lunedì 21 ottobre 2019

Il Papa, un pope, la fede (vera) e... le piume...

Trova le differenze :

Fonte: la Stampa del18.10.2019

Fonte Instagram

44 commenti:

  1. Particolarmente indigeste, ma forse anche qualcosa di peggio, le facce dei vescovazzi "cattolici" che sullo sfondo della prima foto sorridono. E poi il "papa", sorridente anche lui col diadema di piume sulla capoccia! Povera Chiesa, in mano a questi terminators della Fede!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo appieno con l'osservazione di Veleno: quelle brutte faccie di sfondo... e mi vengono in mente le parole del Divin Redentore a Simon Pietro "In verità, in verità ti dico: quando eri più giovane ti cingevi la veste da solo, e andavi dove volevi; ma quando sarai vecchio tenderai le tue mani, e un altro ti cingerà la veste e ti porterà dove tu non vuoi"

      Elimina
    2. Dio è UNICO ed ogni essere umano è suo figlio e noi siamo tutti fratelli indigeni compresi

      Elimina
  2. Le stesse foto le trovate su Giovanni Paolo II con le piume in testa, benedizione sciamane con lo sterco di vacca e bevuta di pozioni magiche, oltre al famoso bacio al Corano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Precisazione doverosa. Eh si, anche il buon Woitila ci ha messo molto del suo. Non dimentichiamo che lo spirito di Assisi è una sua invenzione. Comunque, nulla di nuovo. Si tratta dell'attuazione del vaticano II. Assisi (sic) e Amazzonia vantano un ... gemellaggio.

      Elimina
    2. Sono arrivati alla frutta 😱 !!!

      Elimina
  3. Invece di dire banalità pregate. Io non trovo queste foto scandalose, altri sono gli scandali. Condividere qualcosa con una persona vuol dire che la reputi importante anche se quello che ti presenta non è damasco di seta. Essere assisi su un trono di supponenza non è una bella cosa. San Giovanni Paolo II è in Paradiso tra i Santi e canta in eterno le lodi di Dio. Pensiamo ad arrivare noi dove è lui. Poi che anche i Santi (tutti probabilmente) hanno fatto qualche gesto o qualche scelta che ci può lasciare un po' perplessi non è una cosa scandalosa. A parer mio la direzione della riforma liturgica da parte di San Paolo VI poteva essere un attimo più attenta però nonostante ciò riconosco per vari altri aspetti il valore e la santità di questo Pontefice... e lo prego.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro 08:28, forse dovrebbe documentarsi meglio prima di intervenire con un tono che definirei un misto di pacatezza e illusione. Il suo minimizzare gesti e scelte che hanno contribuito in maniera determinante allo scardinamento delle fede in Gesù Cristo quale UNICO Redentore dell'umanità è inqualificabile. La riforma di papa Montini poteva essere "un attimo più attenta"? Soltanto "un attimo"? Dunque la riforma sarebbe senz'altro buona tranne che per un significante "attimo"? Inoltre, se papa Woitila è in Paradiso lo sa soltanto Dio, e certamente non ci è andato per decreto vaticano-secondista, come sta avvenendo, guarda caso, per tutti i papai vaticano-secondisti. Essi hanno davvero attuato la "primavera del concilio"! Peccato che perfino Montini ha parlato di inverno, di autodemolizione della Chiesa e del fumo di Satana che vi è penetrato. Si documenti, si documenti, caro 08:28. E in processione, lo dica a Bergoglio, ci si portano Gesù e Maria, non gli idoli pagani!

      Elimina
    2. Adorare e contemplare divinitá pagane (ossia sataniche) non vuol dire "condividere", ma abiurare negare Cristo come VERO DIO!

      Elimina
    3. Vero , oggi molti si pensa sempre a trovare un pretesto o un errore per attaccare il papa .... Invece di cercare l'unione e la pace , si credono Cristiani ferventi e fanno il contrario di quello che ci ha insegnato Gesù, attaccando il Papa attaccano la Chiesa e allontanano i piccoli fedeli . Attenzione fratelli a giudicare il Papa che se anche sbaglia voi non siete autorizzati a togliere la pagliuzza del suo occhio, magari avete una trave nel vostro.

      Elimina
    4. Bravo Bernardo! Cosa ci ha insegnato Gesù? Però mi sa che non ne hai nemmeno la più pallida idea!

      Elimina
    5. Signor 16.42. I fatti sono fatti e visibili a tutti quelli che vogliono vederli. Nessuno dei veri cattolici-apostolici romani vorrebbe provare il sofferto disagio di accusare un papa ma deve farlo per il bene della Chiesa di Cristo che è al di sopra di tutti, in sintonia con tanti uomini di chiesa, di grande dottrina e specchiata fede.

