lunedì 4 maggio 2009

Brick by brick

E' uno dei fortunati slogan di Father Z., che gestisce il blog cattolico più visitato dal mondo e si riferisce al ritorno "mattone per mattone" (potremmo forse tradurre meglio con "passo dopo passo") alla tradizione immemoriale della Chiesa.

A che cosa ci riferiamo? Ad alcune notiziole, certo in apparenza marginali, ma che sono esemplificative di una marea tranquilla di ritorno alla Tradizione che risale a sanare le ferite della Chiesa. E così, ecco questi piccoli, ma significativi eventi che accadono nel vasto mondo. Se vi sembrano fatti modesti, fatevi questa semplice domanda: sarebbero mai stati concepibili fatti del genere, anche solo cinque anni fa? Ed eccoli dunque:

1) A Sidney, tre novelli sacerdoti da poco ordinati, hanno celebrato o celebreranno le loro prime Messe secondo il rito tradizionale in latino. Si tratta di Fr. Andrew Benton, la cui prima messa, solenne in terzo, è stata lo scorso primo maggio; Fr. James McCarthy, il quale celebrerà il prossimo 7 maggio la sua prima Messa solenne in terzo; e infine Fr Julian Belich, che non ha ancora fissato la data della sua prima Messa che sarà, comunque, secondo il Messale del 1962.

2) Nella diocesi Harrisburg, Pennsilvania, Usa, è stato appena fondato un nuovo monastero di carmelitane scalze. Il nuovo convento di suore contemplative nasce per la necessità di fare spazio alle numerose nuove vocazioni (secondo la regola dell'Ordine, un Carmelo non deve avere più di 21 suore). E' necessario aggiungere che il convento madre (che si chiama Carmelo di Gesù, Maria e Giuseppe di Valparaiso, in Nebraska), e quindi sicuramente anche quello nuovo, hanno adottato la forma straordinaria?

3) E infine, tornando in Italia, dove il rito tradizionale non ha avuto fino al motu proprio particolare diffusione, esso sta entrando nelle abitudini, e nel cuore, dei fedeli, generalmente i più giovani. Abbiamo già riferito della prima comunione a Campocavallo d'Osimo (v. qui); ecco ora le immagini del rito che ci manda Andrea Carradori, il quale specifica che celebrante era Padre Matteomaria Lombardi, FFI, turiferario il fratello di Beniamino : Leonardo, studente delle scuole medie superiori, e invia pure la foto completa con i cantori e l’organista ed piccolo il ministrante Lorenzo, che assieme al papà Cristiano, ha servito tutto il Triduo Pasquale





AGGIORNAMENTO: Ecco le ulteriori parole esplicative che Andrea ha lasciato in un commento a questo post:

Ringraziamo Dio per il dono della Comunità dei Francescani dell'Immacolata che regge, con tanta devozione, lo splendido santuario di Campocavallo di Osimo.Vedete, nell'ultima foto, un ragazzino di colore? E' Chandana Niroshan originario dello Sri Lanka. Fa parte di una famiglia cattolica attualmente residente nella mia città: Tolentino. Io ho avuto l'onore di fare da padrino al battesimo dell'ultimo dei tre figli del papà di Chandana: lo splendido Nicola. Fernando e Chandana hanno un senso molto più forte della religiosità. Quando il papà ha avuto un posto di lavoro in fabbrica tutta la famiglia ha voluto rendere grazie a Dio pulendo, come ex voto, per l'intera giornata, la Chiesa del Sacro Cuore di Tolentino della confraternita di cui fanno parte.(http://www.missaleromanum.it/Confraternite/SacroCuore/SacroCuore.htm)

