giovedì 15 giugno 2017

A Roma Papa Francesco non vuole la processione del Corpus Domini e la sposta alla domenica

 dal blog di Raffaella (15.06.2017)

Cari amici,
ho riflettuto a lungo prima di scrivere questo post. Ho letto vari commenti anche sui social e credo che la regola base sia quella di non pensare subito al peggio. Tuttavia ci si chiede come mai Benedetto XVI non compaia più nemmeno in fotografia da un po' di tempo e precisamente da quando sono divampate (inutilmente) le polemiche sulla sua postfazione al libro del card. Sarah.
Non vorremmo fare 2+2 e saltare subito alle conclusioni (anche perchè sembra che 2+2 non faccia più 4 e che il Diavolo sia una sorta di invenzione), ma qualche domanda ci sorge spontanea.
Innanzitutto ci auguriamo che Benedetto stia bene e che l'eventuale scelta di prendersi qualche settimana di riposo, non ricevendo ospiti, sia frutto di una sua decisione e non di qualche "suggerimento" altrui.
Speriamo di avere al più presto qualche risposta.
Oggi è la Solennità del Corpus Domini che, per la prima volta, non sarà celebrata a Roma. La Santa Messa e la Processione sono state rinviate a domenica, come si usa fare in Italia. Peccato che il nostro Paese non sia il centro del mondo ma tant'è. Ho letto che lo spostamento permetterà una maggiore affluenza di fedeli. Non ne vedo la ragione onestamente visto che la chiesa non dovrebbe guardare solo ai numeri. Inoltre con Papa Benedetto non ci sono mai stati questi problemi come ben testimoniato dai due video seguenti. R. 



*

39 commenti:

  1. Calcoli..calcoli...calcoli..
    Donaci occhi, Signore, per vedere la tua gloria..

    RispondiElimina
  2. Cambiare...cambiare...cambiare...innovare...innovare...innovare...sfasciare...sfasciare...sfasciare...bergogliare...bergogliare...bergogliare...








    RispondiElimina
  3. quest'anno la domenica successiva, ma sicuramente come solito lui non la segue - l'anno prossimo comandano gli islamici dell'ISIS suoi amici e verrà tolta, eliminata come suo pensiero - io leggo nei pensieri, ma guarda caso poi si avverano (tutto cio che ho previsto dopo il concilio vat.II si è attuato)-

    RispondiElimina
  4. Più che il giorno il problema è che bergoglio non ha mai partecipato alla processione del Corpus Domini. Quasi lui fosse superiore teologicamente a certe tradizioni di popolo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A dire il vero partecipò solo una volta ma a piedi, perché per esigenze di umiltà gli era interdetto l'uso del carro! Per cui data la veneranda età preferisce farsi trovare a Santa Maria Maggiore...

      Elimina
  5. Ma c'è bisogno del papa per fare la processione del Corpus Domini?
    Non c'è in tutta Roma un pretino in talare disposto ad organizzarla?
    Sarebbe ora che qualcuno gli dimostrasse che non c'è affatto bisogno di lui.
    Questo non lo fa, quest'altro nemmeno..... che ci sta a fare ancora non l'ho capito.
    Anzi, se si toglie di torno non farò nemmeno la fatica di capirlo.

    RispondiElimina
  6. E basta con questo cercare il pelo dell'uovo in ogni cosa. Benedetto XVI ultimamente non si fa più vedere? E che significa? Forse concedeva interviste e posava per i fotografi un giorno sì e l'altro pure? Quanto tempo è passato dalla famosa prefazione al libro del cardinale Sarah? A malapena un mese, un pò poco per dire che non si fa più vedere in giro (d'altronde, visto che si lavora tanto di supposizioni, non è che quella prefazione è stata pubblicata con l'approvazione di Francesco? Vi immaginate che abbia saputo di essa dai giornali?). E per quanto riguarda la processione del Corpus Domini, io non sono un esperto di affluenze dei pellegrini, forse è giusto o forse no, ma dove sarebbe il danno effettivo se si sposta alla domenica, come da calendario liturgico italiano? Forse le processioni celebrate la domenica hanno meno valore di quella celebrata il giovedì? Anzi, se il papa lo fa per garantire un maggior numero di fedeli, non è meglio? La Chiesa non deve guardare solo ai numeri, certo, ma allo stesso tempo deve annunziare la Parola a tutti. E il motivo non è attirare i fedeli (come se prima ce ne fossero pochi) ma attirare ancora più fedeli, per risvegliare sempre di più l'adorazione verso Lui.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dove sta il problema??? Glielo spiego subito! Sta nel fatto che la festa del Corpus Domini è stata voluta e richiesta da NS Gesù Cristo e tramite la b Giuliana di Liegi e papa Urbano iv estesa a tutto l orbe cattolico! Qui sta il PROBLEMA caro lettore! Che la chiesa italiana,dai tempi dei governi DC è sempre pronta a calare le braghe,infischiandosene ampiamente di quello che Dio lechiede! questo è il problema...il dominio della religione naturale non più cristiana!
      da ultimo,visto che il Vaticano è uno stato sovrano,non credo avrebbero avuto difficoltà nel concedere ai dipendenti in giorno di ferie per partecipare alla processione che a roma si compie dal 1264. Vergogna
      stefano Toson

