martedì 9 marzo 2010

Il diavolo e l'acqua santa



















CITTA' DEL VATICANO, venerdì, 5 marzo 2010 (ZENIT.org).- Benedetto XVI ha nominato i Cardinali Peter Kodwo Appiah Turkson e Antonio Cañizares e i sacerdoti Wojciech Giertych e Theodore Mascarenhas membri del Pontifício Comitato per i Congressi Eucaristici Internazionali. Si tratta, rispettivamente, del presidente del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace, del prefetto della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti, di un teologo domenicano della Casa Pontificia e di un officiale del Pontificio Consiglio della Cultura, appartenente alla Società dei Missionari di San Francesco Saverio. Il Comitato Pontificio per i Congressi Eucaristici Internazionali promuove la preparazione e la celebrazione periodica di questi eventi.
Le nuove nomine per questa Commissione, diffuse dalla Sala Stampa della Santa Sede questo giovedì, avvengono mentre sono in atto i preparativi per il prossimo Congresso Eucaristico Internazionale, che si svolgerà a Dublino (Irlanda) nel 2012. Il Congresso avrà come tema “L'Eucaristia: comunione con Cristo e tra di noi”, e sarà celebrato dal 10 al 17 giugno. Oltre al Comitato Pontificio, in questo caso esiste anche un comitato locale che ha già avviato i suoi preparativi. Questa commissione locale è presieduta dall'Arcivescovo dell'Arcidiocesi, monsignor Diarmuid Martin, e ha come segretario padre Kevin Doran, consultore della Congregazione per l'Educazione Cattolica. I Congressi Eucaristici Internazionali si svolgono ogni quattro anni. L'ultimo è stato quello di Québec (Canada), nel giugno 2008. Il Pontificio Comitato per i Congressi Eucaristici Internazionali è stato istituito nel 1879 da Papa Leone XIII, con statuto approvato nel 1986 da Giovanni Paolo II. Il Comitato è situato nel Palazzo di San Callisto, in Vaticano, e i suoi fini e le sue competenze consistono, in base ai suoi statuti, nel “far sempre meglio conoscere, amare e servire Nostro Signore Gesù Cristo nel suo Mistero Eucaristico, centro della vita della Chiesa e della sua missione per la salvezza del mondo”.

Ricordiamo che Presidente del Comitato per i Congressi Eucaristici è l'ineffabile arcivescovo Piero Marini.


27 commenti:

  1. Scusate l'ignoranza. Ma queste nomine sono un bene o un male'
    Matteo Dellanoce

    RispondiElimina
  2. e' quello che vorrei sapere anche io .........

    RispondiElimina
  3. Complimenti per aver paragonato un vescovo (il quale, sia pure con i suoi mille difetti ed errori commessi, rimane comunque un vescovo) al demonio. Poi lamentatevi se la gerarchia vi guarda con diffidenza.

    RispondiElimina
  4. il buonismo dell'ospite che mi pèrecede è disarmante..quanta ipocrisia

    RispondiElimina
  5. Gentile convidado, aux époques de foi, les artistes chrétiens n'hésitaient pas à représenter des religieux, des évêques, des papes même, dans la gueule de l'Enfer… Voyez les portiques de tant de nos églises et cathédrales médiévales… Cela étant, quel mal y a-t-il à dire de tel ou tel évêque, surtout à notre époque, que c'est un vrai démon? Celui-là ou un autre d'ailleurs… Le respect dû aux personnes n'exclut pas la lucidité…

    RispondiElimina
  6. Budapestinensis9 marzo 2010 12:35

    Una precisazione: P. Giertych non è semplicemente "un teologo domenicano della Casa Pontificia", ma IL teologo della Casa Pontificia, una carica importante e prestigiosa nella Curia Romana. Ed una che solitamente porta alla berretta cardinalizia (essendo stato abolito il galero :( ).

    RispondiElimina
  7. Ma la Redazione non ha mica detto che Monsignor Marini è il diavolo! Ha solo detto che è ineffabile...
    Piuttosto io mi chiedo, quale è il reale potere di Mons. Marini  a quel posto? Quale l`influenza che può ancora esercitare? Poi, se la sua infleunza è reale, mi chiederei perchè averlo nominato a quel posto conoscendo le sue idee fedelmente bugniniane, la sua posizione sul Summorum Pontificum, il suo poco rispetto per la riscoperta della Tradizione e dei suoi tesori?
    La nomina del card. Canizarès non può che essere di buon auspicio, almeno lo spero.

    RispondiElimina
  8. mi chiedo se fosse questo comitato per i congressi eucaristici il luogo adatto dove parcheggiare l'ex allievo di Bugnini. così ci ritroveremo dei congressi eucaristici molto "pittoreschi", come certe casule certi pivial. solo leggermente stemperati da uno come Canizares.

