giovedì 9 settembre 2010

Chiesa cattolica di Santa Monica, Madrid

Dalla novella di J.L. Borges, L'Immortale:

Nel palazzo che imperfettamente esplorai, l'architettura mancava di ogni fine. Abbondavano il corridoio senza sbocco, l'alta finestra irraggiungibile, la vistosa porta che s'apriva su una cella o su un pozzo, le incredibili scale rovesciate, coi gradini e la balaustra all'ingiù. Altre aereamente aderenti al fianco d'un muro monumentale, morivano senza giungere ad alcun luogo, dopo due o tre giri, nelle tenebre superiori delle cupole. Ignoro se tutti gli esempi che ho enumerati siano letterali; so che per molti anni infestarono i miei incubi; non posso sapere ormai se un certo particolare è una trascrizione della realtà o delle forme che turbarono le mie notti. Questa Città (pensai) è cosí orribile che il suo solo esistere e perdurare, sia pure al centro di un deserto segreto, contamina il passato e il futuro e in qualche modo coinvolge gli astri. Finché durerà, nessuno al mondo potrà essere prode o felice. Non voglio descriverla; un caos di parole eterogenee, un corpo di tigre o di toro, nel quale pullulassero mostruosamente, uniti e odiandosi, denti, organi e teste, possono, forse, essere immagini che le si approssimano.













Grazie ad un lettore per l'invio delle foto.

78 commenti:

  1. il vuoto rinchiuso nel nulla che dovrebbe rivelare il Tutto, ma che manifesta solo povertà spirituale e miseria liturgica. 

    RispondiElimina
  2. Alexander Von Trotta9 settembre 2010 11:30

    Tanto vale allora dire messa in un megastore di elettrodomestici, utilizzando una lavatrice come altare.

    RispondiElimina
  3. Può la parola cloaca nobilitare il cesso di chiesa che è nelle foto? [Non voglio offendere il luogo consacrato, ma il contenitore]

    RispondiElimina
  4. Est-ce un bunker d'observation anti-missile ?
    Grotesque et con, il n'y a rien d'autre à dire.
    Mais le cardinal Rouco, archevêque de Madrid et grand appui des neocat's, aime ça.
    En même temps, il fait tout pour empêcher la célébration de la messe grégorienne.
    Autrefois, les évêques espagnols étaient en communion avec le Pape.
    Maintenant ils sont en communion avec la bêtise.

    RispondiElimina
  5. una liturgia capace di fare incontrare Cristo merita un’architettura che favorisca l’incontro. “Il luogo in cui ci troviamo determina ciò che crediamo” ha scritto Alain de Botton. Risorgerà un sacro verticale composto di campanili e inginocchiatoi, immagini e ostensori, crocifissi e candele, per incidere nei nostri sensi le parole di Cristo: “Che chiunque vede il Figlio e crede in lui abbia la vita eterna; io lo risusciterò nell’ultimo giorno”. (Camillo Longone)

    RispondiElimina
  6. una liturgia capace di fare incontrare Cristo merita un’architettura che favorisca l’incontro. “Il luogo in cui ci troviamo determina ciò che crediamo” ha scritto Alain de Botton. Risorgerà un sacro verticale composto di campanili e inginocchiatoi, immagini e ostensori, crocifissi e candele, per incidere nei nostri sensi le parole di Cristo: “Che chiunque vede il Figlio e crede in lui abbia la vita eterna; io lo risusciterò nell’ultimo giorno”. (Camillo Langone)

    RispondiElimina
  7. una liturgia capace di fare incontrare Cristo merita un’architettura che favorisca l’incontro. “Il luogo in cui ci troviamo determina ciò che crediamo” ha scritto Alain de Botton. Risorgerà un sacro verticale composto di campanili e inginocchiatoi, immagini e ostensori, crocifissi e candele, per incidere nei nostri sensi le parole di Cristo: “Che chiunque vede il Figlio e crede in lui abbia la vita eterna; io lo risusciterò nell’ultimo giorno”. (da un articolo di Camillo langone)

    RispondiElimina
  8. pepito sbazzeguti9 settembre 2010 12:14

    Finalmente ! abbiamo le prime immagini della struttura cerebrale di certi architetti e di chi ha commissionati le loro <span>contorte</span> elucubrazioni !

