Post in evidenza

MiL ha bisogno di voi lettori: DONAZIONI

A sx (nella versione per pc) e su palmare (voce " Donazione ") troverete la possibiltà di donare. Vi speghiamo il perchè.  Potrete...

lunedì 16 agosto 2021

Orrori architettonici… e dove trovarli #49 a Dietenhofen (Germania)

Chiesa Cattolica dell’ing. Karl Frey (anno 2009).

Lorenzo

Descrizione del progetto: «Uno spazio di luce e leggerezza.
Da secoli la luce gioca un ruolo fondamentale negli edifici ecclesiastici. Nelle chiese gotiche, le finestre di vetro venivano utilizzate per trasmettere messaggi teologici e fornire un’atmosfera mistica. La luce è stata ed è tuttora il mezzo di tutto ciò che è immateriale.
Entrare nella moderna chiesa di Dietenhofen è immergersi in uno spazio di luce al di là di immagini e simboli.
L’esterno della chiesa è costituito da due gusci di vetro: un guscio esterno costituito da elementi di vetro in scala, la cui superficie interna mostra una serie di linee serigrafate; un guscio interno in vetro con elementi scuri, dipinti a mano e leggermente sabbiati. Sezioni verticali di vetro lavorato a mano in rosso, blu, verde e oro riempiono l’interno della chiesa di luce mistica.
Le chiese hanno da tempo colmato il bisogno umano di un luogo diverso dal mondo di tutti i giorni. Costruire una chiesa significa creare uno spazio che possa soddisfare il desiderio umano di rifugio e di sublime; significa anche tradurre in architettura concreta il processo liturgico cristiano.
Karl Frey ha raccolto questa sfida progettando la chiesa a forma di ellisse, negandole così un centro concreto, ma dandogli invece due punti focali opposti. Sebbene questi punti focali siano opposti l’uno all’altro, corrispondono fortemente e quindi creano una dinamica e una tensione specifiche. Rappresentano anche una questione fondamentale dell’esistenza umana: il rapporto tra Dio e l’uomo.
La costruzione dell’edificio è costituita da magre travi e colonne in acciaio, a sottolineare ancora una volta l’immagine di luce e leggerezza della chiesa. È coperto da un soffitto in lamiere d’acciaio leggermente piegate al di sotto di un tetto in cemento.
Un altro aspetto che rende questa chiesa un importante esempio di architettura contemporanea è il fatto che l’edificio utilizza solo energia rigenerativa – il primo del suo genere in Germania.» (trad. it.)

Foto esterni:





Foto interni: