Post in evidenza

Ora puoi... aiutare MiL

Se volete aiutare e sostenere MiL, potete fare una donazione anche piccola.   Ricordiamo ai nostri lettori infatti che MiL si sostiene solo ...

domenica 18 dicembre 2022

Il cammino sinodale tedesco è stato progettato per fare “pressione” sulla Chiesa per cambiare l’insegnamento cattolico

Un'utile traduzione del Blog di Sabino Paciolla sul disastro sinodale tedesco.
Luigi

Dicembre 3 2022

Rilancio un articolo scritto da AC Wimmer, pubblicato su Catholic News Agency, che riporta le ragioni e le finalità del Cammino sinodale tedesco. Eccolo nella mia traduzione.

Il Cammino Sinodale tedesco è stato progettato fin dall’inizio per evitare sanzioni legali e allo stesso tempo creare “pressione” sulla Chiesa per cambiare l’insegnamento cattolico, ha dichiarato venerdì ai media tedeschi uno dei fondatori del processo.
Thomas Sternberg, ex presidente del Comitato centrale dei cattolici tedeschi (ZdK), ha detto che il controverso processo voleva ottenere cambiamenti nell’insegnamento della Chiesa sull’omosessualità, sull’ordinazione delle donne e su altri argomenti, ha riferito CNA Deutsch, partner della CNA per le notizie in lingua tedesca.

Parlando all’emittente diocesana tedesca Domradio il 2 dicembre, Sternberg ha detto che il Cammino sinodale sta procedendo “con molto più successo di quanto pensassi”.

Alla luce degli interventi del Vaticano contro il Cammino sinodale, ha detto che è diventato chiaro che “era giusto non usare la forma di un sinodo, perché questo sarebbe stato sanzionato dal diritto canonico” e “avrebbe dato al diritto canonico la possibilità di proibire qualcosa del genere”.

Dal punto di vista del diritto canonico, il Cammino sinodale era solo “un processo di discussione non vincolante”, ha detto Sternberg.

Solo in questo modo i partecipanti potevano “operare liberamente”. In questo modo, anche le obiezioni critiche prefabbricate che sono state sollevate da Roma non hanno alcun valore”.

Insieme al cardinale Reinhard Marx, Sternberg ha lanciato il Cammino sinodale nel 2019. Riconoscendo che il processo non è un sinodo, Marx all’epoca disse che si trattava invece di un “processo ‘sui generis'”.

La lettera del Papa al popolo di Dio pellegrino in Germania è rimasta “molto importante”, ha detto Sternberg il 2 dicembre.

Come molti leader della ZdK, Sternberg è un politico di professione. Ha descritto in dettaglio alcuni degli strumenti e delle tattiche politiche che gli organizzatori del Cammino sinodale tedesco hanno seguito nel loro tentativo di ottenere un cambiamento, ha riferito CNA Deutsch, partner della CNA per le notizie in lingua tedesca.

Da un lato, ha detto, era chiaro che i partecipanti non potevano “decidere la questione dell’ordinazione delle donne o dell’abolizione del celibato in Germania”.

Tuttavia, ha aggiunto, “sono un politico nella misura in cui so che sono necessari processi e sviluppi per rendere i temi degni di essere discussi”.

“Quando si è coinvolti in un processo sinodale, si deve anche fare i conti con il fatto che a volte non si vince”, ha detto Sternberg a proposito dell’unico testo finora non adottato dal processo – che ha portato a scene tumultuose all’evento di Francoforte.

“Dobbiamo parlarne e fare delle richieste”, ha detto l’ex presidente della ZdK a proposito dell’approccio scelto dagli organizzatori. “Solo attraverso la pressione si ottiene un vero cambiamento”.

Sternberg ha citato in particolare i testi del Cammino sinodale sull’ordinazione sacerdotale delle donne, sul clericalismo e sull’omosessualità.

Ha detto che questi temi sono ora discussi “a livello internazionale, non solo in Germania”, grazie al processo tedesco.

La settimana scorsa il Vaticano ha pubblicato il testo completo dei suoi ultimi avvertimenti su un altro scisma proveniente dalla Germania, sollevando preoccupazioni e obiezioni fondamentali.

Il Cammino Sinodale rischia di non essere un’innovazione pastorale ma una “trasformazione della Chiesa”, ha avvertito il cardinale Marc Ouellet nella sua dichiarazione, pubblicata in tedesco da CNA Deutsch.

Il prefetto del Dicastero dei Vescovi ha detto che i suggerimenti del Cammino sinodale “feriscono la comunione della Chiesa”, seminando “dubbi e confusione tra il popolo di Dio”.

Il Vaticano riceve quotidianamente messaggi di cattolici scandalizzati da questo processo, ha aggiunto.

Il successore di Sternberg come presidente del Comitato centrale dei cattolici tedeschi, Irme Stetter-Karp, ha accusato il Vaticano di “snobbare” i cattolici tedeschi il 21 novembre.

Il Cammino Sinodale – “Synodaler Weg” in tedesco, talvolta tradotto come Via Sinodale – dovrebbe comunque continuare come previsto dagli organizzatori. La prossima (e finora ultima) assemblea sinodale si terrà nella primavera del 2023.

AC Wimmer

Foto di Thomas Sternberg, co-presidente e capo dell’influente comitato centrale laico dei cattolici tedeschi (ZdK)

Nessun commento:

Posta un commento

AVVISO AI LETTORI: Visto il continuo infiltrarsi di lettori "ostili" che si divertono solo a scrivere "insulti" e a fare polemiche inutili, AVVISIAMO CHE ORA NON SARANNO PIU' PUBBLICATI COMMENTI INFANTILI o PEDANTI. Continueremo certamente a pubblicare le critiche ma solo quelle serie, costruttive e rispettose.
La Redazione