    RispondiElimina
  9. Anselmo d'Aosta9 settembre 2010 12:21

    Dove siamo? Un architettura simile a Guerre Stellari. pronta però per accogliere umani di qualsiasi razza ma che troverebbe in dificoltà qualsiasi altro  credo religioso. Toglietele il crocifisso ed è pronta per essere un tempio massone, oppure una qualsiasi aula liturgica di qualche setta americana.

    Pure gli islamici troverebbero difficoltà a farla divenire moschea. Ma poichè l'Islam ha conservato e porta in se il concetto alto di Bellezza, vedrete che architetti arabi saprebbero trasformarla in un vero  centro di culto islamico. Togliendole quanto più di lucubre porta in se.

    peccato che non l'abia vista Betori  o Romeo.

    RispondiElimina
  10. Effettivamente, la chiesa in stile "strar trek" ancora mi mancava alla collezione; le letture saranno eseguite dal vulcaniano Mr. Spok, per sottolineare il motivo dell'inculturazione multurazziale del cattolicesimo post conciliare?

    RispondiElimina
  11. <span>Effettivamente, la chiesa in stile "strar trek" ancora mi mancava alla collezione; le letture saranno eseguite dal vulcaniano Mr. Spok, per sottolineare il motivo dell'inculturazione multurazziale del cattolicesimo post conciliare? O, forse, l'incombente potrà essere commesso ad un adroide, per far meglio risaltare la modernità della relativa celebrazione?</span>

    RispondiElimina
  12. <span><span>Effettivamente, la chiesa in stile "strar trek" ancora mi mancava alla collezione; le letture saranno eseguite dal vulcaniano Mr. Spok, per sottolineare il motivo dell'inculturazione multurazziale del cattolicesimo post conciliare? O, forse, l'incombente potrà essere commesso ad un androide, per far meglio risaltare la modernità della relativa celebrazione?</span></span>

    RispondiElimina
  13. ...condivido solo che era il Dottor Spak, ufficiale scientifico dell'Enterprise.... ;)
    Forse siamo noi viaggiatori arrivati in un pianeta che scimmiotta in modo degenerato la cattolicità del vero pianeta terra? Diario del capitano, data astrale....

    RispondiElimina
  14. Guardando le prime quattro foto, anche sforzandomi, non riesco ad evitare commenti irrispettosi o volgari. Allora mi sposto sull'economico. Quante bellissime chiese storiche e canoniche si sarebbero potute restaurare con i denari buttato in un'opera che fra trent'anni dovrà essere demolita,in quanto di valore reale nullo perchè immanutentabile? Questo già accade per tante chiese moderne italiane. I preti che le custodiscono, anche quelli modernisti, sono i primi a dire "segretamente" che Sarebbero da demolire e ricostruire. Così tutto in malora: prima le sacrificate e spesso svendute chiese antiche e presto anche le moderne! 

    RispondiElimina
  15. .........oramai...non c'e'....da stupirsi piu' di nulla............non capisco chi approva queste schifezze!!!!!!!!!!????????????????????

    RispondiElimina
  16. Filippo Burighel9 settembre 2010 13:45

    YA! YA! SHUB-NIGGURATH! IL NERO CAPRO DAI MILLE CUCCIOLI!

    Chi conosce i racconti di H.P. Lovecraft, il padre della letteratura horror, riconoscerà l'invocazione alla mostruosa (e fittizia) dea Shub-Niggurath. Che senso ha questa citazione? Beh, semplice: guardate l'immagine che linko al mio commento e provate a dirmi che non notate la somigliaza a questa così detta e sedicente "chiesa"...

