Post in evidenza

Un parroco in Diocesi di Fidenza coraggioso sulla S. Comunione in bocca

L'arciprete di Castelvetro e Croce S. Spirito (PC), in Diocesi di Fidenza ma alle porte di Cremona, spiega perchè darà la S. Comu...

lunedì 8 giugno 2020

Le scene ridicole e grottesche di un parroco di Genova



QUI e QUI  due brevissimi video apparsi sulla pagina Facebook (che alle ore 19.50 del 7-6-20 risultava pubblica) del parroco della SS. Annunziata di Genova, don Roberto Fiscer.

Il primo è una grottesca imitazione, in chiesa (foto di fianco), di un capo-ultrà / “lanciacoro” (davanti a una piccola platea di basiti vecchietti costretti a rispondere al coro da stadio, foto sotto).
Il secondo un'altrettanto grottesca esibizione (foto in fondo), presumiamo in una cappella (davanti al Ss. Sacramento), del medesimo sacerdote, mentre palleggia con un pallone da calcio con i paramenti da Messa sulle note di Rocky Balboa e con la statua della Madonna con appesa tra le mani una mascherina.
Vero che  S. Teresa d'Avila diceva che non ci sono santi tristi. Ma il rendersi ridicolo  e  il poco rispetto in chiesa devono essere evitati da tutti, anche dai sacerdoti.
Forse se pregassero di più e cercassero meno di sembrare comici ci sarebbero più fedeli in chiesa.
Vedere i video per credere e le foto sotto.
Ci dicono tuttavia che, bizzarrie a parte, dal punto di vista della dottrina è fortunatamente ortodosso. Speriamo in  una sua maturazione di fede e attitudine (più consoni al suo stato sacerdotale).
Luigi






3 commenti:

  1. Chi va a "messa" da saltimbanchi di questa risma è complice.

    RispondiElimina
  2. Non so se mi fa più specie questo prete capo ultrà oppure le attempate signore che si sbracciano e urlano.

    RispondiElimina
  3. perché non pubblicate i commenti?

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.