      Elimina
    6. Per il signor Bernardo. E' un papa cattolico colui che amoreggia con abortisti ed eutanasisti, che sostiene le unioni civili e lo sfascio della famiglia, che dice che la Chiesa ha sempre sbagliato, che non esistere un Dio cattolico, etc. etc. ? La difesa d'ufficio di Bergoglio è del tutto insostenibile.

      Elimina
    7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    8. Mi sento in comunione di preghiera e in sintonia di idee con quello che ha scritto il signor Bernardo. Sempre e solo attaccare il Papa anche per le stesse, identiche cose e gesti hanno fatto diversi suoi predecessori: nostro compito precipuo di cattolici ( altrimenti saremmo dei protestanti ) è pregare per il Successore di Pietro e anche nascondere le nudità dell'anziano e dormiente padre Noè. Altrimenti c'è la severa condanna di Dio. Il vecchio Noè che si è addormentato va amorevolmente coperto nelle sue nudità dai suoi figli: questa è il vero spirito che deve permanere nel cuore dei cattolici! Altrimenti si abbia il coraggio di scrivere "coram populo" uscendo dalla comunione ecclesiale che questo non è papa ed altre amenità simili. Se si è in perfetta comunione "una cum" si deve rispettare il Papa coprendo con amore le sue troppe manchevolezze per le quali tuttavia TUTTI I GIORNI dall'inizio del suo difficile pontificato Pietro chiede e ssi affida alla preghiera dei cattolici. Non è solo un gesto di umile affidamento alla comunità orante ma anche il riconoscimento del primato insostituibile della preghiera. Più spirituale di così... Mi meraviglio adunque che un sito cattolico possa mettere con tanta leggerezza a confronto due foto che riassumono tratti consimili di spiritualità. Non ci lamentiamo poi...

      Elimina
  4. Bergoglio si ridicolizza da solo, non c'è neanche più bisogno di fare ulteriori considerazioni. Comunque il confronto con il pope è impietoso.

    RispondiElimina
  5. il fato che si compie22 ottobre 2019 14:39

    Lo sfacelo avanza come previsto dal Vangelo.

    RispondiElimina
  6. L'evangelizzazione dell'Amazzonia doveva essere compito della nazioni sudamericane, specialmente di quelle che comprendono quella foresta, le quali non vogliono o non sono in grado di farlo perché il cattolicesimo è in grave regresso sostituito da una miriade di sette. Bergoglio, con i tanti vescovi falliti, invece di fare l'esame di coscienza, cerca di rivalutarsi con ridicole e inutili iniziative. Ma davvero crede che mettersi piume in testa e profanare le chiese romane con pupazzi pagani serva all'evangelizzazione di quelle terre e/o è un subdolo espediente per deformare la dottrina e la morale della Chiesa cattolica, come fa fondatamente sospettare tutto il suo operato?

    RispondiElimina
  7. Grazie a Dio non sono bercoglione.

    RispondiElimina
  8. La verità non può cambiare.... Solo Cristo Gesù vero Dio e vero Uomo va adorato. Siate semplici come colombe ma astuti come serpenti disse Gesù

    RispondiElimina
  9. Caro don Pasquale magari fossi un illuso, soffrirei meno a vedere come vanno le cose. Non oso giudicare nessuno perché la prospettiva giusta è quella di Nostro Signore e sinceramente non so se sia la mia medesima o, se anche dovesse esserlo, non posso escludere che qualche dettaglio mancante me la possa far comprendere solo parzialmente. Preferisco risultare un illuso e non un imprudente. A me la situazione non piace da Amoris laetitia in poi e se fossi un confessore invece di un un avvocato, in coscienza, non sarei in grado di trovare nessun caso in cui il peccato possa essere nominato virtù. Comunque spero che Lei non sia un sacerdote perché sarebbe grave che un uomo di Chiesa potesse dire di un santo proclamato che lo sa solo Dio se sia in Paradiso. Per quel che mi riguarda la riforma liturgica non è totalmente priva di bontà, per me il problema risiede nelle rubriche, nei troppi "vel" e soprattutto nella prassi. Saluto tutti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro 19:43, qui non c'entra nulla essere sacerdoti o laici.La Sua "prudenza" La fa stare, come si dice, con un piede su due staffe, e questo, se mi consente, non è da Cattolici. Stando a quel che Lei dice, lo sfacelo della Chiesa sarebbe iniziato da Amoris laetitia, ciò confermando che non solo non ha letto attentamente ciò che ho scritto e che la Sua documentazione circa la deriva della Chiesa imposta dalla pastorale del vaticano II è insufficiente, seppure nel finale del Suo intervento dice cose tremende di cui, però, forse non è pienamente cosciente. Il vaticano II ha segnato una svolta diabolica nella storia della Chiesa che non ha precedenti, ma di cui Lei, non ben documentato, non si rende conto. Che poi gli uomini della chiesa postconciliare (perché di uomini e non di angeli si tratta) possano spedire santi in Paradiso a loro piacimento per avallare la primavera ... invernale del concilio, non è affatto matematicamente corrispondente alla volontà di Dio. La macchinazione vaticasecondista è opera dell'Anticristo. La Chiesa a satura del "fumo di Satana": parola (inquietante) di "san" Paolo VI, riformatore in senso protestantico della Santa Messa di sempre.

