domenica 12 settembre 2010

Flamigni: i preti contrari all'aborto perché vogliono più bambini da stuprare. Il comboniano lo difende...


Un lettore ci segnala:

Nell’ambito della Festa del PD a Pesaro ("Festa Pesaro – Festa nazionale tematica sull’informazione", 25 agosto-5 settembre 2010) il 27 agosto sono stati presentati i due libri del professor Carlo Flamigni ‘La pillola del giorno dopo’ e ‘RU486. Non tutte le streghe sono state bruciate’.

Durante tale presentazione e nel successivo dibattito, il ginecologo ha affermato che il suo tomo ‘RU486. Non tutte le streghe sono state bruciate’

"È un libro dedicato alle donne anche se formalmente, per far rabbia ai nostri nemici, lo abbiamo dedicato agli orchi, a quelli che sono contrari all’uso delle pillole anticoncezionali perché nascono meno bambini e loro hanno meno da mangiare. Quindi non sono i comunisti che mangiano i bambini, sono gli orchi, sono gli stessi che li violentano, sono gli stessi che fanno l’uso sconcio delle occasioni che si presentano loro, perché spesso sono fra gli educatori, fra le persone alle quali diamo maggiore fiducia".

Queste ed altre affermazioni del professore non sono passate inosservate. Il settimanale diocesano ‘Il Nuovo Amico’, dedicando al fattaccio una pagina intera con gli interventi di un ginecologo e di un medico legale, nonché della coordinatrice di una associazione a tutela della vita nascente, ha così commentato:

La grossolanità delle affermazioni si commenta da sola e testimonia in maniera indiscutibile la acrimonia con la quale il professore ha attaccato – per tutta la durata del suo intervento – quelli che ha definito "i nostri nemici" che, non c’è nemmeno bisogno di dirlo, sono – nell’ordine con cui li ha citati – i "preti", i "medici cattolici" e gli "obiettori di coscienza".
(cf ‘Il Nuovo Amico’ - http://www.ilnuovoamico.it/ - n° 30, pag. 1 e 5)

Ancora più grossolane e sconcertanti risultano però le affermazioni del missionario comboniano Padre Ottavio Raimondo che, sul numero seguente del settimanale, invece che prendersela col prof. Flamigni e con le sue sparate anticlericali, stranamente stigmatizza il settimanale: colpevole a suo dire di metodi da "inquisizione", si sarebbe ormai trasformato da ‘Il Nuovo Amico’ in ‘Il Vecchio Boia’. Inoltre, sempre secondo i dettami dell’illuminato comboniano, il settimanale cattolico in questione non dovrebbe dedicare una pagina e mezzo al tema della difesa della vita, per lasciare invece spazio al Ramadan "che termina il 10 settembre" (sic!). Questa la sua lettera, pubblicata sul n° 31 a pagina 22:


Caro Il Nuovo Amico,
leggo in prima pagina e poi a pagina 5 del numero 30 del nostro giornale un intervento forte su "Le bugie del professore sull’aborto". Il modo di affrontare il tema mi lascia molto perplesso per due motivi. Il primo: che immagine di chiesa ne viene fuori? Un’immagine di persone arrabbiate, guardiani e difensori della verità ma con criteri che sono più vicini all’inquisizione che al vangelo o anche solo alla Gaudium et Spes del Vaticano II e a documenti della chiesa italiana sul nuovo millennio.
Il secondo: non nego questo scivolone nella festa del PD di Pesaro. Ma quante cose belle hanno arricchito questa manifestazione! Quante persone si sono incontrate, hanno gioito, hanno condiviso. Quanti temi importanti sono certamente stati affrontati e affrontati bene: sulla giustizia, sul lavoro, sull’immigrazione, sulle emarginazioni, ….
Dall’articolo e da alcuni box del nostro giornale emerge la figura di una chiesa che denuncia l’assenza del Regno più che di una chiesa che ci aiuta a scoprirne la sua presenza… "Non muri ma ponti" deve essere il nostro vivere il vangelo oggi.
Proprio per questo mi auguro che chi ci legge capisca che vogliamo essere "Il Nuovo Amico" e non "Il vecchio boia".
Inoltre non mi sembra bello che si dedichi una pagina e mezza a questo tema e poi non c’è spazio né per il ramadan che termina il 10 settembre, né per la giornata della cultura ebraica, né per altri eventi a più ampio respiro ma che ci toccano da vicino.
Dai Vangeli emerge che Dio ha potuto evangelizzare il mondo perché lo ha amato: non si evangelizza, non si è buona notizia per ciò che non si ama.
Condivido il tema ma non il modo con cui è stato affrontato.
Con amicizia e fiducia.
p. Ottavio Raimondo
missionario comboniano


Non sfugga il richiamo del 'missionario' (ma avrebbe bisogno lui, di ricevere una missione che lo evangelizzi un po') all'imprescindibile Vaticano II. Che, per inciso, c'entra col tema come i proverbiali cavoli.