      Elimina
    2. Dunque l'articolo sbaglia, la processione del Corpus Domini a Roma è stata abolita, non spostata di data seguendo il calendario liturgico italiano, ora è tutto chiaro! (scherzo ovviamente, voglio solo far notare che la sua risposta è fuori luogo, perchè non si parlava dell'origine della celebrazione).
      Inoltre, la processione viene spostata solo per i dipendenti del Vaticano? Sono rimasti solo loro di cattolici a Roma? Va bene che come numero di fedeli in Italia non stiamo benissimo, ma ora non esageriamo. Se poi si riferiva ai dipendenti in generale di Roma, ce lo vedo il Vaticano a chiedere a tutte le aziende di Roma di dare le ferie ai loro dipendenti, con AMPIE possibilità di essere ascoltato. Ma non voglio credere che lei sia così ingenuo.

      Elimina
  7. Derisioni... derisioni... derisioni... sospetti trattati come certezze... calunnie... calunnie... calunnie... ma cosa può avere di cristiano questo blog?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo, nulla di cristiano ma solo sospetto e cattiverie.

      Elimina
  8. sono molto amareggiato nel constatare che da tempo questo sito e' diventato il semiufficiale portavoce dei vari antipapisti, sconsolati che il Santo Padre non faccia cio che a loro conviene e piace. Forse questi signori compresi alcuni cardinali di SRC farebbero bene a rileggersi alcune pagine del catechismo che illustra l'atteggiamento dei fedeli e della persona del Pontefice Romano; infallibile nella sua dottrina e ispiarto continuamento dallo Spirito Santo. Che Iddio protegga la Santa Chiesa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Raphael Fodde, mi sa che lei il Catechismo non l'ha mai aperto, ose lo ha fatto chissà dove stava con la testa. Studi, studi, studi di più, così eviterà di dire fesserie.

      Elimina
    2. 6]Mi meraviglio che così in fretta da colui che vi ha chiamati con la grazia di Cristo passiate ad un altro vangelo. [7]In realtà, però, non ce n'è un altro; solo che vi sono alcuni che vi turbano e vogliono sovvertire il vangelo di Cristo. [8]Orbene, se anche noi stessi o un angelo dal cielo vi predicasse un vangelo diverso da quello che vi abbiamo predicato, sia anàtema! [9]L'abbiamo gia detto e ora lo ripeto: se qualcuno vi predica un vangelo diverso da quello che avete ricevuto, sia anàtema! [10]Infatti, è forse il favore degli uomini che intendo guadagnarmi, o non piuttosto quello di Dio? Oppure cerco di piacere agli uomini? Se ancora io piacessi agli uomini, non sarei più servitore di Cristo!

      San Paolo - Lettera ai Galati

      Elimina
    3. Giustissimo! Che Dio protegga la s. Chiesa dalla setta di apostati che hanno preso il potere e lo gestiscono con arroganza faziosa.

      Elimina
    4. Non è questione di antipapismo caro lettore! La questione è che il Signore ci ha dotato di fede,soprannaturale,coniugata alla ragionevolezza che è differenza specifica dell uomo...la fede cattolica possiede una forte dimensione logica (loghike latreia.. di cui parla san paolo)

      ora non si tratta di contestare il papa,ma di accendere il cervello per 'discernere' quanto egli dica...dal momento che è sempre difficile distinguere quando parli da gesuita da quando parli da papa.
      chi non fa questa semplice orerazione, quella di collegare orecchie e cervello quando parla il papa, agisce come un fondamentalista che si butta acriticamente nelle braccia del primo imam radicale...e poi si fa esplodere!
      ricordi,caro lettore,l esempio di san Paolo che durante il Concilio di Gerusalemme si oppose a viso aperto di fronte a Pietro! E questo non è a catechismo! È sacra Scrittura!
      stefano Toson

      Elimina
    5. La dovete smettere di criticare e calunniare il Vicario di Cristo ! Noi non siamocome voi antipapa....quindi ,finché GESÙ permette che sia lui a capi della Chiesa ,nou lo amiamo e lo rispettiamo!!!! Avete capito??? Spero che sono stata chuara! Commettete anche peccato mortale calunniando il Santo Padre!!!!

