Post in evidenza

MiL ha bisogno di voi lettori: DONAZIONI

A sx (nella versione per pc) e su palmare (voce " Donazione ") troverete la possibiltà di donare. Vi speghiamo il perchè.  Potrete...

mercoledì 13 gennaio 2021

Le Sante Messe del tempo di Natale in Prosper Guéranger #12 Battesimo di Cristo

Concludiamo le meditazioni liturgiche tratte dall’Année Liturgique di dom Propser Guéranger (Le Mans 1841-1866) per il tempo di Natale: Battesimo di Cristo.

L.V.

13 GENNAIO

BATTESIMO DI CRISTO¹

MESSA

La Messa è quella dell’Epifania, eccetto le orazioni ed il Vangelo.

VANGELO (Gv 1, 29-34) – Il giorno dopo, Giovanni vedendo Gesù venire verso di lui disse: «Ecco l’agnello di Dio, ecco colui che toglie i peccati dal mondo! Ecco colui del quale dissi: Dopo di me viene un uomo che mi è passato avanti, perché era prima di me. Io non lo conoscevo, ma sono venuto a battezzare con acqua perché egli fosse fatto conoscere a Israele». Giovanni rese testimonianza dicendo: «Ho visto lo Spirito scendere come una colomba dal cielo e posarsi su di lui. Io non lo conoscevo, ma chi mi ha inviato a battezzare con acqua mi aveva detto: L’uomo sul quale vedrai scendere e rimanere lo Spirito è colui che battezza in Spirito Santo. E io ho visto e ho attestato che questi è il Figlio di Dio».

Celeste Agnello, tu sei sceso nel fiume per purificarlo; la divina colomba è venuta dalle altezze del cielo ad unire la sua dolcezza alla tua e sei tornato a riva. Ma – oh prodigio della tua misericordia! – dopo di te sono scesi i lupi nelle acque santificate: ed ecco che essi tornano verso di te trasformati in agnelli. Noi tutti, immondi per il peccato, diventiamo, uscendo dal sacro fonte, le candide pecorelle del tuo divino Cantico, che tornano dal lavatoio tutte feconde, non una sterile; quelle caste colombe che sembra si siano bagnate nel latte e che hanno fissato la propria dimora presso chiare fontane: tanto è potente la virtù purificatrice che il tuo divino contatto ha dato a quelle acque! Mantieni in noi il candore che deriva da te, o Gesù, e se l’abbiamo perduto, ridonacelo con il battesimo della penitenza, il quale soltanto può ridare il candore del nostro primo abito! Spandi ancor più quel fiume d’amore, o Emmanuele! Che le sue acque vadano a cercare nel più profondo dei loro selvaggi deserti quelli che finora non hanno raggiunto; inonda la terra, come tu hai promesso. Ricordati della gloria nella quale fosti manifestato in mezzo al Giordano; dimentica i delitti che da troppo tempo ritardano la predicazione del tuo Vangelo su quelle plaghe desolate. Il Padre celeste comanda a ogni creatura di ascoltarti: parla a ogni creatura, o Emmanuele!

¹ Prima del 1955, l’Epifania manteneva l’Ottava propria, che si concludeva con la festa del battesimo del Signore. Nel marzo 1955 la Congregazione dei Riti aboliva questa Ottava, insieme a molte altre, lasciando tuttavia al 13 gennaio la commemorazione del Battesimo di Gesù Cristo, con le stesse prerogative e riti. Nel caso in cui questo giorno cadesse la festa della Sacra Famiglia, si sarebbe però celebrata questa, senza commemorazione del Battesimo di Cristo. Con la riforma del calendario liturgico operata dal Concilio Vaticano II ed entrata in vigore nel gennaio 1970, la festa del Battesimo di Gesù è stata spostata alla prima domenica dopo l’Epifania e chiude il Tempo di Natale.

Nessun commento:

Posta un commento

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.