venerdì 18 settembre 2009

Ancora dalla Finlandia


Qualche giorno fa abbiamo dato notizia della consacrazione episcopale del vescovo di Helsinki. Sempre da NLM apprendiamo che anche per la cerimonia di insediamento del novello presule, l'altare è stato allestito seguendo l'esempio di Benedetto XVI con il settimo candeliere e la croce al centro.
Da noi mettere in secondo piano la faccia del celebrante è ancora tabù...a quanto pare la presenza di Pietro si avverte più in Scandinavia che all'ombra del Cupolone...

18 commenti:

  1. Parole sante! Peter

    RispondiElimina
  2. Il senso della Maestà di Dio porta una maestà nell’uomo, il quale allora capisce di non poter scendere a svilirsi e squalificarsi e di mantenere, contro tutte le tentazioni, l’onore, la lealtà e l’educazione.

    Potrebbe succedere l’inverso? Potrebbe essere che l’uomo leale, educato, gentile, ecc. arriva con facilità al senso della Maestà di Dio, mentre quello insulso, cafone, volgare, ecc. non vedono e non sentono la Maestà del Signore?

    RispondiElimina
  3. Dovevo scrivere: non vede e non sente ...
    (scusate, errore di grammatica)

    RispondiElimina
  4. io sapevo che l'altre cattolico aveva sei candelieri.

    Cosa vuol dire il settimo?? e a che tradizione fa' riferimento.??

    Grazie

    RispondiElimina
  5. Provando a rispondere all'ultimo anonimo, in molte raffigurazioni antiche (per esempio, L'Incoronazione di Napoleone di Jacques Louis David), avevo visto 7 candelieri...6 più uno dietro il Crocifisso (nuova e vera Luce del Mondo)...sempre comunque ci sono stati riferimenti all'antico Tempio di Israele...i candelieri, il Sancta Sanctorum dove solo i sacerdoti e i ministranti potevano entrare, l'uso dell'incenso...

    RispondiElimina
  6. La settima candela (un po' più alta delle altre e collocata vicino alla croce) è un antico privilegio del Vescovo che celebra nella sua diocesi.

    Anche il Papa celebra con 7 candelieri (e, nel suo caso, in tutto il mondo).

    RispondiElimina
  7. Ok, ma Giovanni XXIII celebrava con 6?? Non e' una forma un po' di archeologia liturgica???

    RispondiElimina
  8. Ringrazio la Redazione per le giuste puntualizzazioni...sì, è vero, nel dipinto di David era raffigurato Pio VII, che allora era prigioniero in Francia...e nelle Messe antiche che ho visto, c'erano sempre 6 candelieri...

    RispondiElimina
  9. Ok, ma Giovanni XXIII celebrava con 6??

    Siamo sicuri?????????????
    http://www.youtube.com/watch?v=r0IUN-Qwe7I&feature=PlayList&p=3D0857103435155B&index=18

    RispondiElimina
  10. Non e' una forma un po' di archeologia liturgica???

    Ci risiamo: ogni volta che si fanno le cose in campo liturgico "come Dio comanda", come la Chisa ha sempre fatto ritorna la solita filastrocca...
    E' semplicemente ritornare a fare le cose normali...Non l'ha detto certo al riforma liturgica di mettere sul tavolo-altare i fiori da un lato e uno o due ceri dall'altro!? Fu una moda abusiva che si introdusse e oggi è regola.

    RispondiElimina
  11. Sciatto com'era e su questo aiutato da moms Piero marini, Giovanni Paolo II non credo tenesse il conto dei candelieri. Mi ricordo che , prima della sciagurata riforma, quando veniva il vescovo nel mio paese, l'arciprete aggiungeva, per la celebrazione della Mwssa, un settimo candeliere copra il tabernacolo dicedo che quella era una prerogativa dell'oerdinario diocesano.

    RispondiElimina
  12. colgo l' occasione per domandare a qualcuno qui presente ,

    come mai BENEDETTO quando celebra all ' ELEVAZIONE , non mostra LE DUE SPECIE ai quattro punti dell' ORBE , come gia facevano i SOMMI PONTEFICI e GPII fino alla sua malattia ........
    grazie

    RispondiElimina
  13. anonimo delle 14, 48

    non ricominciamo , va a farti una passeggiata .........

    RispondiElimina
  14. Le due Specie consacrate sono state sempre elevate, ma mai mostrate ai quattro venti. Quella è una moda inaugurata da Giovanni Paolo II forse su suggerimento di mons Piero Marini.

    RispondiElimina
  15. su quello che sostieni ANONIMO non ne sono convinto .....
    i SOMMI PONTEFICI mostravano le DUE SPECIE all' ELEVAZIONE , ai quattro punti dell' ORBE ,,,,,,,

    questa volta MONS. MARINI non centra nulla ......

    chiedo conferma e delucidazioni se cio è vero ....
    grazie ......

    RispondiElimina
  16. Il Messale del 1962 dà ragione ad Anonimo delle 0,55:

    Tunc se erigens, quantum commode potest, elevat in altum hostiam, et intentis in eam oculis (quod et in elevatione calicis facit) populo reverenter ostendit adorandam
    Tum se erigit, et accipiens calicem discoopertum cum Sanguine ambabus manibus, ut prius, elevat eum, et erectum quantum commode potest, ostendit populo adorandum.

    Se però per i Pontefici si facesse eccezione non so.

    Penso tuttavia che se Benedetto XVI si limita all'elevazione è molto probabile che la variante (elevazione con le specie mostratae ai quattro punti dell'orbe) sia stata introdotta da Giovanni Paolo II.

    RispondiElimina
  17. b giorno sagmarius

    grazie per il tuo post ....... però a me non risulta ...

    vedi su youtube PAPAL CORONATION ...... nella messa GIOVANNI XXIII all' ELEVAZIONE , mostra le DUE SPECIE ai quattro punti dell' ORBE , ma anche gli altri SOMMI PONTEFICI ...... una volta NON si improvvisava ....
    ci vorrebbe l' intervento di uno che sa per poter aver conferma ......

    RispondiElimina
  18. questo è contemplato nel MESSALE del 1962 ,

    ma il mostrare le DUE SPECIE al' ELEVAZIONE , era un PRIVILEGIO esclusivo del PAPA , come il ricevere il SACRAMENTO dal TRONO e con la FISTOLA per quanto riguarda il CALICE .........

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.