Post in evidenza

Elenco Messe tradizionali in Italia: URGE UN AGGIORNAMENTO

Cari lettori di MiL, molti di voi ci hanno scritto, giustamente, per lamentarsi del fatto che l'elenco delle Messe tradizionali del nost...

domenica 31 ottobre 2021

E' l'ora di ringraziare: scriviamo messaggi di gratidudine ai nostri vescovi favorevoli alla Messa Tradizionale #tradizioniscustodes

Abbiamo trovato su facebook una bella iniziativa promossa da  Shawn Tribe (di Liturgical Art Journal). E pensiamo sia utile e opportuno farla nostra e condivderla. 
Roberto

Rivolgiamoci con gratitudine ai nostri Vescovi con parole esplicite e atti di gentilezza e gratitudine verso i vescovi che hanno mostrato empatia per coloro che sono attaccati alla Messa Tradizionale e hanno evitato azioni draconiane, cancellazioni, ecc. 

In questo modo si faranno due cose. 
1) si sottolineerà il fatto che tutto il Traditionis Custodes si basa su una premessa errata e su una generalizzazione ingiusta. 
2) Li incoraggerà a tenere il corso. 
3) Riaffermerà per loro che la "Via Media" di Benedetto ha prodotto frutti positivi e ha contribuito a costruire ponti ea promuovere l'unità. Questa, non il motu proprio TC, è la via da seguire. 
4) Le persone sono sempre più desiderose di sostenere coloro che le supportano. 

Scriviamo quindi loro un messaggio breve, senza nessun commento, nessuna polemica nessuna critica: 

"Molte grazie, Eccellenza, per la sua generosità e comprensione. Vogliamo solo adorare in questa bellissima parte del nostro patrimonio cattolico".

1 commento:

  1. "patrimonio cattolico"..
    Trovo bellissima, rotonda, completa, intera, perfetta, questa espressione.
    Infatti, se da un parente ereditiamo un patrimonio non e' che al notaio diciamo:"Voglio solo la parte di ricchezza che va dal 1962 in avanti, la ricchezza precedente a quella data la butti pure".
    Elle

    RispondiElimina

AVVISO AI LETTORI: Visto il continuo infiltrarsi di lettori "ostili" che si divertono solo a scrivere "insulti" e a fare polemiche inutili, AVVISIAMO CHE ORA NON SARANNO PIU' PUBBLICATI COMMENTI INFANTILI o PEDANTI. Continueremo certamente a pubblicare le critiche ma solo quelle serie, costruttive e rispettose.
La Redazione