Chandana ha avuto il privilegio di baciare il Santo Anello episcopale di SER Mons. S. Ecc.za Mons. Albert Malcom Ranjith Patabendige Don, Segretario della Congregazione per il Culto Divino, quando il 3 settembre 2006 si volle recare a Tolentino, con tanta umiltà, per riaprire una bella chiesa di campagna, a Regnano, da anni chiusa a causa del sisma del 1997. Ora Chandana, studente delle superiori, è ministrante convinto e puntuale della Messa nel rito romano antico. Speriamo che il Signore operi in lui la voglia di scegliere "la parte migliore" come sta facendo con altri due giovani. Vorrei pure aggiungere che alla Messa di domenica scorsa ha assistito un giovanissimo Sacerdote. In sagrestia uno dei ministranti gli ha detto "consideri, reverendo, dopo solo alcuni mesi di messa "stabile" uno di noi ha lasciato tutto, famiglia e lavoro, ed è entrato in convento. Ora tocca a noi, se Dio vorrà"!

Non ci sono "controindicazioni" per la Liturgia antica. Possono fare tutte le "inchieste" che vogliono sulle persone che frequentano la Messa antica, possono far scattare tutte le foto che vogliono, come è successo per R, un nostro ministrante, anzi colui che ha organizzato il servizio all'altare e tante volte ha pagato le spese realative. R è ricattabile. Insegnante di religione con gli anziani genitori a carico. Gli hanno intimato schifosamente di non farsi più vedere alla messa antica. Lui è costretto ad andare fuori regione spendendo un mare di soldi... Hanno intimato ai seminaristi di non frequentare la messa antica... Loro, che debbono rispondere prima a Dio che al bizzarro rettore, che sogna ad occhi aperti la mitria, vengono, cautamente, la chiesa è grande... ed hanno anche promesso "dopo l'ordinazione..." Non so se Chandana entrerà in Seminario prossimamente o se R avrà il coraggio di ritornare a servire la Messa antica ed accettare la proposta di entrare in una comunità, ha due lauree in teologia, per ricevere poi " le mani sulla testa". Quel che conta è che facciamo tutto questo per amore verso Cristo, la Chiesa universale e la Chiesa locale, di cui andiamo fieri e che amiamo ed ameremo sempre fino alla morte.

Che la Santa Vergine di Loreto aiuti tutti noi a rimanere vincolati nella carità e nell'amore vicendevole come fecero i nostri padri che vinsero la povertà e le persecuzioni solo con l'arma della fede!

Grazie alla Redazione di Messainlatino e grazie per le Vostre preghiere!

Andrea Carradori, il più vecchio del gruppo.

5 commenti:

