sabato 29 dicembre 2018

Camillo Langone: in memoriam di Robert Spaemann

Un piccolo e intelligente ricordo del grande filosofo Robert Spaemann (QUI Mil)
Luigi (L)

13 dicembre 2018 - Preghiera di Camillo Langone
Era contrario alla comunione nella mano e alla messa post-conciliare, giudicandola una rivoluzione, non un'evoluzione della liturgia di sempre.
Del resto era tedesco, il filosofo Robert Spaemann morto l'altro giorno, e l'eresia protestante la annusava meglio di noi. Era contrario, sulla base di Galati 6,10, all'immigrazionismo: “Non possiamo aiutare tutti, bisogna seguire un ordine di vicinanza”. Era molto vecchio ma vedeva il futuro, e i relativi pericoli, meglio di tanto clero di mezza età preoccupato per il buon esito della raccolta differenziata. Era contrario dunque allo scientismo, giudicandolo nemico della libertà: “In una civiltà tecnico-scientifica, il dogma cristiano potrebbe diventare il rifugio dell'umanità dell'uomo”. Ci salvi il dogma cristiano dai comunisti cinesi e dai capitalisti californiani che, grazie agli smartphone, ormai sanno anche quante volte andiamo in bagno a pisciare.