giovedì 20 gennaio 2011

Il Card. Ravasi torna sulle (orrende) chiese moderne: quanto sono inospitali!

chiesa del Santo Volto, in Spina a Torino
(vedere il link!!)

E' apparso sul quotidiano torinese LaStampa di ieri 19 gennaio 2011 un mini-dossier corredato da interventi di vari esperti, sull'architettura delle chiese moderne:"QUESTA CHIESA VAL BENE UNA MESSA? (di G. Galeazzi).
Spunto è stata la lectio magistralis di ieri tenuta dal Card. Gianfranco Ravasi (Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura) alla facoltà di Architettura di Roma.
Il neo porporato ha riportato di nuovo (link) l'attenzione su un tema molto caro sia a Messainlatino (qui, qui, qui e qui) sia a FidesetForma (ad. es. qui): la urgente necessità di invertire la tendenza e abbandonare l'abitudine di erigere brutte e inospitali chiese!
Mons. Ravasi
punta l'indice contro la banalità con cui vengono commissionati gli edifici sacri, senza considerare lo scopo e l'Ospite per cui vengono eretti.
Il "Ministro della cultura" della Santa Sede getta uno sguardo anche ai 20 secoli di architettura cristiana, da sempre attenta alle sacre finalità del tempio cattolico e stigamtizza la situazione attuale di molte chiese moderne fatte quasi solo per stupire o soddisfare i personali pruriti e vezzi pseudoartistici di esuberanti architetti.
Con parole severe il Cardinale richiama all'ordine e lancia un monito per la rinascita della consapevolezza che le chiese adempiono meglio al proprio scopo se la loro costruzione è il risultato di un progetto misto: tecnica e preghiera! Solo una chiesa che armonizzi gli spazi con la vera religiosità dei fedeli è degna di questo nome.
E' facile leggere fuori dalle righe come il porporato, se pur elegantemente, ritenga che vi sia una responsabilità di architetti "laici" o "atei" (o comunque non cristiani) ma anche (e soprattutto) di superficiali committenti.
.
Ci rivolgiamo a Mons. Ravasi:
Eminenza, noi anche questa volta non possiamo fare altro che salutare con piacere e speranza le Sue parole e i Suoi intenti: ma che non rimangano parole!! Il P. Consiglio che Ella presiede può e deve intervenire, può e deve fare pressioni, può e deve sconsigliare caldamente, e perchè no, fermamente "intimorire" le committenze di certe case "volgari e pretenziose", per usare le Sue stesse parole, che poi vengono chiamate e consacrate poi chiese!
Faccia qualcosa! Intervenga in modo esplicito con la forza della Sua autorità e autorevolezza! Ostacoli e impedisca la costruzione di nuovi "palazzetti dello sport", come le chiama Vostra Eminenza! E preservi i magnifici altari, le marmoree balaustre, i lignei pulpiti che continuamente vengono decimati (in questo periodo ancor più rapidamente) da un episcopato inetto e accecato da non si sa quali furori "altarimaggioriclasti"!
Il Santo Padre Benedetto XVI, a cui deve l' "arcivescovatura" e la berretta cardinalizia Le ha affidato la tutela della Cultura, e Vostra Eminenza conosce bene i gusti del Papa. Non tradisca la sua fiducia. E lo aiuti. Concretizzi le Sue belle parole di denuncia pronunciate ai futuri architetti, e impedisca che gli attuali architetti realizzino altri orrori!


Riportiamo solo le parole del Cardinale: chi volesse leggere l'interessante articolo nella sua interezza, legga
qui, di Giacomo Galeazzi.

Per diletto un po' masochistico, o per chi apprezza l'horror: provate a googolare inserendo le parole
chiesa moderna: è proprio il caso di dire che "ne vedrete delle belle". A partire da quella del Santo Volto (vedi su), ci sono anche i video su YouTube.

Roberto

*

-"Quanto sono inospitali molte chiese moderne!»
- «Un’architettura sacra che non sappia parlare correttamente il linguaggio della luce e non sia portatrice di bellezza e di armonia decade automaticamente dalla sua funzione».
- «l’inospitalità, la dispersione, l’opacità di tante chiese tirate su senza badare alla voce e al silenzio, alla liturgia e all’assemblea, alla visione e all’ascolto, all’ineffabilità e alla comunione»
- « [chiese in cui] ci si trova sperduti come in una sala per congressi, distratti come in un palazzetto dello sport, schiacciati come in uno sferisterio, abbrutiti come in una casa pretenziosa e volgare».
- «Un degrado inaccettabile e tanto più grave alla luce del grande contributo offerto in 20 secolidalla cultura cristiana all’architettura.»
- «Senza la spiritualità e la liturgia cristiana, la storia dell’architettura sarebbe stata ben più misera. Pensiamo solo al nitore delle basiliche paleocristiane, alla raffinatezza di quelle bizantine, alla monumentalità del romanico, alla mistica del gotico, alla solarità delle chiese rinascimentali, alla sontuosità di quelle barocche, all’armonia degli edifici sacri settecenteschi, alla neoclassicità dell’Ottocento, per giungere alla sobria purezza di alcune realizzazioni contemporanee».
- «[Nel cristianesimo c’è] una celebrazione costante dello spazio come sede aperta al divino», con il «baricentro teologico» che si sposta dallo spazio al tempo, perché «tra Dio e uomo non è più necessaria nessuna mediazione spaziale: l’incontro è ormai tra persone, si incrocia la vita divina con quella umana in modo diretto».
- «[la chiesa è] un santuario non estrinseco, materiale e spaziale, bensì esistenziale, un tempio nel tempo», [...] «non esclude o esorcizza la piazza della vita civile ma ne feconda, trasfigura, purifica l’esistenza, attribuendole un senso ulteriore e trascendente».
- «Entrare in una chiesa è penetrare in un luogo che immediatamente parla alla persona e al suo cuore attraverso un linguaggio simbolico-affettivo»

106 commenti:

  1. Francesco Colafemmina20 gennaio 2011 11:26

    Caro Roberto,

    mi sembra che non tu non abbia compreso le parole del Cardinal Ravasi. E' vero che si possono non condividere le mie opinioni e interpretazioni del pensiero del Cardinale, tuttavia credevo di aver scritto un articolo chiaro di critica di quanto lui ha affermato, negando nella sua lectio magistralis il senso intimo del luogo sacro che discende dall'essere luogo nel quale si compie il Santo Sacrificio e luogo nel quale è conservato il Corpo vivo di Cristo.

    D'altronde Ravasi dice "chiese brutte, chiese palazzetto dello sport", ma porta quale esempio di chiese contemporanee di grande "purezza" quella dello gnostico Le Corbusier di Notre Dame de Haut che è ancor più brutta di quella di Piano o Botta.

    Quanto a Botta è amico di Ravasi. E Ravasi ritiene che Botta e la sua architettura siano un esempio ammirabile di architettura di chiese contemporanee in grado di soddisfare i suoi discutibili criteri estetici.

    Per chi voglia leggere le mie opinioni sulla tremenda Lectio Magistralis di Ravasi questo è il link:

    http://fidesetforma.blogspot.com/2011/01/architettura-sacra-e-vacua-erudizione.html

    L'articolo di Galeazzi lo reputo una sviolinata al Cardinale divulgativa e banalizzante. Il discorso andava letto nella sua integrità e commentato con attenzione, non con superficialità (come Galeazzi ha fatto estrapolando una frase piuttosto "popolare" e capace di "ammiccare" alla maggiorparte dei fedeli).

    RispondiElimina
  2. Francesco Colafemmina20 gennaio 2011 11:39

    Queste le immagini della chiesa citata da Ravasi quale "modello" di chiesa contemporanea. Qui sotto invece un articolo relativo ad un incontro fra Ravasi e Botta: 

    http://151.9.55.149/CERV/document/10_20091126184148.PDF

    Botta, lo ricordo, è l'autore dello scempio di Torino, ma anche di quello di Sambuceto e di molti altri...

    RispondiElimina
  3. Francesco Colafemmina20 gennaio 2011 11:50

    Posso aggiungere una postilla? 

