lunedì 24 maggio 2010

Intervista a don Francesco Ramella, prete 'tradizionale', in onda su Mtv

Nel tempo presente in cui i grandi mezzi di comunicazione, specialmente quelli distanti dalla Chiesa, non perdono occasione per gettare discredito sulla Barca di Pietro e sui Sacerdoti, appare singolare che MTV, emittente televisiva non certamente impegnata nell'"apostolato cattolico", si interessi al tema dei giovani Preti, realizzando una serie di interviste-documentari su di essi.

Ma ancor più singolare appare il fatto che, nel presentare diverse espressioni del Sacerdozio cattolico attraverso figure di Preti tra loro certamente distinte, MTV non abbia trascurato di ricercare e proporre la figura di un Sacerdote che si caratterizzi, non già per l'indole modernizzante o per l'attitudine a stravaganze pastorali, bensì per il semplice radicamento nella Tradizione.

Segnaliamo pertanto questa intervista-documentario che, aldilà dello stile narrativo-esperienziale oggi prevalente nelle comunicazioni sociali e d'altra parte adeguato agli ascoltatori dell'emittente (Quintiliano insegnava che è necessario descendere ad intellectum audientis), propone la vita di un giovane Prete che sta perfezionando i propri studi teologici a Roma e che parallelamente esercita l'apostolato sacerdotale nella parrocchia ligure di San Tommaso in Dolcedo (Im).

Segnaliamo in modo particolare la celebrazione della Santa Messa in forma straordinaria, della quale sono proposte alcune sequenze, e la relativa Praeparatio ad Missam, durante la quale don Francesco, questo il nome del Sacerdote, dà una breve spiegazione del significato dei singoli paramenti. Da ricordare che don Francesco, prete diocesano, ha scelto di celebrare la sua prima Messa in rito tradizionale, come documentato qui.

L'intervista è andata in onda martedì scorso, alle 23.30, preceduta dagli sboccati cartoni animati di South Park e seguita dal classico telefilm sugli amorazzi adolescenziali di liceali americani. Un bello stacchetto...

Per vedere il Video, cliccare qui. Capolavoro di involontario umorismo l'avvertimento sopra il video: "Il reportage potrebbe avere un contenuto ed un linguaggio non adatti ai minori".


fonte: mtvnews.it

48 commenti:

  1. <span>un grande ristoro, un vero sacerdote.  Lodiamo il Signore!
    Come può spiegarsi la sua possibilità di celebrare il rito Tridentino, mentre molti seminaristi mi risulta, proprio a Roma, debbano nascondere il loro interesse per la Liturgia antica?</span>

    RispondiElimina
  2. Cioè, la Chiesa promuove canzonette ed MTV si occupa della spiritualità tradizionale... è proprio vero che il mondo gira all'incontro!

    RispondiElimina
  3. perche don Francesco ha un GRANDE VESCOVO!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero, è della Diocesi di Mons. Oliveri! E l'ex-rettore del suo seminario e diventato Vescovo di Ventimiglia-Sanremo, riaprendo il seminario con 6 ingressi a settembre 2014! Deo Gratias!

      Elimina
  4. Avete scarsa fiducia nello Spirito Santo! :-D qualche anno fa su MTV hanno intervistato la suora ballerina, forse se ne sono pentiti ( o gli spettatori non hanno creduto che fosse una suora 8-) )... così hanno intervistato un prete più credibile per della gente che non frequenta tanto la parrocchia ( Deo Gratiam, in alcuni casi O:-) ).

    RispondiElimina
  5. Mi domando perchè, con tanti giovani sacerdoti che sono vere e prorie PERLE (come questo), Roma continui a scegliere i vescovi tra i modernisti pseudo-conciliaristi che stanno portando la Chiesa all'agonia. Ecco il vivaio verace e autentico nel quale pescare i candidati all'episopato! Altro che Versaldi, Nosiglia, Ravasi, Forte e compagnia bella! Benedetto, svegliati! Vuoi o non vuoi che l'ermeneutica della continuità abbia un futuro? Eccoti servito! Questi sono i preti che meritano l'episcopato: quelli a cui la carriera non interessa affatto, cioè i tradizionalisti!