45 commenti:

  1. Purtroppo la conciliarite è una malattia diffusa che può anche presentarsi in fase acuta. Ma questo "missionario" dovrebbe prima catechizzare sè stesso...che c'entra poi con  le deliranti affermazioni di flamigni il ramadan e tutto il resto? è un semplice pretesto per sviare i lettori dal problema vero cioè l'aborto. il Padre comboniano,,,ha voluto alzare una cortina fumogena...che tristezza...

    RispondiElimina
  2. Gli idioti sono come i porcini: hanno sempre il compagno.

    RispondiElimina
  3. Ma quale concilio? questo missionario è uno svanito e basta ( concilio o non concilio).

    RispondiElimina
  4. non condivido nè il contenuto nè il modo con cui questo comboniano espone le sue critiche. La sua lettera raccoglie il meglio della propaganda progressista postconciliare, emblematicamente sintetizzata nello slogan "non muri ma ponti".
    La Verità è attaccata da tutti i lati, su tutti i fronti, è umiliata, irrisa, derisa e ignorata, usata come merce di scambio dagli stessi cattolici e questo missionario la vuol difendere costruendo ponti anziché mura di difesa?

    Altri ponti? Non basta quelli che in questi 50 anni sono stati costruiti e che han permesso alle truppe nemiche di entrare al suono delle fanfare dentro il Regno?

    E invece no, oggi c'è bisogno di "mura e non di ponti".
    Oggi come ieri e più di ieri è necessario "conservarsi puri da questo mondo" come dice lo Spirito Santo.
    Questo missionario è pateticamente ancora innamorato del mondo.
    Ma ogni cotta è destinata prima o poi a passare. Passerà anche a questo sacerdote, come è passata ad altri. E se non passerà la cotta....passerà lui.

    Resterà la Chiesa e il mondo. La prima ha per Capo Cristo. Il secondo ha per capo il "principe di questo mondo".

    RispondiElimina
  5. Per quanto riguarda questa triste ulteriore notizia, che dire? c'è la Rosy Bindi, la cattolica adulta a difendere i preti....
    si raccoglie quel che si semina.....

    RispondiElimina
  6. DANTE PASTORELLI12 settembre 2010 15:11

    Non ho capito, sono un po' lento. Per questo missionario, certamente non di Dio, l'aborto e la sua esaltazione sono segno della presenza del Regno?

    RispondiElimina
  7. Filippo Burighel12 settembre 2010 15:32

    Dante, non sei tu che sei lento. Sono proprio certe affermazioni che sfidano l'aristotelico principio di non contraddizione. Sant'Aristotele ora pro nobis! :-P

    RispondiElimina
  8. Anche io probabilmente sono un pó lenta nel capire ma,dico la veritá, in questo articolo,a parte le frasi deliranti solla gioia del PD e sul ramadam, non ci ho capito molto. Dite che mi sono persa quacosa?

    RispondiElimina
  9.  "conservarsi puri da questo mondo" come dice lo Spirito Santo.  
    dove?

    RispondiElimina
  10. e i missionario disse: Condivido il tema ma non il modo con cui è stato affrontato.
    il lettore legge: ... di tutto e di più

    RispondiElimina
  11. <span>e i missionario disse: Condivido il tema ma non il modo con cui è stato affrontato.  
    il lettore lesse: ... di tutto e di più</span>

    RispondiElimina
  12. buoni i porcini! mmmmmmmmmm

    RispondiElimina
  13. piuttosto "come" !
    nella unione stretta e conformità a Nostro Signore, vivendo nel mondo, ma  non del mondo, con la vita di Grazia, Sacramenti, preghiera e penitenza, rifiutando di inchinarsi allo spirito del mondo, come milioni di Santi ci hanno insegnato per 1930 anni e oltre,  compreso San Padre Pio, immagine fedele e crocifissa di Nostro Signore: Santi impegnati nella milizia quotidiana <span>contro il peccato, e</span> che, con la forza stessa di Cristo in sè (come San Paolo afferma), hanno lottato strenuamente contro satana e il mondo, amando gli uomini solamente dell'Amore di Cristo, non di quello carnale, peccaminoso e inquinato di orgoglio e vanità !

