venerdì 30 agosto 2013

Biancavilla : la figlia di Santa Giovanna Beretta Molla per l’Anno della Fede

Biancavilla ( Catania )
In occasione della grande festa estiva in onore della Madonna dell’Elemosina, Patrona della cittadina etnea, è stata esposta solennemente nella Basilica Santuario l’antichissima icona portata nel XIV secolo dai profughi albanesi fuggiti dalla loro patria a dopo l’invasione e la persecuzione degli islamici.
Il Parroco della Collegiata Basilica Santuario Canonico Agrippino Salerno ( che tutto "investe" nella Liturgia e nella Carità ) e l’Associazione Mariana “Maria SS. dell’Elemosina” in questo Anno della Fede hanno impresso alla festa estiva un significato tutto particolare invitando il 23 agosto scorso la Dott.ssa Gianna Emanuela Molla, figlia di Santa Giovanna Beretta Molla, “ nata dall’ultimo respiro della madre” a tenere una Conferenza sul tema : “Solo l’amore è credibile”.
Parlando nella chiesa stracolma di fedeli, di sacerdoti e di religiosi  l'ultima figlia di Santa Giovanna Molla ha sottolineato che " l'amore è lo specifico della fede cristiana e che si esprime nella vita di tutti i giorni”.
Ha scritto il Dott. Alessandro Scaccianoce dell'Associazione Mariana : “ L’amore… non può dirsi a parole (come direbbe Dante “Ben poco ama colui che può esprimere a parole quanto ami”). 
L’amore si contempla; l’amore è bellezza. 
Lo ha spiegato chiaramente Gianna Emanuela Molla, che venerdì sera è stata in Santuario per rendere la testimonianza della sua Santa mamma: Santa Gianna Beretta Molla, una vita spesa nell’amore per il Signore, per il marito Pietro, per i figli e per i suoi pazienti. 
La testimonianza di Gianna Emanuela – per la prima volta in Sicilia dopo la canonizzazione della Mamma – ha toccato il cuore dei molti presenti, alcuni venuti da Caltanissetta, da Enna e persino da Palermo. 
Nel racconto della vita ordinaria di Santa Gianna è stato possibile cogliere la bellezza della santità, di una santità ordinaria che rende la vita piena di amore, degna di essere vissuta. 
Una santità alla portata di tutti, ha spiegato la figlia, possibile per tutti. 
Il segreto della felicità, per Santa Gianna, era “vivere momento per momento e ringraziare il Signore per ogni circostanza”: anche di fronte alla malattia, che ha compromesso la sua vita. 
Tuttavia dal suo sacrificio è scaturito un fiume immenso di carità e di amore alla vita. 
Dappertutto, infatti, fiorisce la devozione a questa Santa mamma, che insegna come sia possibile anche oggi vivere i valori della vita e dell’amore come dono di sè. 
A suggello di questa splendida serata, Gianna Emanuela ha donato alla Basilica Santuario una preziosissima Reliquia della sua mamma: si tratta di 11cm di pizzo dell’abito indossato per la prima Comunione da Santa Gianna Beretta Molla. 
Siamo certi che questo ricordo speciale di Santa Gianna porterà sulla nostra comunità ecclesiale ulteriori grazie e benedizioni, particolarmente per le nostre famiglie”.
Il Santuario Basilica di Biancavilla vanta un organizzatissimo gruppo liturgico ( cerimonieri, ministranti, cantori, organisti e persino violinisti ) straordinariamente affiatato e preparatissimo in ambedue le forme del rito romano .
La preghiera e il decoro liturgico caratterizzano il comune impegno ai piedi dell’altare di tanti giovani che Sabato 24 agosto hanno rinnovato l’Atto di consacrazione al Cuore Immacolato di Maria di tutti i membri.
Auguriamo agli amici della santa tradizione della Chiesa di essere ospitati dai devoti e dinamici gruppi liturgici siciliani.

Ad Jesum per Mariam”

A.C.



Foto : 

- la Dott.ssa Gianna Emanuela Molla “ nata dall’ultimo respiro della santa mamma” con il Parroco-Prevosto e il Presidente dell'Associazione Mariana 
- la locandina realizzata dai giovani dell'Associazione " Santa Maria dell'Elemosina "

Nessun commento:

Posta un commento

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.