      Elimina
    6. Ma quanti anni ha 12?? Lei è una di quelle che condivide su facebook le "frasi più belle di Papa Francesco" e mette i cuoricini con scritto "Amen"?

      Poveri noi...stiamo precipitando nel baratro....

      Elimina
  9. Anonimo 00:17, Anonimo 00:33, Raphael Fodde ed eventuali altri papisti bergogliani che dovessero mostrare il loro sdegno e la loro amarezza: i vostri interventi sono un misto di buonismo, presunzione e ignoranza. Pensate che il Popolo di Dio debba comportarsi come una massa bovina di fronte a un despota (altro che papa!)che stravolge la Dottrina e le Tradizioni; pensate che questo blog non abbia niente di cristiano evidente equivocando sul significato della parola "Cristiano", cioè seguace di Cristo e non dello spadroneggiante Bergoglio (dico Bergoglio e non Papa); ritenete che il Pontefice Romano sia ipso facto "infallibile nella sua dottrina e ispirato continuamente dallo Spirito Santo", che è una stupidaggine grossa come una montagna. E' grazie a gente come voi che la Chiesa sta andando a scatafascio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prussico, nel mio intervento nemmeno ho nominato papa Francesco, che comunque ritengo un uomo di Dio, ho solamente messo in luce che il vostro deridere, calunniare, costruirvi certezze che poggiano solo su sospetti, NULLA HA DI CRISTIANO.

      Elimina
    2. Forse ha sbagliato a digitare...volevi scrivere Un uomo di Lucifero, al servizio delle tenebre e della massoneria.

      Elimina
    3. E tu chi sei per giudicare?

      Elimina
    4. "Solo su sospetti"? Ma dico, vuol prendermi in giro?

      Elimina
  10. "inginocchiandosi per terra, piegò la testa fino a toccare il suolo,"
    Sono l’Angelo della Pace. Pregate con me. E inginocchiandosi per terra, piegò la testa fino a toccare il suolo, e ci fece ripetere tre volte queste parole: – Mio Dio! Io credo, adoro, spero e Ti amo! Ti domando perdono per quelli che non credono, non adorano, non sperano, e non Ti amano. Poi, alzandosi, disse: – Pregate così. I cuori di Gesù e di Maria stanno attenti alla voce delle vostre suppliche. Le sue parole restarono talmente impresse nella nostra mente che mai più le dimenticammo. E da quel giorno passavamo lungo tempo, così prostrati, ripetendole, certe volte, fino a cader di stanchezza.”
    Suor Lucia, II Memoria, 1937

    Appena arrivammo là, in ginocchio, con la faccia a terra, cominciammo a ripetere la preghiera dell’ Angelo: Mio Dio! lo credo, adoro, spero e Ti amo, ecc. Non so quante volte avevamo ripetuto questa preghiera, quando vedemmo brillare su di noi una luce sconosciuta. Ci alzammo per vedere cosa stesse succedendo e vedemmo l’Angelo, con un calice nella mano sinistra, sul quale stava sospesa un’Ostia da cui cadevano alcune gocce di sangue dentro il calice. L’Angelo lasciò sospeso in aria il calice, s’inginocchiò presso di noi, e ci fece ripetere tre volte:
    – Santissima Trinità, Padre, Figlio, Spirito Santo, Ti adoro profondamente e Ti offro il Preziosissimo Corpo, Sangue, Anima e Divinità di Gesù Cristo, presente in tutti i tabernacoli della terra, in riparazione degli oltraggi, sacrilegi e indifferenze con cui Egli stesso è offeso. E, per i meriti infiniti del Suo Santissimo Cuore e del Cuore Immacolato di Maria, Ti chiedo la conversione dei poveri peccatori.
    Dopo si alzò, prese nelle sue mani il calice e l’Ostia. Diede a me la sacra Ostia, e divise il Sangue del calice tra Giacinta e Francesco dicendo nello stesso tempo: – Prendete e bevete il Corpo e Sangue di Gesù Cristo, orribilmente oltraggiato dagli uomini ingrati. Riparate i loro crimini e consolate il vostro Dio.
    E, prostrandosi di nuovo in terra, ripeté con noi, altre tre volte, la stessa orazione. “Santissima Trinità... ecc.», e sparì. Noi rimanemmo nella stessa posizione, ripetendo sempre le stesse parole; e quando ci alzammo, ci accorgemmo che era notte e quindi ora di tornare a casa.”
    Suor Lucia, II Memoria, 1937