    RispondiElimina
  14. Leggo ancora dal comboniano:

     non nego questo scivolone nella festa del PD di Pesaro. Ma quante cose belle hanno arricchito questa manifestazione!


    ???? ringraziandolo per NON negare l'evidenza di un fatto gravissimo, ossia quello di accusare con parole infamanti dei preti per giustificare L'ABORTO... c'è da dire che l'interesse di questo prete non è contro l'aborto, ma l'attenzione a richiamare che in fondo in fondo, chi appoggia l'aborto SONO BRAVE PERSONE... e ancora... "Ma quante cose belle hanno arricchito questa manifestazione " come a dire, PERCHE' ROVINARLE CON UNA NOTIZIA DI POCA IMPORTANZA?
    Il Ramadam e la cultura ebraica hanno più valore di una vita che deve nascere e più valore di una accusa infamante e schifosissima avanzata contro i SUOI CONFRATELLI?
    Complimento al sacerdote comboniano!! sono senza parole!

    Complimenti!! è proprio vero il detto: DAGLI AMICI MI SALVI DIO....che dai nemici mi guardo io!!
    se questo è il classico prete che dovrebbe essere AMICO DEI NASCITURI...bè, ci salvi Dio davvero! poi si lamentano che un Ferrara, che non si definisce cristiano praticante, difende però la vita umana fin dal suo concepimento...

    Poteva approfittare dell'occasione per EVANGELIZZARE E CATECHIZZARE e invece no, LA SUPERBIA E IL PROPRIO "EGO" lo hanno imprigionato a tal punto che non si rende neppure conto di aver fatto un elogio alla follia....

    RispondiElimina
  15. bravo Burighel !
    temo proprio che sia vicino il giorno che dovremo inchinarci ai sapienti dell'antichità,
    vedendo quanto erano più vicini alla Verità eterna di tanti rappresentanti di questa Chiesa che hanno perso da 45 anni il legame stretto col Logos, e quindi.....il loro stesso senno, il Lume della ragione: quello che invochiamo in quel canto di Natale dicendo:
                    "LUCE dona alla menti...." !
    :'(

    RispondiElimina
  16. "Inoltre non mi sembra bello che si dedichi una pagina e mezza a questo tema e poi non c’è spazio né per il ramadan che termina il 10 settembre, né per la giornata della cultura ebraica, né per altri eventi a più ampio respiro"

    Mi piacerebbe sapere chi è il "vecchio boia" per il missionario comboniano, chi sia per lui  il "nuovo amico" pensa sia chiaro.
    Vi rendete conto che non è "bello" dedicare una pagina mezza al tema dell`aborto? Ma che esagerazione, che sproporzione, se pensiamo che i musulmani stavano terminando il loro digiuno e gli ebrei festeggiavano la loro cultura, questi sì son temi da non dimenticare,
    Senza dubbio l`aborto non è un tema a più ampio respiro che meriti che gli si dedichi una pagina e mezza!
    Senza dubbio l`aborto non ci tocca da vicino.

    RispondiElimina
  17. Questo si è bevuto il cervello. Non farebbe meglio ad andare in pensione?

    RispondiElimina
  18. nella Sacra Scrittura!

    RispondiElimina
  19. A parte che Flamigni farebbe meglio a tacere e ad essere accusato di vilipendio dei ministri cattolici, ma poi che uomo profondo è?!?!? Fare di tutta l'erba un fascio e soprattutto il c.d. "padre comboniano missionario".... E' penoso notare come questo Concilio ritorni sempre quando si vogliono giustificare abusi inaccettabili e dottrine personali con la scusa di modernità. Questi Concili personali e privati svolti nelle ristrette pareti mentali di suddetti prelati non sono mai esistiti e mai esisteranno! Rinunci alla tonaca e vada dagli zulù, si faccia musulmano od ebreo, non so cosa, ma non è di certo cattolico questo signore.

    RispondiElimina
  20. CONSERVARSI PURI DA QUESTO MONDO

    (GC 1,27)

    RispondiElimina
  21. certo liliana, ti sei persa l'ennesima cretinata postconciliare.

    RispondiElimina
  22. un vecchio missionario comboniano, morto alcuni anni fa, uno della "vecchia guardia" per intenderci, con le lacrime agli occhi mi diceva chiaramente che da quando la loro famiglia religiosa era finita in mano ai giovani, "erano usciti tutti di testa"... e indicava la radice di questo sviamento: "non pregano più, non pregano più"...