      Elimina
    2. Non sono io ad essere disinformato ma Lei ideologizzato. Il novus ordo non è protestante ma cattolico come il vetus ed entrambi vanno conservati e tenuti in onore. Il novus ordo, avendo molti meno anni, ha bisogno di qualche aggiustamento e deve essere depurato da prassi dovute per lo più agli episcopati nazionali. Ad esempio la messa orientata verso i fedeli è solo una opzione prevista per entrambe le forme del rito romano ma chissà perché per il novus ordo ormai è diventata un obbligo.

      Elimina
    3. Mi dispiace, ma Lei continua a ciurlare nel manico.

      Elimina
    4. Il NO non sarebbe protestante (?!)scrive 20:26, mentre contiene una forte differenza dottrinale, subdolamente occultata. Il suo nascosto demiurgo, Montini, che lanciava il cane Bugnini, volle che la Messa riformata fosse quanto più possibile simile al rito protestante, salvo poi a lamentarsi che la riforma era troppo demolitiva, ma senza far nulla e lasciando fare.

      Elimina
    5. Sono in buona compagnia e santa compagnia, pertanto va bene così

      Elimina
  10. E la fine .dei cattolici poveri noi !..come si fà gli idoli chiesa pagana spero che Dio faccia presto giustizia a questo anti Cristo chiamato berglio. Saluti Da Ecuador...

    RispondiElimina
  11. Pietro, su questa Pietra edificherò la mia Chiesa, e le porte degli inferi non prevarranno su di Essa... Spesso ci dimentichiamo, che lui, non è Francesco, ma Pietro.. Scelto da Cristo. Chi siamo noi per giudicare la Volontá di Dio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 01:38 mi ricorda la donna Prassede manzoniana la quale pretendeva che le sue azioni fossero ispirate dalla volontà di Colui sta in Alto; solo che, dice l'autore, prendeva l'Alto per il suo cervello. L'infallibilità pontificia è ristretta all'osservanza e alla propagazione del Depositum fidei e non a transeunti ideologie umane. Per dirne solo poche, è' volontà divina dire che " non esiste un Dio cattolico" o che vengano, senza verità e carità cacciati come appestati insigni uomini di Chiesa perché non sono gli amici di colui che sta al posto di Pietro ? Non gli è mai venuto in mente che potrebbe esserne indegno come hanno pensato e detto tanti grandi e santi papi ?

      Elimina
    2. No, no, è Francesco. Non è Pietro. Non ha proprio nulla di Pietro!

      Elimina
  12. Da quale fondo di Santitá provengono queste parole? E se non sono Cristo e Maria che parlano in voi, chi lo fá? Per questo sarete giudicati nella misura con cui giudicate e per essere portavoce di satana... Queste parole, nel Supremo Volere, dovrebbero girare ovunque, per colpire i cuori induriti e convertirli a Veri Figli di Dio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo oggi si sono eretti a migliaia giudici ! Dio abbia misericordia di loro

      Elimina
    2. ... di loro, cioè di voi. "Ma non si può attaccare così la figura del Papa demolendo la Chiesa di Cristo" dice Bernardo. Ma, caro Bernardo, è proprio il papa che sta demolendo la Chiesa! o non se n'è accorto?

      Elimina
  13. PREGHIAMO,PREGHIAMO,PREGHIAMO! Ce lo chiede la Vergine Santissima, Madre di Cristo, vero Dio e vero uomo, Madre della Chiesa e Madre nostra. PREGHIAMO ANCHE PER IL PAPA, povera creatura umana, fragile e vulnerabile, posto da Dio a governare la Chiesa. Con fiducia e serenità. Don Alberto, l'ultimo prete di Roma.

