lunedì 29 marzo 2010

Alcune foto dell'ordinazione dei Frati dell'Immacolata














Fonte: Flickr

20 commenti:

  1. Io c'ero! Wonderful!

    RispondiElimina
  2. MANTOVA: Concedetemi una parentesi per un avviso che reputo molto importante.
    DOMENICA 4 APRILE SANTA PASQUA DEL SIGNORE NOSTRO GESU' CRISTO, ALLE ORE 18,00 PRESSO LA CHIESA DEI S.S. SIMONE E GIUDA APOSTOLI IN MANTOVA ( Via Fernelli ) SARA' CELEBRATA IN FORMA SOLENNE LA SANTA MESSA IN RITO GREGORIANO ( Celebrerà Don Vilmar Pavesi ).

    RICORDO INOLTRE CHE LA SANTA MESSA IN RITO STRAORDINARIO VIENE CELEBRATA  TUTTI I SABATO ALLE ORE 18,00.

    Grazie per l'ospitalità, Fabrizio.

    RispondiElimina
  3. http://www.unafides33.blogspot.com/ altre funzioni del Triduo Pasquale; luoghi e orari li trovate collegandovi qui!

    RispondiElimina
  4. Auguri ai novelli sacerdoti!

    RispondiElimina
  5. Io c'ero!! E' stata tra le cose più belle che abbia mai visto!! Ho visto ordinazioni in rito ordinario, ma, mi spiace dirlo, ormai ne sono convinto, il rito ordinario scompare, davanti a quello antico!!
    Auguri e preghiere per i novelli sacerdoti e gli ottimi Francescani dell'Immacolata!

    RispondiElimina
  6. Luis Moscardò29 marzo 2010 12:56

    Sì, immagini che ci fanno un po' tirare il fiato, e ci rinfrancano. Deo gratias!

    RispondiElimina
  7. Qui altre fotografie inedite: http://www.rinascimentosacro.com/2010/03/ordinazioni-sacerdotali-dei-frati.html

    M. Ph.

    RispondiElimina
  8. Che Dio per intercessione dell'Immacolata doni a questo ordine francescano tante vocazioni perchè il mondo e la Chiesa ha bisogno di nuove anime disposte a portare nel mondo il vero francescanesimo, quello di un uomo per per Cristo ha rinunciato ad ogni cosa, che si è sentito parte di una immensa vita creata da un Padre pieno di amore che dopo essersi fatto uomo e morto in Croce si rende ancora presente sotto le umili spoglie di pane e vino.

    S. Francesco amava la liturgia, chiedeva ai suoi frati di avere amore per ogni cosa che riguardasse Dio ... altare, calide, teli per altari ... tutto doveva essere di quanto più bello ci fosse al mondo per Nostro Signore.

    Altro che danze e balli in piazza stile Amici di Maria de Filippi come tanti frati e suore francescani pensano bene di fare oggi!

    RispondiElimina
  9. io c' ero ....è stata una cosa altamente gratificante ......... ho vissuto un il di PARADISO ........... 

    RispondiElimina
  10. SAN FRANCESCO ha lasciato per iscritto che ......... '' I VASI E   TUTTO QUELLO CHE RIGUARDA IL SACRIFICIO SIA PREZIOSO !!!!!!! .............. ,,
    Lui che chiamava il denaro lo sterco di SATANA ......
    una volta un frate gli porto delle monete ........il SANTO le prese e getto' sopra lo sterco di un asino ingiungendo al frate di raccoglierle con la bocca ..........

    ...... ma si sa SAN FRANCESCO E' VISSUTO NEL MEDIOEVO ED E' SAN FRANCESCO  ......... SOLO !!!!!!!!!!! .......... QUANDO PUO' FAR COMODO !!!!!!!!!!! 

    RispondiElimina
  11. <span><span>percosso sulla guancia destra,</span></span><span><span> </span></span><span></span>

    RispondiElimina
  12. Quella dei Francescani dell'Immacolata è la via giusta, anche se a prima vista può apparire troppo prudente o, come direbbe qualche imbecille, "diplomatica". Probabilmente non è un caso che la rigenerazione all'interno della Chiesa prenda, ancora una volta, la via di Francesco d'Assisi.

    RispondiElimina
  13. qualcuno può spiegarmi perche le CONSACRAZIONI sono state fatte con lo sportello del TABERNACOLO APERTO ??? 

     dunque non vi era l' EUCARESTIA PRESENTE ???  ......... e perche' ??         grazie in anticipo ..........

    RispondiElimina
  14. Se non ricordo male, durante le solenni celebrazioni pontificali era (è) consuetudine non riporre il Santissimo Sacramento nel tabernacolo dell'altare maggiore. D'altra parte spesso nelle cattedrali l'altare maggiore era privo del tabernacolo preferendosi costruire un apposito altare dedicato all'adorazione eucaristica. Le stesse Basiliche Papali hanno l'altare maggiore privo di tabernacolo.

    RispondiElimina
  15. SE non ricordo male vi era (è) la consuetudine di togliere il SS. SAcramento dall'altare maggiore durante la celebrazione dei pontificali.

    RispondiElimina
  16. grazie ......... curioso ....... mi piacerebbe conoscerne il motivo ...........

    RispondiElimina
  17. Forse perchè il signor Cardinale è sempre più inferiore a Nostro Signore? Quindi si toglie il SS dal tabernacolo così nessun eminentissimo possa darGli le spalle? :)

    RispondiElimina
  18. belle foto, non c'è dubbio!
    ciò che non capisco è il codazzo purpureo... che senso ha oggi?
    Poi vorrei chiedere spiegazioni circa quelle "mezze pianete", come si chiamano e che significato hanno? non le avevo mai viste... Grazie

    RispondiElimina
  19. Il "codazzo purpureo" è la cappa magna, un indumento prelatizio comunemente usato fino al 1968 e molto più antico, come origine, della mozzetta.

    Le pianete piegate nella parte posteriore rappresentano, a livello puramente simbolico, un potere sacerdotale ancora limitato, che riceve la sua pienezza quando, al termine della funzione, il Vescovo conferisce agli ordinati il potere di rimettere i peccati: è solo a questo punto, infatti, che le pianete vengono completamente sciolte.

    RispondiElimina
  20. grazie Danile per le spiegazioni. non capisco ancora però il significato teologico di tali vesti purpuree

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.