    RispondiElimina
  23. ...un po' meno gli idioti, ancorchè ben cotti... :-D

    RispondiElimina
  24. Flamigni mi sa tanto, vuole fare solo.... soldi!

    RispondiElimina
  25. Vecchio boia lui!

    RispondiElimina
  26. Lettera aperta a p. Ottavio Raimondo, missionario comboniano.

    Ma và a morì ammazzato... per la fede!

    Con amicizia e fiducia.

    Cesare GC

    RispondiElimina
  27. <span>Lettera aperta a p. Ottavio Raimondo, missionario comboniano.  
     
    Ma va a morì ammazzato... per la fede!  
     
    Con amicizia e fiducia.  
     
    Cesare GC</span>

    RispondiElimina
  28. Prendete il vitello grasso, ammazzatelo, mangiamo e facciamo festa

    RispondiElimina
  29. e lo disse lo S.Santo?

    RispondiElimina
  30. ha ok, condivido

    RispondiElimina
  31. <span>ah ok, condivido</span>

    RispondiElimina
  32. Si possono anche mettere nel risotto?? ;)

    RispondiElimina
  33. Quando era ancora lontano il padre lo vide e commosso gli corse incontro, gli si gettò al collo e lo baciò.

    RispondiElimina
  34. Quando era ancora lontano il padre lo vide e commosso gli corse incontro, gli si gettò al collo e lo baciò.

    RispondiElimina
  35. Ma nelle loro missioni, i comboniani cosa insegnano della fede cattolica? Vengono i brividi a pensare a tutti quelli che vengono educati da personaggi simili, imbevuti anzi, ubriacati dello spirito del Concilio Vaticano Secondo Loro (Copyright by W. Eugen), davvero miserevoli nella loro penosa presunzione, ennesima trasformazione dell'eresia gnostica...

    RispondiElimina
  36. ....ubriacati dello spirito del Concilio Vaticano Secondo Loro ....

    RispondiElimina
  37. Tea, come già sai dai forum su cui ci siamo incontrati, parecchi anni fa io la Rosy Bindi ebbi l'incredibile disavventura di vederla tutta nuda... avevo solo 17 anni ed ero nel pieno degli ormoni!!!
    beh non tutto il male vien per nuocere... se tutte le donne nude fossero "belle" come ho visto lei, certo questo non toglierebbe validità al Sesto Comandamento, toglierebbe però parecchio lavoro ai confessori :-D :-D  l'ultima cosa che viene in mente a un maschietto normale, sia pure giovane e vigoroso com'ero io, è quella di farci sesso!!!
    fine OT e torniamo seri: avevo già parecchi motivi per non votare PD, il fatto che nelle sue feste si accolgano "testimonianze" aberranti come questa, è un motivo in più...

    RispondiElimina
  38. <span>Qualche mese fa a Carpi come oggi a Pesaro: UN ASSESSORE DELLA GIUNTA CATTOSINISTRORSA DI CARPI: “Mi viene un pensiero cattivo: non è che i preti non vogliono l'aborto perché vogliono tanti bambini a loro disposizione?” Dalle Piemonte alle Marche, dalla Bindi, che presiede, a Casini che appoggia,.Il DNA progressista non sbaglia! </span>

    RispondiElimina
  39. Scusate ma non ho capito cosa è successo con le fonts

    RispondiElimina
  40. Non mi sembra che il paragane calzi... a pennello.
    Quello, pentito, era tornato alla casa del padre. Questo nella casa - ce inende ristrutturare - c'è da sempre  e non lo smuovono nemmeno le cannonate. E dall'interno di essa cerca di abbatterne i muri ed erigere ponti perché il nemico, con cui è colluso, possa più agevolmente penetravi.
    Il padre è misericordioso ma credo che in questo caso si arrabbierebbe.

    RispondiElimina
  41. Questo signor Flamigni è semplicemente un bastardo. Perchè solo un bastardo puà scrivere queste aberrazioni.
    Si vergognasse se ha un pò di vergogna e ringraziasse Iddio che non siamo in uno stato islamico, dove, a soggetti come questo, non gli fanno neppure aprire la bocca per prender l' aria necessaria a parlare.
    E oggi, per la prima volta forse, un pò mi dispiace questa cosa

    RispondiElimina
  42. ...mammamìa come t'ha segnato 'sta cosa.... l'hai raccontata un'altra volta. ;) :-D :-D

    RispondiElimina
  43. Redazione di Messainlatino.it14 settembre 2010 09:08

    Moderate, perchè dei moderati è il regno dei cieli... :-D

    Sebastiano P.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.