quant'altro , oppure mi sono voltato dall'altra parte ?
    Anche io ho contribuito a mettere da parte Dio ?

    RispondiElimina
  2. Azzeccatissima l'accoppiata della faccia della "sacerdotessa" Veil con il sinistro "altare" della "libertà, fraternità e uguaglianza": la ghigliottina.

    RispondiElimina
  3. Aggiornamento da Parigi: non si capisce a quale titolo, sarà sepolta al Pantheon francese insieme al marito Antoine, che per l' occasione verrà addirittura esumato dal cimitero di Montmartre dove è sepolto. Jean d'Ormesson, accademico di Francia, l' ha definita una "santa". Meno male che per noi, ma anche per i cosiddetti"grandi" di questo mondo, esiste quella che il grande Totò chiamava,"'a livella"...

    RispondiElimina
  4. Appena sento le cifre sugli aborti praticati mi viene da piangere....

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.