    RispondiElimina
  17. Francesco Colafemmina9 settembre 2010 13:47

    L'architetto è un numerario dell'Opus Dei e uno stimatissimo professionista. Purtroppo sembra non condividere alcuna visione "tradizionale" sull'architettura sacra. Qui avevo pubblicato uno stralcio della sua intervista a El Pais: http://fidesetforma.blogspot.com/2010/06/milioni-ad-architetti-che-costruiscono.html

    RispondiElimina
  18. pepito sbazzeguti9 settembre 2010 13:55

    Questo edificio, enorme ,brutto e senz'anima, non vale una pietra della piu' piccola e insignificante chiesetta medievale! Se gli organi preposti a tutelare la Chiesa e la sua Bellezza ,non hanno piu' interesse a difenderla ,c'è ben poco da stare allegri ! Dobbiamo constatare che esiste una volontà distruttiva nei confronti della "bellezza" da parte di alcuni non proprio ignoti !

    POSSIBILE TITOLO DELL'"OPERA" : 'A ME STESSO'.

    RispondiElimina
  19. Filippo Burighel9 settembre 2010 13:56

    Però due involontarie note positive ci sono: il crocifisso c'è ed è ben visibile e parrebbe inamovibile; l'altare sembra essere di pieta e altrettanto inamovibile, non è insomma una tavolaccia indegna persino di una pizzeria.

    RispondiElimina
  20. Caspita, proprio un ambiente caldo e accogliente! :(

    RispondiElimina
  21. è uno scherzo, vero??

    RispondiElimina
  22. Mi duole correggervi ma la corretta ortografia è "Mr. Spock".  "Spak" è la pronuncia italiana e "Dottor" è il nostro inguaribile vizio di dare del dottore a tutti.

    RispondiElimina
  23. premio a chi trova per primo il Tabernacolo....

    RispondiElimina
  24. testimone del declino liturgico9 settembre 2010 14:40

    ... sarebbe più dignitoso... >:o

    RispondiElimina
  25. E' vero, anche dal punto di vista strutturale sono un disastro, dopo 30-40 anni sono da demolire...

    RispondiElimina
  26. DANTE PASTORELLI9 settembre 2010 14:52

    Già, perché? meglio sarebbe, però, chiedersi: chi è il responsabile di tanti obbrobri?

    RispondiElimina
  27. Per favore, diamo un premio a quell'autorità ecclesistica che sconsacrerà la garage-chiesa e permetterà di farla saltare in aria con il tritolo?
    Meglio di un mostro di cemento del genere sarebbe un prato con un altare e un crocifisso

    RispondiElimina
  28. La si potrebbe....9 settembre 2010 14:55

    ... cedere allo Stato Italiano in cambio della restituzione di una delle tante Chiese sequestrate dopo l'Unificazione. Ma cosa se ne potrebbe fare?

    RispondiElimina
  29. Grazie della spigolatura, tuttavia controllerei (appena posso lo fo)  la grafia dei titoli di coda della vecchia serie... Eppoi un ufficiale scientifico non laureato? Preferisco il vizio italiano, "venghi, dotto', un po' più indietro co' a maghina... ecco, stop"!
    Scusate l'o.t. ;) :-D

    RispondiElimina
  30. trovato!!! anzi no...mmm..però c'è un cubo di cemento...forse...ah si! è un tabernacolo di ultima generazione a "pozzetto" come i congelatori...innovativo e sorprendente!! con l'aggiunta del ghiaccio poi si possono conservare anche le bibite in fresco da distribuire all'offertorio ai fedeli per arrestare la calura soffocante che questa architettura ferrosa provocherà in estate! (basta solo immaginarlo...lo so perchè anche da me c'è una fabbrica del genere...evidentemente chi progetta queste cose di certo a messa li non ci va!!)

    RispondiElimina
  31. Arte degenerata.E'un edificio sacro che non "edifica".Sconcerta l'occhio,la mente e l'anima,non so quanto,umanamente,sia possibile rimanerci senza innervosirsi.Stiamo andando verso l'entropia,siamo come elementi impazziti,scollegati tra loro, che si allontanano dal nucleo originale essendo venuti meno i legami che li tengono uniti.Il crocifisso e l'altare vengono ridotti a specchietto per le allodole per nobilitare un ambiente INADATTO ad essere considerato come sacro.La vedo brutta,nonostante i moniti,esortazioni,perorazioni,si continua  a fare sempre come prima.