    Mi sembra che questo articolo sia una "marchetta", letteralmente una "marchetta" pro-Ravasi e utile a riequilibrare le mie accuse al Cardinale più volte reiterate. Ma con questo dove si vuole arrivare?

    Ravasi non ha alcun problema a commissionare opere d'arte o chiese ad architetti non cattolici e lo ha anche affermato pubblicamente. Ravasi organizza la Biennale del 2013 e voi che fate? Pubblicate un articolo del genere?

    RispondiElimina
  4. Mentre il mondo cattolico continua a vivere la sua crisi di senescenza, nelle vocazioni, nella vita religiosa, o matrimoniale,
    continuima a non riconoscere i semi che di continuo lo Spirito sparge senza rumore verso la santificazione. Papi e cardinali che per tanti sono un mito, per tanti altri un segno di contraddizione, per tanti altri  segno da cui stare lontano. Così una parte di tradizionalismo li accusa di nefandezze, in prosecuzione del Concilio ritenuto “protestante” e “secolarista”, un’altra parte tifa aspettanto il traghettatore nella terra promessa della “tradizione”. I cattolici comuni, che vivono in parrocchia,  li vedono solo  come moralisti fuori dal tempo o scocciatori che si immischiano nella propria vita.
    Serve la primavera, che non arriva, perchè paice l'invero. Oggi è la settimana dell'ecumenismo e si litiga se un cardinale vuole la rinascita della tradizione o vuole seppellrla.
    Mi auguro che si parli in modo semplice, comprensibile dall’indifferente al praticante, come Gesù e non come intellettuali o teologi, politici, predicatori. Il concilio voleva che il presbitoero fosse uomo tra gli uomini, che il papa o il vescovo o il teologo non fosse monarca di sudditi.
    Ma non certo li voleva a pontificare, ma ad essere capaci di confronto.. A chi si vanta dei propri seguaci conquistati con "il bello", bisogna ricordare lo scisma silenzioso dei definitivamente delusi: quanti sono nel clero e tra i laici coloro che lasciano anche la Chiesa Cattolica nel mondo per migrare verso altre Chiese sorelle, non per tradimento, ma per fedeltà alla Parola.
    I veri problemi problemi del mondo cattolico non si affrontano: divorziati, diversi, emarginati, problemi che ci trasciniamo da decenni..., la chiesa dispersa nel mondo attende qualche cosa di altro. Serve l'afflato ecumenico suggerito dallo Spirito, che manca ad una chiesa che si limita ai propri muri.

    RispondiElimina
  5. Caro Colafemmina, l'articolo non era mica contro di te. Non capisco perchè te la prendi tanto.
    Ho letto anche io l'articolo di Galeazzi: se tu ritieni che è troppo superficiale, ok, no problem. Meno male che ci sei tu che riequilibri il tutto.
    Quindi perchè tanto scandalo? Non sei d'accordo col giornalista o con il post? va bene, fai bene a dissentire, ma calmati e ripigliati.
    Sembra che ti abbiamo insultato. E' solo una diversa opinione o un diverso modo di operare: invece di attaccare come fai te, la redazione forse ha voluto usare anche un 'altra via. Quindi ripigliati, stai calmo e non insultare la redazione (quella delle marchette potevi anche risparmiartela).

    RispondiElimina
  6. Francesco Colafemmina20 gennaio 2011 12:09

    Ma signor/signora Mercenaro, da quando in qua frequenta questo sito?

    Perché non posta la sua beneamata preghiera eucaristica ecumenica e non afferma su questo sito quel che è venuto a scrivere sul mio ossia che "la messa antica è troppo schiacciata sul santo sacrificio". 

    RispondiElimina
  7. Non è che il Cardinale cerchi di acquisire punti in vista di una certa nomina? Sarà davvero convinto di quello che afferma?

    RispondiElimina
  8. Vedo che a Bose sono finalmente riusciti, dopo anni di lotta contro sonno, sbadigli ed ignoranza informatica, a mettere insieme un "generatore automatico di perle del Concilio". Abbiamo visto che funziona, basta spammare copiaincolla!

    RispondiElimina
  9. Scusa, sono ignorante. Che cos'è una "marchetta"?

    RispondiElimina
  10. Il mio esatto identico pensiero.

    RispondiElimina
  11. Non entro nel merito dell'articolo.
    Comunque osservo che vedere una foto di Ravasi in abito talare è veramente una rarità, considerato che sua eminenza veste sempre da pastore protestante (con il Clergiman).

    RispondiElimina
  12. Pur concordando sugli allarmi portati da Francesco che ritengo attendibili viste le sue conoscenze in materia e la mia profonda ignoranza circa l'arte - io mi soffermo solo sulla fede  e Dottrina Cattolica che non vedo più rappresentata in queste Chiese moderne - ritengo comunque sia un buon segnale di partenza l'intervento di Ravasi....
    A me non interessano i caratteri sviolinanti o gli interventi accomodanti poichè NON credo che il "caso" sia un caso.... ;)
    credo piuttosto che in una condizione del genere le parole di mons. Ravasi sono un impegno che POTREBBERO (condizionale d'obbligo ) da domani far invertire la rotta....

    Non m'illudo a che Ravasi ed altri siano rinsaviti di colpo sulla questione tra arte e fede nelle nostre Chiese, esse sono oggi l'espressione della APOSTASIA che la Chiesa vive al suo interno e nella stessa società a volte SINCRETISTA a volte ateistica.... ma posso sempre sperare che da certi piccoli spiragli.... essendo già entrato il "fumo di Satana", non possa ora che uscirne... ;)

    RispondiElimina
  13. Il Ministrante l'ha fatto, ahimè l'ha fatto, molti post fa, ma l'ha fatto!

    RispondiElimina
  14. Francesco Colafemmina20 gennaio 2011 13:02

    Caterina,

    forse non hai letto l'intero testo di Ravasi. Ravasi ha già affermato le stesse cose nel 2009: basta chiese garage! Ma come vorrebbe queste chiese? 

    Lo ha spiegato così al Giornale:

    <span>"Del resto monsignor Ravasi, è un sacerdote e un intellettuale da sempre interessato al mondo dell’arte e al rapporto tra estetica ed etica. In particolare da quando è stato nominato presidente del Pontificio Consiglio della Cultura e della Pontificia commissione per i beni culturali, due anni fa, ha sempre cercato di favorire una riflessione sull’arte sacra, invitando al confronto anche il mondo laico. «Perché il dialogo con l'architettura c'è: le chiese moderne vengono costruite effettivamente da grandi architetti a livello internazionale, quali Renzo Piano, Mario Botta, Kenzo Tange, Tadao Ando, Alvaro Siza e altri. Però queste chiese nell'interno o sono spoglie, perché hanno soltanto l'architettura della luce, o hanno immagini di cattivo gusto, oppure hanno la presenza dell'artigianato soltanto, e non invece, come accadeva in passato, grandi opere d'arte». «Pensiamo alle grandi chiese del Cinquecento, dell'arte barocca, che avevano in sé la meraviglia dell'architettura, ma anche la presenza di artisti come Bernini, per esempio, oppure Tiziano, Veronese - aveva spiegato in occasione di una lunga intervista lo scorso anno -. Pensiamo alle grandi chiese veneziane, quali presenze altissime hanno, dal punto di vista della storia dell'arte».
    Ravasi ha più volte sollecitato i grandi artisti contemporanei - per esempio negli Stati Uniti Bill Viola, Anish Kapoor per l'India, per l'Europa Jannis Kounellis - a impegnarsi in progetti di arte sacra: «Grandi artisti, che ritornino ancora a rappresentare le grandi immagini religiose, creando anche un interesse da parte della committenza stessa, cioè delle autorità ecclesiali, affinché ripropongano ancora le grandi opere nell'interno delle loro chiese»."</span>

    RispondiElimina
  15. Francesco Colafemmina20 gennaio 2011 13:02

    Quindi sì alle chiese di Piano, Botta, Tange, Ando etc., ma vanno abbellite con le opere di Kounellis, Kapoor e Bill Viola.

    Più chiaro di così si muore.

