Post in evidenza

MiL ha bisogno di voi lettori: DONAZIONI

A sx (nella versione per pc) e su palmare (voce " Donazione ") troverete la possibiltà di donare. Vi speghiamo il perchè.  Potrete...

domenica 2 ottobre 2022

Ingressi in diocesi 2.0: mons. Pompili a Verona


I moderni ingressi in diocesi, versione 2.0

Ieri, 1° ottobre, il nuovo vescovo di Verona Mons. Domenico Pompili, partendo da S. Zeno, ha raggiunto la cattedrale dove ha solennemente preso possesso della diocesi. 
Ma era troppo indossare almeno una talare filettata, se proprio non voleva indossare la prescritta veste paonazza?? 
Pare inoltre che, giunto in piazza Delle Erbe, gli sia stato offerto un caffè (strano: a Verona ci saremmo aspettati più un bello Spritz) e che Sua Eccellenza abbia graziosamente accettato. 

Foto: Facebook Andrea Grillo 

Ringraziamo il lettore per la segnalazione 

Roberto 

16 commenti:

  1. Ieri è stato davvero un bel momento di Chiesa per Verona. La cattedrale gremita in ogni dove, folle festanti all'esterno ad attendere la Benedizione finale del Vescovo Domenico. Illustre la presenza di Sua Eminenza Reverendissima il Cardinale Angelo Bagnasco che ha assistito alla solenne celebrazione, nonché del Nunzio Apostolico in Siria e veronese: Sua Eminenza Reverendissima il Cardinal Zenari, che invece ha concelebrato insieme ai numerosi Arcivescovi e Vescovi, nonché del Patriarca di Venezia, presenti per l'occasione. Una solenne liturgia ben preparata ed officiata, con l'accompagnamento della schola cantorum della Cattedrale.

    RispondiElimina
  2. Quale sarebbe il problema?

    RispondiElimina
  3. È finito il medioevo, grazie Papa Francesco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. maledetto l'uomo che confida nell'uomo.....

      Elimina
  4. In realtà il rito liturgico d'ingresso è stato di una solennità unica, attento a manifestare la piena tradizione della Chiesa. La passeggiata per le vie di Verona prima di raggiungere la Cattedrale è stato un bel segno di "cammino" verso la Cattedra, da persona "normale", prima di assumere il ruolo e l'ufficialità di Pastore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lui non è una persona normale....Avrebbe dovuto indossare la talare per rimarcarlo .Purtroppo questi sono i tempi ed è molto più semplice uniformarsi al pessimo esempio che sale dal basso e precipita copioso dall'alto.

      Elimina
    2. Perché, con la talare si diventa “speciali”?

      Elimina
    3. Indossa il clergyman, che lo contraddistingue come chierico, e facendo ciò da il buon esempio a tutti i preti che vanno in giro vestiti da laici

      Elimina
  5. bernardo guerrini3 ottobre 2022 09:04

    neppure una talare da prete.. non filettata ma solo nera ed anche senza la fascia..nooooo la odiano proprio... ma io mi chiedo se proprio odiano la veste, perchè ci vanno???? ci sono tanti mestieri.. possono zappare la terra, fare i manovali... i muratori, mille mestieri.. perfino il macellaio veste un camice bianco.. oppure un medico.. oppure un carabiniere.. loro odiano la veste nera.. se ne vadano via.. ormai sono rimasti in quattro.. speriamo che dalle catacombe risorga una nuova gerarchia che davvero ha fede in Cristo e lo rispetta e non si vergogna di rappresentarlo anche con la veste nera..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Monsignore ha il clergyman, che almeno dal 1983 può essere usato come abito al posto della talare
      Quindi è in 'uniforme '

      Elimina
    2. È come dire :che male c'è a sposarsi in maniche di camicia?Purtroppo di questi tempi tutte le stravaganze non solo vengono tollerate ma anche incoraggiate.

      Elimina
  6. Non usa la talare nemmeno in una circostanza come questa, farà ulteriore carriera nella neochiesa!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sta indossando il clergyman, che da molti decenni è consentito come abito clericale in alternativa alla talare
      Quindi è vestito in modo adeguato

      Elimina
  7. Rispondo con simpatia a Rinaldo:
    Sono un ragazzo ritratto anche nella foto del post, laico e tradizionale (forse non tradizionalista, ma Tradizionale di certo). In realtà per quella passeggiata con noi giovani era perfettamente integrato. Arrivato in epiacopio si è cambiato ed è sceso per l'ingresso ufficiale in paonazza e rocchetto, per poi dirigersi in sagrestia per indossare i paramenti sacri cin tanto di stupendo camice in pizzo che permetteva di vedere la talare paonazza sotto.
    Tutto perfetto... Compreso il cambio di abito in base all'occasione. Davvero Sig. Rinaldo i problemi ci sono e non li dobbiamo eludere, ma non vediamoli dove invece tutto è stato fatto bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, ma sai…per i gestori di questo sito basta una foto per mandarti all’inferno senza passare dal via.

      Elimina
  8. Ma dov’è il problema, mi chiedo io…che avrebbe dovuto fare? Una processione a cavallo in mitra e piviale?

    RispondiElimina

AVVISO AI LETTORI: Visto il continuo infiltrarsi di lettori "ostili" che si divertono solo a scrivere "insulti" e a fare polemiche inutili, AVVISIAMO CHE ORA NON SARANNO PIU' PUBBLICATI COMMENTI INFANTILI o PEDANTI. Continueremo certamente a pubblicare le critiche ma solo quelle serie, costruttive e rispettose.
La Redazione