    RispondiElimina
  11. Spostare in Roma la processione del Corpus Domini è un pretesto ideologico bergogliano antiromano per appannare sempre più il volto cattolico Di Roma della cui testimonianza la Chiesa universale ha indispensabile bisogno. La processione nel giorno fissato da secoli il giovedì dopo la SS. Trinità serve proprio a manifestare, nella sede di Pietro, ormai offesa da continue manifestazioni di sindacati,di gay, di organizzazioni laiciste improvvisate etc. etc. quella missione affidata al principe degli Apostoli, primo vescovo di Roma. Quella di avere un maggior numero di fedeli è solo un'illusione non in buona fede perché il traffico domenicale serale è ancora più caotico per il ritorno dalle gite e dalle partite, mentre la processione del giovedì dava poco fastidio al traffico perché si svolgeva dopo le ore 20.30. Si sa per certo che lo spostamento non è stato affatto gradito da tantissimi in Vaticano sempre più contrariati dalle 'trovate' bergogliane.

    RispondiElimina
  12. @raphael, non ho mai avuto il piacere d'incontrarti e di parlarti prima d'ora e non sapendo quanto tu abbia approfondito determinate questioni vorrei parlarti a cuore aperto, da amico. La destrutturazione del cattolicesimo è partita dall'idea di Roncalli di far in modo che anche i marxisti trovassero posto nella Chiesa ma in fondo le radici sono nel modernismo condannato a suo tempo da quel s.Pio X che nacque a pochi chilometri da casa mia. Mi trovo anche io spiazzato se penso che Tommaso Moro da inglese cattolico (e quindi da papista) diede la vita per non rinnegare Roma. Non dimentico infatti che il papismo ci distingue (e ci caratterizza) rispetto ai protestanti. Ma cosa dire di un Ratzinger che si abbevera da von Balthasar (detto "il gesuita protestante") e di un Bergoglio che sulla scia di von Balthasar vuole in spregio alla Tradizione cambiare la preghiera di consacrazione per renderla più (specificamente) filoluterana? Non dimentichiamo che Lutero (e questa è storia incontestabile non un pensiero opinabile del sottoscritto) è stato scomunicato. Ora, dobbiamo dire che era scemo chi l'ha scomunicato o che lo è chi tenta ai giorni nostri di reinterpretarne i pensieri e le azioni? Dobbiamo dire che era scemo Montini che ha scritto la Humanae Vitae per responsabilizzare i cattolici sul tema dei figli che in quanto dono vanno ricevuti ed educati secondo la volontà di Dio e non solo messi al mondo per il piacere di copulare sentendosi così intelligenti e furbi da non aver bisogno di ragionarci o diciamo che è scemo chi ora lo contraddice e vuole cambiare l'insegnamento perenne della Chiesa perché tanto ha già detto una delle sue frasi ad effetto ovvero che "non bisogna far tanti figli come i conigli" e per essere sicuro che la sua frase non resti inascoltata e dia origine ad una prassi fa distribuire ai suoi luogotenenti nell'Ordine di Malta un rimedio molto mondano chiamato preservativo?
    Chi di noi fatica a mantenere la continenza (castità prematrimoniale) potrebbe diventare pazzo se tiene in conto che il primo modo esteriore per distinguere un cristiano si tempi dei nostri nonni era di avere rapporti solo dopo aver sposato una donna e solo con lei e ora si sente dire che questo non vale più. Uno dice: erano stupidi i miei nonni o sono stupidi questi tempi? Ti senti deriso frustrato e mille altre cose e se non capisci che aggrapparti a un passato di 20 secoli di Tradizione è più sicuro che guardare agli ultimi 50 anni di storia continuerai sempre a sentirti l'uomo sbagliato nel momento sbagliato, ovvero un pesce fuor d'acqua..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non diciamo inesattezze, per favore, anche ai tempi dei nostri nonni e bisnonni si avevano rapporti prematrimoniali e tanti figli nascevano settimini per coprire le magagne, che poi si sposassero e rimanessero con lo stesso coniuge tutta la vita, è dato di fatto, ma non mitizziamo castità che non sempre c'era. Adesso siamo al di là del bene e del male e vale per laici e religiosi.