    RispondiElimina
  6. Casualmente, ma proprio casualmente (infatti vedo pochissimo la TV) mi sono imbattutto nel servizio su don Francesco che avevo visto a Tarquinia lo scorso anno all'ordinazione dei Francescani dell'Immacolata, sono stato felicissimo di vedere il filmato su don Francesco, mi ha colpito tantissimo, sono andato a dormire contento e sollevato..... per questa volta brava a MTV....
    don Bernardo

    RispondiElimina
  7. I giovani sono l'attenzione di mtv, i giovani desiderano riscoprire la tradizione, non è fuori posto dunque, su quell'emittente, che si parli di questo fenomeno che non può avere altro spazio se non quello giovanile. Intervistare i preti vestiti con le camice a fiori andava di moda negli anni settanta. Chi sa se la messa in V O in tv, potrà essere ospitata , in mancanza assoluta di altro, proprio su questò canale '' giovanilista'' ??????

    RispondiElimina
  8. Magnificat  !
    10, 100, 1000 don Francesco !
    :)

    RispondiElimina
  9. Beh, ora non esageriamo... MTV può far qualcosa di buono "per sbaglio", ma ogni tanto, per darsi un'aura di profondità in mezzo a bombardamenti di volgarità, oscenità e modelli sbagliatissimi.

    Se poi trasmettesse la messa in latino... posso dir di aver visto tutto.

    RispondiElimina
  10. il quarto segreto di Fatima24 maggio 2010 22:35

    <p><span>“…un criterio pratico di discernimento per la vita cristiana: quando una
    persona, o una comunità, si chiude nel proprio modo di pensare e di
    agire, è segno che si è allontanata dallo Spirito Santo". </span>
    </p><p><span>(Papa Benedetto, omelia della solennità della Pentecoste)

    cari amici, mi sa tanto che qualcuno, qui, è convinto che la propria chiesuola sia la Chiesa! </span>
    </p><p><span>Suvvia ascoltate e mettete in pratica le parole del Santo Padre. </span>
    </p><p><span>La Chiesa vera è molto più grande di un gruppuscolo di nostalgici sentimentali criticoni che manderebbero tutti al rogo e all’inferno.</span>
    </p><p><span>Grazie Santo Padre che accogli nella Chiesa tutti i tuoi figli.</span></p>

    RispondiElimina
  11. Andrea Carradori24 maggio 2010 22:50

    Stupendo video !
    Ecco i veri sacerdoti di Cristo !
    Domani farò vedere il video ai miei alunni !!!
    Sia lodato Gesù Cristo !

    RispondiElimina
  12. Capito Benedetto??...Aho, che fai, dormi? Ma come, l'Ospite impartisce ordini e tu dormi??...Che sfaticato!!!

    RispondiElimina
  13. <span>...noi, nostalgici come ci chiama Lei, siamo in ottima compagnia di milioni di persone che nei secoli passati hanno avuto una sola Messa...e se è vero come è vero che l'anima di costoro vive ancora, siamo davvero molti più di quanto Lei creda.</span>

    RispondiElimina
  14. Don Francesco... che bell'esempio!!! Mi auguro che molti giovani possano vedere questo video e chissà, magari, seguire le sue orme!

    RispondiElimina
  15. Veramente bello.
    Brava MTV, e sopratutto, bravo don Francesco che ha parlato, dimostrato la quotidianità, la ferialità della tensione alla santità
    Complimenti!
    Il tuo ricordo è già nelle preghiere di ogni giorno.

    RispondiElimina
  16. molto più efficace delle campagne della CEI per l'8 per mille ;-)

    RispondiElimina
  17. Ogni tanto una ventata d'aria fresca ci vuole...

    RispondiElimina
  18. Andrea Carradori25 maggio 2010 07:19

    Ragazzi chi mi sa dire dove si trova quella paradisiaca chiesa con gli addobbi blu e i fregi dorati ?
    Mi pare un ritaglio di Paradiso !

    RispondiElimina
  19. poveri alunni....