    RispondiElimina
  16. Sicuramente noi Cattolici non abbiamo bisogno di persone che scrivono e si danno ad elucubrazioni massoniche come le tue. Io preferisco seguire Gesu' ed i suoi Santi che sono stato esempio di come essere veri Cattolici. E tutto cio' che differisce da loro e' ciarpame eretico.

    RispondiElimina
  17. Sicuramente noi Cattolici non abbiamo bisogno di persone che scrivono e si danno ad elucubrazioni massoniche come le tue. Io preferisco seguire Gesu' ed i suoi Santi che sono stato esempio di come essere veri Cattolici. E tutto cio' che differisce da loro e' ciarpame eretico.

    RispondiElimina
  18. Sicuramente noi Cattolici non abbiamo bisogno di persone che scrivono e si danno ad elucubrazioni massoniche come le tue. Io preferisco seguire Gesu' ed i suoi Santi che sono stato esempio di come essere veri Cattolici. E tutto cio' che differisce da loro e' ciarpame eretico.

    RispondiElimina
  19. Francesco...ho letto... e sto seguendo da alcuni giorni questi interventi, attendevo che anche qui uscisse questa notizia, mi piace leggere il parere di molti e sto leggendo attentamente i tuoi interventi e se non intervengo è perchè la mia ignoranza è profonda in materia, ma credimi, condivido i tuoi interventi.... ma come ben sai io punto anche su altro...

    Ripeto pertanto che non m'illudo ad un rinsavimento di Ravasi ed altri, ma non posso non cogliere con SPERANZA quelle parole perchè fino ad oggi, persone del suo calibro, non avevano mai detto " chiese moderne inospitali!" il fatto che poi essi difendano lo stesso orripilante da parte dei loro protetti, francamente non è la "mia" condizione di battaglia dal momento che non ne capisco nulla, ergo lascio il campo a te e a voi che siete più esperti di me....e ti leggo, ti ascolto, ma senza perdere la speranza di questo spiraglio dal quale spero possa cominciare ad USCIRE quel fumo di Satana che vi entrò....

    P.S.
    alcune chiese a Venezia, se è questo che intendeva l'articolo, sono state deturpate dall'insediamento kikiano.... ma grazie a Dio, essendo beni culturali, non è stato loro concesso di distruggere i presbiteri e gli altari centrali.... in compenso ci sono TRE ALTARI: quello di sempre, quello post concilio, quello kikiano.....
    :-[

    RispondiElimina
  20. Per amore di Milano, finirà per lasciarsi andare a pontificare Vetus ordo!

    RispondiElimina
  21. Caro Francesco sono andata a leggermi il link che riporta nel suo blog. CONDIVIDO appieno la sua analisi, aggiungo ancora che il Ravasi è persona nota per stramberie "teologiche" alle quali ancora nessuno prende seri provvedimenti. Mi chiedo come possa accadere tutto ciò, considerando il fatto che a lancaire anatemi contro una sparuta minoranza ( per altro dottrinalmente integerrima), sono gli stessi poi che plaudono un tale subdolo demolitore di DOGMI. Ho letto inoltre che il ravasi avrebbe detto che Gesù Cristo NON E' RISORTO MA SI E' INNALZATO ..... a questo punto siamo arrivati?

    Mi viene spontanea questa domanda: Santo Padre lei conosce questa triste realta'?

    Coraggio dunque e mi complimento con lei. Che Dio la Benedica.

    RispondiElimina
  22. Vaderetro satana e ai suoi molti unturelli dai vari e strani nich ...... questo si è quello che giova alla Chiesa.

    Tu sei un vero cattolico? a leggere il tuo di ciarpame direi proprio di no!!!

    RispondiElimina
  23. Cara Caterina, apprezzo la sua speranza ma sinceramente a volte da sola non basta. Lei saprà benissimo che per una semplice frase che potrebbe sembrare andare finalmente nel verso giusto ..... ci si deve aspettare il fatto concreto, quello che finora non è arrivato.

    Non si affidi troppo alle Sovraintendenze per salvaguardare l'arte sacra, perchè molte di queste non sanno nemmeno che cosa sia l'arte sacra. Il deturpamento delle Chiese parte dalla Chiesa stessa, se questa NON E' in grado di salvaguardare e dare il SENSO FIDEI e trasmetterlo NON Ci sono Beni Culturali che tengano.

    RispondiElimina
  24. Il Ravasi dovrebbe usare i fondi NON per costruire ma bensì per RESTAURARE gli antichi gioielli che abbiamo in Italia e quando avrà fatto ciò avrà fatto il suo dovere altrimenti cambi mestiere!!!

    In Italia non ci sono fondi sufficienti per il restauro il Ravasi lo sa? Il Ravasi lo sa che stanno cadendo a pezzi patrimoni storici? dovrebbe parlare di meno e pregare di più Gesù Cristo. Ho visto alcuni obbrobri commissionati da "artisti" che chiamarli ciarlatani è già un complimento.

    RispondiElimina
  25. Cara Raffaella, talvolta togliere una frase dal proprio contesto potrebbe generare alcune incomprensioni.... ;)
    Non credo proprio che Ravasi abbia dichiarato o negato che Gesù  è risorto.... =-O è assai più probabile invece, che abbia spiegato che "si è innalzato", mentre parlava dell'ASCENSIONE.
    Anche perchè, se Gesù non fosse risorto, non avrebbe potuto innalzarzi.... :)

    RispondiElimina
  26. a casa  , una marchetta ,  è uno che lo fa per soldi !!! ..........

    RispondiElimina
  27. sono fortemente premunito verso SUA SANTITA' il CARDINAL RAVASI .......... 

    ........ '' DIMMI CON CHI VAI E TI DIRO' CHI SEI ,, !!!!!!! ...........

    RispondiElimina
  28. la solita Chiesa dell'et-et: vuole abbracciare tutto e il contrario di tutto, pensando di far contenti tutti, e invece si porta così l'umanità al caos, poichè da quel cosmos (=ordine e armonia voluti da Dio e manifestati in Cristo) che ci parla del Bello assoluto, si ritornerà al caos. 
    Tra il Bello e il brutto, senza discernimento, vince il brutto, perchè è anche violento, si impone con la sua ribellione all'Ordine e all'Armonia (poichè non v'è chi imponga il Bello con maestria e secondo una DISCIPLINA, autorevole e incontestabile.
    Ora, la fase di transizione è questa: perdita della forma, rifiuto del Bello, scelta volontaria del brutto e del de-forme. Trionfo del male, in nome della libertà.
    In nome dell'"arte trasgressiva", infatti:
    "Se Dio non c'è, tutto è permesso." (F. Dostoevskij)
    (ancora per un certo tempo....)

    RispondiElimina
  29. Francesco Colafemmina20 gennaio 2011 15:12

    Vabbè è un termine metaforico... in ambito giornalistico ha un senso meno greve... se qualcuno si offende chiedo scusa previamente...

    RispondiElimina
  30. <span>la solita Chiesa dell'et-et: vuole abbracciare tutto e il contrario di tutto, pensando di far contenti tutti, e invece si porta così l'umanità al caos, poichè da quel cosmos (=ordine e armonia voluti da Dio e manifestati in Cristo) che ci parla del Bello assoluto, si ritornerà al caos.   
    Tra il Bello e il brutto, senza discernimento, vince il brutto, perchè è anche violento, si impone con la sua ribellione all'Ordine e all'Armonia (poichè non v'è chi imponga il Bello con maestria e secondo una DISCIPLINA, autorevole e incontestabile).
    Ora, la fase di transizione è questa: perdita della forma, rifiuto del Bello, scelta volontaria del brutto e del de-forme. Trionfo del male, in nome della libertà.  
    In nome dell'"arte trasgressiva". Infatti:  
    "Se Dio non c'è, tutto è permesso." (F. Dostoevskij)  
    (ancora per un certo tempo....)</span>

    RispondiElimina
  31. a me sembra che RAVASI da bravo intellettuale ( che orrore e che brutto titolo per un uomo di chiesa , comunque ... ) o ci fa o fa finta di esserlo .