      Elimina
  13. ATTENZIONE: Comunicazione dalla Segreteria di Stato,
    Cadendo quest'anno la solenne festività del Natale di N.S.G.C. di lunedì ( giorno feriale) , per garantire un maggior afflusso di pellegrini a Roma, per decreto di S.S. Francesco 1, quest'anno Natale si festeggerà domenica 24 dicembre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tra non molto con l'aria che tira potrebbe capitare..

      Elimina
  14. Turiferari di tutto il mondo unitevi.......in certi paesi cattolici è rimasta la festa religiosa il giorno deputato cioè il giovedì, ma evidentemente la voglia di cambiare per essere originali ad ogni costo, ha avuto il sopravvento, per pietà non immischiamo lo Spirito Santo in queste piccinerie, altro è il Suo scopo.

    RispondiElimina
  15. Il mio parere è che certe polemiche siano sole esagerate e strumentali.. Vivendo a Milano io sono anni che non riesco piu a partecipare a tale rito perchè qui come a roma viene fatta il giovedì pomeriggio, e continua ad essere così. Mi augurerei piuttosto che la processione magari fosse eseguita il giovedi nelle zone ove risidede il vescovo e ripetuta la domenica nelle parrocchie per essere seguita dai fedeli e osservata dai laici. Andrebbe vissuta e testimonianza la nostra fede eucaristica!

    RispondiElimina

  16. Michele MAcIK Durighello16 giugno 2017 11:29, credo che Lei stia facendo confusione tra Hans Urs von Balthasar e karl Rahner entrambi amici di Ratzinger in gioventù, ma che successivamente ha preso le distanze dal secondo, il quale partecipando al CVII ha fatto di tutto per inserire il pensiero luterano, riuscendoci.
    Mentre il primo non vi ha partecipato affatto altrimenti, forse, qualcosa sarebbe andato diversamente.


    RispondiElimina
  17. Signori commentatori, lasciamo stare per un momento la miseria attuale e risentiamo piuttosto la bella omelia di papa Benedetto, piena di fede e di dottrina, come sempre,in forma di lectio magistralis, chiara ed esauriente, per istruire il popolo di Dio sul mistero del Corpus Domini. Chi ha partecipato tante volte alla Messa e alla processione di GPII e Benedetto, non può non provare una profonda angoscia per il cambiamento. Speriamo che la Chiesa torni indietro e interrompa questo lento suicidio con il veleno dell'apostasia.

    RispondiElimina
  18. Quella di Mantovano deve essere una bufala: oltre tutto sparirebbe la IV domenica di Avvento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehm credo stesse facendo dell'ironia... Vi prego non siamo così tragici...

      Elimina
    2. La mia era una battuta non una bufala, cerchiamo di essere elastici ragazzi

      Elimina
  19. Sono esterrefatto e rattristato. Questo blog non avrebbe più il minimo diritto di continuare a fregiarsi del titolo "Messa in latino" e di definirsi cattolico; é palese che questo sito sia ormai divenuto una piattaforma di diffusione di calunnie e informazioni sottilmente manipolate e incomplete volte a colpire il Santo Padre minando così, nel popolo di Dio, l'obbedienza, il rispetto e l'affetto dovutogli.
    Spero almeno (e credo) che operiate in buona fede, che il vostro agire sia determinato dalla presa asfissiante e alienante che ha ormai su di voi il sistema ideologico che confondete con la Fede.
    Tutto questo offre inoltre un pessimo servizio alla Santa Messa secondo il rito di San Pio V.
    Contribuite a generare e ampliare un pericolosissimo scisma nascosto nella Santa Chiesa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Esterrefatto e rattristato"? Io direi confuso e incosciente. Eppure nell'ultima frase un barlume: "pericolosissimo scisma nascosto nella Santa Chiesa". Ora, tutto sta a vedere chi lo sta alimentando? Prima di rispondere si consiglia un digiuno a pane e acqua per almeno un mese.

      Elimina
  20. Apra bene gli occhi e le orecchie per vedere e ascoltare quello che fa e che dice Bergoglio e chi gli fa eco e capirà che non si tratta di calunnie ma, purtroppo, di constatazioni,

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.