    RispondiElimina
  14. Mi sento in comunione di preghiera e in sintonia di idee con quello che ha scritto sopra il signor Bernardo. Non si perde tempo, non si perdono energie, non si perde la voglia di attaccare il Papa anche per le stesse, identiche cose e per gli stessi gesti hanno fatto diversi suoi predecessori quando , invece, il nostro compito precipuo di cattolici ( altrimenti saremmo dei protestanti ) è quello pregare per il Successore di Pietro e anche di nascondere le nudità dell'anziano e dormiente padre Noè. Altrimenti c'è la severa condanna di Dio. Conosciamo tutti la Bibbia per sapere come Dio ha punito i figli irridenti del vecchio patriarca scompostamente addormentato. Noè, che si è addormentato, va amorevolmente coperto nelle sue nudità dai suoi figli: questa è il vero spirito che deve permanere nel cuore dei cattolici! Altrimenti si abbia il coraggio di scrivere "coram populo", uscendo dalla comunione ecclesiale, che questo non è papa, oppure che il papa non è più tale perchè sarebbe eretico ed altre amenità simili. Se si è in perfetta comunione "una cum" si deve rispettare il Papa coprendo con amore le sue troppe manchevolezze per le quali tuttavia TUTTI I GIORNI dall'inizio del suo difficile pontificato Pietro chiede e ssi affida alla preghiera dei cattolici. Non è solo un gesto di umile affidamento alla comunità orante ma anche il riconoscimento del primato insostituibile della preghiera. Più spirituale di così... Mi meraviglio adunque che un sito cattolico possa mettere con tanta leggerezza a confronto due foto che riassumono tratti consimili di spiritualità. Non ci lamentiamo poi... Altra cosa, e qui metto uno stop, l'instancabile nostro impegno contro i lupi che sono penetrati nel tempio santo di Dio, consacrati e non, e contro i cinghiali che stanno devastando la vigna del Signore. Ma il Papa non deve essere irriso MAI anche se dovesse , Dio non voglia, compiere il gesto più modernista e rivoluzionario di tutti: rassegnare le dimissioni dal soglio pontificio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "...rassegnare le dimissioni dal soglio pontificio!"

      Ma magari! Ma temo che l'attaccamento alla poltrona prevalga.

      Elimina
  15. Questo blog ospita commenti in cui si giudica l'operato di Bergoglio, il suo comportamento, non la persona. Un conto è dire che Tizio è scemo, altro conto è dire che Tizio fa delle scemate. C'è una bella differenza. Sarà Dio a giudicare la persona in quanto tale. D'altronde i comportamenti sono pubblici, tutti (anche gli atei) hanno il dovere di commentarli, specie se le scelte dei potenti ricadono sulla vita di ognuno di noi. Per un cattolico, poi, è doveroso constatare se l'azione o le idee di un prete siano in conformità con quello che è stato sempre insegnato dalla Chiesa. Se a qualche moralista dà noia che in questo blog si verifichi l'operato di un pontefice, si astenga dal frequentare il blog.

    RispondiElimina
  16. All'Udienza Generale ( http://w2.vatican.va/content/francesco/it/audiences/2019/documents/papa-francesco_20191023_udienza-generale.html ) di oggi il Santo Padre ricordando il ( primo) Concilio di Gerusalemme ha specificato che gli Apostoli " invitano a non imporre la circoncisione ai pagani, ma a chiedere loro soltanto di rigettare l’idolatria e tutte le sue espressioni".

    RispondiElimina
  17. non si può attaccare così la figura del Papa demolendo la Chiesa di Cristo e spaccando la fede dei piccoli !
    No. Capite che fate il gioco del diavolo ?
    Il Papa è il Papa , per ciò che rappresenta.
    Bergoglio verrà corretto da Cardinali che possono agire come lo spirito suggerisce .....
    e poi verrà giudicato da Dio .
    Molti dicono eresie improponibili sul Papa e molti si sono allontanati dalla chiesa a causa di questo chiacchiericcio che DILAGA NEL MONDO.... e non produce poi il fine giusto !
    Anche io so quello che accade ma non agisco come i farisei o gli eretici , la Speranza è affidarsi alla Volontà di Dio salva. Il chiacchiericcio fine a se stesso è peccato mortale .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Bergoglio verrà corretto da Cardinali"... come no? Ancora stiamo aspettando che risponda ai dubia, ed è chiaro che non lo farà mai. Altro che "chiacchiericcio":

      Elimina
    2. Il papa rappresenta solo il Depositum fidei, che deve tramandare ( traditio); se non lo rispetta ma va dietro ad ideologie rivoluzionarie umane esce fuori il mandato di Cristo. Quanto alle correzioni di cardinali Bergoglio le ha accuratamente prevenute, cacciando i non ' amici' che hanno tentato di correggerlo.

      Elimina
    3. Perfetto Anonimo delle 11:00. Lucido, deciso, preciso.

      Elimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.