Post in evidenza

MiL ha bisogno di voi lettori: DONAZIONI

A sx (nella versione per pc) e su palmare (voce " Donazione ") troverete la possibiltà di donare. Vi speghiamo il perchè.  Potrete...

domenica 25 aprile 2021

Don Mimmo (arcivescovo di Napoli) pre-siede una veglia vocazionale...

 

No non é un fotomontaggio. È proprio l’arcivescovo di Napoli, anzi “don Mimmo” (come lo chiama formalmente il sito diocesano per annunciare l’evento)  che pre-siede una veglia vocazionale nella basilica dell’incoronata del Buon Consiglio a Capodimonte il 19 aprile scorso alle 19:30. 

Ma che davvero, pensano di portare operai nella vigna del Signore sedendosi in terra a gambe incrociate? Pensano di trovare gli eletti facendosi chiamare “don Mimmo”? 

Inutile: dopo decenni terribili di sempre maggior dissanguamento dai seminari, (lo scorso anno il card. Sepe ordinò solo SEI sacerdoti, nel 2015 erano NOVE, nel 2013 i diaconi erano 18 e lo scorso anno QUATTRO) non l’hanno ancora capita eh. Inutile. 

Che dire? Mah. 

Sotto un altro bella foto del “vescovo seduto”

Roberto 





7 commenti:

  1. Ma "sua eccellenza" sarebbe quel vecchio hippie buttato per terra come un sacco di patate? Ha più contegno la mia portinaia quando lava le scale! E dei giovani si dovrebbero sentire ispirati a perseguire il sacerdozio guardando quell'elemento lì?

    RispondiElimina
  2. Molto alla mano. Il suo body language (linguaggio corporale per gli oscurantisti italo-italiani) è veramente accattivante. Abbatte ogni barriera con l'esterno e permette la fuga dei cattolici

    RispondiElimina
  3. E il vescovo è il solo seduto per terra, gli altri sono sulle sedie. Ma anche se stesse seduto come si deve, il risultato vocazionale sarebbe lo stesso. Meno male che almeno in quella chiesa c'è un bellissimo altare.

    RispondiElimina
  4. Questi signori che sanno solo parlare e gesticolare il linguaggio del mondo non hanno ancora capito la lezione... quando rimarranno pressocchè soli perchè anche i loro complici laicisti e modaioli li avranno abbandonati FORSE ritroveranno il buon senso dei loro nonni di rivolgersi al Crocifisso, alla Madonna e ai Santi.
    Non si illudano questi servetti: gli uomini di potere che per affliggere il popolo santo di Dio li hanno fatti arrivare così in alto poi impietosamente li scaraventeranno a terra nella polvere.
    E' la "logica" dei poteri forti: oggi sulle stelle, domani sulle stalle. Solo il valore immenso della loro consacrazione episcopale o sacerdotale rimane intatto.

    RispondiElimina
  5. tanto è maggiore la grandezza della croce che indossano...tanto maggiore è il grado di impostura

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.