    RispondiElimina
  20. Piuttosto povero te che non sai cogliere i doni del Signore come questo prete fedele!

    RispondiElimina
  21. Anch'io sono rimasta meravigliata dalla bellezza di quella chiesa!

    RispondiElimina
  22. il volto puro e giovane della vera Chiesa25 maggio 2010 08:50

    <span><span>eh caro ospite....non se la prenda troppo per quel tapino "lux" che si è messo anche il nick falsificante "quarto segreto" ! e dimostra di non sapere nulla nè di ciò che la Madonna ha detto a Fatima, nè che cosa sia la SANTITA' che spira dalla<span> forza umile e semplice del parlare e dei gesti</span> e della vita (presente e futura come Dio vuole) di questo giovane sacerdote !    
    Nel Disegno della Divina Provvidenza c'è il soccorso alla Chiesa che verrà dal Cielo, nonostante il disprezzo e il rifiuto mostrato dagli uomini (anche Papi) verso l'aiuto offerto dalla Madre Celeste che avvisava sui pericoli per la Chiesa e l'umanità già un secolo fa: il soccorso verrà alla fine, dopo lunghi dolori, ed è stato ripetuto e annunciato così, dalla Madonna:  
    :”…..<span> Finalmente, il Mio Cuore Immacolato trionferà. Il Santo Padre Mi consacrerà la Russia, che si convertirà, e sarà concesso al mondo qualche tempo di pace.”</span>    
    Ora poichè abbiamo visto che a Fatima il Papa NON ha fatto quella consacrazione, ma ha auspicato che si manifesti il Trionfo del Cuore di Maria nel 2017, centenario delle apparizioni, vuol dire che soltanto il suo successore esaudirà la richiesta della Madonna, ottenendo la pace nel mondo e nella Chiesa.    
    La splendida figura del giovane don Francesco rappresenta l'immagine di una promessa del Cielo: la vera Chiesa rinnovata dalla Grazia Divina!    
      Don Francesco, col suo cuore umile, puro e colmo di semplicità e totale fiducia in Dio, mostra la vera Carità verso il suo Signore e verso amici e nemici, un cuore di sacerdote totalmente orientato a Cristo, dal quale spira l'amore per le anime, per la Chiesa e il desiderio di santità, di nutrirsi e vivere solo in e per Cristo !</span>  
    <span>Una promessa del Cielo, che non abbandona gli uomini e la Chiesa alle sue folli illusioni:  
    egli è il segnale dell'ALBA ancora lontana, il lieve ma certo annuncio della Chiesa purificata da ogni macchia ed eresia, quale la vedremo risorgere, grazie all'intercessione della Madre di Dio, tra non meno di 7 anni, quando, a Dio piacendo, si compiranno le auguste promesse, con la umile collaborazione supplice e orante di tutto il clero e fedeli, la conversione (=ritorno) della Chiesa intera al Cuore Divino di Gesù, e per l'intercessione di Maria SS.ma, alla santità e alla purezza che il Signore voleva per la sua Sposa, fin dalle origini. Ma dovremo prima attraversare grandi tribolazioni.</span></span>
    <span></span><span><span> – </span>Edit</span><span><span> – </span>Moderate</span>

    RispondiElimina
  23. Ci vuole RISPETTO anche nei modi di parlare nei confronti di un Vescovo, specialmente se Papa..

    RispondiElimina
  24. Maestro di Cappella affranto25 maggio 2010 09:16

    Ho visto anch'io su MTV i servizi sui giovani sacerdoti. Non quello su don Ramella però.
    E' stata una piacevole sorpresa scoprire questa trasmissione e mi è presa malinconia pensando al fatto che se servizi come questi venissero moltiplicati ne verrebbe un gran bene per i giovani.
    Non sono infatti gli esempi a mancare; manca la pubblicità.
    E' come col canto gregoriano: vi ricordate il successo discografico (tra i giovani!) dei monaci di Silos?
    Se Rai e Mediaset inserissero servizi come questi nei loro palinsesti....
    Per non parlare dello scandalo di SAT 2000 quella pseudo tv Cei dove si parla, si parla, si parla, di tutto eccetto che delle cose importanti. Telepace poi è ormai il telemonologo di don Guido che legge le letterine dei carcerati.
    Se i giovani capissero che la loro voglia di essere 'alternativi' può trovare un fiume in piena nella Tradizione Cattolica, le riempiremmp sì le chiese, di sposi, di preti e religiosi/e!

    RispondiElimina
  25. il volto puro e giovane della vera Chiesa25 maggio 2010 09:21

    <span>FINALMENTE  
    <span>si compirà la speranza del ritorno di tutta la Chiesa di Cristo Signore a Lui !</span>  
    <span>DOPO che i pastori da 45 anni l'hanno condotta in un lungo girovagare nel deserto di mille illusioni nefaste; il benedetto ritorno al seguito del Buon Pastore, dopo aver tenuto il povero Gregge alla fame e alla sete, dopo averlo condotto a "cisterne screpolate", dopo avergli regalato "panem et circenses" mentre i teneri agnelli belavano e gemevano chiedendo a gran voce: "Vogliamo Dio ! Dio solo basta! tutto il resto è nulla, perchè il Signore è tutto! Mio cibo è fare la volontà del Padre!"    
    Questo, tutto questo ci hanno fatto mancare in 45 anni di false e sciocche primavere social-umanitarie e carnevalate di ogni tipo, vezzeggiando tutte le vanità e i malsani capricci e desideri dell'uomo carnale, solleticando con le messe show-assembleari solo il suo sfrenato narcisismo -CONSUMISMO DI SENSAZIONI- che si stufa di tutto....    
    E dopo questo sfinimento dei sensi che la Chiesa decaduta ci ha regalato (sempre più orizzontale e umana e sempre meno DIVINA), ECCO, ORA  il volto di don Francesco è un sorso d'acqua per le pecore assetate che intravedono un'oasi.....NON SARA' un miraggio, se Dio vuole!    
    Lode a Dio nell'alto dei Cieli perchè da un viso giovane Egli stesso si affaccia come  promessa di Redenzione per la sua Chiesa, che mai avrebbe abbandonato: tra 20 anni, io credo, le nuove generazioni vedranno moltiplicaarsi i sacerdoti di Cristo col viso e l'anima di don Francesco, tesi alla santità, da ricevere e donare all'intera Chiesa, per riverstirla di Cristo,lo Sposo Divino, l'Unico Salvatore che potrà abbigliarla per le Nozze con l'Agnello.    
    Dalla persona di don Francesco è questo che si vede -in una sottile Voce di silenzio- tornare incontro alla Chiesa (per salvarla dalla rovina!...): l'unico Vero alimento dell'anima, Cristo, Pane Vivo disceso dal Cielo.    
    Quellii come lui saranno i futuri sacerdoti che soddisferanno la FAME E SETE DI DIO, che da 45 anni opprimeva tutto il Gregge, sedotto dietro luccicanti illusioni e alimenti inquinati! Avranno il Volto del Buon Pastore, e tutte le pecore RICONOSCERANNO la sua vera Voce, che parla con la mitezza, l'umiltà e la FORZA DELLA VERITA' che anima questo giovane sacerdote.    
    LAUDETUR IESUS CHRISTUS  !</span></span>

    RispondiElimina
  26. La chiesa è la Parrocchiale di Dolcedo (Imperia, diocesi di Albenga-Imperia) ove don Francesco, già da seminarista, svolgeva il suo incarico ministeriale.
    Li ha celebrato la sua prima messa (che è stata in rito antico...) e li ritorna ogni volta "fugge da Roma".

    L'attuale parroco, succeduto a don Sandro Marsano (che è quello che ha curato la crescita e la formazione di don Francesco nella comunità dell'oratorio di Dolcedo e che attualmente è superiore dell'Oratorio di Napoli), è don Giancarlo Cuneo (fratello gemello di don Marco Cuneo, parroco di Artallo e molto noto su questo sito...).

    Attualmente a Dolcedo oltre a don Giancarlo (che celebra more antiquo la domenica pomeriggio) è in servizio un diacono transeunte, don Thomas, anch'egli di formazione tridentina.