    RispondiElimina
  32. Se i fedeli non entrassero in certe mostruosità, il problema sarebbe già risolto da un pezzo...

    RispondiElimina
  33. Redazione di Messainlatino.it9 settembre 2010 15:44

    Anch'io Filippo ho avuto lo stesso pensiero di fronte a quelle propaggini e tentacoli mozzi. In alternativa a Borges avevo pensato, come commento, di scrivere semplicemente: JA! CHTULHU FTAGN!
    Enrico

    RispondiElimina
  34. Redazione di Messainlatino.it9 settembre 2010 15:45

    Non ricordavo quel tuo post, Francesco. Azzeccatissimo l'accostamento con il carrozzone dei Jawas di Tattooine.
    A quando una chiesa sferica che assomigli alla Morte Nera?
    Enrico

    RispondiElimina
  35. L'architetto é un numerario dell'Opus Dei, nel senso che dà i numeri?

    RispondiElimina
  36. <p><span>La costruzione in sé non è poi così malvagia. Ha il suo fascino, ma non certo il senso di una chiesa!</span>
    </p><p><span>Se non vado errato,ma mi pare fossimo negli anni ’70, Giacomo Manzù progettò una chiesa a forma di busto di Cristo. L’idea in sé era bella: Cristo-Chiesa oppure Chiesa-Corpo di Cristo. Il progetto non venne realizzato a riprova che non tutte le idee “belle” sono necessariamente conformi. E pensare che se fosse stato realizzato poteva essere un polo di attrazione (immaginate un gigantesco busto di Cristo…), sarebbe stato certamente notato, una meraviglia, forse, ma anche un motivo per parlarne male… Meno male che non fu realizzato. Forse allora era ancora vivo nel sentimento degli italiani il buon gusto, ma oggi?</span>
    </p><p><span>Certo, può essere che chi commissiona tali “opere” non abbia il senso del bello ma <span> </span>i fruitori, cioè noi fedeli perché lasciamo fare? E non venite a dirmi che non ci possiamo fare nulla o che in fondo ognuno si merita la chiesa che ha. Un tempo la chiesa se la costruivano i fedeli e facevano a gara con i paesi vicini a chi la costruiva più bella…</span>
    </p><p><span>Certo è che dalle mie parti una cosa come quella presentata nell’articolo non sarebbe mai sorta (almeno come tempio), non lo avremo permesso.</span></p>

    RispondiElimina
  37. Peter Moscatelli9 settembre 2010 16:11

    Meglio così, nè?

    RispondiElimina
  38. <p><span>La costruzione in sé non è poi così malvagia. Ha il suo fascino, ma non certo il senso di una chiesa!</span>
    </p><p><span>Se non vado errato,ma mi pare fossimo negli anni ’70, Giacomo Manzù progettò una chiesa a forma di busto di Cristo. L’idea in sé era bella: Cristo-Chiesa oppure Chiesa-Corpo di Cristo. Il progetto non venne realizzato a riprova che non tutte le idee “belle” sono necessariamente conformi. E pensare che se fosse stato realizzato poteva essere un polo di attrazione (immaginate un gigantesco busto di Cristo…), sarebbe stato certamente notato, una meraviglia, forse, ma anche un motivo per parlarne male… Meno male che non fu realizzato. Forse allora era ancora vivo nel sentimento degli italiani il buon gusto, ma oggi?</span>
    </p><p><span>Certo, può essere che chi commissiona tali “opere” non abbia il senso del bello ma <span> </span>i fruitori, cioè noi fedeli perché lasciamo fare? E non venite a dirmi che non ci possiamo fare nulla o che in fondo ognuno si merita la chiesa che ha. Un tempo la chiesa se la costruivano i fedeli e facevano a gara con i paesi vicini a chi la costruiva più bella…</span>
    </p><p><span>Certo è che dalle mie parti una cosa come quella presentata nell’articolo non sarebbe mai sorta (almeno come tempio), non lo avremmo permesso.</span></p>