    Un opera d' arte , qualunque essa sia è semplicemente ed esclusivamente l' espressione di una concezione culturale di un periodo storico . dietro l' artista che non era SOLO architetto o pittore o quel che vi pare , ma UOMO DI CULTURA , vi è la COMMITTENZA .
    Ora io sfido La committenza del passato , formata da menti di eccellenza , a paragonarsi con gli '' artisti di oggi ,, che sono nell' incapacita' di calcolare a matita 2 +2 ........
    dietro il COLONNATO DEL BERNINI  che rappresenta ' L' UNIVERSALITA' DEL CATTOLICESIMO , vi è la matematica , il calcolo fatto a matita sul pezzettino di carta ........... ed una mente di eccelenza , quella di ALESSANDRO VII fra le piu' eccelse del suo tempo , 

    bello e brutto nell' arte per me non vuol dire un bel nulla ..........

    RispondiElimina
  32. Mia Cara Mariuccia, quando si fa  "catechesi" bisogna ESSERE  chiari e non inventarsi NULLA, ne tantomeno termini che orientano verso la confusione. Sappiamo tutti che le definizioni sono importanti e che possono creare squilibri, il tutto può svilirne il contenuto ORIGINALE.

    Etimologicamente e credo che il Ravasi conosca l'etimologiai due termini non sono del tutto equivalenti.


    Il primo ASCENDERE significa SOLO ED ESCLUSIVAMENTE SALIRE in alto o SPIRITUALMENTE, parlando di GESU' il suo E' e rimane SALIRE.

    INNALZARE invece significa un'azione composta di aumento di quota da quella di partenza, un assumere un grado più alto, significa anche INSUPERBIRSI, quindi non più un atto esclusivo DI  SALITA   e riferito alla SALITA ma portare ..... 

    EBBENE quali dei due lemmi E' specifico alla Resurrezione e all' Ascensione di Gesù Cristo?

     dei due lemmi quel' è considerato inferiore rispetto alla SALITA in alto?

    Sono particolari importantissimi, considerando che il linguaggio modernista per attaccare i Dogmi parte da queste "piccole" differenze lessicali .... il segreto modernista stà tutto quì. :'(

    RispondiElimina
  33. se RAVASI è cattolico io sono LUIGI XIV ... l' ho gia' detto .............

    RispondiElimina
  34. dopo avere distrutto e dissacrato tutto , si viene fuori con queste espressioni ....
    ma hanno fatto peggio di STALIN  che a colpi di dinamite ha distrutto la CATTEDRALE di KAZAN per farne un supermercato ............

    ..........due dita di pelo sul cuore altro che ...

    ......da bravo intellettuale asettico ed arido ............ quando non vi è la sensibilta' è unitile a voler fare i pavoni per se stessi !!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  35. Andrea Carradori20 gennaio 2011 15:55

     «Entrare in una chiesa è penetrare in un luogo che immediatamente parla alla persona e al suo cuore attraverso un linguaggio simbolico-affettivo»
    Nessun cenno al Soprannaturale ?
    Io avrei scritto così :
    " Entrare in una chiesa è penetrare in un luogo santo che immediatamente ti mette in contatto con il Santo dei Santi attraverso l'adorazione ( che sta molto a cuore al Papa) al Signore veramente presente nel Santissimo Sacramento e che immadiatamente parla al cuore dei fedeli attraverso un linguaggio simbolico-affettivo costituito dall'arte sacra e dalle sacre immagini devozionali".

    RispondiElimina
  36. Andrea Carradori20 gennaio 2011 15:56

    <span> «Entrare in una chiesa è penetrare in un luogo che immediatamente parla alla persona e al suo cuore attraverso un linguaggio simbolico-affettivo»  
    Nessun cenno al Soprannaturale ?  
    Io avrei scritto così :  
    " Entrare in una chiesa è penetrare in un luogo santo che immediatamente ti mette in contatto con il Santo dei Santi attraverso l'adorazione ( che sta molto a cuore al Papa) al Signore veramente presente nel Santissimo Sacramento e parla al cuore dei fedeli attraverso un linguaggio simbolico-affettivo costituito dall'arte sacra e dalle sacre immagini devozionali".</span>

    RispondiElimina
  37. Mamma mia, mentre Ravasi dice no alle chiese garage e si a quelle tipo dado knorr o tipo stadio a me tocca andare ad ascoltare la S. Messa in un ex bar mentre un mio amico si è fatto il bar in una chiesa. Che tempi folli. Chi ha le chiese non ha la fede e le lascia crollare e chi ha la fede non ha le chiese. Tempi barbari!

    RispondiElimina
  38. Rutilio Namaziano20 gennaio 2011 16:38

    Per la proprietà transitiva non sarebbe cattolico neppure Benedetto XVI che l'ha creato cardinale! Ma mi faccia il piacere (avrebbe detto Totò)!

    RispondiElimina
  39. Se ciò accadesse, diciamo che sarebbe pur sempre una forma di ravvedimento operoso. Da non buttar via, dopottutto.

    RispondiElimina
  40. Eh sì, Annarita, proprio così. Conosco gente che ha in casa un confessionale ottocentesco che usa come mobile bar! E considerando che molte confessioni oggi si amministrano ovunque, magari anche in cucina, fuorché in un tradizionalissimo confessionale (discrezione? no, che schifo!), il mondo appare sul serio rovesciato.

    RispondiElimina
  41. povero Rutilio, pieno di illusioni....si vede che lei non ha girato le diocesi disastrate d'Italia !
    io le farei sentire con che razza di esegesi simil-luterane o giudaiche si stanno lavando e ri-formando le teste dei fedeli grazie a certi vescovi nominati dal Papa regnante; lei non ne ha la più pallida idea, me lo lasci dire, non immagina neppure che cosa dobbiamo sorbirci, credendo che tutto quello che ci viene propinato sia "nutrimento cattolico" !
    forse è meglio non toccare questo tasto....

    RispondiElimina
  42. Io sinceramente lo chiamo solo Ravasi. Non mi sogno neppure paragonarlo ad un sacerdote. Ne ho lette fin troppe delle sue "traduzioni" e mi son sempre rifiutata di portarle al catechismo , considerando pure che costui è venerato come un dio.

    Doppio linguaggio, fine e subdolo.... però il Ravasi non tiene conto della Grazia Santificante del Battesimo .... che prima o poi fa' aprire gli occhi, e le orecchie quel tanto che basta per riconoscere la Voce del Buon Pastore!!!

    RispondiElimina
  43. Per proprietà intellettiva e dottrinale caro Namanziano come la mettiamo? Il Santo Padre lo ha ordinato Cardinale? ebbene due sono i punti interrogativi:

    1) o il Papa non ha letto i suoi fumosi teologismi ..... e se così cosa gravissima

    2) o il Papa li ha letti e li approva ...... ancora più grave!!!

     forse Totò se fosse quì non sarebbe stato in grado nemmeno di dirle mi faccia il piacere ......

    Non comprendo come certe persone possano innalzarsi di grado senza merito ..... tanto per rimanere in tema su GESU' CRISTO NON E' RISORTO MA SI E' INNALZATO .....


    Ravasi lei mi fa paura!!!!

    RispondiElimina
  44. ma lei ringrazi Dio che la può ascoltare quella vera Messa (Santa) !
    pensi uin po' a chi non può affatto: a chi è costretto a sentire un Sanremo formato-messa, con sfilata spensierata-mani-in tasca di (ipo)credenti a prendere l'Ostia (che non sanno che-Chi è....)  e via ai posti della fiera-mercato finale, con chiacchiericcio e gruppetti di gossip, e a congedo il saluto del presentator-presidente:
        "Grazie a tutti della partecipazione!"
    che se poi è il Vescovo, aggiunge pure  alla benedizione....gridando a tutti: "Ciao!" nel microfono a fine Messa... e scroscio di applausi per finire la trasmissione.
    La Messa è finita: ma quando era cominciata ?
    :(

    RispondiElimina
  45. <span>ma lei ringrazi Dio che la può ascoltare quella vera Messa (Santa) !  
    pensi un po' a chi non può affatto: a chi è costretto a sentire un Sanremo formato-messa, con sfilata spensierata-mani-in tasca di (ipo)credenti a prendere l'Ostia (che non sanno che-Chi è....)  e via ai posti della fiera-mercato finale, con chiacchiericcio e gruppetti di gossip, e a congedo il saluto del presentator-presidente:  
        "Grazie a tutti della partecipazione!"  
    che se poi è il Vescovo, aggiunge pure  alla benedizione....gridando a tutti: "Ciao!" nel microfono a fine Messa... e scroscio di applausi per finire la trasmissione.  
    La Messa è finita: ma quando era cominciata ? </span>
    <span>:( </span>

    RispondiElimina
  46. Beh! Bar Tolucci, in certe case dove si parla troppo di spirito d'Assisi e di spirito conciliare e di spirito neocatecumenale un bar in un confessionale ci vuole, con tutto quello spirito! ;)

    RispondiElimina
  47. Ha ragione caos, io ringrazio, certo che ringrazio, una grazia grande non meritata, quella di avere una S-Messa e dei santi sacramenti. Mi piacerebbe che questa grazia l'avessero tutti!