    RispondiElimina
  27. Andrea Giovanardi (fu Cajétan)25 maggio 2010 09:45

    Beh, guardo e riguardo il video di Don Francesco con grande commozione.. per certi versi, persino partecipazione.

    Certo che da qui a fare di MTV la nuova Telepace (...brrr!), ce ne passa.

    Prima di tutto, basta guardare le altre storie di preti e seminaristi. Per par condicio, a un reverendo figlio di S.Ecc. Rev.ssima Mons. Oliveri fa da contr'altare un figlio di BRUNO FORTE, un seminarista della Diocesi di Fermo.. Un seminarista che ama la palestra, che esce a bere cocktails con l'amica, che alle domande: "che prete vorresti essere? Hai un ideale di prete?" risponde: "no.. non ho un ideale di prete.. vorrei essere originale!".. Un seminarista che smania per divenire un "<span>operatore sociale</span>", affermando:" a volte sono portato a pensare che qui in seminario sto perdendo tempo, che fuori c'è molto da fare.."
    Uno che ha capito tutto, insomma.
    Ancora di più è illuminante la parte dell'incontro coi 'ggiovani tra lui e un prete della diocesi. I 'ggiovani che portano le solite motivazioni bislacche e apostate (ma del resto, son 'ggiovani e andrebbero educati..) del tipo: "cioè.. la Chiesa è troppo 'na palla, cioè.. deve esse 'na cosa, cioè.... che non te pone troppe limitazioni, troppi no, no, no.. cioè... se devo sceglie tra l'amici mia del sabbato e la religgione, cioè.. scelgo l'amici mia.."
    Bene. Cosa dicono i novelli San Filippo Neri?.. Parola al sacerdote (che pr l'occasione s'è perfino messo la talare!!): "..certo, non riusciamo a far cogliere il messaggio.. è innanzitutto colpa nostra non saperci sintonizzare sul cuore di questi giovani, che, invece di uscire a diverstirsi, sono qui con noi a cercare qualcosa di più nella loro vita...OGGI POI SI FANNO AVANTI TENDENZE DEL PASSATO, CUI IO SONO CONTRARIO, CHE NON AIUTANO IN QUESTO SENSO"..

    CHAMPAGNE!

    Ah, beh, poi non vi perdete le storie dei truzzi der sabbato sera, quelle degli "emo" di piazza del popolo, quelle delle coatte del centro commerciale!..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...E purtroppo, alla luce di quanto successo dal 13 marzo 2013, sembra che le peggiori profezie si stiano avverando: mons. Bruno Forte "cocco" del nuovo Papa! Che il Signore ci conservi don Francesco Ramella, attualmente viceparroco a Laigueglia (SV)-diocesi di Abenga-Imperia, che spesso celebra messa in F.E. anche a Savona!

      Elimina
  28. il volto puro e giovane della vera Chiesa25 maggio 2010 10:40

    <span>non temere, Andrea! questo povero seminarista (mal)formato che tu conosci, a mio avviso rappresenta, suo malgrado, quella parte della Chiesa di cui la Madre di Dio ha detto a Fatima: "Ciò che è putrido cadrà, e più non si rialzerà!".  
    Preghiamo che le anime di questi pastori traviati si convertano e tutto il gregge ingannato e malnutrito sia redento da Gesù Cristo Misericordioso, con lo stesso dono di Grazia che ha voluto concedere a questi fortunati allievi di pastori santi ! Quella che tu hai citato è la parte vecchia, logora, piena di rughe e di deformità della Chiesa che DOVRA' CADERE, come tutte le cose caduche, le mode umane! e se si convertirà sarà salvata, rientrando nel retto sentiero, quello dove cammina don Francesco con tutti i passati, presenti (a Dio solo noti) e futuri santi sacerdoti della Chiesa Santa, che è la <span>Chiesa di sempre, la Chiesa di tutti i Santi, di tutti i tempi. </span> 
    Tu non puoi immaginare il mistero terribile di sofferenza spirituale che opprime quelle diocesi dove la Dottrina perenne è deformata e la vera Fede è soffocata in tutti i modi! Ricorda che il Corpo Mistico di Cristo soffre anche se un solo membro soffre (e forse la sofferenza di quei traviati -inconsapevoli- è usata dalla Provvidenza come mezzo di Redenzione -inconsapevole- per sanare le piaghe del Corpo, suscitando altrove le vere sante vocazioni di santi sacerdoti!...); in mezzo  a immani e nascoste sofferenze di tante anime, rifiorisce poco a poco in alcune parti, tutto il Corpo, donandoci la sicura Speranza della futura totale guarigione e SANTIFICAZIONE INTEGRALE !</span>