    RispondiElimina
  39. In Italia gli architetti sono una casta potentissima e intoccabile. Il piccolo ma bellissimo centro storico della città di Mestre, tanto per fare un esempio, è stato massacrato, negli anni novanta, dai progetti di rifacimento della Piazza Maggiore, commissionati dal comune di Venezia ad un celebratissimo e osannato architetto (Guido Zordan) che ha guadagnato una montagna di soldi semplicemente distruggendo un pregevole contesto storico con radicali manomissioni moderne del tutto fuori luogo.
    In Italia, purtroppo, siamo fatti così. Ci ostiniamo a cancellare le memorie del passato in nome di una smaniosa ricerca del continuo "sviluppo" e della perpetua "crescita". All'estero si conserva e si valorizza l'esistente, da noi, al contrario, si rincorre la modernità e il mito dell'evoluzione continua, l'ossessione per la novità.
    Non è certamente un caso il fatto che la cosiddetta Messa nuova sia stata strenuamente voluta e pianificata da due italiani: Montini e Bugnini.

    RispondiElimina
  40. il numeri al lotto si si
    che sia dell'opus Dei si sapeva ma questo c'entra poco con la destinazione dell'opera. magari l'avrò progettata gratis...

    RispondiElimina
  41. <span>il numeri al lotto si si  
    che sia dell'opus Dei si sapeva ma questo c'entra poco con la destinazione dell'opera. magari l'avrà progettata gratis...</span>

    RispondiElimina
  42. ...ah, perché per far 'sta roba si deve pure pagare? :-D :-D :-D

    RispondiElimina
  43. Complimenti per le citazioni da Borges e da Lovectaft: sono il commento perfetto a questa mostruosità teratologica.

    RispondiElimina
  44. Ma io mi chiedo: CHI FINANZIA STE BRUTTURE? Dove li tirasno fuori i soldi da sperperare così? Con tante belle chiese lsciate chiuse e lasciate deperire, c'è proprio bisogno di costruire dei parallelepipedi?

    RispondiElimina
  45. E così fan le moschee:
    http://corrierefiorentino.corriere.it/fotogallery/2010/09/moschea/immagini-progetto-moschea-minareto-come-campanile-giotto--1703727738623.shtml#3

    RispondiElimina
  46. E così fan le moschee:
    http://corrierefiorentino.corriere.it/fotogallery/2010/09/moschea/immagini-progetto-moschea-minareto-come-campanile-giotto--1703727738623.shtml#3

    RispondiElimina
  47. E così fan le moschee:
    http://corrierefiorentino.corriere.it/fotogallery/2010/09/moschea/immagini-progetto-moschea-minareto-come-campanile-giotto--1703727738623.shtml#3

    RispondiElimina
  48. Scusate, m'è partito il commento 3 volte!! ...sigh...

    RispondiElimina
  49. Scusate, m'è partito il commento 3 volte!! ...sigh...

    RispondiElimina
  50. Scusate, m'è partito il commento 3 volte!! ...sigh...

    RispondiElimina
  51. DANTE PASTORELLI9 settembre 2010 19:13

    Ma per ideare simili obbrobri di tempo ne occorre!

    RispondiElimina
  52. DANTE PASTORELLI9 settembre 2010 19:19

    Prova oggi non dico a costruirla ma semplicemente a spostar qualche tegolo dal tetto d'una chiesa e t'accorgerai di quanti permessi e autorizzazioni avrai bisogno, visite e controlli, architetto per il progetto, direttore di cantiere ecc. ecc.

    RispondiElimina
  53. a sportare un tegola ci vogliono mille autorizzazioni a far costruire un'oscenità forse meno, ma in ogni caso i cittadini o i fedeli possono impedirlo, eccome se possono! basta volerlo.

    RispondiElimina
  54. DANTE PASTORELLI9 settembre 2010 22:41

    Beata illusione.