    RispondiElimina
  48. ;)  Cara Raffaella, se da uno spiraglio è entrato il fumo di Satana come un Pontefice ha detto, allora è saggio sperare che dallo stesso o da altri spiragli - la Chiesa sembra avere oramai molti spiragli.... - tale fumo se ne esca e queste parole a me fanno ben sperare e come ho spiegato NON risolvono certo il problema, tanto di cappello a chi, avendone le capacità, muove ancora battaglia sacrosanta e legittima.... del resto sono convintissima che senza certe battaglie portate avanti dallo stesso Francesco, il cardinale Ravasi non sarebbe mai giunto ad una affermazione del genere....

    Non mi interessa che lo abbia detto per altre motivazioni, NOI CREDIAMO che le cose non avvengono "per caso"..... :)  io so solo che fino a qualche mese fa NESSUNO, tra i prelati anche di fresca nomina, si sarebbe spinto ad affermazioni del genere....
    NOI NON CREDIAMO NELL'UOMO, MA IN CRISTO che sa mutare le cose attraverso, anche, questi piccolissimi passi che molti confondono per un "caso" o solo per opportunismo....

    Attualmente devo essere grata ai Beni Culturali perchè sono stata spettatrice-testimone dei loro INTERVENTI che hanno frenato la devastazione in alcune chiese antiche in nome del Concilio firmate da taluni vescovi..... in altre chiese un pò meno..... neppure i Beni Culturali sono riusciti a frenare la devastazione....

    Cara Raffaella, non spetta a me mettere Ravasi sotto giudizio, ho studiato su alcuni suoi testi biblici in passato e, dopo anche averli anche approfonditi con altri sacerdoti santi, li ho letteralmente cestinati non per eresia, ma per inutilità dottrinale esegetica.... mentre ho potuto apprezzare altri piccoli suoi interventi.... sull'Arte  nelle chiese mi ha deluso parecchio, ma da lui non mi sono mai aspettata nulla di chè.... per questo, con tutta onestà e senza pregiudizi, posso apprezzare questa uscita del neo cardinale....

    Del resto basti vedere come avvenne l'incontro con gli artisti e il Papa per comprendere l'ambiente DEI VIP maturato all'interno di certe correnti per le quali non c'è più spazio per gli umili e i semplici.....
    è tutto un bisness..... ma come profetizza Cristo: NON RESTERA' PIETRA SU PIETRA.... ;)

    RispondiElimina
  49. e da oggi in poi sara'  RAVASI sara' tale anche per me !!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  50. CAOS , ma perche' mai ti sprechi a rispondere ai soliti che non sanno piu' cosa tirar fuori dal ciilndro !?!?!?!? 

    RispondiElimina
  51. E se fosse che - magari - il Papa conosce il Cardinal Ravasi, i Vangeli e la lingua greca meglio di certi ignoranti isterici che girano da queste parti e che non sanno che il verbo utilizzato secondo i Vangeli dagli angeli per annunciare la Risurrezione significa propriamente, in greco, "essere risvegliato" oppure "essere innalzato"?

    RispondiElimina
  52. mi permetto di raccontarvi una '' AVVENTURA ,, capitata a me di persona ........

    un giorno entrando nel negozio di un mio amico antiquario , mi cade l' occhio su un reliquiario in vetro contenete il braccio di SAN DEODATO .

    Era in un cartone  , impolverato , e presolo in mano sollevato vi faceva dimora e da tempo uno scarafaggio . ne rimasi orripilato . Per pieta' decisi all' istante di prenderlo e lo ebbi per 300.000 lire . tutto foderato in seta rossa , i sigilli e la lettera di autenticita' intatti . 
    ero sicuro della sua provenienza . e qui mi fermo .
    lo  misi in camera mia e devo dire , la presenza del BRACCIO di SAN DEODATO  , col passar del tempo ,  diventava  un incubo sempre piu' presente e forte . 
    Un giorno mi venne l' illuminazione di lasciarlo in una chiesa vicino casa mia e ad un orario in cui ero sicuro che nessuno mi avrebbe mai visto entrando in chiesa lo misi in bella vista sopra l' altare .
    Ne avrei fatto il reso conto con comodo incontrandolo il vecchio sacerdote che vi officiava e da me conosciuto sil dall' infanzia e cosi' feci .
    il tempo passa e finalmente lo incontro per strada . '' DON ... lo ha visto sull' altare il reliqiuario ... ecc ecc ec .. ,, '' SEI STATO TU ?? ..
    '' SI IO ,, -----''
    ma è successo un finimondo col vescovo ci sono le denunce , le messe nere .......... ecc. vieni con me che ci andiamo subito insieme ,, .......
    alla presenza del vescovo gli racconto tutto per filo e per segno non facendo nessun nome per non compromettere nessuno ed essere io solo l' unico responsabile .......... ------- ma alla fine feci ben presente la mia certezza da cui proveniva la RELIQUIA ...e tutto fini li ' !!!!!!!!

    RispondiElimina
  53. e lo sara anche quando sarà PAPA 

    RispondiElimina
  54. Claudio Sinclair20 gennaio 2011 19:15

    Grande, grande, grandissimo Card. Gianfranco Ravasi.
    Speriamo che il Santo Padre lo mandi prestissimo a presiedere la nostra cara Archidiocesi Mediolanense.
    Abbiamo tanto bisogno di Pastori capaci, sapienti, grandi uomini e grandi Vescovi.
    Speriamo che lo Spirito Santo illumini l'amatissimo nostro Sommo Pontefice in questo senso.
    Ad maiorem Dei gloriam.
    Amen

    RispondiElimina
  55. Claudio Sinclair20 gennaio 2011 19:19

    Un mio amico sacerdote vetero cattolico celebra in casa sua ed utilizza pure il messale tridentino.
    E allora?

    RispondiElimina
  56. Egregio bah mi permetta di farmi una sonora risata di fronte alla sua isterica ignoranza.

    1) mi sa dire come mai la Chiesa da SEMPRE utilizza la LINGUA LATINA e non greca?

    2) le rispondo io, perchè la lingua greca NON E' una lingua ferma statica ma in movimento e può assumere molti significati.

    3) perciò si procuri di non seminare cavolate in luoghi dove la possono leggere in molti!!!

    4) e se il Ravasi dalle sue altezze greche, accompagnato dalla "fortuna" del neofita di lingua greca un giorno scoprisse che Gesù non è l'UNICO vero Dio lei bah che cosa direbbe?

    5) e quel giorno è già arrivato perchè il Ravasi dalle sue altezze greche con la fortuna del neofita ha già messo in giro ( non da ora) la seguente frase:


    IL DIO DI GESU' CRISTO .....


    6) confido nella sua ragionevolezza e onestà intellettuale

    7) grazie


    8) distinti saluti.

    RispondiElimina
  57. Caro Vittorio, quello che lei ha raccontato purtroppo NON è un fatto singolo e sparuto ..... NO!!! c'è da piangere per un mese intero, ad enumerare lo SCEMPIO e  conoscere che cosa ne è stato delle NOSTRE COSE SACRE, e RIPETO NOSTRE!!!

