Post in evidenza

MiL ha bisogno di voi lettori: DONAZIONI

A sx (nella versione per pc) e su palmare (voce " Donazione ") troverete la possibiltà di donare. Vi speghiamo il perchè.  Potrete...

sabato 16 ottobre 2021

Bergamo, venerdì 22 ottobre: conferenza «Il simbolismo liturgico»

Riceviamo e condividiamo con piacere la segnalazione di questo interessante incontro con don Marino Neri, organizzato dal Comitato Summorum Pontificum di Bergamo.

L.V.

Venerdì 22 ottobre 2021, ore 20:45

Aula Magna
Bergamo - via Borgo Palazzo, 45/D

VIVERE LA SANTA MESSA: STORIA, SIMBOLI E SPIRITUALITÀ DELLA LITURGIA
IL SIMBOLISMO LITURGICO

Quarto incontro sulla Santa Messa con don Marino Neri, Parroco di Linarolo e Segretario dell’Amicizia Sacerdotale Summorum Pontificum.

Prima di ogni incontro, alle ore 20:00, presso il Santuario della Madonna della Neve (Bergamo - via Gabriele Camozzi, 130), sarà celebrata la Santa Messa secondo il Missale Romanum del 1962.


La materia è incandescente: perché tratta di quanto Dio ha consegnato di più prezioso agli uomini per essere adorato, ma anche perché gli uomini, certi uomini, hanno fatto della sacra Liturgia un terreno di scontro tentando di costruirla a propria immagine e somiglianza. Senza polemiche, ma con chiarezza e senza fare sconti, don Marino Neri, ricercatore dell’Università degli Studi di Pavia e Segretario del Sodalizio Amicizia Sacerdotale Summorum Pontificum, ci condurrà per mano dalla sacra fonte da cui sgorga il culto divino fino al suo tradizionale sviluppo giunto fino ai grandi pontificati di San Pio X e Pio XII, prima della riforma postconciliare. Quattro incontri condotti con la perizia dello studioso, la passione del cultore e, soprattutto, la devozione del sacerdote che diventa strumento di formazione e di elevazione spirituale: per chi assiste alla Messa, ma anche per chi la celebra.

Don Marino Neri è sacerdote della diocesi di Pavia dal 2006. Dottore di ricerca presso l’Università di Pavia, collabora all’attività didattica e scientifica nell’ambito del settore di lingua e letteratura latina presso il medesimo Ateneo. Studiando soprattutto gli aspetti storico-culturali dell’età tardoantica e romanobarbarica, ha altresì approfondito i temi teologico-liturgici nel periodo di passaggio dall’età patristica a quella altomedievale (V-VIII secolo), con attenzione anche ai successivi sviluppi. Ha pubblicato la prima traduzione italiana con commento dell’epistolario di Ruricio di Limoges (Ruricio di Limoges. Lettere, ETS, Pisa 2009), nonché la monografia Dio, l’anima, l’uomo. L’epistolario di Fausto di Riez (Aracne, Roma 2011), oltre a numerosi articoli su riviste di settore. La materia su cui si concentra attualmente la sua ricerca è l’opera letteraria di Magno Felice Ennodio e il De ecclesiasticis officiis di Isidoro di Siviglia. Svolge il proprio apostolato come parroco pro tempore della parrocchia di Linarolo (PV). È segretario del Sodalizio Amicizia Sacerdotale Summorum Pontificum.

(da Marino Neri, Salirò all’altare di Dio, Verona, 2015, con adattamenti)

Nessun commento:

Posta un commento

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.