    RispondiElimina
  55. DANTE PASTORELLI9 settembre 2010 22:43

    Indubbiamente molto bella ed in perfetta armonia con la dignità architettonica di Firenze.

    RispondiElimina
  56. Andrea Carradori9 settembre 2010 22:48

    Grazie MarcoB. Il progetto è molto bello ma incute una tristezza infinita nel cuore di un cattolico e tante riflessioni amare.

    RispondiElimina
  57. interessante c'è pure il rosone. Probabilmente nè  il progettista e neppure gli islamici sanno che il rosone rappresenta Cristo.

    RispondiElimina
  58. ci sono i fatti che confermano ciò che ho scritto. Un parroco preso dal momento dell'innovazione voleva abbattere il pulpito,  il coro ligneo e la pila dell'acqua santa, cose di poco valore artistico a dire il vero, ma i fedeli si sono opposti energicamente  impedendo agli operai di eseguire la demolizione e in più avevano pronto un asinello su cui far montare il prete se solo avesse disatteso il volere della gente. A mali estremi estremi rimedi...

    RispondiElimina
  59. <p>E intanto a Lione...
    </p><p>Durante i lavori di restauro della cattedrale cattolica di Lione è comparso un gargoyle dai lineamenti arabi accompagnato dalla scritta, in francese e in arabo, (<span>"Allah akhbar"), </span> “Dio è grande”. Raffigura i lineamenti del capomastro che ha diretto i lavori, Ahmed Benzizine, ed è stato inciso da uno scalpellino francese.
    </p><p>http://it.euronews.net/2010/09/09/lione-doccione-della-cattedrale-con-volto-del-capocantiere-musulmano/
    </p><p> 
    </p><p>E chi vuole vedere l`opera può andare qui:
    </p><p> 
    </p><p>http://www.fdesouche.com/131081-lyon-cathedrale-saint-jean-la-nouvelle-gargouille-dit-allah-akbar
    </p>

    RispondiElimina
  60. <p>E intanto a Lione...
    </p><p>Durante i lavori di restauro della cattedrale cattolica di Lione è comparso un gargoyle dai lineamenti arabi accompagnato dalla scritta, in francese e in arabo, <span>"Allah akhbar"). </span> “Dio è grande”. Raffigura i lineamenti del capomastro che ha diretto i lavori, Ahmed Benzizine, ed è stato inciso da uno scalpellino francese.
    </p><p>http://it.euronews.net/2010/09/09/lione-doccione-della-cattedrale-con-volto-del-capocantiere-musulmano/
    </p><p>E chi vuole vedere l`opera può andare qui:
    </p><p> 
    </p><p> 
    </p><p>http://www.fdesouche.com/131081-lyon-cathedrale-saint-jean-la-nouvelle-gargouille-dit-allah-akbar
    </p>

    RispondiElimina
  61. <span>

    E intanto a Lione...
    Durante i lavori di restauro della cattedrale cattolica di Lione è comparso un gargoyle dai lineamenti arabi accompagnato dalla scritta, in francese e in arabo,<span>"Allah akhbar"). </span> “Dio è grande”. Raffigura i lineamenti del capomastro che ha diretto i lavori, Ahmed Benzizine, ed è stato inciso da uno scalpellino francese.
    http://it.euronews.net/2010/09/09/lione-doccione-della-cattedrale-con-volto-del-capocantiere-musulmano/
    E chi vuole vedere l`opera può andare qui:
    http://www.fdesouche.com/131081-lyon-cathedrale-saint-jean-la-nouvelle-gargouille-dit-allah-akbar  
    </span>

    RispondiElimina
  62. DANTE PASTORELLI10 settembre 2010 12:40

    Un immenso obitorio.

    RispondiElimina
  63. DANTE PASTORELLI10 settembre 2010 12:46

    Una rondine non fa primavera. Anch'io, parecchi anni fa, mi son battuto, sulla stampa e non solo, per impedir la vendita del pulpito secentesco della chiesa di Rocca (Borgo a Mozzano). Risultato: dalla legnaia il pulpito mezzo rotto è tornato sì in chiesa, ma capovolto, e sempre nelle stesse condizioni. Con 30 abitanti, tra vecchi e bambini, cosa si può fare?