    NON sono di proprietà dei Sacerdoti, dei Vescovi, e altri gradi SONO di PROPRIETA' del Gregge.

    Chi avrà cura del Sacro di fronte a Dio avrà dei meriti enormi, perchè se cantando si prega due volte proteggendo e curando le cose Sacre si prega 7 volte.

    RispondiElimina
  58. caro CLAUDIO ......
     -------- non dubito della scienza del TUO AMATO CARDINALE .. ma je manca l' core ......... è questo il punto !!!!!! 

    dunque vale poco per me ....... e poi quando parla impari a guardare negli occhi ... non lo fa mai e questo NON mi piace !!!!!! 



    tientelo  stretto in quel di MILANO ........

    RispondiElimina
  59. Come la capisco Caos .... come la capisco!!! io invece devo ascoltare tamburini e tamburelli,  ululati da far cadere l'intonaco ..... ma guai a chi dice qualcosa, che siamo matti, sono canti del rinnovamento .... quelli ispirati dallo spirito (?) ...... e poi se per sfortuna sorte alla domenica pomeriggio, passi davanti alla sala del regno dei testimoni di geova ..... ascolti la stessa musica la stessa "festa" .....

    Ora mi chiedo:
     saranno stati i tdg i primi ad inventare quei tipi di canto o viceversa?

    RispondiElimina
  60. una mia amica ha trovato ,  in un luogo che  non dico  , la RELIQUIA DI SANTA ROSA da LIMA buttata la' nella legnaia  .......

    ........ potrei scrivere un libro a proposito ........

    RispondiElimina
  61. un TESTIMONE  ci racconta di RUBENS che dipingendo conversava  con l' AMBASCIATORE di VENEZIA , dettava una lettera in italiano per la CORTE di MANTOVA mentre

     qualcuno gli leggeva TACITO in latino ............. e non era il solo !!!!!!!!! 

    RispondiElimina
  62. meglio a MILANO che a ROMA ..........

    RispondiElimina
  63. <span>Quello di queste discussioni non è lo stile di Gesù. </span>
    <span>L’infedeltà al vangelo di oggi e di ieri nella chiesa, che vi rinfacciate nonostante l’apertura di credito che vi diede il papa e vi sta dando Ravasi (incredibile), sono radicate nella rottura della corrispondenza tra forma e contenuto. </span>
    <span>Il vostro tradizionalismo assomma contemporaneamente due forme di rottura.</span>
    <span>Da una parte prevale la forma e il cristianesimo è ridotto a estetismo liturgico, a istituzione gerarchica, a struttura (dove è però assente l’amore che porta Gesù fino alla croce).</span>
    <span>Dall’altra parte invece prevale il contenuto, e il cristianesimo è ridotto a dottrina e dogmatismo, una verità di formule senza legame vitale all’esistenza del singolo individuo. </span>
    <span>Sono entrambi cristianesimi senza conversione.</span>
    <span>Gesù invece indica la strada di un cristianesimo capace di imparare dall’altro, che come Gesù, non definisce la sua identità e non la impone a nessuno, comunicando una vicinanza benigna non un insegnamento metafisico, etico o morale, ma un modo differente per ognuno che incontra: Gesù fa sperimentare ad ognuno la sua specifica forma di scoperta del Regno. Un cristianesimo capace di imparare e non di imporre riti, gerarchie e dogmi ma come ambito capace di fare emergere i la presenza di Dio che già da sempre abita in lui. Riti, gerarchie e dogmi, se vengono, vengono dopo, molto dopo.</span>

    RispondiElimina
  64. <span><span>Da una parte prevale la forma e il cristianesimo è ridotto a estetismo liturgico, a istituzione gerarchica, a struttura (dove è però assente l’amore che porta Gesù fino alla croce).</span>  </span>

    quanto LEI afferma NON HA NESSUN senso ......... ma che significa estetismo liturgico e compagnia bella ???

    ......... dietro l' estetica vi è la SOSTANZA , la DOTTRINA ..... ecco perche' non potro' MAI !!!!!!!!!!  digerire la MESSA DEFICIENTE ( pur sempre valida , ma deficiente proprio perche' mancante ) di PAOLO VI !!!!!!!!!!!!!! .............

    RispondiElimina
  65. Sinclair lei è ridicolo!!!

    RispondiElimina
  66. Pastor (da pastore protestante luterano?) ...... il suo è un discorso che non fa una grinza ..... appunto da protestante luterano.

    Offeso perchè le ho detto che il suo discorso è da protestante? ..... non dovrebbe, tanto oggi i protestanti bazzicano e destra e a manca di quà e di la' del Tevere, sono trattati meglio del mondo Tradizionalista, e dettano legge in casa Cattolica...... ma non siete gli unici...... gli unici che NON possono NEMMENO SCRIVERE UNA LETTERA AL PAPA SONO I TRADIZIONALISTI.


    Ecco che cosa ci ha portato l'ecumenismo che ripeto essere nato SOLO ed esclusivamente per far rientrare nella Chiesa Cattollica le chiese separate e NON VICEVERSA!!!

    RispondiElimina
  67. Scienza di Ravasi? dove? e come si dimostrerebbe? la Scienza è tutt'altra cosa!!!

    RispondiElimina
  68. e ancora .. un TESTIMONE ci narra di RUBENS che dipingendo  , conversava in francese con L' AMBASCIATORE DI VENEZIA , dettava una lettera in italiano per la CORTE DI MANTOVA mentre qualcuno gli leggeva TACITO in latino ........ e non era il solo !!!!!!!!

    RispondiElimina
  69. <span>Gesù, non definisce la sua identità....</span>
    <span> Un cristianesimo capace di imparare </span>
    eeehhhh ? ? ?  =-O =-O =-O  

    adesso capisco quale VENTO IRRESISTIBILE spinge la Chiesa verso Assisi 3 !  ! !

    Signore, salvaci ....la Barca va al naufragio !

    RispondiElimina
  70. GESU'  non definisce la SUA identita' ??? .... ma che bella speculazione !!!!!!!!!!!! ...........

    RispondiElimina
  71. questa è la negazione totale del Magistero perenne e di Gesù Divino Maestro, Verità eterna, che ha consegnato la sua Dottrina perenne a Pietro e successori.
    Se questo Pastor rappresenta con le sue novelle catechesi ANTI-dogmatiche la Nueva Iglesia che avanza, approvata ufficialmente dall'alto in questi giorni, quindi vera Chiesa Cattolica che procede alla Nuova Evangelizzazione, allora....non c'è più niente da fare: solo la Madonna, Immacolata SS.ma Vergine potente contro il Male, può intercedere per la Chiesa che frana senza più freni  !
    :(

    RispondiElimina
  72. <span>Signore, salvaci ....la Barca va al naufragio ........</span>

    ... troppe falle !!!!!!!!! 

    RispondiElimina
  73. <span>questa è la negazione totale del Magistero perenne e di Gesù Divino Maestro, Verità eterna, che ha consegnato la sua Dottrina perenne a Pietro e successori.  
    Se questo Pastor rappresenta con le sue novelle catechesi ANTI-dogmatiche la Nueva Iglesia che avanza, approvata ufficialmente dall'alto in questi giorni, quindi parte della vera Chiesa Cattolica che procede alla cosiddetta "nuova evangelizzazione", allora....non c'è più niente da fare: solo la Madonna, Immacolata SS.ma Vergine potente contro il Male, può intercedere per la Chiesa che frana senza più freni  !  
    :( </span>

    RispondiElimina
  74. Poi arriva il solito pastore protestante a dar man forte alle allucinazioni "teologiche" del Ravasi.

    RispondiElimina
  75. tanto il CENTRO GEORGE POMPIDOU esteticamente è piu' accettabile de sta chiesaccia ( scritto in minuscolo si badi bene )  e a me piace ...........

    RispondiElimina
  76. Ma avete letto? Io ho parlato di un modo di porsi e di disporsi incontro all'altro, non di dottrina della fede e di ritualità liturgica. Il cristinaao non è una monade, non è mai senza l'altro. Poi, io non do una mano a nessuno, nemmeno a Ravasi, anzi mi stupisce assai l'apertura di credito ad alcune tesi estetiche vostre. Il solito ritornello, le chiese del postconcilio sono brutte. E se per portare i lontani a Gesù bisognasse spogliarsi degli ori e degli stucchi e far rilucere invece i cristiani? Voiinvece volete la chiesa piena di ori, ma poco vi interessa che sia piena di cristiani, non di baciapile!

