Post in evidenza

Ora puoi... aiutare MiL

Se volete aiutare e sostenere MiL, potete fare una donazione anche piccola.   Ricordiamo ai nostri lettori infatti che MiL si sostiene solo ...

martedì 17 gennaio 2023

NOSTRE INFORMAZIONI di mons. Eleuterio Favella: il Motu proprio «Filiae loquor ut nurus intelligat»

Senza interruzione, anche oggi ci giungono le informazioni da S.E.R. Mons. Eleuterio Favella.
La comunicazione odierna segue al passaggio pronunciato da papa Francesco in occasione dell’Angelus di domenica scorsa: «Farà bene anche a noi coltivare, come Giovanni, la virtù di farci da parte al momento opportuno, testimoniando che il punto di riferimento della vita è Gesù. Farsi da parte, imparare a congedarsi: ho fatto questa missione, ho fatto questo incontro, mi faccio da parte e lascio posto al Signore. Imparare a farsi da parte, non prendere qualcosa come un contraccambio per noi» (QUI).
Grati a Sua Eccellenza Reverendissima per il rinnovato privilegio della sua considerazione nel volerci segnalare alcuni documenti che altrimenti passerebbero inosservati o non verrebbero evidenziati come dovrebbero ed inginocchiati al bacio dell’anello, ci professiamo imperituramente suoi servitori umilissimi et figli devoti in Cristo, e imploriamo la sua augusta benedizione.

L.V.

NOSTRE INFORMAZIONI

Questo pomeriggio, con nota diramata dalla Sala Stampa della S. Sede, la Prefettura della Casa Pontificia, a seguito di alcune inconsulte ed insistenti voci circa una asserita imminente rinunzia al pontificato da parte dell’Augusto Pontefice i.r., ha precisato che il testo dell’Angelus pronunziato dal S. Padre domenica 15 corrente non inerisce affatto supposte abdicazioni del medesimo Pontefice dall’ufficio petrino, in quanto l’allocuzione risponde ai canoni previsti dal Motu pr «Filiae loquor ut nurus intelligat» promulgato dal S. Padre il 31 novembre 2014, documento peraltro informante da allora tutta la comunicazione pontificia.


Nessun commento:

Posta un commento

AVVISO AI LETTORI: Visto il continuo infiltrarsi di lettori "ostili" che si divertono solo a scrivere "insulti" e a fare polemiche inutili, AVVISIAMO CHE ORA NON SARANNO PIU' PUBBLICATI COMMENTI INFANTILI o PEDANTI. Continueremo certamente a pubblicare le critiche ma solo quelle serie, costruttive e rispettose.
La Redazione