domenica 10 novembre 2019

Verba impiorum e Verba Sanctorum del Sinodo sull'amazzonia

Grazie all'amico Luca per la segnalazione.
Luigi

VERBA IMPIORUM
"Rito amazzonico: modo di essere Chiesa
Nell’ultimo punto il documento finale chiede l’istituzione di una commissione per elaborare un rito amazzonico che “esprima il patrimonio liturgico, teologico, disciplinare e spirituale dell’Amazzonia”. Monsignor Cotier spiega che, dal suo punto di vista, con il termine di ‘rito amazzonico’ dobbiamo intendere un vero e proprio modo di essere Chiesa: “Il rito amazzonico non è solo la celebrazione delle messa fatta in modo diverso. Certamente, ci devono essere elementi caratteristici che non modifichino la sostanza ma rito amazzonico vuol dire soprattutto una Chiesa che si organizza in base alle caratteristiche del proprio territorio per dare risposte alla sua gente."

VERBA SANCTORUM


Riporto solo un passaggio della lettera di Mons. Schneider

"Tra la costernazione e lo scandalo per l’abominio perpetrato dagli atti religiosi sincretisti in Vaticano, l’intera Chiesa e il mondo hanno assistito a un atto altamente meritorio, valoroso e lodevole di alcuni coraggiosi signori cristiani, che il 21 Ottobre hanno tolto gli idoli dalla Chiesa di Santa Maria in Traspontina a Roma, gettandole nel Tevere. Come nuovi Maccabei hanno agito nello spirito della santa collera di Nostro Signore, quando Egli cacciò i mercanti dal tempio di Gerusalemme con una frusta. Le gesta di questi uomini cristiani saranno ricordate negli annali della storia della Chiesa come un atto eroico che ha portato gloria al nome cristiano, mentre le azioni di uomini di Chiesa di alto rango, al contrario, che hanno contaminato il nome cristiano a Roma, passeranno alla storia come atti codardi e infidi di ambiguità e sincretismo".