    RispondiElimina
  9. Forse una 'prova-penitenza'? Più alto il carico più dovrà rendere conto a Dio!

    RispondiElimina
  10. Scusate l'OT: ma per diventare cardinali non bisogna essere vescovi? questi sacerdoti verrano quindi consacrati vescovi?

    RispondiElimina
  11. Per la Redazione.
    Carissimi, pare che il sito Messainlatino sia <span>giornalmente</span> letto da  molti  vescovi.
    Qualcuno stampa anche gli interventi, per buttarli in faccia ai poveri fedeli quando chiedono ai parroci la messa in latino...
    Un vescovo ha detto ad un Sacerdote ( a cui si erano rivolti i parrocchiani per la celebrazione della messa in latino)  ma qui ( fra i richiedenti) c'è anche uno che interviene su <span>Messainlatino</span>  " <span>Quel sito... che fa soffrire molto  diversi miei fratelli ..."</span>
    Nel periodo della Santa Quaresima non si potrebbe provare ad ignorare i vescovi alcuni dei quali pare che stiano soffrendo a causa del sito?
    Poveri vescovi se soffrono anche a causa di coloro che li difendono ...

    RispondiElimina
  12. Non ci sono solo cardinali nel comitato, ad esempio il presidente stesso non lo è.

    RispondiElimina
  13. scusate avevo letto male la frase: "Benedetto XVI ha nominato i Cardinali Peter Kodwo Appiah Turkson e Antonio Cañizares e i sacerdoti Wojciech Giertych e Theodore Mascarenhas membri del Pontifício Comitato per i Congressi Eucaristici Internazionali." Non avevo letto in particolare quella "i" e quindi avevo inteso che erano stati "nominati cardinali" e non "nominati i cardinali" avevo letto di sfuggita l'articolo e non avevo fatto attenzione ai nomi dei cardinali citati.

    RispondiElimina
  14. Mai letto su messainlatino un giudizio personale. Sempre e solo volatuzioni critiche sui comportamenti! La medicina della misericordia vale anche per i Vescovi! Siamo pecorelle non pecoroni!
    Matteo Dellanoce

    RispondiElimina
  15. DANTE PASTORELLI9 marzo 2010 17:08

    E chi sarebbero mai questi vescovi che soffron tanto? Soffrono per giudizi ingiusti o per orgoglio ferito o scoperchiatura di magagne?

    RispondiElimina
  16. ma poverini questi vescovi che soffrono tanto ...... ne hanno fatte piu' loro che CARLO in FRANCIA !!!!!!!!! ...........

    e adesso soffrono .......


    e' come dire puttana alla volpe .... per tutta risposta si lecca il pelo !!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  17. direi scoperchiature di magagne!
    Se qualche Vescovo si mostra ostile alla Messa Tradizionale e/o maltratta chi desidera questa Messa ben presto finisce alla pubblica berlina sul Web (vedi il caso del Vescovo di Evreux, si trova in Normandia, ma le sue gesta hanno fatto il giro del mondo!). Quindi temono il "pubblico sputtanamento" (perdonate il termine forte ma efficace).

    RispondiElimina
  18. Andrea Carradori9 marzo 2010 18:51

    Un poco ciascuno ...
    Mica dobbiamo soffrire solo noi !
    Eccellenza, quasi porporato, che ci e mi legge sempre : " Perchè ci perseguita " ?

    RispondiElimina
  19. contrappasso9 marzo 2010 19:11

    bella questa del vescovo........
    ma sarà mai vera???
    Certo che nooooooooooooooooooooooooooooooo

    (altrimenti davvero vi applicano il contrappasso)

    RispondiElimina
  20. certo però che chi deve sapere sa

    RispondiElimina
  21. inoltre, l'ospite di sopra è uno di quelli che non vogliono sapere o ricordare che la Madonna stessa a Fatima, riferendosi a quest'epoca di oscuramento della Chiesa, ha predetto:
    "Vescovi contro vescovi, cardinali contro cardinali....Satana marcerà nelle loro file"!
    (e non credo che la Madre di Dio volesse scherzare....)

    RispondiElimina
  22. S'offrono tanto, s'offrono, con l'apostrofo s'offrono... :)

    RispondiElimina
  23. Claudio !!!! ........ sto ridendo con le lacrime ................

    RispondiElimina
  24. Andrea Carradori10 marzo 2010 06:33

    Claudio ....
    non dovrei ridere così tanto in quaresima ...

    RispondiElimina
  25. Tre anni di seminario, uno di noviziato e tre di vita religiosa mi avranno pur insegnato qualcosa... :)

    Purtroppo anche a raltivizzare il digiuno quaresimale :(

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.