    Per la redazione: continuo a chiedere di far ricomparier il mio ulteriore commento a B.T.; gracie anticipate. Saluti.

    RispondiElimina
  77. personalmente ho ho letto benissimo  ........... e non baciapilo NESSUNO , mai fatto in vita mia !!!!!!!!!! ,  ancora !!!!!! 

    RispondiElimina
  78. le chiese postconciliari poi sono un orrrrrrrrore  , un orrrrrrore e ne rispecchiano in pieno  , in maniera lampante quello che è la chiesa del CONCILIONE  ,  baraccone  ,

    saputone !!!!!!!!!  ........... 

    RispondiElimina
  79. Caro Vittorio poi questi pastori protestanti che dettano leggi in casa cattolica, hanno convinto certi sacerdoti  sprovveduti, A DISFARSI delle cose Sante con la SOLITA SOLFA qui sotto, ma scritta un po' più sopra:

    <span>------E se per portare i lontani a Gesù bisognasse spogliarsi degli ori e degli stucchi e far rilucere invece i cristiani? Voiinvece volete la chiesa piena di ori, ma poco vi interessa che sia piena di cristiani, non di baciapile! --------
    </span>


    ecco come i pastori protestanti hanno spogliato le NOSTRE CHIESE!!!

    P.S. io non mi sono MAI PERMESSA di dire ai protestanti cosa debbono o cosa non debbono fare nei loro luoghi di culto, PERCIO' NON PERMETTO CHE VOI LO FACCIATE NEI RIGUARDI DELLE NOSTRE CHIESE!!!!

    RispondiElimina
  80. i primi a dissacrare sono stati i nostri .....

    sarei proprio curioso di sapere ad esempio ,  che fine hanno fatti i MARMI dell' ATRIO della BASILICA di SAN PIETRO .
    Di origine romana  . unici  , gli studiosi ne ignorano la provenenza .
    sono stati rimossi ed al loro posto entrando in BASILICA si trova una megalapide in porfido che commemora indovina un po ' ............ l' avvenimento del CVII . 

    RispondiElimina
  81. Si, lo so che i primi a dissacrare sono stati i "nostri", proprio perchè sono stati spinti dall'odio protestante entrato travestito da prete,  nei seminari. Han convinto i più deboli dell'importanza dell'"essenzialità", mentre i lupi mannari travestiti da cattolici saliti al potere hanno fatto ciò che ora vediamo.

    P.S. vedere gli scempi di "chiese" come da foto sopra mi si è fermata la digestione. Ravasi e chi prima di lui dovranno  rendere conto a Dio di quanto hanno fatto.

    RispondiElimina
  82. pastor ille, intanto non confonderei lo sfarzo con la bellezza (un esempio per tutti la nuova cripta di Padre Pio): una chiesa bella non deve essere necessariamente fatta d'oro. E la bellezza di cui parlo non è puro estetismo, contemplazione fine a se stessa, ma irradiazione della bellezza di Dio, frutto della gioia di una fede genuina, imitazione della sapenza creatrice di Dio che è presente permanentemente nel Tabernacolo (sempre che sia presente). 
    Inoltre: questa sua tesi secondo cui per avvicinare i lontani sarebbe necessario spogliare tutte le chiese è corroborata da fatti reali? Le risulta che là dove si è proceduto in questo modo le chiese si siano riempite di fedeli? Le risulta che la chiesa di Le Corbusier sia sempre piena di fedeli attirati dalla sua povertà?
    Io non penso..

    RispondiElimina
  83. Cara Raffaella,aivoglia se il Papa la conosce questa triste realtà!...l'ha fatto pure cardinale!!!

    RispondiElimina
  84. se ritornasse PADRE PIO , passerebbe tutti a fil di spada  ........... anzi col mitra che fa prima !!!!!!!!!!! .........
    col caratterino che aveva !!!!!! 
    è nato lo stesso giorno del mio compleanno ..... 

    RispondiElimina
  85. Per Raffaella: io sono cattolico.
    Ma lei è la redattrice del paparatzinger.blog o solo un'omonima.

    RispondiElimina
  86. Io penso che il suo approccio bilioso e irrespondabile alla questione sia un danno per lo stesso movimento tradizionalista. Preghi di più il suo santo e scriva meglio.

    RispondiElimina
  87. Pastor se lei é cattolico allora i suoi discorsi confermano  che all'interno della Chiesa E' entrato il protestantesimo, ed ora capisco perchè i cattolici tradizionalisti sono trattati malissimo da quelli come voi.

    Trattati come se fossero persone con la peste bubbonica, ESSENDO Cattolici a tutto tondo!!!

    Mi dispiace per lei, ma credo che farà bene a pregare per la sua conversione, perchè nessuno sa ne' l'ora nè il giorno.

    P.S. sono un'omonima ....

    RispondiElimina
  88. E meglio a SARAJEVO che a MILANO.

    RispondiElimina
  89. Caro Vittorio
    <p><span>è pur vero che S. Pio aveva detto: "Farò più chiasso da morto che da vivo"; e ci sarebbe ora da aspettarsi la sua vendetta, come ad es. un segno dell'ira di Dio a castigare quello sfregio satanico che è il mausoleo faraonico-massonico in cui hanno trasferito la sua salma, e che non merita a nessun titolo il nome di chiesa nè la qualifica di cristiana, pur avendo noi tutti visto come fu costretto<span> </span>il Papa a benedirlo, perchè il solito entourage curiale, con i bravi francescani promotori della kermesse lo fecero ritrovare ( come al solito ) davanti al fatto compiuto, tutto orchestrato perbene, tutto programmato perchè la gente pensasse:
    "Al Papa piace, il Papa ha approvato, dunque è bello, è buono, è santo...quel tempio, quel gruppo evangelizzatore quel raduno megafonico e caotico</span>
    </p><p><span></span><span><span>è pur vero che S. Pio aveva detto: "Farò più chiasso da morto che da vivo"; e ci sarebbe ora da aspettarsi la sua vendetta, come davvero un segno dell'ira di Dio a castigare quello sfregio satanico che è il mausoleo faraonico in cui hanno trasferito la sua salma, e che non merita a nessun titolo il nome di chiesa nè la qualifica di cristiana, pur avendo noi tutti visto come fu costretto<span> </span>il papa a benedirlo, facendolo ritrovare ( come al solito ) davanti al fatto compiuto, tutto orchestrato perbene, tutto programmato perchè la gente pensasse:
    "Al Papa piace, il Papa ha approvato, dunque è bello, è buono, è santo...quel tempio, oppure quel gruppo evangelizzatore che si vanta coi megafoni dei suoi meganumeri di vocazioni pilotate, di adepti con famiglie adescate e plagiate spesso a vita....</span></span>
    </p><p><span><span>così come è magnificato e proclamato all'intero orbe come incontro necessario (dialoghista-pacifista) quel prossimo raduno multi-culturale che sarà solo una beffarda caricatura della Pentecoste, abominio agli occhi del Vero Dio Trinitario:  e solo per questo il Papa non dovrebbe aderire ! questo lo ricordo anche ad Areki, che ieri, per infonderci speranza, cercava di minimizzarne la portata, dicendo che sarà solo una kermesse mondana, senza peso sulle coscienze: certo, una kermesse mediatica sciocca e frivola, una sfilata di personaggi "di spicco", una vanità umana...ma tale da confondere la fede dei piccoli e le idee a tutti gli spettatori nel mondo !</span></span>
    </p>

    RispondiElimina
  90. Però Boy George ha restituito alla chiesa cipriota una venerabile icona imbolata dai soliti turchi.

    RispondiElimina
  91. cara RAFFAELLA ...... questo trattamento non puo' essere ed E' SOLO un punto D' ONORE ................ l' ho gia' detto e piu' volte ...........