    RispondiElimina
  29. Maestro di Cappella affranto25 maggio 2010 11:13

    Lungi da me l'intenzione di fare di MTV la nuova Telepace.
    Il senso è: chi dovrebbe promuovere certi servizi non lo fa, o lo fapoco, o lo fa male; una tv 'del mondo'  riesce, direi per sbaglio, a proporre cose nobilissime.
    Ai patinatissimi convegni CEI sulla comunicazione digitale dovrebbero parlare di queste cose invece di menar il can per l'aia...

    RispondiElimina
  30. Redazione di Messainlatino.it25 maggio 2010 11:44

    E' la parrocchia di Dolcedo, prov. Imperia, diocesi di Albenga-Imperia.

    RispondiElimina
  31. il seminarista della diocesi di Fermo farebbe bene ad andarsene dal seminario se non vuole perdere la sua anima!!!!

    RispondiElimina
  32. Andrea Giovanardi (fu Cajétan)25 maggio 2010 13:02

    Esatto.. sono d'accordissimo..
    Quanto al paragone MTV-Telepace, mi riferivo di striscio ad altri commenti, non al suo;)

    RispondiElimina
  33. Andrea Giovanardi (fu Cajétan)25 maggio 2010 13:03

    Beh, di certo non lo prendono ad Econe :D

    RispondiElimina
  34. secondo me già è sula buona strada per perderla... palestra, ciglia rifatte, un pò effemminato.... complimenti ai suoi formatori che l'hanno scelto come rappresentante dei seminaristi marchigiani... CHE SCHIFO!!!!

    RispondiElimina
  35. Il punto è che coloro che escono dai seminari di oggi, come il tizio di Fermo, non sono preti, sono tutto tranne che preti. Sono assistenti sociali, operatori pastorali, consiglieri parrocchiali e via dicendo. Il SACERDOTE è soltanto quello mirabilmente rappresentato da don Francesco. Tutto il resto è...noia.
    Grazie alle riforme post-conciliari operate da Paolo VI (a mio avviso il peggior Pontefice dai tempi del Borgia e non sto scherzando), la figura del sacerdote si è man mano affievolita fino a dissacrarsi completamente e a diventare una sorta di semi-laico, una figura ibrida, nè carne nè pesce, un quaquaraquà (come diceva Sciascia). 
    Per questo i sedicenti preti di oggi non indossano più la talare e non capiscono più il significato del celibato: un operatore sociale ha o no il diritto di sposarsi? Certo che sì! Un assistente sociale non dovrebbe vestire come un borghese qualsiasi? E che diamine, certo che sì, mica sono un SACERDOS IN AETERNUM io! La mia non è stata una vocazione (non siamo mica nell'800!). Il mio è un servizio all'umanità che "soffre", è un "fare del bene", è un "lavorare per la gioventù in cerca di alternative alla noia", ecc...ecc...
    Se questi pseudo-preti, poi, osservano un vero sacerdote come Dio comanda, non possono identificarsi in lui perchè con lui non hanno più nulla in comune. Non c'è più in loro quel senso del sacro, del divino, quell'aura di mistero che fino al 1965 circondava ogni sacerdote in qualsiasi parte del mondo. Il prete do oggi è una figura ormai prettamente LAICA, CIVILE e BORGHESE (nel senso decadente del termine).
    Ringraziamo Papa Montini per l'enorme bene che egli ha fatto alla Chiesa intera nei suoi 15 di pontificato. Grazie a lui, noi, oggi, piangiamo sulle macerie di una istituzione in rovina.