  1. Notizie stupende...e immagini stupende...complimenti e auguri!

    RispondiElimina
  2. Ringraziamo Dio per il dono della Comunità dei Francescani dell'Immacolata che regge, con tanta devozione, lo splendido santuario di Campocavallo di Osimo.
    Vedete, nell'ultima foto, un ragazzino di colore?
    E' Chandana Niroshan originario dello Sri Lanka.
    Fa parte di una famiglia cattolica attualmente residente nella mia città : Tolentino.
    Io ho avuto l'onore di fare da padrino al battesimo dell'ultimo dei tre figli del papà di Chandana : lo splendido Nicola.
    Fernando e Chandana hanno un senso molto più forte della religiosità.
    Quando il papà ha avuto un posto di lavoro in fabbrica tutta la famiglia ha voluto rendere grazie a Dio pulendo,come ex voto, per l'intera giornata, la Chiesa del Sacro Cuore di Tolentino della confraternita di cui fanno parte.
    http://www.missaleromanum.it/Confraternite/SacroCuore/SacroCuore.htm
    Chandana ha avuto il privilegio di baciare il Santo Anello episcopale di SER Mons. S. Ecc.za Mons. Albert Malcom Ranjith Patabendige Don, Segretario della Congregazione per il Culto Divino, quando il 3 settembre 2006 si volle recare a Tolentino, con tanta umiltà, per riaprire una bella chiesa di campagna, a Regnano, da nni chiusa a causa del sisma del 1997.
    Ora Chandana, studente delle superiori, è ministrante convinto e puntuale della Messa nel rito romano antico.
    Speriamo che il Signore operi in lui la voglia di scegliere " la parte migliore" come sta facendo con altri due giovani.
    Vorrei pure aggiungere che alla Messa di domenica scorsa ha assistito un giovanissimo Sacerdote.
    In sagrestia uno dei ministranti gli ha detto " consideri, reverendo, dopo solo alcuni mesi di messa "stabile" uno di noi ha lasciato tutto, famiglia e lavoro, ed è entrato in convento. Ora tocca a noi, se Dio vorrà"!
    Non ci sono "controindicazioni" per la Liturgia antica.
    Possono fare tutte le "inchieste" che vogliono sulle persone che frequentano la Messa antica, possono far scattare tutte le foto che vogliono, come è successo per R, un nostro ministrante, anzi colui che ha organizzato il servizio all'altare e tante volte ha pagato le spese realative.
    R è ricattabile. Insegnante di religione con gli anziani genitori a carico.
    Gli hanno intimato schifosamente di non farsi più vedere alla messa antica.
    Lui è costretto ad andare fuori regione spendendo un mare di soldi...
    Hanno intimato ai seminaristi di non frequentare la messa antica...
    Loro, che debbono rispondere prima a Dio che al bizzarro rettore, che sogna ad occhi aperti la mitria, vengono, cautamente, la chiesa è grande... ed hanno anche promesso " dopo l'ordinazione ..."
    Non so se Chandana entrerà in Seminario prossimamente o se R avrà il coraggio di ritornare a servire la Messa antica ed accettare la proposta di entrare in una comunità, ha due lauree in teologia, per ricevere poi " le mani sulla testa".
    Quel che conta è che facciamo tutto questo per amore verso Cristo, la Chiesa universale e la Chiesa locale, di cui andiamo fieri e che amiamo ed ameremo sempre fino alla morte.
    Che la Santa Vergine di Loreto aiuti tutti noi a rimanere vincolati nella carità e nell'amore vicendevole come fecero i nostri padri che vinsero la povertà e le persecuzioni solo con l'arma della fede !
    Grazie alla Redazione di Messainlatino e grazie per le Vostre preghiere!
    Andrea Carradori, il più vecchio del gruppo.

    RispondiElimina
  3. Grazie a te, caro Andrea, per queste parole che allargano il cuore.

    RispondiElimina
  4. Mi domando se l'Inopportuno frequentatore sia connesso o se abbia da far commenti sulle frasi
    "Possono fare tutte le "inchieste" che vogliono sulle persone che frequentano la Messa antica, possono far scattare tutte le foto che vogliono, come è successo per R, un nostro ministrante, anzi colui che ha organizzato il servizio all'altare e tante volte ha pagato le spese realative.
    R è ricattabile. Insegnante di religione con gli anziani genitori a carico.
    Gli hanno intimato schifosamente di non farsi più vedere alla messa antica.
    Lui è costretto ad andare fuori regione spendendo un mare di soldi...
    Hanno intimato ai seminaristi di non frequentare la messa antica...
    Loro, che debbono rispondere prima a Dio che al bizzarro rettore, che sogna ad occhi aperti la mitria, vengono, cautamente, la chiesa è grande... ed hanno anche promesso " dopo l'ordinazione ..."
    Non so, un francescano "pace e bene" che di tanto in tanto ci ammannisce alla conclusione dei post, un icastico commento, qualcosa...
    Ovviamente non mi riferisco solo a lui, ma a tanti altri, chierici e laici "adulti", pieni di amore per il mondo ma non altrettanto per i fratelli, perché siamo loro fratelli!

    RispondiElimina
  5. Una bellissima notizia!
    Il papà di Chandana disoccupato da alcuni mesi oggi pomeriggio è stato riassunto dalla fabbrica dove lavorava.
    Ricordo che ha tre bambini...
    Grazie alle preghiere che sicuramente sono salite al Cielo dai nostri amici !
    Sono felice e commosso !
    Rendiamo grazie a Dio !
    Pace e bene

    Andrea Carradori

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.