    RispondiElimina
  64. DANTE PASTORELLI10 settembre 2010 12:48

    Bella, perché imitazione cosciente del complesso di S. Maria Novella.

    RispondiElimina
  65. DANTE PASTORELLI10 settembre 2010 12:51

    Che Allah lo chiami a sé e gli doni non 77 ma 7777777 Urì. Avrà, così, ben altro da fare.

    RispondiElimina
  66. Se si considera la nostra totale impotenza di fronte a tutte queste decisioni irrevocabili, perchè inamovibili, ci viene lo sconforto. Nel mio paese , in un nuovo quartiere, stanno costruendo una nuova chiesa che sembra un'astronave.Bisogna rassegnarsi a subire questi affonti, costruiti con i soldi di noi fedeli, siamo senza speranza e senza alcun potere. In Italia, con l'otto per mille, tutti contribuiamo alla costruzione dei nuovi edifici di culto i soldi non sono chiesti direttamente altrimenti avremmo diritto di valutare progetti che assomiglino a delle chiese e non a delle provocazioni dissacratorie atte a sminuire la sacralità degli edifici sacri.

    RispondiElimina
  67. A quanto mi è sembrato di comprendere, non è che sia ricomparso un gargoyle mussulmano già presente ex antiquo nella fabbrica, ma vi è stato aggiunto ex novo, prendendo spunto dai lavori di restauro. Lascio a ciascuno le considerzioni del caso, ma appare davvero scandalosa la reazione benedicente del locale arcivescovo che, forse, assai meglio farebbe, quanto meno per coerenza etica, ad uscire dalla Chiesa cattolica, per apertamente inaugurare una setta meglio confacente ai suoi reali convincimenti religiosi.

    RispondiElimina
  68. … et aussi avec la laideur.
    Vous pourriez vivre, vous, avec un pareil cauchemar à côté de chez vous?
    Saint Pie X demandait qu'on prie «sur de la beauté».
    Sur de la beauté, entendez-vous?
    Pas sur de l'horreur.
    Seulement voilà: il faut à tout prix être «moderne», c'est-à-dire biscornu, tordu, cubiste, chiotteux!
    Esthétique de débiles mentaux!
    Et quand je dis «biscornu», je pense évidemment au diable qui vit au milieu de la laideur et du bruit.
    N'y a-t-il plus d'évêques espagnols capables de comprendre ces simples évidences?
    Qu'il retrouvent la communion avec le Saint-Père, qui est, lui, un homme de goût.

    RispondiElimina
  69. fare figli e aumentare le forze

    RispondiElimina
  70. Che "Dieu est le plus grand », in arabo « Allah Akbar », è una verità indiscutibile!,

    RispondiElimina
  71. ribellatevi. organizzatevi, fate di tutto per protestare.........

    RispondiElimina
  72. l'aggiunta, qualsiasi essa sia, in un monumento di tale importanza è semplcemente oscena!

    RispondiElimina
  73. Filippo Burighel11 settembre 2010 03:18

    Io più che "ignoti" direi "idioti".

    RispondiElimina
  74. è più che evidente che parlando ad un "voi", tu non ti senti affatto coinvolto. 
    Hai già la tua chiesa parallela, no?

    RispondiElimina
  75. neanche Spielberg avremme avuto il coraggio di proporla come struttura di Star Wars!

    RispondiElimina
  76. Filippo Burighel11 settembre 2010 13:01

    Era quello che avevo pensato di scrivere io all'inizio, ma poi ho scelto una citazione "spiritualmente" più vicina all'architetto di questa "cosa venuta dalle stelle": penso che tra caproni se la intendano! :-D

    RispondiElimina
  77. Infatti, Andrea. Credo che abbiamo fatto le stesse riflessioni! ciao!

    RispondiElimina
  78. Infatti, Andrea. Credo che abbiam fatto le stesse riflessioni...

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.