    RispondiElimina
  92. <span></span><span><span>Caro Vittorio,</span></span>
    <span><span>è pur vero che S. Pio aveva predetto: "Farò più chiasso da morto che da vivo"; e ci sarebbe ora da aspettarsi la sua vendetta, come davvero un segno dell'ira di Dio a castigare quello sfregio satanico che è il mausoleo faraonico in cui hanno trasferito la sua salma, e che non merita a nessun titolo il nome di chiesa nè la qualifica di cristiana, pur avendo noi tutti visto come fu costretto<span> </span>il papa a benedirlo, facendolo ritrovare ( come al solito ) davanti al fatto compiuto, tutto orchestrato perbene, tutto programmato perchè la gente pensasse:  
    "Al Papa piace, il Papa ha approvato, dunque è bello, è buono, è santo...quel tempio, oppure quel gruppo evangelizzatore che si vanta coi megafoni dei suoi meganumeri di vocazioni pilotate, di adepti con famiglie adescate e plagiate spesso a vita....</span></span>  
    <span><span>così come è magnificato e proclamato all'intero orbe come incontro necessario (dialoghista-pacifista) quel prossimo raduno multi-culturale che sarà solo una beffarda caricatura della Pentecoste, abominio agli occhi del Vero Dio Trinitario:  e solo per questo il Papa non dovrebbe aderire ! questo lo ricordo anche ad Areki, che ieri, per infonderci speranza, cercava di minimizzarne la portata, dicendo che sarà solo una kermesse mondana, senza peso sulle coscienze: certo, una kermesse mediatica sciocca e frivola, una sfilata di personaggi "di spicco", una vanità umana...ma tale da confondere la fede dei piccoli e le idee a tutti gli spettatori nel mondo !</span></span>

    RispondiElimina
  93. <span><span>Gesù invece indica la strada di un cristianesimo capace di imparare dall’altro</span></span>

    E infatti da te impariamo l'autorialità surrealista.

    RispondiElimina
  94. <span><span></span><span><span>Caro Vittorio,</span></span>  
    <span><span>è pur vero che S. Pio aveva predetto: "Farò più chiasso da morto che da vivo"; e ci sarebbe ora da aspettarsi la sua vendetta, come davvero un segno dell'ira di Dio a castigare quello sfregio satanico che è il mausoleo faraonico in cui hanno trasferito la sua salma, e che non merita a nessun titolo il nome di chiesa nè la qualifica di cristiana, pur avendo noi tutti visto come fu costretto<span> </span>il papa a benedirlo, facendolo ritrovare ( come al solito ) davanti al fatto compiuto, tutto orchestrato perbene, tutto programmato perchè la gente pensasse:    
    "Al Papa piace, il Papa ha approvato, dunque è bello, è buono, è santo...che si tratti di quel tempio, oppure di quel gruppo evangelizzatore che si vanta coi megafoni dei suoi meganumeri di vocazioni pilotate, di adepti con famiglie adescate e plagiate spesso a vita....</span></span>    
    <span><span>così come è magnificato e proclamato all'intero orbe come incontro necessario (dialoghista-pacifista) quel prossimo raduno multi-culturale che sarà solo una beffarda caricatura della Pentecoste, abominio agli occhi del Vero Dio Trinitario:  e solo per questo il Papa non dovrebbe aderire ! questo lo ricordo anche ad Areki, che ieri, per infonderci speranza, cercava di minimizzarne la portata, dicendo che sarà solo una kermesse mondana, senza peso sulle coscienze: certo, una kermesse mediatica sciocca e frivola, una sfilata di personaggi "di spicco", una vanità umana...ma tale da confondere la fede dei piccoli e le idee a tutti gli spettatori nel mondo !</span></span></span>

    RispondiElimina
  95. Visto che sei cattolico, non sarai contrario alla messa antica e non avrai alcun problema ad ammettere che i parroci la concedano di buon grado a chi ne fa richiesta.

    RispondiElimina
  96. leggevo  nel ' ultimo giornalino che mi attiva a casa da S. GIOVANNI ROTONDO e puntualmente cestinato , che i frati , buchi neri , come li chiamava PADRE PIO ( e cosi' sempre lo chiamero' poiche' era gia' santo ben prima della sua canonizzazione ) dicevo i buchi neri  , facevano appello per le offerte di denaro  , per poter terminare il cantiere per l' ospizio fatto per i vecchi sacerdoti .........

    spero che le gente cominci ed E' ORA  ad aprire bene gli occhi e a capire !!!!!!

    RispondiElimina
  97. il cantiere è fermo da tempo per mancanza di fondi ...........

    RispondiElimina
  98. Secondo me non è un caso che ad Assisi a dieci anni di distanza da quella pagliacciata "ecumenica" ci sia stato un terremoto...

    RispondiElimina
  99. i crociati nel 1204 hanno fatto cose ben piu' turche e molto piu' degli ottamani nel 1453 con la CADUTA di COSTANTINOPOLI . 

    RispondiElimina
  100. Il vero terremoto è presto detto. E' l'impossibilità a dire e a praticare la Verità tutta intera. Così in genere si possono anche dire cose giuste (molte della conferenza lo sono), ma senza dire ciò che le avrebbe reso davvero forti e cattoliche. Rispetto umano? Forse, vista la platea. Ma terremotante lo stesso.

    RispondiElimina
  101. Raffaella mi permetto di riprenderla fraternamente , un Cardinale è Cardinale di Santa Romana Chiesa , anche fosse il peggiore uomo della terra , questo perche ha ricevuto l'ordine sacro .
    Santa Roberto Bellarmino Ora pro nobis 

    RispondiElimina
  102. Da Chiesa Viva
    <span><span></span></span>




    <span>


    </span>


    <span></span>



    <span>


    </span>
    <span></span>

    <span></span>
    <span></span>


    <span><span>

    LAZZARO, MORTO MA NON RISORTO
    </span></span>
    <span>

    Su
    </span>


    <span>“Famiglia Cristiana” </span>

    <span>n. 30/1994, due lettori,

    scandalizzati dal
    </span>

    <span>gesuita Brendan Byrne, </span>

    <span>che affermava

    che la risurrezione di Lazzaro è una “gonfiatura”
    teologica della primitiva comunità cristiana, il solito
    </span>
    <span>

    Mons. Gianfranco Ravasi, il “teologo” di “Famiglia


    Cristiana”,
    </span>


    <span>risponde: </span>

    <span>«Certo, il libro del Byrne

    non è adatto a chi muove i primi passi nella
    Bibbia o a chi ha scelto la “via fondamentalista
    per cui vale solo la lettura del testo così come


    suona”».
    </span>


    <span>Poi, spiega due punti fondamentali della

    lettura critica dei Vangeli. Dice:
    </span>

    <span><span>«Innanzitutto, non</span>

    ci si stancherà di ripetere che i Vangeli non sono
    libri di storia accademica né biografie storiografiche


    ».
    </span>


    <span>E continua: </span>

    <span>«Le parole e gli atti di Gesù sono

    illuminati, trasfigurati, elaborati per finalità
    che non sono storiografiche, ma di fede».
    </span>
    <span>

    Perciò,
    </span>


    <span>Ravasi </span><span>dice: </span>

    <span>«Sono da evitare due estremi:</span><span>

    1)
    </span>


    <span><span>credere che Gesù risuscitò Lazzaro da morte,</span>

    nel modo e nei particolari descritti da Giovanni;
    </span>
    <span>

    2)
    </span>


    <span><span>che lʼintera storia è una pura invenzione</span>

    dellʼevangelista».
    </span>
    <span>

    E conclude:
    </span>


    <span><span>«È qui che appare la diversa concezione:</span></span>





    <span></span>

    RispondiElimina
  103. allora , che ne sia pienamente cosciente e degno .........

    RispondiElimina
  104. A proposito della discussione pro o  contro Mons.Ravasi, le chiese moderno, la Messa in latino o no ......"Quando nel medio evo i cristiani discutevano sul sesso degli angeli e sull'ombellico di Adamo i mussulmani conquistarono l'Europa". Ed oggi ......FORSE BISOGNEREBBE PREGARE DI PIU- E POLEMIZZARE MENO. Salve

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.