giovedì 20 dicembre 2018

Strepitoso don Morselli contro i presepi “coi migranti”.

Su il giornale di oggi 20.12.2028 una intervista a don Alfredo Morselli che, meno male, non le manda a dire contro il “buonismo natalizio” che in questi ultimi tempi sta coprendo di melassa “politicalmenre corretta” il mistero dell’Incarnazione.
Il sacerdote precisa che Gesù non era un migrante ma un perseguitato come Asia Bibi e si scaglia, giustamente, contro i presepi con i barconi o con famiglie di migranti al posto delle sacre Persone.
Proprio oggi in cui il vescovo di Trento ha ripetuto il mantra dell’accoglienza dell’altro, il parroco bolognese stigmatizza  che il tanto acclamato discernimento (per giustificare convivenze o coppie omosessuali) è come bandito se si parla di limitazione all’inmigrazione.
Ben detto, reverendo!

http://m.ilgiornale.it/news/2018/12/20/gesu-era-un-perseguitato-e-non-un-migrante-in-cerca-di-diritti/1619124/

Roberto