    RispondiElimina
  36. Viva la Verità! solo l'impietosa luce della Verità potrà avviare questa Chiesa deturpata e stravolta al pentimento e al ritorno sincero sulla Via del suo Signore.

    RispondiElimina
  37. Sunt lascrimae rerum25 maggio 2010 16:46

    Allora di questo giovane sacerdote marchigiano, impegnato in una festa romana, cosa ne dite ?

    RispondiElimina
  38. <span>l'estremo approdo della deriva iniziata 45 anni fa! 
    ....ma il peggio dovremo vederlo nei prossimi anni, </span><span> circa l'abominio estremo</span><span>, secondo tutte le profezie concordanti, cominciando da quell'avvertimento di Gesù stesso: "Per il dilagare dell'iniquità, la carità di molti si raffredderà...."(Mt, 24, 12)</span>
    <span></span><span><span> – </span>Edit</span><span><span> – </span>Moderate</span>

    RispondiElimina
  39. Carissimo , a mio parere qualcosa di buono su Sat 2000 c'è stato , tempo fa...ecco il link.

    Ciao

    http://www.glauco.sat2000.it/mms/Sat2000/diretta_new/passi/passi.html

    RispondiElimina
  40. Grazeicome sempre a MessaInLatino per questa segnalazione che metterò nei preferiti. Qualche anima pia per caso mi puoi dire come scaricare questo video in modo da farlo vedere ad altri miei compagni seminaristi?
    Grazie fratelli!
    Buona serata!
    Andrea, sem.

    RispondiElimina
  41. Guardia Svizzera25 maggio 2010 23:30

    Mamma mia !

    RispondiElimina
  42. Guardia Svizzera25 maggio 2010 23:31

    Don Francesco:f<span>inalmente un vero sacerdote. Dopo troppi , tanti buffoni.</span>

    RispondiElimina
  43. Andrea Giovanardi (fu Cajétan)26 maggio 2010 08:42

    ..e chi sarebbe il sacerdote? =-O

    RispondiElimina
  44. Maestro di Cappella affranto26 maggio 2010 09:53

    A Francesco B., Papa Borgia è stato uno dei più grandi pontefici della storia della chiesa; la sua figura (di molto avvolta da una successiva leggenda nera, va contestualizzata nel suo tempo: se lo paragoni a Benedetto è evidente che sembra un satanasso).

    A Sem. Andrea: se vai sul sito di MTV trovi il servizio già attrezzato coi link per inviarlo.

    RispondiElimina
  45. Luis Moscardò26 maggio 2010 13:55

    ...io detestavo MTV; devo ammettere che questo servizio è un lavoro di giornalismo fatto anche con delle belle immagini (il tramonto romano è quasi poetico...) il suo scorrere è piacevole e privo di quelle sciocchezze, commentini, chiosature che i "giornalisti" amano inserire nelle immagini. Devo ammettere: un bel lavoro, anche a prescindere dall'argomento che tratta. Ve lo immaginate un argomento del genere trattato da "Le Iene" che hanno comunque un analogo target d'ascolti. Onore al merito e Deo gratias per questo sacerdote!

    RispondiElimina
  46. Che tristezza!! E questo dovrebbe essere un futuro Alter Christus? Un futuro degno emulo e protetto di San Filippo Neri, di Don Bosco, del Curato d'Ars? Ma se nemmeno io, che sono (e voglio rimanere) un semplice laico, direi cose simili, e le dice un futuro sacerdote? Non ho parole!! Non ho visto la puntata in questione, però, dopo averne letto la descrizione, ribadisco tutta la mia stima per Don Ramella e il suo esempio! A me diciannovenne fa molto più effetto e ammirazione la storia di Don Francesco che non quella di questo seminarista mondano...
    Ma questo giovane fermano, non sa che il patrono dei sacerdoti è San Giovanni Vianney? Non sa che il sacerdote è conformato a Cristo, di cui è modello? Per fare il semplice operatore sociale (come se poi il Curato d'Ars e Don Bosco non facessero opere sociali e di carità) non c'è bisogno di entrare in seminario e di "perdere tempo"!

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.